MIKY & GENNY

SERIE C - GIRONE C -  2017-2018 ---> INDICE

IL LECCE ASPIRA AL RITORNO NELLA SERIE CADETTA

COPPA ITALIA

1° turno
30-7-2017 Lecce-Ciliverghe 3-0 - 26' Caturano, 81' (rig.) Lepore, 83' Torromino.
Lecce: Perucchini; Lepore, Drudi, Marino, Di Matteo; Costa Ferreira, Arrigoni (84’ Megelaitis), Mancosu (68’ Ciancio); Pacilli, Caturano, Di Piazza (53’ Torromino. A disposizione: Chironi, Vicino,  Riccardi, Valeri, Megelaitis, Monaco, Persano, Turchetta e Tsonev. Alenatore: Rizzo.
Ciliverghe: Mazzano: Trilli; Torri, Andriani, Minelli, Daeder; Ragnoli,  Carobbio; Del Bar (65’ Minessi), Trajkovic, Bitiheme (77’ Comotti) ; De Angelis (88’ Barwuah). A disposizione: Poffa, Sanini, Cazzago, Chinelli, Cassiano, Miglio, Betella, Guerini e Muchetti. Allenatore Pavesi.
Arbitro: Massimi di Termoli.
Note: ammoniti Caturano, Andriani e  Carobbio

2° turno
6-8-2017 Pro Vercellice 2-2: 34' e 46' Di Piazza (LE), 61' Firenze.
Pro Vercelli
: Nobile; Konaté, Legati, Bruno; Berra, Altobelli (72' Germano), Castiglia, Firenze, Mammarella; La Mantia (78' Morra), R. Bianchi (58'  Rovini). A disposizione: Moschin, Danza, Vajushi, Ghiglione, Barlocco, Gilardi, Grossi, Cortinovis e Sangiorgi. Allenatore Grassadonia.

Lecce: Perucchini; Ciancio, Cosenza, Marino, Di Matteo; Costa Ferreira, Arrigoni, Mancosu; Lepore (64' Drudi), Di Piazza (72' Caturano), Torromino (86' Pacilli). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Megelaitis, Monaco, Tsonev, Persano e Turchetta. Allenatore Rizzo.
Arbitro: Serra di Torino.
Note: ammoniti Legati e Firenze.

3° turno
12-8-2017 PordenoneLecce 3-2 - 6′ e 48' Di Piazza (LE), 79' Raffini, 83' (rig.) Burrai, 90' Parodi.
Pordenone: Perilli; Formiconi, Stefani, Parodi, De Agostini; Misuraca, Burrai, Lulli (77′ Raffini); Ciurria (92′ Boniotti), Buratto (53′ Pietribiasi); Gerardi. A disppsozopme: Meneghetti, Pellegrini, Silvestro e Facchinutti. Allenatore: Colucci.
Lecce: Perucchini; Ciancio, Cosenza, Marino, Di Matteo (75′ Drudi); Lepore, Arrigoni, Mancosu; Di Piazza (67′ Megelaitis), Caturano, Torromino. A disppsozione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Monaco, Tsonev e  Gambardella. Allenatore: Rizzo.
Arbitro: Chiffi di Padova.
Note: ammoniti Misuraca, Perucchini, De Agostini, Di Piazza, Formiconi e Caturano.

  COPPA ITALIA DI SERIE C

Sedicersimi di finale
21-11-2017 -ecce-Bisceglie 2-1 - 64' Dentello Azzi’, 75' (rig.) Mancosu, 90' Dubickas.
Lecce: Chironi; Gambardella (71' Di Piazza), Riccardi, Drudi, Valeri (46’ Ciancio); Megelaitis (46' Mancosu), Arrigoni, Tsonev; Pacilli; Dubickas, Torromino. A disposizione: Vicino, Lepore, Marino, Lezzi, Angelini, e Castrovilli, Avantaggiato e Schena.  Allenatore:  Liverani.
Bisceglie: Vassallo; Migliavacca, Petta, Jurkic, Giron; Risolo, Boljat, Lugo Martinez; Montinaro, Gabrielloni (66' Raucci), Dentello Azzi (66' Jovanovic). A disposizioone: Crispino, Partipilo, , Toskic, D’Ancora, Del Vino, Vrdoljak, Alberga e Markic. Allenatore: Zavettieri.
Arbitro: Miele di Nola.
Note: ammoniti Boljat e Montinaro ; espulso Migliavacca.

Ottavi di finale
21-11-2018 - Lecce-Matera 3-0 - 39′ Dubickas, 51′ Costa Ferreira, 87′ Megelaitis.
Lecce: Chironi; Ciancio (67′ Lepore), Riccardi, Marino, Di Matteo; Megelaitis, Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (71′ Gambardella); Dubickas, Torromino (61′ Persano). A dispisuzuibe: Vicino, Perucchini, Cosenza, Di Piazza, Valeri, Drudi, Lezzi e Caturano. Allenatore: Liverani.
Bisceglie: Golubovic; Buschiazzo, De Franco, Scognamillo; Angelo, De Falco, Salandria (28′ Dammacco), Sernicola (56′ Sartore); Giovinco, Corado (56′ Di Sabato), Battista. A disposizione: Mittica, Dugandzic, Tonti e  Taccogna. Allenatore: Auteri.
Arbitro: D’Ascanio di Ancona.
Note: ammoniti Mancosu, Arrigoni e Scognamillo : espulso il tecnico del Lecce Liverani.

Quarti di finale
14-2-2018 - Lecce-Cosenza 0.2 - 61' Okereke, 68' Loviso.
Lecce: Chironi; Ciancio, Riccardi, Cosenza, Legittimo; Megelaitis (73’ Pacilli), Arrigoni, Selasi; Costa Ferreira; Caturano, Di Piazza. A disposizione: Vicino, Perucchini, Di Matteo, Mancosu, Torromino, Valeri, Marino, Dubickas, Gambardella, Persano e Saraniti. Allenatore: Liverani.
Cosenza:  Zommers; Pasqualoni (55’ Idda), Dermaku, Camigliano; Boniotti (55' Okereke), Bruccini, Loviso, Trovato, Ramos; Mungo, Perez. A disposizione: Saracco, Corsi, Palmiero, Baclet, Tutino, Pascali, D’Orazio, Braglia. Allenatore: Braglia.
Arbitro: Perotti di Legnano.
 
GLI ARTEFICI

Presidente
: Enrico Tun do.

Vicepresidente: Corrado Liguori. e Stefano Adamo.
Presidente onorario
: Saverio Sticchi Damiani.

Consiglieri d'amministrazione
Alessandro Adamo, Paolo Del Brocco e Salvatore De Vitis.
Direttore Generale: Giuseppe Mercadante.
Direttore Sportivo: Stefano Trinchera.
Responsabile Settore Giovanile: Roberto Alberti.
Team Manager: Claudio Vino.
Oreparatore atletico: Sergio Musa.
Fotografo ufficiale: Marco Lezzi.
Magazzinieri: Francesco Marchello, Giovanni Fasano
Centralino e Front Office: Francesco Marchello e Franco Longo.
Addetto stampa: Andrea Ferrante.
Responsabile Biglietteria: Angela De Mitri.
Allenatore: Roberto Rizzo.
Allenatore in seconda: Pino Maragliulo.
Allenatore portieri: Luigi Sassanelli.
Collaboratore tecnico: Alessandro Morello.
Responsabile sanitario: Giuseppe Congedo.
Medici socialiAntonio Tondo, Francesco Marti e Luigi Cappello.
Preparatoi atletici: Paolo Re David, Raffaele Tumolo.
Massifisioterapista: Alessandro Donato.
Massifisioterapista-Osteipata: Graziano Fiorita.
Allenatore Berretti: Claudio Luperto.
Allenatore Under 15 e Giovanissimi  regionali: Stefano De Padova.
Allenatore Under 17: Davide Mazzotta.
Allenatore Giovanissimi provinciali: Davide De Pandis.
Allenatore Esordienti: Paolo Cortese.
Allenatore Pulcini: Alessandro Molfetta.
Allenatori portieri settore giovanile: Diego Zaccardi e Francesco Garzilli.
PortieriChironi, Perucchini, Vicino.
Difensori: Agostinone, Ciancio, Contessa, Cosenza, Di Matteo, Drudi, Gambardella, Legittimo, Lepore, Marino, Riccardi, Valeri.
Centrocampisti: Armellino, Arrigoni, Costa Ferreira, Mancosu,  Mėgelaitis, Tabanelli, Tsonev.
AttaccantiCaturano, Di Piazza,  Dubickas, Pacilli, Persano, Saraniti, Torromino.

26-8-2017 - PRIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CATANIA-RACING FONDI 1-1 -45' Curiale, 51' De Sousa (RA).
CATANZARO-CASERTANA 2-1 -25' Cunzi, 31'Falcone, 52' Alfageme (CAS).
FIDELIS ANDRIA-JUVE STABIA 3-3 -10' Scaringella, 33' e 40' Paponi (JU), 54' Barisic, 68' Mastalli (JU), 89' Manél.
MATERA-AKRAGAS 1-0 -19' Stendardo.
MONOPOLI-COSENZA 3-1 -9' e 12' Mercadante, 17' Bruccini (CO), 87' Scoppa.
PAGANESE-BISCEGLIE 0-2 -49' Martinez, 52'Partipilo.
RENDE-REGGINA 1-0 -82' Ricciardo.
TRAPANI-SIRACUSA 1-0 -43' Murano.
VIRTUS FRANCAVILLA-LECCE 1-1 -Giocata a Brindisi.
Virtus Francavilla: Albertazzi; Prestia (77’Di Nicola), Maccarrone, Abruzzese; Pino, Buono, Biason (65’ Folorunsho), Turi (77’Valotti); Sicurella; Saraniti, Madonia (61’Ayina). A disposizione: Battaiola, Gallù, A. Viola, Colonna, Diagnè, Salatino, Rossetti e Mastropietro. Allenatore D’Agostino.
Lecce: Perucchini; Ciancio, Cosenza, Marino, Di Matteo; Armellino, Arrigoni (81’ Costa Ferreira), Mancosu; Lepore (71’ Drudi), Caturano, Di Piazza (77’ Torromino). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Megelaitis, Monaco, Tsonev e Gambardella. Allenatore: Rizzo.
Arbitro: Volpi di Arezzo.
Marcatori:
60' Di Piazza (LE), 93' Abruzzese.
Note: ammoniti Sicurella, Maccarrone, Lepore e Mancosu. Angoli: 2-6.
Commento: il Lecce non va al di là di uno scialbo pareggio in casa della Virtus Frnacavilla e deve rimandare l'appuntamnento con la vittoria possibilemente tra sette giorni nello scontro diretto dol Trapani. Nel corso della prima frazione di gioco, il Lecce esercita uyna costante pressione nella metà campo avversaria creando al 6' ed al 42'0 due opportunità propizie per sbloccare il risulrtato con i colpi di testa di Caturano e Di Piazza parati alla grande da Albertazzi. Non sono mancate comunque altre potenzialità occasioni da rete per i giallorossi che hammp denotato una tenuta difensiva non impeccabile pur non concedendo occasioni clamorose ai brindisini. Lecce vicino al vantaggio al 510 ma è provvidenziale la chiusura difensiva di Prestia. Due minuti dopo, Saraniti anticipa Marino ma il colpo di testa è alto. Al 55', Mancosu è impreciso nel servire Di Piazza trovatosi solo davanti ad Albertazzi. Occasione sprecata dai giallorossi. Al 56', angolo di Lepore, colpo di testa imperioso di Di Piazza, fuori di
pochissimo. Al 61', Di Piazza raccoglie sotto porta un invito a nozze di Mancosi e non si fa pregare due volte nel superare Alberttazzi e nel portare in vabntaggio il Lecce. Al 69', è Ciancio ad impegnare Albertazzi che respinge sull'accorrente Lepore che spara altissimo. La Virtus appare più in palla del Lecce che, all'88', colpisce il palo con Costa Ferreira che calcia a rete con un sinistro veemente dalla distanza. Nell'ultimo minuto di recupero, è ancora una volta l'ex di turno Abruzzese (come nella passata stagione), a regalare ai brindisini il pareggio che, alla fine, risulta il risultato più giusto. Il Lecce avrebbe dovuto chiudere prima la gara, non lo ha fatto ed i padroni di casa, pur senza fare cose eccezionali, ci hanno creduto sino alla fine realizzando l'insperata rete che è servita a riequilibrare le sorti del match.
RIPOSA SICULA LEONZIO
2-9-2017 - SECONDA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-RENDE 2-3 -12' (rig.) Salvemini, 30' Gigliotti (RE), 46'p. t. Mileto, 79' Franco (RE), 84' Rossini (RE).
BISCEGLIE-VIRTUS FRANCAVILLA 2-1 -26' Partipilo, 49' Ayina (VI), 53' Montinaro.
CASERTANA-CATANIA 1-0 -77' De Marco.
COSENZA-PAGANESE 0-2 -45′ Cesaretti, 46′ p. t. Talamo.
LECCE-TRAPANI 2-1 -Lecce: Perucchini; Ciancio, Cosenza, Drudi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu (93' Costa Ferreira); Di Piazza, Caturano, Torromino (76’ Lepore). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Pacilli, Valeri, Lezzi, Tsonev e Gambardella. Allenatore: Rizzo.
Trapani: Furlan; Fazio, Silvestri, Legittimo, Visconti (80’ Rizzo); Maracchi, Taugourdeau, Girasole (22’st Evacuo); Ferretti (80’ Reginaldo), Murano, Marras (93’ Minelli). A disposizione: Pacini, Pagliarulo, Bastoni, Ferrara, Dambros, Steffè, Canino e Palumbo. Allenatore Calori.
Arbitro: Robilotta di Sala Consilina
Marcatori:
46' p. t. Torromino , 48’ Di Piazza, 54’ (rig.) Murano (TR).
Note: ammoniti Ferretti, Caturano, Drudi, Cosenza, Silvestri e Rizzo; espulsi Di Piazza ed il tezm manager del Lecce Vino. Angoli:7-4.
Commento: davanti a quasai 9.000 spettatori, il Lecce batte di misura il Trapani al termine di una gara sofferta che il Lecce ha saputo gestire con tanti patemi d'animo a causa dell'espulsione di Di Piazza ma con grande carattere. Mister Rizzo propone due novità nello schieramento iniziale: Drudi rimpiazza Marino in difesa e Lepore cede il posto in attacco al rispolverato Torromino. Lecce spronato dai tifosi a tirar fuori gli attributi dopo l'incolore pareggio di Francavilla Fontana. Al 3', il Trapani, sugli sviluppi di un angolo, lascia increwdibilmente solo Cosenza che calcia alto fallendo la ghiotta occasione. E' pronta la risposta dei siciliani al 4' con Ferretti che calcia a lato. All'8', serie di angoli, uno per parte: sul primo il Trapani è pericolosissimo, con un sinistro di Taugourdeau che arriva di gran carriera, viene ribattuto da una serie di gambe giallorosse in area, poi il pallone finisce sul piede di Marras solo davanti al portiere ma in fuorigioco. Invece nessuna occasione per il tiro dalla bandierina del Lecce, che finisce tra le maglie siciliane. La gara è equilibrata ancxhe se p il Trapani a lsciarsi preferire come capacità di manovrea. Al 15', Ferretti sbatte contro la diga giallorossa che respinge il tiro a colpo sicuro dell'attaccante trapanese. Due minuti dopo, è ancora Ferretti a rendersi pericoloso ma Perucchini c'è. Al 19', altro progioso intervento di Perucchini su Marras. Il Lecce fatica a costruire gioco, fa possesso palla infruttuoso ed il pubblico comincia a spazientirsi. Al 35', micidiale contropiede del Lece con Torromino che serve Di Piazza che calcia di sinistro altissimo. Al 39', occasione Lecce: Caturano serve Torromino, cambiando gioco con un veemente lancio dalla parte opposta alla sua. Tiro di "Hulk" ribattuto in angolo dalla difesa del Trapani. Sulla successiva conclusione dalla bandierina del Lecce i giallorossi buttano via il pallone con uno schema presunto, che non riesce. Al 42', grande iniziativa di Di Matteo, che dalla fascia sinistra salta due avversari, uno in velocità allungandosi il pallone con un "colpo" da biliardo. Cross per il centro che probabilmente è un tiro, che Di Piazza non riesce a deviare in porta "volando" di testa. Al 44', Furlan anticipa Caturano lanciato a rete da Mancosu, Nel primo dei due minuti di recupero, il Lecce sblocca il risultato con una conclusione di rara bellezza di Torromino.Nella'altro into di recupero, mischia furibonda in area giallorossa: sbroglia tutto Ciancio con Ferretti e Marras pronti in area piccola a correggere a porta vuota. Gara "allungata" giustamente di un minuto, vista l'esultanza prolungata dei giallorossi Termina così un primo tempo ben disputato dalle due suadre col Lecce cinico e spietato in una delle poche occasioni create.  La ripresa si apre col raddoppio giallorosso propiziato da Armelino che innesca alla grande Di Piazza che, a tu per tu con Furlan, fa esplodere il "Via del Mare". Al 50', Di Piazza si lascia cogliere da un raptus di follia sferrando un pugno a Marras e rimediando un cartellino rosso che complica la vita al Lecce. Al 52', l'assistente del direttore di gara segnala un fallo di Matteo nel cuore dell'area giallorossa. E' calcio di rigore; sul dischetto si presenta Murano che spiazza Perucchini. Si riparte dal 2-1 per iul Lecce col Trapani rivitalizzato dalla superiorità numerica. Al 60', Caturano lanciato nell'uno contro uno in avanti, davanti a Furlan, atterrato da un avversario. Per Robilotta si può continuare, "impazzisce" il "Via del Mare". Al 65', contropiede dei siciliani non finalizzato da Marras che calcia a lato. Il Lecce fatica a costruire azioni anche in ripartenza e ceca di tenere il Trapani lontano dall'area di rigore. Al 71', arras, scatenato, conclude dalla distanza a un passo dal pareggio: tiro che finisce sul paletto esterno dell'incrocio dei pali difeso da Perucchini. Il neoentrato Reginaldo crea grattacapi alla difesa giallorossa, all'83', ci prova subito, due volte di testa, ma Perucchini prima respinge di pugno, poi sullo sviluppo dell'azione blocca sul secondo tentativo del brasiliano del Trapani ed all'85' si gira in area giallorossa concludendo a lato. Il finale di gara è spigoloso. Il Trapani cerca disperatamente il pareggio mentre il Lecce ricorre a tutto pur di portare a casa la vittoria. All'88', un calcio di punizione di Arrigoni termina a lato della porta difesa da Furlan. Al 91' punizione battuta dal francese Taugourdeau: lo specialista del Trapani colpisce in pieno la barriera giallorossa, azionando il contropiede del Lecce, interrotto da un'entrata pericolosissima di Rizzo, ammonito. Non accadrà piu' nulla sino al triplica fischio finale dell'arbitro che sancisce la prima vittoria in campionato del Lecce al cospetto di un Trapani che s'è dimostratoavversario di tutto rispetto. C'è tanto da lavorare per mister Rizzo per far si che gli atleti raggiungano la migliore condizione fisica e mentale. E' un vero peccato che, partite apparentemente chiuse col doppio vantaggio, possano essere messe in discussione e rese incerte sino alla fine a causa di comportamenti scellerati come quello tenuto da Di Piazza.
RACING FONDI-MONOPOLI 0-1 -20' Genchi.
REGGINA-CATANZARO 2-1 -35' Sciamanna, 51' Benedetti (CA), 68' Porcino.
SICULA LEONZIO-MATERA 2-1 -16’ D’Angelo, 20’ Giovinco (MA), 77’ Ferreira.
SIRACUSA-FIDELIS ANDRIA 0-0 -Giocata il 26-9-17.
RIPOSA JUVE STABIA
9-9-2017 - TERZA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CATANIA-LECCE 3-0 -Catania: Pisseri; Aya, Tedeschi, Bogdan (74’ Blondett); Esposito (16' Semenzato), Biagianti (74’ Fornito), Lodi, Caccetta (83’ Bucolo), Marchese; Russotto (83' Di Grazia), Curiale. A disposizione: Martinez, Djordjevic, Manneh, Mazzarani, Correia, Ripa e Rossetti. Allenatore: Lucarelli.
Lecce: Perucchini; Ciancio (22' Tsonev), Cosenza, Drudi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni (50’ Pacilli), Mancosu; Lepore, Caturano, Torromino (74’ Dubickas). A disposizioned: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Gambardella, Megalaitis e Lezzi. Allenatore: Rizzo.
Arbitro: Massimi di Teramo.
Marcatori:
20' Biagianti, 78' Marchese; 81 Russotto..
Note: ammoniti Esposito, Perucchini, Cosenza e Drudi; espulso il tecnico del Catania Lucarelli. Angoli: 1-4.
Commento: il Lecce subisce a Catania una sconfitta nettaa e meritata. Al cospetto di un avversario alkla ricerca della prima vittoria stagionale ed orfano dei bomber Di Piazza appiedato per quattro giornate dopo l'espulsione rimediata in casa col Trapani, il Lecce praticamente s'è consegnato all'avversario che ha dominato in lungo ed in largo. Il vantaggio etneo, maturato al 21' dopo diverese palle gol create, non è altro che il giusto premio per io padroni di casa che hanno esercitato una costante pressiione nella ,età campo giallorossa concedendo agli ospiti solo qualche conclusione dalla distanza. La prima rete dei siciliani è realizzata da Biagianti che ribadisce in porta un'azione insistita, con un paio di salvataggi prodigiosi di Perucchini e Drudi in scivolata, tutti davanti alla linea di porta giallorossa.. Al 23', il Lecce va vicino al pareggio con un colpo di testa di Caturano iinescato da Lepore ma Pisseri è bravo a distendersi e deviare in angolo. Al 29', Russotto questa volta in posizione di ala destra, tiro un po' fortunoso (nelle intenzioni era un cross), che non sorprende Perucchini sul primo palo. "Super-parata" dell'ex portiere del Milan e del Varese, che toglie il pallone dall'angolino. Lecce in balia degli eventi. Al 31', un contatto in area tra Cosenza e Russotto suscita le proteste dei padroni di casa ma per l'arbitro si può continuare a giocare. Anche il Lecce, al 33', recrimina per un tocco in area di mano di Aya, stretto a diretto contatto con Caturano ma per l'arbitro è tutto regolare. Un minuto dopo, Russotto semina il panico in area giallorossa ma il suo sinistro termina a fil di palo della porta difesa da Perucchini. Il primo tempo si chiude con qualche intervento falloso di troppo e col Leece incapace di graffiare seriamente.  Al 53', Pisseri nega la gioia del pareggio a Lepore. Al 58', Perucchini ed il palo negano la gioia del raddoppio a Lodi. Al 61', Pisseri non si fa sorprendere da un sinistro a giro di Pacilli. Al 656', im siluro di Mancosu termina di poco alto sopra la traversa della porta difesa da Pisseri. Al 77', Pacilli manda a vuoto Marchese, appoggio ancora su Lepore, tiro fortissimo che piega le mani a Pisseri, che in un doppio intervento "strappa" il pallone dalla linea bianca prima che termini in rete.Al 78', è raddoppio etneo: Lodi serve un pallone delizioso a Marchese dal centro verso sinistra, conclusione al volo che si infila all'incrocio dei pali alla sinistra di Perucchini, leggermente fuori dai pali. Passano solo tre minuti ed i padroni di casa mettono nel congelatore il risultato con la terza rete di Russotto bravo a sfruttare un suggerimento di Curiale e battere in uscita Perucchini. Termina finalmente, dopo tre minuti di recuperom una gara sconcertante al culmine di una prestazione imbarazzante e mortificante. I tifosi del Lecce non meritano sicuramente queste figuracce. A fine partita, dopo un'attenta riflessione, mister Rizzo ha pensato bene di rassegnare le dimissioni.
CATANZARO-JUVE STABIA 0-0 -
FIDELIS ANDRIA-CASERTANA 1-1 -11' Barisic, 85' Alfageme (CA).
MATERA-COSENZA 0-0 -
MONOPOLI-AKRAGAS 0-0 -
PAGANESE.REGGINA 1-1 -25' Cesaretti, 46' Sciamanna (RE).
RENDE-SIRACUSA 0-1 -47' Mancino.
TRAPANI-SICULA LEONZIO 0-0 -
VIRTUS FRANCAVILLA-RACING FONDI 1-0 -Giocata a Brindisi: 55' (rig.) Saraniti.
RIPOSA BISCEGLIE
17-9-2017 - QUARTA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-PAGANESE 2-0 -39'(rig.) Longo, 95' Franchini.
BISCEGLIE-CATANZARO 0-2 -30' Letizia, 92' Cunzi.
COSENZA-FIDELIS ANDRIA 1-1 -72' Croce (FI), 94' Pascali.
JUVE STABIA-TRAPANI 1-3 -27’ (rig.) Simeri, 54’ e 57’ Pagliarulo (TR), 72’ Murano (TR).
LECCE-RENDE 1-0 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Drudi (72' Marino), Di Matteo; Armellino, Arrigoni (34' Costa Ferreira), Mancosu; Pacilli (72' . Tsonev), Caturano, Torromino. A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Lezzi, Ciancio, Gambardella, Megelaitis e Dubickas. Allenatori
Maragliulo-Morello
Rende: Forte; Sanzone, Porcaro, Marchio; Viteritti (77' Felleca), Gigliotti, Laaribi, Rossini (72' A. Modic), Blaze; Actis Goretta, Vivacqua.
A disposizione: De Brasi, Pambianchi, Boscaglia, Piromallo, Cassalia, Germinio, Coppola, Godano, Calvanese e M. Modic. Allenatore: Trocini.
Arbitro: Zufferli di Udine.
Marcatore:
59' Mancosu.
Note: ammoniti Drudi, Cosenza, Forte e Tsonev. Angoli:6-5.
Commento: è bastato un Lecce pratico, essenziale, cinico ed utilitaristico a piegare di misura il Rende al culmine di una gara non entusiasnabte e di una settimana caratterizzata dallo scossone creato dalle dimissioni di mister
Rizzo rimpiazzato nella gara odierna dal duo Maragliulo-Morello in attesa dell'ufficializzazione prevista per la giornata di domani di Liverani
a cui toccherà l'arduo compito di trovare la quadratura del cerchio e di riportare il Lecce in serie B. L'avvio dei giallorossi sembra promettente: al 4' c'è una bella sforbiciata di Torromino che si spegne a lato. E' un fuoco di paglia, perchè, pur volenterosi, i giallorossi vanno a sbattere sulla buona organizzazione di gioco degli ospiti, raccolti in un 3-5-2 molto ordinato. Il Lecce che ci prova con qualche accelerazione: al 17' Mancosu va vicino al vantaggio con una deviazione da distanza
ravvicinata deviata in angolo dal portiere Forte. Poi tocca a Costa Ferreira riprendere le redini del centrocampo, poco dopo la mezz'ora,
quando Arrigoni deve uscire acciaccato (problemi al ginocchio). Al 37' gran conclusione di Lepore dalla distanza, alzata sulla traversa dal portiere. C'è tempo anche per un rigore reclamato dal Rende, per un contatto sospetto Drudi-Vivacqua, ma l'arbitro lascia correre. Si chiude così un primo tempo anonimo dei giallorossi al cospetto di un Rende accorto in difesa. Il pubblico giallorosso invita la squadra a tirare fuori gli attributi. Nella ripresa, il Lecce vuole capitalizzare la leggera supremazia territoriale e cirieasce al 59; dopo la parata di Forte su Torromino, sugli sviluppi del calcio d'angolo che ne è scaturito, cross del solito Torromino, "ponte" di Cosenza per Mancosu che di testa spinge in rete tra le proteste vibranti degli ospiti che reclamano per un
fuorigioco più che sospetto. Poi il Lecce soffre solo qualche tiro dal limite o qualche schema offensivo da calcio da fermo, senza andare in
sofferenza estrema. Era importante vincere e lo si è fatto. Occorre cercare di assemblare il materiale umano a disposizione dell'area
tecnica nel miglior modo possibile per cercare di competere in maniera sensata perr il salto di categoria.
RACING FONDI-SIRACUSA 1-3 -12’ Mangiacasale (SI), 53’ Scardina (SI), 72’ Lazzari, 76’ Turati (SI).
REGGINA-MATERA 1-1 - 38' Porcino , 52' Sernicola (MA).
SICULA LEONZIO-MONOPOLI  0-3 -3' e 10’ Genchi, 22’ Sarao.
VIRTUS FRANCAVILLA-CATANIA 0-3 -Giocata a Brindisi: 39' (rig.) Lodi, 65' Russotto, 94' Djordjevic.
RIPOSA CASERTANA
24-9-2017 - QUINTA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLIE-SICULA LEONZIO 1-1 -8' Delic, 84' Tavares (SI).
CASERTANA-AKRAGAS 0-1 -42' Lpmgo.
CATANIA-FIDELIS ANDRIA 1-0 -90' (rig.) Lodi.
CATANZARO-LECCE 1-3 -Catanzaro: Nordi; Zanini, Raggio, Sirri (72' Marchetti), Nicoletti (46' Maita); Onescu (46' Puntoniere), Benedetti, Spighi; Falcone (72' Kanis), Anastasi (83' Lukanovic), Letizia. A disposizione: Marcantognini, Cunzi, Marin, Gambaretti, Pellegrino ed Imperiale. Allenatore Erra.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Drudi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni (90'  Megelaitis), Tsonev; Mancosu (61' Costa Ferreira); Caturano, Torromino (77' Pacilli). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Lezzi, Dubickas, Gambardella e Dario. Allenatore Liverani.
Arbitro: Cipriani di Empoli.
Marcatori:
5' Lepore (LE), 14' Torromino (LE), 46' p. t. Cosenza (LE), 92' Lukanovic.
Note: ammoniti Perucchini e Benedetti. Angoli:6-7.
Commento: il Lecce conquista la prima vittoria esterna sul difficile campo di Catanzaro al culmine di un primo tempo perfetto chiuso con un rotondo 3-0 e di una ripresa dove s'è badato a gestire il rassicurante vantaggio. Ottimo esordio sulla panchina giallorossa di mister Liverani che propone un 4-.3-1-2 con Mancosu alle spalle di Caturano e Torromino ed utilizza Tsonev in luogo di Costa Ferreira. I giallorossi di casa sfiorano il vantaggio al 2' con un colpo di testa di Anastasi terminato di poco a lato della porta difesa da Perucchini. E' immediata la risposta dei salentini che vanno alla conclusione con Tsonev che si vede deviato in angolo l'apprezzabile tentativo di graffiare in attacco. Al 5', Lepore spezza l'equilibrio con una "sassata" dai venticinque metri che beffa Nordi. Meno di dieci minuti ed arriva il raddoppio: cross di Tsonev dalla sinistra, tocco volante di Caturano per Torromino che con un destro secco trova l'angolino. I due attaccanti d'incanto tornano ad intendersi a meraviglia, come all'inizio della scorsa stagione, quando segnavano gol a grappoli. Ma è tutto il Lecce che gira quasi alla perfezione, il 4-3-1-2 di Liverani funziona alla grande: salentini ancora pericolosi con un paio di conclusioni di Torromino e Mancosu, entrambe a lato, mentre il Catanzaro non riesce a reagire sul serio. Allo scadere della prima frazione il tris di Cosenza: cross di Torromino, Caturano in tuffo corregge per il centro, dove il difensore deve solo spingere in porta. Il Catanzaro, nella ripresa, cerca disperatamente di dare un senso al resto della contesa provando ad impensierire Perucchini con conclusioni dalla distamza o con qualche traversone in area. E' il Lecce che va vicinissimo al poker, con Caturano che manca l'impatto con un pallone che "danza" vicino alla linea di porta su un traversone basso di Lepore. Poi Liverani manda in campo Costa Ferreira per Mancosu, si passa al 4-4-2, senza affanni sino al finale. Inutile e tardivo il gol del Catanzaro firmato Lukanovic, che corregge in porta un diagonale di Letizia respinto corto da Perucchini. Per il Lecce sono tre punti che "pesano", sul morale e sulla classifica.
MONOPOLI-MATERA 2-0 -43' Sarao, 53' (rig.) Genchi.
PAGANESE-JUVE STABIA 1-2 -4’ Ripa (JU), 48’ Izzillo (JU), 68’ Camilleri.
RACING FONDI-REGGINA 0-1 - 60' Marino.
RENDE-VIRTUS FRANCAVILLA 0-1 -31' Saraniti.
SIRACUSA-COSENZA 4-2 -3' Mendicino (CO), 13' Mungo (CO), 23' Grillo, 37' Catania, 74' e 92' Sandomenico.
RIPOSA TRAPANI
1-10-2017 -. SESTA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-SIRACUSA 0-3 -3’ Liotti, 82’ Scardina, 93’ Mancino.
COSENZA-CATANIA 0-1 -11' Mazzarani.
FIDELIS ANDRIA-MONOPOLI 1-1 -73' Genchi (MO), 81' Scaringella.
JUVE STABIA-RAC ING FONDI 2-0 -16' Allievi, 70' Mastalli.
LECCE-BISCEGLIE 3-1 -Lecce: Perucchini; Lepore, Drudi, Cosenza, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Tsonev (77’ Marino); Costa Ferreira (68’ Megelaitis); Caturano (87’ Dubickas), Torromino (22’st Di Piazza). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Pacilli, Valeri, Lezzi e Gambardella. Allenatore: Liverani.
Bisceglie: Crispino; Petta (82’ Delvino), Markic, Jurkic, Giron; Boljat (55’ Risolo), Vrdoljak, Martinez (73’ Delic); Dentello Azzi (73’ Partipilo), Jovanovic, Montinaro (55’ Gabrielloni). A disposizione: Raucci, Diallo, Toskic, D’Ancora, Vassallo, Delvino, Alberga e Migliavacca. Allenatore: Zavettieri.
Arbitro: D’Apice di Arezzo
Marcatori:
33' Caturano, 49' Costa Ferreira, 63' Risolo, 80' Di Piazza.
Note: ammoniti Cosenza e Giron. Angoli:2-6.
Commento: il Lecce batte con merito un ostico Bisceglie ed è ad un punto dalla capolista Monopoli in coabitazione con Catania e Siracusa. Al 2', gli ospiti reclamano la concessione di un calcio di rigore oer fallo di Drudi ma l'arbitro lascia continuare. Partenza convincente degli ospiti. Al 5', cross interessante da destra di Armellino, Caturano potrebbe stoppare e "aggiustarsi" il pallone, ma sceglie la soluzione di prima intenzione, di
testa, altissima. Tocca a Costa Ferreira fare il trequartista in luogo dell'escluso di giornata Mancosu. Al 17', vicino al vantaggio il Lecce,
con la sua prima conclusione importante: lancio di Lepore dalla difesa, che mette in moto Caturano sul filo del fuorigioco in posizione di ala destra, "scarico" per l'accorrente Costa Ferreira. Destro bellissimo del portoghese, che finisce a un soffio dal palo. Lecce che ora spinge con decisione:  è il 22' quando Caturano, spalle alla porta, prova a girarsi e
conclude in equilibrio precario, quando ci sarebbe Armellino in condizioni migliori, dritto per dritto. Lecce che spreca. Al 23', Caturano,
lanciato da Costa Ferreira, si fa anticipare da Crispino che controlla agevolmente un tiro telefonato di Aemellino al 24'. Al 27', punizione dal limite per il Lecce, maturata dopo un intervento falloso su Costa Ferreira. Ci prova Armellino, che sarebbe uno specialista, ma la sua conclusione è respinta dalla barriera e che comunque sembrava abbastanza "morbida". Il 29' sarà un minuto da ricordare per il medico
sociale del Lecce Palaia tornato a ricoprire dopo svariati anni il ruolo che ha svolto per 40 anni; l'intervento si è reso necessario per prestare i soccorsi a Lepore. Nulla di grave. Al 33' Lecce fianlemente in vantaggio:  "Rapace", come un falco, Caturano sotto porta anticipa tutti in spaccata, togliendo il tempo al difensore e al portiere in uscita. Bella manovra del Lecce, da Armellino a Torromino, con un primo tentativo senza esito del numero 7 giallorosso. Pallone raccolto dal bomber del Lecce, che spezza l'incantesimo e torna al gol, il primo in campionato. Leccce-Bisceglie 1-0. Ci prova ancora Caturano al 36' con un tiro dal limite centrale. Al 39', ci prova Vrdoljak dalla grande distanza, su calcio piazzato decentrato sulla sinistra e lontanissimo dalla porta di Perucchini. Anche il tiro è fuori portata, a lato. Alla fine del primo tempo, Perucchini con buona scelta di tempo anticipa Jovanovic, lanciato a rete dalla trequarti neroazzurra.Al 47' tiro-cross di Boljat
dalla destra, tra le braccia di Perucchini. Un minuto dopo, ancora Boljat, "soffia" un bel pallone a Drudi, un po' impreciso in alleggerimento: tiro senza pretese, altissimo. Al 49', il Lecce realizza la seconda rete col
portoghese Costa Ferreira bravo a chiudere una manovra giallorossa coi fiocchi. Al 57', auto-palo del Lecce, con Drudi, che anticipa Perucchini, prendendo anche una ginocchiata, e all'indietro coglie il palo alla sinistra del portiere giallorosso. Angolo senza esito per il Bisceglie, con un altro pallone bloccato da Perucchini, con il Lecce in questa situazione
difensiva in inferiorità numerica, con Drudi a bordo campo. Un minuto dopo, Drudi, scorgendo il portiere fuori dai pali, tenta un'improbabile conclusione dai 60 metri terminata a lato. Al 63', il Bisceglie accorcia le distanze: sugli sviluppi di un tiro di Giron, l'ex Risolo (delle giovanili del Lecce), di testa, riapre la partita. Al 75' episodio da moviola in area giallorossa: gol annullato al Bisceglie: posizione irregolare a pochi passi da Perucchini da parte di Gabrielloni, che segna, esulta, ma è l'assistente dell'arbitro ad annulare tutto. Situazione da rivedere, i dubbi restano tanti. Al 79', il rientrante Di Piazza mette il sigillo e chiude definitivamente la gara con un destro di rara bellezza. All'82, Di piazza colpisce la traversa e Caturano, in acrobazia, spreca tutto. Nel secondo dei 4 minuti di recupero, il Bisceglie va vicinissimo a riaprirla: angolo ospite, colpo di testa nel "deserto" della difesa giallorossa di Markic, che anticipa tutti e conclude a lato di un soffio alla destra di Perucchini, che non può arrivarci. Il Lecce, pir concedendo q    ualcosa al Bisceglie, ha saputo capitalizzare l'emorme oitenziale tecnico di cui dispone. Se si mette a segnare anche Caturano, per tutti sarà difficile fermare questo Lecce giunto alla terza vittoria consecutiva.
MATERA-PAGANESE 2-1 -Giocata il 29-9-17: 47' p. t. Casoli, 51' Talamo (PA), 63' Strambelli.
SICULA LEONZIO-CATANZARO 1-2 -Giocata il 29-11-17: 6' e 24' Falcone (CA), 82' mARANO.
TRAPANI-CASERTANA 2-1 -3' Alfageme, 62' Minelli (CA), 92' Reginaldo.
VIRTUS FRANCAVILLA-REGGINA 1-1 -Giocata a Brindisi: 35’ Saraniti, 49’ De Francesco (RE).
RIPOSA REGGINA
4-10-2017 - SETTIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLIE-JUVE STABIA 1-0 -45' (aut.) Redolfi.
CASERTANA-VIRTUS FRANCAVILLA 0-2 -33' Agostinone, 61' Saraniti.
CATANIA-MONOPOLI 1-0 -7' Curiale.
CATANZARO-AKRAGAS 3-1 -5’ Letizia, 17’ Riggio, 34’ Sepe (AK), 85’ Cunzi.
LECCE-SICULA LEONZIO 3-2 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Drudi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Costa Ferreira (49’ Tsonev); Mancosu (68’ Valeri); Caturano (57’ Marino), Di Piazza (68’ Torromino). A disposizione: Chironi, Vicino,  Riccardi, Pacilli, Lezzi e Gambardella. Allenatore: Liverani.
Sicula Leonzio: Narciso; De Rossi, Camilleri (77’  Monteleone), Aquilanti, Squillace; Marano (87’ De Felice), Davì, D’Angelo (32’ Gammone); Bollino (87’ Bonfiglio), 9 Ferreira (32’st 19 Tavares) , Arcidiacono. A disposizione: Ciotti, Pollace, Giuliano, Russo Cozza e Granata. Allenator: Rigoli.
Arbitro: Proietti di Terni.
Marcatori:
20' (rig.) Caturano, 21’ Di Piazza, 33’ (rig.) Arcidiacono (SI), 45’ Caturano, 47' Arcidiacono (SI).
Note: ammoniti Drudie  Valeri; espulso il tecnico della Sicula Leonzio Rigoli. Angoli:3-4.
Commento: il Lecce batte di misura la Sicula Leonzio, conquista la quarta vittoria consecutiva al culmine di un ottimo primo tempo e di una ripresa di contenimento e di sofferenza anche se i siciliani, pur esercitando una costante pressione nella metà campo giallorossa, non hanno creato insidie veramewnte efficaci a Perucchini e compagni.
Davvero convincente l'avvio della Sicula Leonzio che tiene in apprensione la difesa giallorossa ma Perucchini fa buona guardia. Al 13', prima occasione per i padroni di casa con Di Piazza che si fa anticipare a valanga da Narciso. Al 20', per un contatto in area tra De Rossi e Caturano, l'arbitro assegna ai salentini un calcio di rigore che lo stesso Caturano trasforma. Passa solo un minuto ed è raddoppio giallorosso con Di Piazza che raccoglie un lancio in profondità di Mancosu e lascia partire un destro tremendo di ottima fattura su cui Narciso nulla può. Al 26', Perucchini devia in angolo un calcio piazzato di Bollino. Al 34', per un fallo di Drudi su Bollino, l'arbitro assegna agli ospiti un calcio di rigore che, dal dischetto, Arcidiacono, trasforma siglando la rete del 2-1. I cross di Armellino al 40' ed al 43' non producono gli effetti sperati. Al 45, il Lecce realizza la terza rete con Caturano che, di tacco, corregge da pochi passi un tiro di Lepore anticipando l'intervento di Narciso. Termina, dopo un minutio di recupero, una prima frazione di gioco nel corso della quale il Lecce ha saputo capiitalizzare l'enorne potenziale offensivo di cui dispone. La ripresa si apre con la rete della Sicula Leonzio. E' ancora Arcidiacono, dopo aver saltato in bello stile Drudi, a batterre Perucchini. Gara riaperta e Lecce a corto di fiato. Al 56', ospiti vicini al pareggio: Marano per Arcidiacono, cercato e trovato nel cuore dell'area. L'ex foggiano spreca "sparando" alto praticamente dall'area piccola. Al 59', Mancosu calcia alto. Al 70', un destro a giro di Marano termnina di pochissimo fuori. Al 71', un sinistro di Squillace è bloccato agevolmewnte da Perucchini. All'80' un tiro di Arrigoni termina altissimo. All'83', Torromino ci prova dopo un assolo dalla destra del fronte offensivo: penetra in area, si accentra, ma alza il sinistro sopra la traversa. Al 90', sugli sviluppi di un calcio di punizione, un colpo di testa di Davi è parato tranquillamente da Perucchini. E' di fatto l'ultima emozione di una gara avvincente che si chiude, dopo quattro minuti di recupero, con la vittoria del Lecce che è primo in classifica col Catania.
PAGANESE-TRAPANI 0-0 -
RACING FONDI-RENDE 1-1 -64' Vivacqua (RE), 83' Mastropietro.
REGGINA-COSENZA 0-1 -55' Mendicino.
SIRACUSA-MATERA 1-2 -52' Casoli (MA), 64' Catania, 76' Strambelli (MA).
RIPOSA FIDELIS ANDRIA
8-10-2017 - OT1AVA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-BISCEGLIE 2-2 - 29' Salvemini, 34' Azzi (BI), 39' Parigi, 81' (rig.) Jovanovic (BiI).
OSENZA-CASERTANA 0-3 -Giocata il 6-10-17: 11' Alfageme, 39' Galli, 81' Carriero.
FIDELIS ANDRIA-PAGANESE 0-0 -
JUVE STABIA-LECCE 2-3 -Giocata a Caserta.
Juve Stabia: Brnduani; Dentice, Morero, Allevi, Crialese; Matute (68' Capece), Viola, Mastalli; Strefezza (57' Simeri), Paponi, Lisi (85' Canotto). A disposizione: Bacci, Awua, Nava, Costantini, Gaye, Bachini, Zarcone, Calò e D'Auria. Allenatore Caserta.
Lecce: Perucchini; Lepore (60' Drudi), Cosenza, Marino, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Pacilli (59' Tsonev); Caturano, Di Piazza (75' Torromino). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Lezzi, Gambardella, Avantaggiato e Schena. Allenatore Liverani.
Arbitro: Maggioni di Lecco.
Marcatori:
38' Di Piazza (LE), 53' Crialese, 53' e 55' Caturano (LE), 75' Paponi.
Note: ammoniti Lisi, Morero, Perucchini e Di Matteo. Angoli:1-6.
Commento: il Lecce, trascinato dalle reti dei suoi cannonieri, espugna il "Pinto" di Caserta e raggiunge la vetta solitaria della classifica con la giornata di riposo prevista per l'occasione per il Catania. Il tecnico Liverani propone due novità in fornazione: Drudi lascia il posto a Marino ed il trequartista di giornata è Pacilli. Il Lecce prova subito a rendersi pericoloso in avvio, con una punizione di Armellino alta sulla traversa. Poi la gara ristagna a centrocampo, regna l'equilibrio, con la Juve Stabia che è anche pericolosa dalle parti di Perucchini, che si vede sfilare davanti un paio di cross tesi interessanti. Dopo un quarto d'ora Liverani perde Lepore per infortunio e ridisegna la
difesa, con Drudi nell'inedito ruolo di esterno destro basso. Di Piazza gol - Con il passare dei minuti la formazione campana prende il
sopravvento: al 29' Viola sfiora il vantaggio con un destro rasoterra che si spegne di pochissimo a lato. Poi ci prova Strafezza, con una conclusione di poco alta. Ma al 38', come uno squalo in agguato, passa il Lecce, al primo tiro: Pacilli si scuote dal torpore e "pesca" Di Piazza con un cross perfetto dopo un movimento che manda fuori tempo ben tre avversari. Non è perfetto Branduani, che respinge malissimo la conclusione di Di Piazza, che arriva come un "treno" e anticipa anche
Caturano, con una "spaccata" che corregge in porta il pallone vagante. E' il quinto centro in campionato, in cinque partite. La ripresa si apre con il pareggio dei padroni di casa, firmato da Crialese che al 5' trova l'angolino basso con una conclusione da oltre venti metri, su cui Perucchini qualcosina in più potrebbe farla: tiro angolato, ma è vero anche che parte da lontanissimo, ci sarebbe il tempo per vederlo arrivare. Ma forse il portiere del Lecce non vede partire la conclusione. Il Lecce non ci sta e in due minuti si porta sul 3-1 con una doppietta di Caturano: all'53' finalizza un assist di Di Piazza che lo mette solo davanti al portiere dopo un contropiede, al 55' si ripete con un sinistro secco e preciso sul primo palo, su assist di Pacilli. Partita che sembra chiusa dopo un provvidenziale salvataggio di Caturano sulla linea, ma che si riapre al 75': Marino, contrastato duramente, perde un pallone sul lato corto dell'area, dove Simeri serve l'assist per
Paponi, che realizza. Torromino, subentrato a Di Piazza, si vede negare la gioia del gol da Branduani (che si riscatta alzando sulla traversa), ma poi è il "solito" finale da sofferenza-Lecce. Mancosu, due volte, "strappa" palloni "vaganti" in area, salvando la porta giallorossa con il Lecce senza Drudi, nel frattempo infortunatosi a cambi esauriti. Finisce
2-3, come lo scorso anno, e il Lecce ora guarda tutti dall'alto in basso.Quando gioca il Lecce, le emozioni indubbiamente non mancano. Dal momento in cui è arrivato Liverani, i giallorossi portano la media di tre reti a gara; sicuramente, c'è da registrare qualcosa in difesa penalizzata anche da infortuni e qualche leggerezza di troppo.
MATERA-RACING FONDI 1-0 -85' Giovinco.
MONOPOLI-SIRACUSA 1-1 -Giocata l'8-10-17: 41' Paolucci, 82' Catania (SI).
RENDE-CATANZARO 2-1 - 18’ Vivacqua, 80’ (rig.) Infantino (CA), 91’ Coppola.
TRAPANI-REGGINA    3-0 -50' Regianldo, 73' Evacuo, 86' Fazio.
V. FRANCAVILLA-SICULA LEONZIO 2-1 -Giocata a Brindisi: 12' Saraniti, 70' (rig.) Bollino (SI), 88' Aiyna.
RIPOSA CATANIA
15-10-2017 - NONA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLI-RENDE 0-0 -
CASERTANA-MONOPOLI 0-3 -60’ Genchi, 75’ Sounas, 81' Sarao.
CATANZARO-MATERA 0-2 -30' Casoli, 93' Battista.
LECCE-AKRAGAS 0-0 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino, Di Matteo; Armellino (46’ Tsonev, 85' Dubickas), Arrigoni, Mancosu, Pacilli (65’ Costa Ferreira); Caturano (65’ Torromino), Di Piazza. A disposizione. Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Megelaitis, Lezzi, Ciancio e Gambardella. Allenatore: Liverani.
Akragas: Vono; Mileto, Danese, Russo; Saitta (60’ Gjuci), Carrotta, Vicente, Longo, Sepe; Parigi (71' Moreo), Salvemini (79' Rotulo). A disposizione: Amella, Ioio, Navas, Caternicchia, Canale, Greco, Franchi,  Scrugli e Pisani. Allenatoer: Di Napoli.
Arbitro: Zanonato di Vicenza.
Note: ammoniti Saitta, Salvemini, Russo e Cosenza; espulso Vicente. Angoli: 11.3.
Commento: scialbo pareggio interno del Lecce con l'Akragas al culmine di una gara dominata dai giallorossi soprattutto nelle ripresa; s'interrompe così la striscia di cinque successi consecutivi contro un avversario che dovrà sicuramente lottare per non retrocedere. Al 6’ Di Piazza conclude a lato, un minuto dopo ci prova anche Pacilli con un bel sinistro a giro, ma anche in questo caso la mira è difettosa. Poi c’è un colpo di testa di Marino deviato in angolo. Il Lecce spinge, ma non riesce ad avere ragione dell’Akragas. Anzi al 12’ i siciliani si affacciano pericolosamente dalle parti di Perucchini, con un tiro al volo di Carrotta deviato in angolo. A metà tempo sale in cattedra Vono con due ottimi interventi, prima su un incursione di Pacilli che si presenta da solo davanti alla porta avversaria, poi su una punizione di Lepore da posizione defilata. Ma proprio allo scadere tocca a Perucchini blindare lo 0-0, con una grande deviazione in angolo su botta dai venti metri di Vicente. Al 56’ Di Piazza fa esplodere il "Via del Mare" con un tocco sotto porta che gonfia la rete, ma l’azione è viziata da un evidente fuorigioco dell’attaccante siciliano. Liverani le prova tutte, ridisegna la squadra con Costa Ferreira e Torromino al posto di Pacilli e Caturano (meno pimpante rispetto alle ultime uscite). Al 70’ una botta di Mancosu dai 20 metri si stampa sulla traversa, poi al 75' il centrocampista ci riprova ma ancora una volta è bravo Vono ad alzare la palla sulla traversa. Il forcing finale del Lecce non dà effetti, Costa Ferreira manca un tocco ravvicinato da pochi passi, poi Lepore tira sulla "carambola" della selva di gambe siciliane, tutte in difesa. Finisce 0-0 non prima del "placcaggio" in area su Di Piazza a tempo scaduto, ma per Zanonato non è rigore. Il pareggio odierno testimonia quanto sia difficile la serie C, che le partite si vincono sul terreno di gioco e non perchè si è in possesso di atleti di categoria superiore. Un vero peccato non essere stati in grado di sfruttare l'impegno sulla carta abbordabile con l'Akragas.
PAGANESE-VIRTUS FRANCAVILLA 2-2 -45' Saraniti (VI), 53' Talamo, 61' Saraniti (VI), 71' Regolanti.
RACIN FONDI FONDI-TRAPANI 1-0 -42' Nolè.
REGGINA-FIDELIS ANDRIA 2-0 -43′ Bianchimano, 85′ Di Filippo.
SICULA LEONZIO-JUVE STABIA 0-0 -
SIRACUSA-CATANIA 0-1 -63' Mazzarani.
RIPOSA COSENZA
22-10-2017 - DECIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGA-JUVE STABIA 1-2 -54' (aut.) Viola, 61' Canotto, 70' Simeri (JU). 
CASERTANA-SIRACUSA 0-1 -70' Scardina.
CATANIA-SICULA LEONZIO 1-2 -34' Squillace (SI), 65’ Bollino (SI), 82’ Bogdan.
COSENZA-BISCEGLIE 2-1 -19' (rig.) Loviso, 32′ Petta (BI), 62′ Mungo.
FIDELIS ANDRIA-FONDI 1-3 -49' (rig.) e 56' Lazzari (RA), 59' Curcio, 69' Nolè (RA).
MATERA-LECCE 0-1ll -Matera: Brnduani; Dentice, Morero, Allevi, Crialese; Matute (68' Capece), Viola, Mastalli; Strefezza (57' Simeri), Paponi, Lisi (85' Canotto). A disposizione: Bacci, Awua, Nava, Costantini, Gaye, Bachini, Zarcone, Calò e D'Auria. Allenatore Caserta.
Lecce: Perucchini; Lepore (60' Drudi), Cosenza, Marino, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Pacilli (59' Tsonev); Caturano, Di Piazza (75' Torromino). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Lezzi, Gambardella, Avantaggiato e Schena. Allenatore Liverani.
Arbitro: Maggioni di Lecco.
Marcatore:
62' Mancosu.
Note: ammoniti Lisi, Morero, Perucchini e Di Matteo. Angoli:1-6.
Commento: il Lecce espugna Matera ed allunga sul Catania sconfitto inopinatamente in casa dalla Sicula Leonzio portando a 4 le lunghezze di vantaggio sugli etnei. Liverani propone l'esordiente Riccardi in difesa, lascia a riposo Costa Ferreira e Di Piazza dal 1' e schierando in attacco Pacilli alle spalle di Caturano e Torromino. Ad aqvvio garam le squadre si danno battaglia. All'8'prima occasione di marca materana: Strambelli
con il mancino riceve da De Falco e "scarica" un sinistro che finisce alto e a lato di pochissimo, alla sinistra di Perucchini. Al 9', Lecce vicino al gaol con lepore che coglie il paletto esterno alla sinistra del portiere del Matera. Al 12', ci proav Arrigoni dalla distanza ma la conclusioen è senza pretese. Un minuto dopo, Matera vicino al vamtaggio e Lecce
salvato da super Perucchini: da Angelo al solito Strambelli, sinistro perfetto per il cuore dell'area, dove Casoli è tutto solo, colpisce verso la porta giallorossa, dove Perucchini interviene allungandosi in maniera prodigiosa. Al 15' arriva la replica del Lecce: Pacilli dalla distanza, impegna Golubovic in una bella deviazione. La gara è avvincente e ricca di capovolgimenti di fronte. Al 31', azione personale di Pacilli, che anche fortunosamente e vincendo qualche rimpallo si presenta
praticamente davanti al portiere locale: destro dal limite dell'area e parata in tuffo di Golubovic, che deve distendersi in angolo. Poi nessuno
sviluppo per il Lecce. Al 35', ancora Lecce in attacco: dialogo interessantissimo tra Mancosu, Lepore e poi Armellino. Cross al centro
perfetto, su cui Golubovic è veloce e istintivo, in uscita, decisivo per anticipare la chiusura delle punte del Lecce in piena area. Al 42' il Lecce
recrimina la concessione di un calciuo di rigore per un possibile fallo ai danni di Armellino, che penetra bene in area, prima di essere "accompagnato" a terra dal contatto con un avversario. Sul capovolgimento di fronte rapidissimo Riccardi per non andare in
inferiorità numerica si sacrifica con un fallo ai danni di Casoli. Cartellino giallo sacrosanto per il difensore giallorosso. Qualche dubbio sulla
situazione precedente del presunto rigore. Termina, dopo un solo minuto di recupero, un primo tempo avvincente chiuso senza reti. Al
47', bel duetto Torromino-Caturano e destro sballato del bomber napoletano. Un minuto dopo, Arrigoni, splendido, "detta" calcio per
Torromino, mettendolo solo davanti al portiere, ma in posizione defilata. Mattera è decisivo per mettere in angolo sulla conclusione di "Hulk". Angolo che poi non sortisce nessun effetto. Al 50', angolo per il Matera: Perucchini con un colpo di reni ancora una volta mette in
cassaforte il pareggio momentaneo. Super intervento su Sernicola, l'autore del colpo di testa. Al 54', una conclusione dalla distanza di
Armellino è deviata in angolo dal numero uno lucano. Al 62', Lecce finakmente in vantaggio: Mancosu con un siluro da posizione defilata sulla sinistra dal vertice dell'area infila il pallone all'incrocio dei pali opposto e fa "impazzire" il Lecce. All'87' perfetta chiusura difensiva di Riccardi. Due minuti dopo, il neoentrato Di Piazza colpisce il palo alla destra del portiere del Matera. Nel terzo dei cinque minuti di recupero, Perucchini "salva" ancora il Lecce: Strambelli di tacco aziona Macciucca, cross al centro, dove è perfetto nella scelta di tempo il
portiere del Lecce, che allontana. Tre punti vitali quelli conquistati in terra lucana dal Lecce che ha così riscattato lo scialbo pareggio interno con l'Akragas.
MONOPOLI-REGGINA 1-1 - 37' Marino (RE), 39' Genchi.
RENDE-PAGANESE 1-0 -64' rOSSINI.
TRAPANI-CATANZARO 3-3 -Giocata il 23-10-17: 23' Reginaldo, 29' Bastoni, 31' Maracchi, 61' Zanini (CA), 64' Infantino (CA), 75' Onescu (CA).
RIPOSA VIRTUS FRANCAVILLA
29-10-2017 - UNDICESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLI-TRAPANI  0-3 -3′ Marras, 49′ Murano, 84′ Evacuo.
CATANZARO-FIDELIS ANDRIA 0-0 -
JUVE STABIA-RENDE 1-0 -41' Paponi.
LECCE-COSENZA 1-0 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino (58’ iccardi), Di Matteo;  Armellino, Arrigoni, Mancosu; Pacilli (58’ Ciancio); Caturano (88’ Costa Ferreira), Torromino (58’ Di Piazza). A disposizione: Chironi, Vicino,  Valeri, Megelaitis, Lezzi, Dubickas, Tsonev e Gambardella. Allenatore:  Liverani.
Cosenza: Saracco; Corsi, Dermaku, Idda, D’Orazio; Statella, Loviso (86’  Liguori), Calamai; Mungo; Baclet (63’ Caccavallo), Mendicino. A disposizione: Perina, Pinna, Palmiero, Pasqualoni, Boniotti,  Stranges, Trovato, Pascali e Gaudio. Allenatore: Braglia.
Arbitro: Marchetti di Ostia Lido.
Marcatore:
75 Mancosu.
Note: ammoniti Dermaku et Loviso; espulso il direttore sportivo del Cosenza Trinchera. Angoli:3-4.
Commento: il Lecce piega di misura un coriaceo Cosenza e si conferma capolista
con 4 punti di vantaggio sul sorprendente Monopoli. Liverani propone in difesa Marino in luogo dell'esuberante Riccardi (autore di una buona prestazioen a Matera), Armellino a centrocampo lasciando ancora in panchina Costa Ferreira e Torromino in attacco preferito ancora una volta a Di Piazza. Le squadre si danno battaglia, la gara è equilibrata.
L'iniziativa è del Lecce che pecca in zona realizzativa. Il Cosebza è ordinato e ribatte colpo su colpo. Al 15' Lecce vicino al vantaggio: Lepore dal limite con un destro costringe alla deviazione in tuffo Saracco, che risponde presente. Al 20', ross al centro da destra del fronte offensivo del Cosenza, che Perucchini respinge in tuffo lontano. Al 22', in seguito ad un errato disimpegno di Marino che lancia Baclet, la palla giunge a Mendicino che impegna severamente Perucchini. Al 25', Torromino, dopo essersi esibito in una bell'azione, si vede ostacolare alkla grande dalla difesa cosentina che libera. Al 27' diagonale alto di Calamai. Al 31', gli ospiti vanno vicini al vantaggio con l'ex Baclet che colpisce il palo. Al 34' cross di Di Matteo per Armellino che esplode un diagonale che subila il palo alla destra di Sarraco. Al 40', doppia azione di marca giallorossa: Pacilli conclude con il sinistro dalla distanza, deviato in angolo. Dalla bandierina iniziativa laboriosa
del Lecce, alla fine tocca a Cosenza "sparare" in Curva un pallone con il destro. Termina, dopo due minuti di recupero, una prima frazione di gioco ben disputata dalle due squadre a cui è mancato solo il gol. Il Lecce non appare impeccabile in difesa ed al 47' Mandicino non riescendo a rendersi pericoloso con Perucchini che controlla che il pallone sfili sul fondo. Al 54', una conclusione di Baclet è smorzata in angolo. Al 57', triplo cambio nel Lecce: Liverani sceglie Di Piazza, Ciancio e Riccardi, fuori Torromino, Pacilli e Marino. Al 60' calcio di punizione battuto da Lepore, alto sulla traversa. Al 64', ospiti vicini al vantaggio: calcio d'angolo per il centro, dove svetta Dermaku, che tocca a fin di palo. Al 68', missile" di Di Piazza lanciato in campo aperto, che sfiora l'incrocio dei pali. Occasionissima Lecce. Al 74', Riccardi si esibisce in una triplice chiusura di testa, interventi puliti in anticipo sugli avversari. Al 75' Lecce in vantaggio con una genno di Mancosu che fa partire dai 20 metri una conclusione che termina la sua corsa all'incrocio dei pali. Il Cosenza cerca di rimontare. All'82' un calcio di punizione di Loviso è deviato in angolo dalla barriera. All'86' cross di Caturano per Di Piazza, contenuto da Dermaku, che sfiora
l'autorete. Sull'angolo il Cosenza sbroglia. All'89 Cosenza vicinissimo al pareggio, con Mendicino, che ci prova due volte da pochi passi, ma trova Perucchini. Nel secondo dei tre minuti di recupero, col portiere fuori dai pali, Costa Ferreira azzarda un pallonetto che risulta troppo morbido col portiere abile a recuperare la posizione e salvare la porta. Occorre adesso non  abbassare la guardia, lavorare con umiltà ed abnegazione perchè le insidie sono sempre dietro l'angolo.
PAGANESE-MONOPOLI 0-1 -72' Paolucci.
RACING FONDI-CASERTANA    0-0 -
REGGINA-CATANIA 2-1 -18' Bianchimano, 43' Curiale (CA), 94' Bianchimano.
SICULA LEONZIO-AKRAGAS 2-0 -8' D'Angelo, 90' Bollino.
SIRACUSA-VIRTUS FRANCAVILLA 1-0 -32' Catania.
RIPOSA MATERA
4-11-2017 - DODICESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CASERTANA-REGGINA 0-0 -
CATANIA-BISCEGLIE 4-1 -3' Curiale, 7' Di Grazia, 38' Curiale, 60' Jovanovic (BI), 81' Russotto.
COSENZA-RACING FONDI 1-1 -37' Mungo, 88' Nolè (RA).
FIDELIS ANDRIA-LECCE 1-1 -Fidelis Andria: Maurantonio; De Giorgi, Celli, Rada, Tiritiello, Curcio; Esposito (89'' Barisic), Quinto, Matera (78’ Bottalico); Lattanzio, Scaringella (65’ Nadarevic). A disposizione: Cilli, Minicucci, Ippedico, Di Cosmo e  Paolillo. Allenatore: Loseto.
Lecce: Perucchini; Ciancio (55’ Pacilli), Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Lepore, Arrigoni, Armellino (74' Torromino); Mancosu; Caturano, Di Piazza. A disposizione: Chironi, Vicino, Costa Ferreira, Valeri, Megelaitis, Drudi, Lezzi, Dubickas, Tsnoev e Gambardella. Allenatore: Liverani.
Arbitro: Camplone di Pescara.
Marcatori:
62' Mancosu.
Note: ammoniti Lattanzio, Curcio e Raiccardi. Angoli:3-3.
Commento: il Lecce riesce ad evitare nel finale la scpmfotta ad Andria e portra a cinque le lunghezze di vantaggio su Monopoli e Catania. E' stata una prestazione sotto tona quella offerta dai giallorossi sul campo dell'ultima in classifica ancora a secco di vittorie. Incoraggiante avvio dei padroni di casa che cercano la via della rete con conclusioni dalla distanza di Scaringella e Curcio. I salentini reagiscono con Di Piazza che, dsolo davanti a Maurantonio, si lascia anticipare dal portiere andriese. Al ', un tirocross di Di Matteo termina sulla traversa. Un vero peccato. Sino alla fine del primo tempo,, l'iniziativa è nelle mani dei gaillorossi ma la Fidelis controlla senza eccessivi patemi d'animo. Ad inizio ripresa, i padroni di casa, dopo aver sfiorato il vantaggio con Lattanzio (bravo nell'occasione Perucchini), passano in vantaggio con lo stesso Lattanzio abile a superare di sinistro sull'uscita di Perucchini. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, qualchge minuto dopo, Rada fallisce l'occasione del raddoppio. Mentre Liverani irrobustisce il reparto offensivo, la Fidelis sfiora il raddoppio con un colpo di testa di Lattanzio all'83'. Da posizione ravvicinata, Di Piazza calcia lle stelle. L'Andria sembra poter controllare agevolmente pèortando a csa tre punti alkla vigilia inspèrati. Ma il Lecce lotta sinoi alla fine riuscendo, nel secondo minuto di recupero, a riacciuffare un pareggio con un colpo di testa di Riccardi su cross di Lepore. Il pareggio conquistato in terra andriese allunga la serie positiva ma dalla capolista è lecito attendersi molto di più.
MATERA-JUVE STABIA 1-1 -37' Viola (JU), 93' Scognamiglio.
RENDE-SICULA LEONZIO 1-0 -32' Laaribi .
SIRACUSA-PAGANESE 2-3 -5' e 55' Scarpa (PA), 58' Cesaretti (PA), 61' Scardina, 83' Magnani.
TRAPANI-AKRAGAS 1-0 -23' Silvestri.
VIRTUS FRANCAVILLA-CATANZARO 1-0 -Giocata a Brindisi: 7' Maccarrone.
RIPOSA MONOPOLI
8-11-2017 - TREDICESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-COSENZA 0-2 -4' Statella, 30' Bruccini.
BISCEGLIE-MATERA 2-1 -58' Azzi, 73' Casoli (MA), 93' Jovanovic.
CATANZARO-MONOPOLI 1-0 -6' Letizia.
JUVE STABIA-VIRTUS FRANCAVILLA 1-1 -46' p. t. Simeri, 62' (aut.) Bachini.
LECCE-CASERTANA 2-1 -Lecce: Perucchini; Lepore (87’ Dubickas), Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Mancosu, Arrigoni, Costa Ferreira (60' Armellino); Pacilli (79' Ciancio); Caturano, Di Piazza. A disposizione: Chironi, Torromino, Valeri, Megelaitis, Marino, Drudi, Lezzi, Dubickas, Tsonev e Gambardella. Allenatore: Liverani.
Casertana: Cardelli; Galli, Rainone, Polak, Lorenzini (70' Tripicchio), Ferrara (46’ D’Anna); Carriero (88' Cigliano), Rajcic, De Marco; Marotta, Turchetta. A disposizione:Avella, Finizio, Forte, D’Anna, , Santoro, Minale e Colli. Allenatore: D’Angelo.
Arbitro: Viotti di Tivoli.
Marcatori:
53' Di Piazza, 83' Gali (CA), 87' Riccardi.
Note: ammoniti Lepore, Costa Ferreira, Cosenza e Carriero; espulso il direttore sportivo del Lecce Meluso. Angoli:6-2.
Commento: il Lecce batte di misura la Casertana e conferma le cinque lunghezze di vantaggio sul Catania corsaro nel pomeriggio a Pagani.Vitto ria sofferta ma nel complessio meritata quella ottenuta dai ragazzi di Liverani al cospetto di una Casertana tecnicamente inferiore ma disposta a tutto pur di portare un punticino a casa. Primo tempo sotto tono del Lecce e Casertna mai seriamente in difficoltà. Dopo aver sfiorato la rete del vantaggio al 5' con Cosenza, la manovra del Lecce subisce un'involuzione; ne approfitta la Casertana che al 25’ crea l’occasione più pericolosa del primo tempo, con una girata da ottima posizione di Marotta, su assist di Turchetta, alzata sopra la traversa da un’ottima parata di Perucchini. Il Lecce non riesce a far breccia, nel finale di tempo c’è solo un’uscita di Cardelli su Pacilli (opaco il suo primo tempo) lanciato a rete. Nella ripresa, il Lecce appare più determinato ed aggressivo.  Al 48', Pacilli, dopo aver ricevuto palla da Arrigoni, mette in mezzo un palloine invitante che Di Piazza spedisce di poco a lato. Il Lecce attacca ma non concretizza l'evidente supremazia territoriale. Al 54', Di Piazza si esibisce in un'azione solitaria, salta tutti portiere compreso e porta meritatamednte in vantaggio il Lecce. Due minuti dopo, gli ospiti vanno vicini al pareggio con Marotta che, a pochi passi dalla linea di porta, si vede ribattere la conclusione in angolo dalla difesa giallorossa. Al 59 da registrare una conclusione di Turchetta terminata abbondantemente fuori. Al 67', Di Piazza rivece palla da Pacilli, scatta sul filo del fuorigioco ma si lascia ipnotizzare da Cardelli. Il Lecce è perfetto nelle cgiusure difensive non disdegnando qualche sortita offensivca come quella dell'80' quando  Armellino impegna Cardelli bravo a distendersi ed evitare la capitolazione. Un minuto dopo, Tripicchio davanti al portiere, contenuto da Riccardi: Perucchini in uscita fa suo il pallone. All'82', il Lecce regala agli ospiti il pareggio: Torromino perde banalmente palla in alleggerimento, ne approfitta Galli che lascia partire una conclusione dal limite dell'area che si spegne alk'angolino dove Perucchini non può arrivare. La Casertana, però, non ha fatto i conti con Riccardi che, all'87, corregge sotto porta un cross dal fondo. Ancora una volta decisivo il forte difensore giallorosso autore di una prestazione sontuosa. All'88' ripartenza Lecce innescata da Mancosi per Di Piazza che bacia la traversa. Davvero sfortunato il bomber giallorosso. Nel secondo dei quattro minuti di recupero, Di Piazza scatenato: assist perfetto per Dubickas che si allunga in piena area ma non ci arriva.Termina al 95' (recupero allungato di un minuto per tempo perso) col Lcce che festeggia l'ennesima vittoria casalinga e la Casertana sempre più invischiata nella lotta per evitare l'ultimo posto.
PAGANESE-CATANIA 2-5 -32' Regolanti, 48' Di Grazia (CA), 61' Ripa (CA), 78' Lodi (CA), 83' Scarpa, 86' Aya (CA), 89' Lodi (CA).
REGGINA-SIRACUSA 0-2 -23' Bennardo, 32' liotti.
SICULA LEONZIO-FIDELIS ANDRIA 1-1 -42' Lattanzio (FI), 81' (rig.) Arcidiacono.
TRAPANI-RENDE 4-0 -4' Evacuo, 16' Murano, 54' Silvestri, 79' Fazio.
RIPOSA RACING FONDI
11-11-2017 - QUATTORDICESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CASERTANA-PAGANESE 3-0 -46' Alfageme, 55' Carriero, 77' Marotta.
CATANIA-CATANZARO 1-0 -Giocata il 12-11-17: 55' Caccetta.
COSENZA-JUVE STABIA 1-0 -47' Bruccini.
FIDELIS ANDRIA-BISCEGLIE 0-0 -
MATERA-TRAPANI 3-3 -16' Silvestri (TR), 31' Maracchi (TR), 38' Evacuo (TR), 42' Urso, 47' p. t. e 94' Giovinco, 
MONOPOLI-RENDE 0-1 -49' Rossini.
RACING FONDI-SICULA LEONZIO 2-1 -35' Marano (SI), 46' p. t. 1'Ghinassi, 68' ddessi.
SIRACUSA-LECCE 1-3 -Siracusia: Tomei; Daffara, Turati, Magnani (63' Mangiacasale), Liotti (54' Parisi), De Vito; Spinelli, Giordano (83' Mazzocchi), Mancino; Catania; Scardina (54' Bernardo). A disposizione: D'Alessandro, Plescia, Vicaroni, Mucciante, Grillo, Punzi, Toscano e Sandomenico. Allenatore Bianco.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo (12' Ciancio); Armellino, Arrigoni, Tsonev; Costa Ferreira (31' Pacilli); Di Piazza (77'  Drudi), Torromino (77' Caturano). A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Lezzi, Gambardella ed Avantaggiato. Allenatore Liverani.
Arbitro: Mei di Pescara.
Marcatori:
15' Armellino (LE), 24' Di Piazza (LE), 64' Tsonev (LE), 73' Catania.
Note: ammoniti Raiccardi, Tsonev e Pacilli; espulso il tecnico del Siracusa Bianco. Angoli:3-3.
Commento: iil Lecce sbanca Siracusa e porta mimentaneamente ad otto le lunghezze di vantaggio sul Catania impegnato domani col Catanzaro. Lecce più forte di tutti e di tutto anche dell'emergenza scaturita dall'imprevista assenza di Mancosu per risentimento muscolare e dagli infortuni a gara in corso di Di matteo e di Costa Ferreira. I giallorossi sbloccano il risultato al 15' con Armellino alla sua prima marcatura stagionale; l'ex centrocampista del Matera è bravo a gonfiare la rete siciliana dopo una serie di rimpalli su azione propiziata da Torromino.
La reazione del Siracusa è veemente, i siciliani in due minuti vanno due volte vicini al pari : prima con un colpo di testa di Scardina, di poco a lato, poi con Giordano che al 20' sotto porta spara alto. La fiammata dei siciliani si spegne quando il Lecce trova il raddoppio: al 24' Tsonev ruba palla a centrocampo, lancia con un rasoterra verticale Di Piazza che salta in dribbling Tomei e deposita la palla in rete. il Lecce potrebbe chiuderla già prima dell'intervallo, ancora con lo scatenato Di Piazza che al 35' costringe Tomei a rifugiarsi in angolo con un grande intervento. Al 43' buona chance per Pacilli, entrato al posto di Costa Ferreira, che da buone posizione lascia però partire un tiro debole e centrale. In avvìo di rirpresa il Siracusa accenna una reazione, che si concretizza con un destro da fuori di Mancino respinto in tuffo da Perucchini. Ma il Lecce si riaffaccia pericolosamente dalle parti di Tomei, con un destro di Armellino che colpisce il palo. E' l'antipasto del terzo gol che  al 64'di fatto chiude la partita, con una splendida conclusione di Tsonev che si insacca sotto l'incrocio. Al 73' Catania accorcia le distanze con un colpo di testa vincente su cornere. Ma per il Siracusa è troppo tardi per abbozzare un tentativo di rimonta, anche perchè Liverani nel finale si cautel con un 5-3-2 che spegne le residue
speranze della formazione siciliana. Il Lecce vola sempre più in alto confermando di meritare la vetta della classifica.
VIRTUS FRANCAVILLA-AKRAGAS 2-0 -Giocata a Brindisi il 12-11-17: 42' Saraniti, 95' Madonia.
RIPOSA REGGINA
19-11-2017 - QUINDICESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-FIDELIS ANDRIA 1-5 -34' Curcio (FI), 72', 75' e 78' Scaringella (FI), 92' Salvemini, 93' Minicucci (FI).
BISCEGLIE-MONOPOLI 2-1 -58' Paolucci (MO), 63' Petta, 86' Jovanovic.
CATANZARO-COSENZA 2-1 -Giocata il 19-11-17: 31' Zanini, 46' Ketizia, 95' D'Orazio (CO).
JUVE STABIA-CATANIA 0-1 -93' Mazzarani.
LECCE-REGGINA 3-2 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Ciancio; Armellino, Arrigoni, Tsonev (74’ Caturano); Mancosu; Di Piazza (82’ Pacilli), Torromino. A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Drudi, Dubickas e  Gambardella. Allenatore: Liverani.
Reggina: Cucchietti; Pasqualoni, Di Filippo, Solerio, Porcino; Garufi (90’ Sparacello), Mezavilla, Marino (53’ Fortunato); Francesco; Tulissi (53’ Di Livio), Bianchimano. A disposizione: Licastro, Gatti, Turrin, Auriletto, Tazza, Bezziccheri, Silenzi e Amato Allenatore: Maurizi.
Arbitro: Zingarelli di Siena.
Marcatori:
14’ e 25’ Bianchimano (RE), 27’ Torromino, 30’ Ciancio, 43’ Tsonev.
Note: ammoniti De Francesco, Mezavilla, Tsonev, Arrigoni, Armellino e Di Filippo.Angoli:6-1.
Commento: il Lecce batte con una strepitosa rimonta la Reggina conservando le 5 lunghezze di vantaggio sul Catania. Dopo il gol annullato a Di Piazza al 7' per fuorigioco ed il tentativo infruttuoso di Lepore dalla distanza, la Reggina passa inaspettatamente in vantaggio al 14' con Bianchimano che , di prima intenzione, corregge in porta un bel cross dalla destra dell'azione offensiva amaranto. Al 15' ci prova Tsonev in acrobazia ma la conclusione non produce gli effetti sperati. Il Lecce sembra accusare il colpo: Cosenza non chiude, Perucchini, alla disperata, è costretto alla chiusura di testa fuori dall'area. C'era Bianchimano pronto in agguato. La Reggina è intraprendente mentre il Lecce ci prova con conclusioni dalla distanza. Il pubblico disapprova con qualche fischio. Al 25', i calabresi raddoppiano: pallone filtrante per Bianchimano da un fallo laterale, si presenta da solo davanti a Perucchini e lo infila. La reazione del Lecce è immediata: velo di Di Piazza per Torromino che esplode un destro imprendibile Gara riaperta. Passano solo 3e minuti ed è oareggio con un eurogol di Ciancio che fa partire un destro di rara bellezza che si infila nel sette. C'è solo il Lecce in campo. Al 43', Tsonev regala una perla su calcio piazzato e per Cucchiettinon c'è da fare altro che raccogliere la sfera dal sacco. Termina, dopo due minuti di recupero, un primo tempo decisamente emozionante chiuso col meritato vantaggio giallorosso dopo il traumatico avvio di gara. Nella ripresa, i ritcalano. Non ci sono vere e proprie palle gol anche se il Lecce cerca la via della rete con Di Piazza e Caturano; gli ospiti cercano di tenere aperta la gara ma i tentativi di Fortunato e Bianchimano non producono benefici. E' bello commentare il risultato finale anche se c'è da registrare qualcosa nel reparto difensivo. Il Lecce appare sicuro della propria forza e, continuando di questo passo, non c'è n'è  oer nessuno.
PAGANESE-RACING FONDI 2-2 -14' Carini, 53' Corvia (RA), 66' Nolè (RA), 78' Cesaretti.
RENDE-MATERA 2-0 -10'  e 56' (rig.) Actis. 
SICULA LEONZIO-CASERTANA 1-1 -77' Bollino, 86' Padovan (CA).
TRAPANI-VIRTUS FRANCAVILLA 3-1 -54' Girasole, 68' A. Viola (VI), 70' Reginaldo, 82' Dambros.
RIPOSA SIRACUSA
26-11-2017 - SEDICESIMA GIORNATA
PARTITA RIS NOTE
CASERTANA-RENDE 0-0 -
CATANIA-AKRAGAS 2-0 -59' Di Grazia, 63' Curiale.
COSENZA-SICULA LEONZIO 0-0 -
FIDELIS ANDRIA-TRAPANI 0-1 -85' Rizzo.
MATERA-VIRTUS FRANCAVILLA 2-1 -14' Albertini (VI), 88' Strambelli, 94' Corado.
MONOPOLI-JUVE STABIA 0-2 -17' Canotto, 66' Simeri.
RACING FONDI-LECCE 0-0 -Racin Fondi: Elezaj; Galasso, Vastola, Ghinassi, Paparusso; Quaini, Lazzari (89'
Mastropietro), Ricciardi, Vasco; Corvia (85' De Sousa), Addessi. A disposizioen: Cojocaru, Pompei, Maldini, Pezone, De Leidi, Tommaselli
ed Utzeri. Allenatore Mattei.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Drudi (80' Riccardi), Ciancio; Armellino, Arrigoni, Tsonev; Pacilli (60' Persano); Di Piazza, Torromino (85'  Dubickas). A disposizione: Chironi, Vicino, Mancosu, Valeri, Megelaitis,
Marino e Gambardella. Allenatore Liverani.
Arbitro: Dionisi de L'Aquila.
Note: ammonito Armellino. Angoli:8-2.
Commento: termina con uno scialbo pareggio l'impegno esterno del Lecce in quel di Fondi. I giallorossi hanno sfoderato una prestazione anonima al cospetto di un avversario tecnicamente inferiore ma che non ha eretto alcun tipo di barricata dinanzi alla capolista. Anzi, dopo aver gestito senza tanti patemi d'animo la sfuriata iniziale giallorossa alla ricerca della rete con conclusioni dalla distanza di Tsonev, Torromino e Lepore , col colpo di testa impreciso di Armellino e col tiro cenbtrale di Tsonev alla mezzora, i laziali vanno vicini alla rete in tre circostanze sino alla fine della prima frazione di gioco. Al 32 Perucchini neutralizza in tuffo una conclusione di lazzari, al 35' l'ex Corvia calcia alle stelle da ottima posizione ed al 40' un sinistro  velenoso di Addessichiama Perucchini al grande intervento salva risultato. La ripresa si apre con una grande occasione di Di Piazza, che al 53'' conclude a botta sicura ma ancora Elezaj blinda la porta del Fondi. Il Lecce però non riesce a cambiare marcia ed al 60' Liverani getta nella mischia Persano, rientrato in settimana dal prestito al Modena (dopo il fallimento del club emiliano), al posto di volenteroso ma evanescente Pacilli. I giallorossi provano a forzare i tempi e al 72' proprio Persano colpisce il palo con un bel colpo di testa, dopo una favorevole occasione fallita da Tsonev a pochi passi dalla porta. Ma finisce 0-0, con l'ultimo brivido proprio a tempo scaduto regalato da un destro di Persano terminato di un soffio a lato. Sicuramente un poasso indietro dal punto di vista del gioco. Il turno di riposo, previsto dal calendario, consentirà a mister Liverani di recuperare gli infortunati. Intanto, il Catania è secondo in classifica a tre punti dai salentini.
REGGINA-BISCEGLIE 0-0 -
SIRACUSA-CATANZARO 2-1 -15' e 51' Parisi, 76' Falcone (CA).
RIPOSA PAGANESE
3-12-2017 - DICIASSETTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-REGGINA 1-0 -64' Salvemini.
BISCEGLIE-SIRACUSA 0-1 -12° Mucciante.
CATANZARO-RACING FONDI  1-0 -9' Maita.
JUVE STABIA-CASERTANA 2-2 -40' Alfageme (CA), 53' Strefezza, 69' Lisi, 78' Alfageme (CA)
MATERA-FIDELIS ANDRIA 2-1 -6' Casoli, 17' Maimone, 41' Celli (FI).
RENDE-COSENZA 0-0 -
SICULA LEONZIO-PAGANESE 0-3 - 19' Cesaretti, 58' Maiorano, 95' Scarpa.
TRAPANI-CATANIA 2-0 -Giocata l'1-12-17: 29' Silvestri, 42' Da Silva.
VIRTUS FRANCAVILLA-MONOPOLI 2-1 -Giocata a Brindisi: 4' Sounas (MO), 41' Prestia, 68' Saraniti.
RIPOSA LECCE
10-12-2017 - DICIOTTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CASERTANA-BISCEGLIE 0-1 -44' Jovanovic.
CATANIA-MATERA 1-1 -57' Sartore (MA), 71' Curiale.
COSENZA-VIRTUS FRANCAVILLA 4-1 -17' Madonia (VI), 35' Baclet, 69' Tutino, 76' e 77' Baclet.
FIDELIS ANDRIA-RENDE 3-1 -26' Ricciardo (RE), 45' Scaringella, 65' Tiritiello, 73' Esposito.
MONOPOLI-TRAPANI 0-0 -
PAGANESE-LECCE 1-1 -Paganese: Gomis; Della Corte, Maiorano (65' Ngamba), Scarpa, Talamo, Baccolo, Piana, Picone, Acampora, Cesaretti (77' Regolanti), Tascone (77' Bernardini). A disposizione: Galli, Marone, Bensaja, Negro, Garofalo, Pavan, Buxton, Dinielli e Grillo. Allenatore: Favo.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza (72' Riccardi), Drudi, Ciancio; Armellino (72' Costa Ferreira), Arrigoni, Mancosu; Tsonev (86' Persano), Torromino (60' Caturano), Di Piazza. AS disposizione: Chironi, Riccardi, Di Matteo, Pacilli, Valeri, Megelaitis, Marino, Dubickas e Gambardella.
Allenatore: Liverani.
Arbitro: Volpi di Arezzo.
Marcatori: 6' Cesaretti, 59' Armellino (LE).
Note: ammoniti Maiorano, Tascone e Picone.. Angoli:4-9.
Commento: til Lecce non va al di la di uno scialbo pareggio a Pagani ma conserva i 3 punti di vantaggio su Trapani e Catania bloccati anch'essi sul poareggio da Monopoli e Matera. Al 6', i padroni di casa passano in vantaggio: Talamo si involta sulla destra dove supera Ciancio in velocità riesce a mettere il pallone in mezzo dove sul secondo palo arriva puntuale Cesaretti che a porta sguarnita mette in gol. Al 13', il Lecce prova la via della rete con una concluisone di Ciancio che su soegne alla sinistra della porta difesa da Lys Gomis. Ancora Lecce  in avanti alò 18' con una bella azione condotta da Tsonev e Di Piazza, dopo un bel triangolo il centrocampista bulgaro decide di scaricare la sfera a Torromino che da buona posizione, all'interno dell'area, prova il destro a giro, ma Gomis è attento. Al 21', Lepore riceve palla sulla destra, arriva sul fondo e serve Armellino che cicca l'intervento sul pallone dall'interno dell'area piccola. Al 25', apertura sulla sinistra per Torromino, eccezionale lo stop del numero sette giallorosso che serve l'arrembante Lepore che dal vertice destro dell'area prova il sinistro a giro e pallone che si perde di poco
alto sopra la traversa. Due minuti dopo, da un calcio d'angolo del Lecce nasce una ripartenza dei padroni di casa che cercano di rendersi pericolosi con Cesaretti che mette in mezzo per Talamo ma Lepore chiude in calcio d'angolo. Al 30', Baccolo rischia l'autorete. Al 37' velenosoi cross di Armellino che talia tutta l'area di rigore ma Gomis allontana il pericolo. E' praticamente questa l'ultima emozione della prima frazione di gioco. Al 47' Paganese pericolosissima con Talamo che dopo aver saltato Cosenza ed eluso il fuorigioco, calcia di poco a lato. Il Lecce attacca ma non riesce a trovarew il guizzo vincente. Al 53' arata di Gomis, semplice, dopo un colpo di testa di Di Piazza forse deviato ulteriormente da Mancosu su un cross da destra di Lepore. La Paganese si fifende con ordine ma al 60' il Lecce riesce finalmente a trovare la rete del pareggio con Armellino che ribadisce in rete a poochi passi dalla porrta finalizzando un cross dalla bandierina di Arrigoni. Al 67' Paganmese vicina alla rete del vantaggio: Ngmbà serve Cesaretti tutto solo, conclusione parata dall'istinto felino del portiere del Lecce. Il Lecce balbetta in difesa e fatica in attacco a rendersi pericoloso. All'82' annullato a Di Piazza il 2-1 potenziale per il Lecce: fallo di Tsonev su Acampora nel cuore dell'area, sugli sviluppi dello schema nato dalla punizione precedente. Il Lecce va vicino alla rete del successo nell'ultimo dei quattro minuti di du recupero con un "piatto" di Di Piazza, sugli sviluppi di un cross di Costa Ferreira, neutralizzato alla grande da una super parata di Gomis.
RACING FONDI-AKRAGAS 3-0 -55' e 73' Corvia, 84' Corticchia.
REGGINA-SICULA LEONZIO 0-3 -14' Bollino, 39' e 74' D'Angelo.
SIRACUSA-JUVE STABIA 0-0 -
RIPOSA CATANZARO
17-12-2017 - DICIANNOVESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLIE-RACING FONDI 0-2 -8' Corticchia , 23' Corvia.
CATANZARO-PAGANESE 1-1 -31' Talamo (PA), 92' (aut.) Picone.
JUVE STABIA-REGGINA 2-1 -Giocata il 15-12-17: 16' Fortunato (RE), 62' L. Viola, 73' Bachini.
LECCE-MONOPOLI 2-0 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Ciancio (58’ Di Matteo); Armellino (58’ Tsonev), Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (88’ Megelaitis); Caturano (87’ Marino), Di Piazza (63’ Torromino). A disposizione: Chironi, Pacilli, Valeri, Drudi, Lezzi, Gambardella e  Persano. Allenatore: Liverani.
Monopoli: Bifulco; Ricci, Ferrara, Bacchetti (78’ Mercadante); Bei (86’ Paolucci), Sounas (86’ Rota), Scoppa, Zampa, Donnarumma; Genchi (78’ Mavretic), Souare (60’ Sarao). A disposizione: Bardini, Lobosco, Zibert,  Lanzolla, Tafa, Russo e Longo. Allenatore: Tangorra.
Arbitro: Fiorini di Frosinone
Marcatori:
24' Cosenza, 81' Caturano..
Note: ammoniti Tsonev ed Arrigoni.Angoli4-5.
Commento: il Lecce supera il Monopoli con una rete per tempo e mantiene i 3 punti di vantaggio sul Catania che s'+ imposto largamente a Rende. Ad avvio gara, Caturano si guadagna 2 calci di punizione senza esito; all'11' la prima occasione della gara è degli ospiti che impegnano Perucchini con Genchi. Al 13' Caturano recupera palla al limite dell'area e serve Di Piazza. Il numero 9 prova a piazzare il pallone, ma ne viene fuori una conclusione altissima, da dimenticare. Grande occasione per il Lecce, ma siamo ancora sullo 0-0. Al 15 ennesima punizione dalla trequarti destra in favore dei giallorossi per un fallo su Lepore. Il traversione è deviato con un braccio da un giocatore in barriera. Altro calcio di punizione per il Lecce, da posizione un po' più ravvicinata. Un minuto dopo, clamorosa palla goal per il Lecce sugli sviluppi del calcio di punizione. Sul traversone dalla destra di Arrigoni, Mancosu colpisce di testa indisturbato all'altezza dell'area di porta, ma sciupa malamente, spedendo il pallone sopra la traversa.Al 19, sugli sviluppi di un corner, gli ospiti vanno alla conclusione con Ferrara il cui colpo di testa, dopo l'uscita a vuoto di Perucchini, termina fuori. Al 23' Lecce in vantaggio: calcio d'angolo battuto da Lepore, traversone per la testa di Cosenza che trafigge Bifulco. Al 26 i l Monopoli prova a reagire con Genchi, che ci prova dalla distanza, ma il tiro è completamente fuori misura e raggiunge addirittura il settore occupato dai tifosi ospiti. Al 32' onclusione pericolosa dalla distanza di Zampa, che si spegne di poco a lato alla destra di Perucchini. Sospiro di sollievo per l'estremo difensore giallorosso. Il Lecce attacca ma pecca di precisione in fase realizzativa. Minuto 38: Genchi, il più attivo dei suoi, non sfrutta un traversone di Donnarumma dalla sinistra e l'errore in marcatura di Ciancio, colpendo centralmente di testa. Facile la parata di Perucchini. La prima frazione di gioco termina, dopo un minuto di recupero, con le squadre disposte a darsi battaglia. Al 47 i baresi reclamano la concessione di un calcio di rigore per fallo su Donnarumma ma l'arbitro lascia giocare. Quattro minuti dopo, un tiro di Zampa è nurato da Cosenza. Al 52' ccasione per il Monopoli, col velenoso cross di Bej che pesca Souaré, perso da Riccardi. Il colpo di testa è fortunatamente debole e para facilmente Perucchini con un balzo. Il Lecce replica con una percussione centrale di Caturano che conclude con un sinistro parato da Bifulco. Al 55' traversone dalla destra per Genchi che calcia l volo chiamando alla respinta in corner Perucchini. Al 63' l'estremo difensore giallorosso blocca in due tempi una conclusione di Bej. Due minuti dopo, il Lecce va vicino al raddoppio con Caturano che costringe Bifulco alla deviazione in angolo. Da registrare alcune sbavature difensive giallorosse ma il Monopoli non ne approfitta. Il Lecce attacca ma non riesce a concretizzare la supremazia territoriale. Al 75' clamorosa occasione sciupata da Caturano, servito brillantemente da Torromino, che liscia il pallone a tu per tu con Bifulco. Questi errori non sono da lui, ma fortunatamente il Lecce è ancora in vantaggio. All'80' il neoentrato Torromino (davvero positiva la sua prova) serve un perfetto cross a Caturano che incorna debolmente ma beffardamente trafigge Bifulco. Il Lecce non si ferma qui. Torromino, all'81', va vicino al 3-0 ma la sua conclusione è salvata sulla linea da un difensore ospite. All'84 è ancora una volta Torromino, pescato da un lancio di 70 metri di Lepore, a sfiorare il tris. Non accadrà più nulla di rilevante sino al 95' quando il direttore di gara sancisce la fine della gara vinta con merito dal Lecce che si laurea così campione d'inverno.
MATERA-CASERTANA 1-0 -25' Strambelli.
RENDE-CATANIA 0-3 -29' Curiale, 55' e 71' Ripa.
SICULA LEONZIO-SIRACUSA 0-0 -
TRAPANI-COSENZA 1-2 -39' Mendicino (CO), 62' (rig.) Da Silva, 81' Iddia (CO).
VIRTUS FRANCAVILLA-FIDELIS ANDRIA 2-1 -Giocata a Brindisi: 22' Lattanzio (FI), 56' ed 80' Saraniti.
RIPOSA AKRAGAS
23-12-2017 - VENTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-MATERA 1-1 -69' Sepe, 81' (rig.) Giovinco (MA).
BISCEGLIE-PAGANESE 3-1 -8' Petta, 25' Delvino, 28' Montinaro, 57' Scarpa (PA).
CASERANA-CATANZARO 2-1 -11' Turchetta, 44' Falcone (CAT), 65' D'Anna.
COSENZA-MONOPOLI 2-0 -60' Mendicino, 89' Bruccini.
JUVE STABIA-FIDELIS ANDRIA 3-0 -18' Canotto, 62' Paponi, 78' Simeri.
LECCE-VIRTUS FRANCAVILLA 4-0 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza (68' Marino), Riccardi, Di Matteo (71' Valeri); Armellino, Arrigoni (80' Lezzi), Mancosu (68' Megelaitis); Costa Ferreira, Caturano, Torromino (68' Pacilli). A disposizione: Chironi, Centonze, Dubickas, Tsonev, Ciancio, Gambardella e Prsano. Allenatore: Liverani.
Virus Francavilla: Albertazzi; Prestia, Abruzzese (38' Di Nicola), Maccarrone; Albertini (62' Mastropietro), Folorunsho (62' Pino), Monaco (75' Ayina), Sicurella, Agostione; Saraniti, Viola (46' Valotti). A disposizioen: Battaiola, Colonna, Biasona, De Toma, Buono e Delvecchio. Allenatore: D’Agostino.
Arbitro: Cipriani di Empoli.
Marcatori:
29' Torromino, 35' Lepore, 47' (rig.) e 60' Caturano.
Note: ammoniti Mancosu, Cosenza e Monaco.Angoli 5-3.
Commento: il Lecctravolge la Virtus Francavilla con due reti per tempo e conserva le tre lunghezze di vantaggio sul C tania. Dopo una fase di studio, il Lecce sblocca il risultato al 29' con un bel destro al volo di Torromino su cross di Di Matteo. Sei minuti dopo, raddoppio Lecce realizzato da capitan Lepore. I brindisini si fanno vivi alla finew della prima frazione di gioco con Saraniti il cui tiro si spegne sull'esterno della rete. Nella ripresa, il Lecce rimpingua il bottino con la doppietta di Caturano. Il Lecce, forte del rassicurante vantaggio, controlla agevolmente e porta a casa tre punti fondamentali neòòa strada verso la serie B.
RACING FONDI-CATANIA 1-3 -16' Fornito (CA), 32' Curiale (CA), 61' REipa (ca), 80' Galasso.
REGGINA-RENDE 0-3 -26' Actis Goretta, 34' Rossini, 68' Laaribi.
SIRACUSA-TRAPANI 2-2 -14' (aut.) Visconti, 43' e 53' Nurano (TR), 84' Scardina.
RIPOSA SICULA LEONZIO
30-12-2017 - VENTUNESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CATANIA-CASERTANA 1-2 -7' e 14' Padovan (CAS), 18' Fornito.
CATANZARO-REGGINA 0-1 -52' Bianchimano.
FIDELIS ANDRIA-SIRACUSA 2-0 -82' Quinto, 90' Croce.
MATERA-SUCULA LEONZIO 2-0 -7' Maimone, 94' Casoli.
MONOPOLI-RACING FONDI 1-0 -89' (rig.) Genchi.
PAGANESE-COSENZA 0-2 -9' Bruccini, 68' D'Orazio. 
RENDE-AKRAGAS 2-0 -2' Franco, 50' Rossini.
TRAPANI-LECCE 1-1 -Trapani: Furlan; Fazio, Silvestri, Pagliarulo; Marras, Maracchi, Bastoni (84' Steffè), Palumbo, Visconti; Murano (88' Minelli), Evacuo (73' Reginaldo). A disposizione: Pacini, Bajic, Taugourdeau, Legittimo, Ferrara, Dambros, Canino e Girasole. Allenatore: Calori.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (46' Tsonev); Caturano (67' Persano), Torromino. A disposizione: Chironi, Centonze, Pacilli, Valeri, Megeliatis, Marino, Lezzi, Dubickas, Ciancio e Gambardella. Allenatore: Liverani.
Arbitro: Valiante di Salerno
Marcatori:
5' Mancosu (LE), 34' Murano.
Note: ammoniti Sicurella, Maccarrone, Lepore e Mancosu. Angoli: 2-6.
Commento: il Lecce esce indenna dall'insidioso "Provincialed" di Trapani e conserva le otto lunghezze di vantaggio sulla sqwuadra di Calori in attesa di conoscere ò'esito della gara che il Catania affronterà domani in casa con la Casertana. Dopo il sinistro di Maracchi che, deviato dalla difesa giallorossa, favorisce la presa di Perucchini, il Lecce passa in vantaggio al 5' con una bella conclusione dalla distanza di Mancosu. Uk Trapani ci prova al 14' con un sinistro di Bastoni deviato a lato dalla retroguardia leccese. Al 34', i siciliani pervengono al pareggio con Murano bravo a superare con un pallonetto un incerto Perucchini  ed appoggiare ub oirta a pochi passi di sinistro .Al 39 Lecce in avanti: cross in mezzo dalla destra di Torromino e salvataggio sulla linea di Pagliarulo. Termina, senza nessun recupero, una prima frazione di gioco equi.brata. Dopo un destro di Arrigoni al 47' terminato a lato, è il Trapani a tentare la via della rete al 49': cross di Visconti, Evacuo rimette in mezzo ma la difesa ospite allontana, Al 54' ancora Trapani insidioso: Trapani insidioso: cross di Marras dalla destra e tocco sotto misura di Evacuo ma la palla termina tra le mani di Perucchini Al 58' punizione per il Lecce: destro di Mancosu sulla barriera e poi tiro a lato di Lepore. Al 60 un pallonetto di Marras termina di poco a lato. Al 69 ci prova il Lecce: mischia in area e destro tentato da Armellino che viene poi neutralizzato da Furlan in due tempi Al 74' Maracchi sfiora il palo. Al 75' Lecce vicino al gol: colpo di testa di Mancosu e deviazione di Furlan. Maracchi poi devia la sfera a lato. Al 78' Trapani pericoloso: tiro dal limite di Marras e deviazione in angolo di Perucchini. Sugli sviluppi del corner ancora Marras ma stavolta la sfera termina sul fondo. La gara termina col Lecce in attacco. Da segnalare un destro all'82' di Torromino terminato fuori e sempre un destro dello stesso attaccante giallorosso deviato in corner da Furlan.
VIRTUS FRANCAVILLA-BISCEGLIE 0-0 -Giocata a Brindisi.
RIPOSA JUVE STABIA
23-1-2018 - VENTIDUESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-MONOPOLI 2-3 -35' Salvemini, 48' Parigi-30' Sarao (MO), 51' Bei (MO), 78' Mercadante (MO).
CASERTANA-FIDELIS ANDRIA 1-2 -38' Padovan, 41' e 46' Lattanzio (FI).
COSENZA-MATERA 2-1 -63' Pascali, 81′t Corsi, 89′ Dugandzic (MA).
JUVE STABIA-CATANZAQRO 1-1 -29' (aut.) Zanini, 86' Letizia (CA).
LECCE-CATANIA 1-1 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni (90' Marino), Mancosu; Costa Ferreira (57' Tsonev); Torromino (57' Di Piazza), Caturano (65' Dubickas). A disposizione: Chironi, Vicino,
Valeri, Megelaitis, Ciancio, Gambardella, Persano e Legittimo. Allenatore: Liverani.
Catania: Pisseri; Aya, Tedeschi, Caccetta, Lodi, Curiale (80' Ripa), Marchese, Di Grazia (80' Semenzato), Caccavallo (68' Russotto), Bogdan, Mazzarani (68' Rizzo). A disposizione: Martinez, Blondett, Bucolo, Fornito,
Manneh, Esposito e Lovric. Allenatore: Lucarelli, in panchina Vanigli.
Arbitro: Maggioni di Lecco.
Marcatori:
18' (rig.) Lodi (CA), 66' Di Piazza.
Note: ammoniti Aya, Pisseri, Cosenza, Curiale e  Di Piazza. Angoli: 11-.3.
Commento: termina in parità l'atteso scontro tra le prime due della classe in terra salentina. Troppo importante la posta in palio per entreambe. Si gioca dinanzi ad una cornice di pubblico di tutto rispetto; sono quasi 17.000 i cuori giallorossi al cospetto di zero tifosi di fede etnea a causa della trasferta vietata per ragioni d'ordine pubblico. Nella prima frazione di gioco, il Lecce fatica a costruire gioco e palkle gi una certa rilevanza. Gli ospiti provano a sorprendere i padroni di casa con l'ex Caccavallo ma la conclusione è deviata. Al 18', il Catania passa in vantaggio con un calcio di rigore trasformato da Lodi per fallo di Di Matteo su Mazzarani; l'occasione propizia è scaturita da una conclusione di Di Grazia respinta male da Perucchini. " Via del Mare" gelatp e Lecce un po' in bambola. Mancano vere e proprrie occasioni da gol da ambo le parti; il Lecce ci prova con Caturano mentre gli ospiti puntano ogni tanto quyalche ripartenza. Si va così al riposo con gli ospiti avanti di una rete ed il Lecce disposto a vender cara la pelle pur di raddrizzare le sorti di una gara troppo importante. Il copione della ripresa è quello traciato dalla logica e dal risultato ovvero Lecce alla ricerca del pari ed ospiti disposti ad agire di reimessaq per cenrtrare il colpo del ko. Ad inizio dubbio contatto in area di rigore etnea tra Marchese e Caturano. Ci poteva stare la massima punizione per i giallorossi.Al 58' ed al 63', il Lecce ci prova sugli sviluppi di calci d0angolo con i colppi di testa di Riccardi e Cosenza. Nulla di fatto. Al 69', Curiale, in diagonale, sfiora il palo solo davanti a Perucchini. Lecce "miracolato" in questa circostanza. Al 71', il Lecce perviene finalmente al pareggio con un grande gol di Di Piazza che, lanciato in contropiede, salta tutti ed infila in diagonale Pisseri. Al 74', Tsonev lanciato bene sul destro da Arrigoni spreca dalla distanza e si dispera. Bella iniziativa del Lecce. Un minuto dopo, un sinistro a giro di DiPiazza, dal limite, termina alto.  Al 78, ci prova ancora Di Piazza con una girata di sinistro, in precario equilibrio, che non produce gli effetti arditi.  All'82', calcio di punizione dal vertice sinistro dell'area per il Lecce, un po' più arretrato rispetto alla linea che delimita l'area. Cross al centro per Cosenza, colpo di testa alto. Due minuti dopo, cross di Lepore per Di Piazza che non trova lo specchio della porta. All'88', manovra ampia del Lecce, che arriva al tiro con Armellino, deviato in angolo. Dalla bandierina "risolve" tutto l'arbitro, che ravvede un fallo nel mezzo. Riparte il Catania con una punizione difensiva in suo favore.La gara si chiude, dopo quattro minuti di recupero, con le velleitarie intenzioni di Lepore e Marchese e con un calcio d'angolo degli ospiti da cui non scaturisce nulla. Il Lecce conserva le quattro lunghezze di vantaggio sul Catania ed allunga la striscia di risultati utili consecutivi.
RACING FONDI-VIRTUS FRANCAVILLA 2-2 -60 Sicurella (VI), 9' (rig.) Lazzari, 36' De Martino, 46' A. Viola (VI).
REGGINA-PAGANESE 1-0 -84' (rig.) De Francesco
SICULA LEONZIO-TRAPANI 1-0 -68' Russo.
SIRACUSA-RENDE0-1-Giocata il 20-1-18: 39' Porcaro.
RIPOSA BISCEGLIE - -
28-1-2018 - VENTITREESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CATANIA-VIRTUS FRANCAVILLA 1-0 -Giocata il 29-1-18: 2' Tedescjo.
CATANZARO-BISCEGLIE 1-0 -32' Infantino.
FIDELIS ANDRIA-COSENZA 1-1 -41' Rada, 53' Loviso (CO).
MATERFA-REGGINA 1-1 -39' Dugandzic, 67' Sparacello (RE).
MONOPOLI-SICULA LEONZIO 1-1 -35' Marano (SI), 41' Sarao.
PAGANESE-AKRAGAS 1-0 -8' Tascone.
RENDE-LECCE 0-1 -Rende: Forte; Sanzone, Porcaro, Pambianchi; Gigliotti (68' Viteritti), Rossini, Laaribi, Franco, Blaze, Vivacqua (74' Ferreira), Ricciardo (74'  Actis Goretta). A disposizione: De Brasi, Boscaglia, Marchio, Piromallo, Coppola, Felleca, Godano, Calvanese e Cuomo. Allenatore Trocini.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino, Legittimo (66' Di Matteo) ; Armellino, Arrigoni (66' Megelaitis), Mancosu; Tsonev (58' Torromino); Caturano (53' Di Piazza), Dubickas (66' Persano). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Ciancio e Gambardella. Allenatore Liverani.
Arbitro: Amabile di Vicenza.
Marcatore:
69' Cosenza.
Note: ammoniti Laaribi e Cosenza. Angoli: 1-5.
Commento: gara agonisticamente valida anche se non spettacolare chiusa con l'auspicata quanto sostanzialmente meritata vittoria di un Lecce cinico, solido e di carasttere. La compasttezxza dei caslasbresi tra le mura amiche ed il turn over  operato da mister Liverani impediscono ai salentini di sciorinare gioco e creare palle gol in quantità industriale. Nel corso dellka prima frazione di gioco, latitano le emozioni e la noiia la fa da padrona; l'unica incursione offensiva è dei cosentini che al 12' si rendono pericolosi con un colpo di testa di Rossini su perfetto cross di Blaze e palla di un soffio a lato.  Nella ripresa, è un altro Lecce grazie agli innesti di Torromino e Di Piazza. Al 59' Di Piazza si procura una bella opportunità con una delle sue azioni, ma la conclusione è alta sulla traversa. Al 66', il Lecce perde Arrigoni per infortunio.  Liverani mette in atto un'altra mini-rivoluzione: dentro Di Matteo, Megelaitis, e Persano al posto di Legittimo, lo stesso Arrigoni e Dubickas, passando al 4-3-3. Tre minuti diopo, il Lecce passa: punizione dalla trequarti di Lepore, tocco di Marino che fa impennare la sfera sulla quale si avventa Cosenza che corregge in rete. Il finale è emozionante. Di Piazza potrebbe chiuderla al 75', ma si inceppa a pochi metri dalla porta. Poi, Perucchini nega il pari a Franco con un bell'intervento in tuffo. C'è spazio anche per un gol del Rende a 2 minuti dalla fine (nato da una mischia su corner di Laribi) annullato per una carica su Perucchini. Finisce 1-0 per il Lecce che inanella il diciannovesimo risultato utile consecutivo rafforzando e consolidando il primato solitario in classifica.
SIRACUSA-RACING FONDI 3-0 -41' Liotti, 44' Parisi, 70' Catania.
TRAPANI-JUVE STABIA 3-1 -Giocata il 26-1-18: 10' Bachini (JU), 12' Scarsella, 75' Evacuo, 94' Murano.
RIPOSA CASERTANA
4-2-2018 - VENTIQUATTRESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-CASERTANA 1-1 : 24’ Turchetta (CA), 46't Dammacco.
COSENZA-SIRACUSA 0-0 -
FIDELIS ANDRIA-CATANIA 0-2 -54' Ripa, 77' Mazzarani.
JUVE STABIA-PAGANESE 1-1 -44' Cesaretti (PA), 68' Sorrentino.
LECCE-CATANZARO 3-1 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino, Di Matteo (58’ Legittimo); Mancosu (82' Torromino), Arrigoni, Armellino; Tabanelli (46ì Tsonev); Dubickas (58’ Di Piazza), Saraniti (74' Riccardi). A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Ciancio, Gambardellla e Persano. Alenatore: Liverani.
Catanzaro: Nordi; De Giorgi, Di Nunzio, Sabato; Zanini, Onescu, Maita, Sepe (61’  Nicoletti); Spighi (69’ Cunzi); Infantino, Letizia. A disposizione: Marcantognini, Cason, Van Ransbeeck, Gamberetti, Riggio, Badjie, Falcone, Corado, Furina e Valotti. Allenatore: Dionigi.
Arbitro: Proietti di Terni.
Marcatori:
11' Saraniti, 26' Letizia (CA), 55' (aut.) Di Nunzio, 70' Mancosu.
Note: ammoniti ri, Cosenza, Onescu, Sabato ed Armellino.  Angoli: 3-2.
Commento: il Lecce travolge il Catanzaro confermando i 4 punti di vantaggio sul Cartania. Liverani propone, sin dal l'inizio, i nuovi arrivati Saraniti e Tabanelli riproponendo in attacco Dubickas; Di Piazza, Caturano e Torromino si accomodano in panchina. Le iniziali  intenzioni offensive dei giallorosse sono prove di precisione. All'11', il Lecce semina quanto raccolto capitalizzando la supremazia territoriale con Saraniti che sfrutta alla perfezione un cross di Lepore trafiggendo di testa il portiere ospite. Tre minuti dopo, Cosenza rimedia un cartellino giallo pesante che gli costerà la squalifica a causa della diffida.  Sul calcio di punizione susseguente, Di Nunzio sfiora la traversa. I padroni di casa, a causa della pressione esercitata dagli ospiti, si difendono abbassando il proprio baricentro. Da registrare le perfette chiusure difensive di Lepore, Cosenza ed Arrigoni. Al 22' ci sono le proteste dei calabresi per un tocco di mano di Cosenza; l'arbitro non assegna la massima punizione agli ospiti. Il pareggio ospite è però nell'aria e giunge al 26': Mancosu si "perde" Letizia, che riceve un pallone stretto da un compagno in un duetto al limite dell'area. Azione da calcio a cinque, diagonale dal limite, Perucchini si allunga ma non ci arriva. Lecce-Catanzaro 1-1. Due minuti dopo, ci prova ancora Letizia con un diagonale a fil di palo. pericolo scampato per i giallorossi. La prima frazione di gioco si chiude col Lecce costantemente all'attacco ed il Catanzaro pronto ad agire di rimessa. Non si segnalano occasioni da rete di una certa pericolosità. Stessa musica nella ripresa col Lecce alla ricerca del vantaggio ed il Catanzaro disposto a pungere in contropiede. Al 56', il Lecce torna finalmente in vantaggio grazie ad un tiro dalla destra di Saranniti deviato nella proprioa porta da Di Nunzio. Al 59' spericolata ed incerta uscita di Perucchomo che lascia la porta vuota; ci prova Onescu con un pallonetto che termina fuori. Al 70', il Lecce realizza la terza rete: Mancosu rifinisce con un destro dal limite toccato da De Giorgi (deviazione ininfluente per attribuire il gol ma decisiva per aver beffato il suo portiere), alla fine di una bella iniziativa di Tsonev. Lecce-Catanzaro 3-1  Al 77' calcio d'ngolo per il Catanzaro, respinto da un generoso Di Piazza. Sulla ribattuta tiro altissimo di Onescu. All'87' tiro dalla distanza di Sabato, alla fine di un'azione insistita per il
Catanzaro. Para sicuro Perucchini (potente soluzione molto centrale). Al terzo dei 4 minuti di recupero assegnati dall'arbitro, Maita ci prova dalla distanza, collo pieno destro sul fondo. Sono adesso venti i risultati utili consecutivi del Lecce.
MATERA-MONOPOLI 1-1 -72' Salvemini (MO), 90' Tiscione.
REGGINA-RACIN FONDI 0-0 -
SICULA LEONZIO-BISCEGLIE 1-1 -15' Lescano, 37' (aut.) Gianola, 48' p. t. Bollino, 93' Arcidiacono.
VIRTUS FRANCAVILLA-RENDE 0-0 -Giocata a Brindisi.
RIPOSA TRAPANI
11-2-2018 - VENTICINQUESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLIE-LECCE 1-2 -Giocata il 9-2-18.
Bisceglie: Crispino; Del Vino (83' D'Ursi), Petta, Markic, Jurkic, Giron; Risolo (83' Prezioso), Toskic (78' Vrdoljak), Montinaro (71' D'Ancora); Ayina, Jovanovic (71' Dentello Azzi). A disposizione: Vassallo, Alberga, Russo, Diallo e Pirolo. Allenatore: Alberga.
Lecce: Perucchini; Ciancio (85' Legittimo), Riccardi, Marino, Di Matteo, Armellino, Arrigoni, Mancosu; Tsonev (59' Costa Ferreira), Saraniti (85' Selasi), Torromino (62' Di Piazza). A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Caturano, Dubickas, Gambardella e Persano. Allenatore: Liverani.
Arbitro: Viotti di Tivoli.
Marcatori:
47' Torromino (LE(, 56' Markic, 82' Saraniti (LE).
Note: ammoniti Montinaro, Di Matteo e Markic. Angoli: 4-11.
Commento: il Lecce vince a Bisceglie e porta momeantaneamente a sette le lunghezze di vantaggio sul Catania impegnato domanica prossima col Cosenza. I giallorossi di Liverani, al ventunesimo risultato utile consecutivo, vincono finalmente un derby lontano dalle mura amiche a conferma della solidità del gruppo e dell'assortimento della rosa a disposizione dello staff tecnico. Liverani è costretto a rinunciare allo squakificato Cosenza ed agli infortunati Lepore e Tabanelli; in attacco, giocano Saraniti e Torromino. Bella cornice di pubblico biscegliese con la trasferta inspiegabilmente vietata ai supporters leccesi. Il Bisceglie annoverra una soluzione di fortuna in panchina vale a dire l'allenatore dei portieri Pino Alberga chiamato temporaneamente a rimpiazzare l'esonerato Zavettieri. Al 6', da annotare un tirocross di Di Matteo alzato sopra la traversa da Crispino. Gara agonisticamente valida, le squadre si danno battaglia, il Lecce cerca di capitalizzare l'indubbia superiorità tecnica ed il Bisceglie ribatte colpo su colpo. All'11', c'è un calcio d'angolo conquistato dal Bisceglie: Jovanovic per il centro dove Petta prova la conclusione di testa, Saraniti libera l'area in ripiegamento. Buona occasione per il Bisceglie. Al 13, c'è una perfetta chiusura difensiva di Marino, in chiusura su Montinaro, che da posizione defilata ma nel cuore dell'area stava per concludere verso la porta di Perucchini. Sta crescendo il Bisceglie. Al 15', un sinistro di Armellino chiama alla comoda parata Crispino. Al 17', Perucchini respinge con i pgni un cross di Giron. Al 18', è ancora Giron ad impegnare Perucchini con un bolide dalla distanza. Al 20', malissimo il Lecce in fase di impostazione: Ciancio "regala" un pallone ad Ayna, tiro potente del francese ex Francavilla che Perucchini è costretto a deviare ancora. Al 22', calcio di punizione di Armellino, deviato dalla barriera biscegliese, termina tra le braccia di Crispino. Petta si segnala come uno dei migliori del Bisceglie. Al 29', Torromino prova a fare l'uomo-assist, con un cross da destra per il centro, Delvino anticipa tutti e di testa appoggia all'indietro verso il suo portiere. Al 33', sponda di Torromino per Saraniti che si sarebbe trovato solo davanti a Crispino se l'invito fosse stato preciso. Al 34', Petta devia in angolo un cross di Mancosu indirizzato a Saraniti. Un minuto dopo, Saraniti cerca la via della rete senza successo. Al 36' c'è un contatto in area tra Petta e Torromino ma l'arbitro non ravvisa alcuna irregolarità. Al 40', Marjic fa buona guardia anticipando il colpo di testa di Riccardi. L'ultima emozione della prima frazione di gioco, chiusa senza recupero, è un colpo di testa di Saraniti che impegna Crispino. Si riparte senza cambi col fulmineo vantaggio giallorosso propiziato da Tsonev e realizzato da Torromino che "esplode" un destro preciso sul secondo palo. Al 49', assist su punizione dalla trequarti di Toskic per Markic che colpisce di testa impegnando severamente Perucchini.  Al 53', Tsonev impegna dalla distanza Crispino. Al 54' il Bisceglie si guadagna un angolo con Ayna che si gira in un fazzoletto e conclude, con la deviazione di Di Matteo in angolo sulla battuta del quale Ciancio e Armellino si dimenticano Markic nel cuore dell'area di rigore favorendo la battuta a rete da pochi passi. Tutto da rifare e parità ristabilita. Sulle ali dell'entusiasno, Toskic ci prova dalla distanza ma la conclusione p altissima. Il Lecce fatica e Jovanovic impegna di testa Perucchini costretto a distendersi per bloccare l'insidioso tiro dell'avanti biscegliese. Il Lecce riprende a macinare gioco e va vicino al gol al 66' con Costa Ferreira che impegna Crispino.  Un minuto dopo, altra occasionissima: dall'angolo Arrigoni "disegna" per il centro, Marino svetta più in alto di tutti e colpisce di testa, pallone a una manciata di centimetri dal palo alla destra del portiere, dove Crispino non sarebbe mai potuto arrivare. Al 73'  Riccardi sventaglia dalla difesa, per Di Piazza, che subisce fallo. Ci sarà una interessantissima punizione dal limite. Tocco di Arrigoni per Armellino, che colpisce gli uomini in barriera. Un minuto dopo, un errato disimpegno di Petta favorisce Di Piazza che salta anche Crispino ma pecca di egoismo facendosi anticipare dallo stesso numero uno di casa in uscita disperata invece di servire al centro Saraniti o Costa Ferreira. All'83' cross di Ciancio dalla destra, appoggio di Co2ta Ferreira per Saraniti che gonfia la rete. E' la rete che riporta in vantaggio il Lecce. I tentativi di Mancosu e Di Piazza all'85' ed all'87' precedono la traversa colpita dallo stesso Di Piazza all'88'. Un minuto dopo brivido in area giallorossa: Azzi in area piccola non riesce a girarsi e alla fine non trova la conclusione da pochi passi. Nel finale, il Lecce sbanda in difesa ma Prezioso e Petta non impensieriscono pià di tabti Perucchini che al 93' deve superarsi per parare un tiro a botta sicura di Jurkic. Un intervento che vale quanto una rete ed il Lecce viaggia sempre più spedito verso la serie B.
CASERTANA-TRAPANI 0-0 -
CATANIA-COSENZA 2-2 -16' Mungo (CO), 26' Palmiero (CO), 27' Barisic, 88' Manneh.
CATANZARO-SICULA LEONZIO 0-3 -73' Marano, 78' (rig.) Arcidiacono, 86' Foggia.
MONOPOLI-FIDELIS ANDRIA 2-0 -54' ed 82' Sarao.
PAGANESE-MATERA 1-0 -57' Scarpa.
RACING FONDI-JUVE STABIA 1-2 -19' (aut.) Viola, 80' e 90' Simeri (JU).
REGGINA-VIRTUS FRANCAVILLA 0-0 -
SIRACUSA-AKRAGAS 1-0 -61' Liotti.
RIPOSA RENDE
18-2-2018 - VENTISEIESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-CATANZARO 1-2 -Giocata a Siracusa: 15' Spighi (CA), 54' Mileto, 79' Corado (CA).
COSENZA-REGGINA 1-1 -Giocata il 19-2-18: 44' (rig.) Bruccini, 65' Hadziosmanovic (RE).
JUVE STABIA-BISCEGLIE 0-2 -55' D'Ursi, 94' Jovanovic.
MATERA-SIRACUSA 2-0 -29' Sartore, 37' Casoli
MONOPOLI-CATANIA 5-0 -32' Salvemini, 37' Genchi, 60' Sounas, 83' Longo, 850 Mangni.
RENDE-RACING FONDI 3-0 -13' Ricciardo, 67' Actis Goretta, 83' Ferreira Pinto.
SICULA LEONZIO-LECCE 0-0 -Giocata a Catania.
Sicula Leonzio: Narciso; Aquilanti, Camilleri, Gianola, Squillace; D’Angelo, Esposito (72' Marano), Petermann (87' Cozza); Bollino (87' De Felice), Lescano (69' Foggia), Arcidiacono (69' Sibilli). A disposizione: Ciotti, Giuliano, Monteleone, Pollace, Davì, Gammone e Russo. Allenatore: Diana.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu (87' Legittimo); Costa Ferreira (57' Selasi); Saraniti, Torromino (57' Di Piazza). A disposizione: Chironi, Riccardi, Valeri, Ciancio, Gambardella, Megelaitis, Caturano, Dubickas e Persano.
Allenatore: Liverani.
Arbitro: Camplone di Pescara.
Note: ammonito Cosenza. Angoli: 1-3.
Commento: sul neutro di Catania, il Lecce conquista il ventidueesimo risultato utile consecutivo ed allunga sul Catania portando a sette le lunghezze di vantaggio sugli etnei. Buona la partewnza dei giallorossi di Liverani che sfiorano la rete al 4' con un bolidae dalla distanza di destro di Saraniti. La gara p gestita nel modo migliore dal Lecce che cerca la via della rete senza svenarsi più di tanto. La Sicula Leonzio ribatte colpo su colpo ma sbatte contro la difesa giallorossa che vede in Perucchini un ostacolo insormontabile. Al 39', Sicula Leonzio a un passo dal vantaggio: Perucchini con una parata a terra in due tempi dice di no sul primo palo a D'Angelo, lanciato solo davanti al portiere. Al 43', il Lecce colpisce una traversa con una conclusione dalla distanza di Mancosu. La orima frazione di gioco si chiude senza recupero. La ripresa si apre col gol annullato ad Arcidiacono per fallo nel cuore dell'area ai danni di Cosenza. I ritmi soino soporiferi grazie anche alle buone notizie provenienti da Monopoli col Catania sonoramente umiliato e sconfitto. Al 53', un tirocross di Mancosu impegna Narciso. Il tempo scorre via con le sostituzioni operate dai rispettivi tecnici e con i ritmi che diventano sempre più bla ndi a testimoniznza del fatto che il pari era il risultato gradito ad entrambi. Il Lecce è adesso padrone del suo destino, potendo gestire se è il caso il cospicuo vantaggio sulla seconda in classifica e, se possibile, incrementarlo. La squadra giallorossa ha assunto una compattezza e solidità tali che è difficile prevedere una brusca frenata ed una rimonta del Catania. Le porte verso il purgatorio della serie B cominciano a spalancarsi.
TRAPANI-PAGANESE 4-1 -13' Cuppone (PA), 35' Scarsella, 37' Evacuo, 60' Marras, 84' Campagnacci.
VIRTUS FRANCAVILLA-CASERTANA 0-1 -Giocata a Brindisi: 92' Pinna.
RIPOSA FIDELIS ANDRIA
25-2-2018 - VENTISETTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLIE-AKRAGAS 2-1 -20' D'Ursi, 46' Dammacco (AK), 95' Jivanovic.
CASERTANA-COSENZA 1-0 -46' p. t. Alfageme.
CATANZARO-RENDE 0-1 -71' Franco.
LECCE-JUVE STABIA 0-1 -Lecce: Perucchini; Lepore (cap.), Cosenza, Marino (80’ Dubickas), Di Matteo; Armellino (80’ Caturano), Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (60 Tabanelli); Saraniti, Di Piazza (65’ Torromino). A disposizione: Chironi, Valeri, Megelaitis,  Tsonev, Ciancio, Persano, Legittimo e Selasi. Allenatore: Liverani.
Juve Stabia: Bacci; Nava, Marzorati, Bachini, Crialese; Viola, Mastalli, Vicente; Melara (79’ Sorrentino), Paponi (79’ Simeri), Strefezza (79’ Franchini). A disposizione: Zanotti, Esposito, Dentice, Allievi, Redolfi, Matute, Berardi, Calò e  D’Auria. Allenatore: Caserta.
Arbitro: Mei di Pesari.
Marcatore:
71' Mastalli.
Note: ammoniti ri, Di Piazza e Sorrentino.  Angoli: 3-4.
Commento: il Lecce manca l'allungo decisivo sul Catania che osservava un turno di riposo e rimedia l'amaro sapore della sconfitta interrompendo la lunga striscia di risultati utili consecutivi che si arresta a 22 gare. Per Liverani è il primo stop. Al 6', a seguito di un errato di rinvio del portiere campano, Saraniti calcia a rete ma la conclusione è imprecisa. Al 16 cross di Costa Ferreira per la testa di Di Piazza che termina fuori. Il Lecce ci prova al 22' con Saraniti ed al 30' lepore ma i temntativi a rete bnon producono gli effetti sperati. Sebbene gli ospiti sembrino in difficoltà, la manovra del Lecce risulta compassata e manca la cattiveria
agonistica che si conviene per superare un avversario quadrato come quello di Caserta. Al 44’ arriva la prima occasione per gli ospiti con
Paponi che raccoglie un lancio dalle retrovie e in diagonale cerca invano il secondo palo. E' praticamente l'ultima emozione di una prima frazione di gioco tutto sommato deludente. La ripresa si apre con un tiro di Costa Ferreira respinto con i pugni da Bacci, con Saraniti che fallisce la ribattuta nello specchio. Juve Stabia pericolosa su calcio da fermo: Bachini, in ottima posizione, colpisce di testa senza la necessaria precisione. Il Lecce, che non trova la via per arrivare in area, ci prova ancora da fuori: al 57’ il portiere stabiese respinge col piede un bolide di Mancosu. Tra il 60’ e il 65’ Liverani manda  in campo Tabanelli per Costa Ferreira e Torromino per Di Piazza. Al 69’ tocca ad Armellino provare l'esecuzione da lontano ma Bacci è attento e blocca in tuffo.
Al 71, sugli sviluppi di un rilancio dalla difesa, la Juve Stabia passa in vantaggio: Cosenza non riesce a respingere mettendo Paponi in
condizione di controllare il pallone e servire l'accorrente Mastalli che col piatto infila Perucchini.  Lepore va vicino al pari con una punizione ma il pallone termina oltre la traversa. Al 90’ Franchini colpisce il palo su azione di contropiede e subito dopo Perucchini si oppone a Simeri nell’ultimo minuti di recupero, deviando in calcio d’angolo. E' bastato un Lecce sotto tono con la testa forse alla serie B per avere la peggio contro un avversario di caratura inferiore ma ben disposto in campo che alla fine ha meritato l'intera posta in palio soprattutto per quanto mostrato nella ripresa. Occorre non abbassare la guardia, lavorare ed allenarsi scrupolosamente perchà l'obiettivo della promozione nella serie cadetta è ancora tutto da conseguire.
PAGANESE-FIDELIS ANDRIA 0-1 -86' Longo.
RACING FONDI-MATERA 0-2 -27' Dugandzic, 91' Maimone.
REGGINA-TRAPANI 1-2 -3' (rig.) Bianchimano, 12' Evacuo (TR), 80' Scarsella (TR).
SICULA LEONZIO-V. FRANCAVILLA 2-2 -19' Marano, 38' Esposito, 54' Folorunsho (VI), 65' Partipilo (VI).
SIRACUSA-MONOPOLI 3-0 -30' Bernardo, 36' (aut.) Scoppaal, 72' Parisi.
RIPOSA CATANIA
3-3-2018 - VENTOTTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-LECCE 0-2 -Giocata aa Siracusa.
Akragas: Vono; Mileto, Pisani, Danese; Scrugli (55' Dammacco), Carrotta (82' Saitta), Navas (71' Gjuci), Sanseverino, Pastore; Zibert; Camarà. A disposizione: Lo Monaco, Amella, Raucci, Ioio, Caternicchia, Canale, Bramati e Minacori. Allenatore: Di Napoli.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Caturano (57' Tabanelli), Saraniti, Torromino ( 57' Dubickas). A disposizione: Chironi, Centonze, Valeri, Ciancio, Legittimo, Megelaitis, Costa Ferreira, Persano, Tsonev e Di Piazza. Allenatore: Liverani.
Arbitro: Marchetti di Ostia.
Marcatori:
26' Saraniti, 90' Dubickas.
Note: ammoniti Sanseverino, Navas, Saraniti e Zibert. Angoli: 1-2.
Commento: sul neutro di Siracusa, il Lecce batte il fanalino di coda Akragas e
ripreìnde a marciare spedito verso la serie cadetta. Undici offensivo per il Lecce con Torromino nell'inedito ruolo di trequartista davanti a Saraniti e Caturano. Al 2' annullata una rete a Camara per fuorugioco.
Sebbene l'iniziativa sia costantemente nelle mani dei giallorossi, mancano vere e proprie palle gol. Ci provano senza tanta convinzione
Manosu all'8', Saraniti con un bel diagonale terminato fuori all'11' ed Armellino al 13' ma il portiere dell'Akragas si limita a svolgere compiti d'ordinaria amministrazione. Caturano ci prova in diverse occasioni ma continua a non vedere la porta. Al 25', Lecce finalmente in vantaggio grazie ad un cross di Di Matteo per la testa di Saraniti che trafigge Vono. Al 28', Caturano sciupa la ghiotta occasione solo davanti a Vono, perde l'equilibrio e cade a terra. La difesa del Lecce è attenta e per
l'Akragas non c'è nulla da fare. Al 41', ci prova Arrigoni ma la conclusione termina di poco fuori. Termina, così, un primo tempo dai
modesti contenuti tecnici chiuso col parziale e risicato vantaggio della capolista. Si riparte senza cambi. Al 53', il Lecce fallisce la rete dsel
raddoppio: Saraniti fa tutto il fondo in posizione di ala, cross basso al centro per Caturano che davanti al portiere conclude con un esterno
sinistro alto. Il neoentrato Tabanelli, al 59',  sfiora il raddoppio: "murata" la sua conclusione in diagonale dall'interno dell'area, è Pisani
che tiene in partita i suoi. Angolo per il Lecce senza esito positivo con Cosenza che tira di poco fuori. Al 66', Cosenza "salva" tutto: Dammacco fa tutto il fondo sulla destra, "punta" Di Matteo, cross basso a pochi passi dalla porta giallorossa, in area piccola, dove Cosenza mantiene il sangue freddo ed allontana. C'era pronto Zibert alle spalle a correggere in porta. Al 70', Vono in uscita che anticipa l'inserimento in mezzo di Tabanelli. Il Lecce scherza col fuoco e per poco l'Akragas non perviene al pareggio. Alla fine di una ficcante ripartenza, Pastore conclude dal
limite dell'area colpendo il palo. All'81', destro dalla distanza di Dammacco alto. All'87', Selasi cerca di imbeccare Dubickas che non
raccoglie il suggerimentro. Due minuti dopo, il Lecce  realizza la rete che chiude l'incontro: sugli sviluppi dell'angolo, battuto da Arrigoni,
colpo di testa di Cosenza, poi tiro di Armellino da posizione defilata, smanacciata del portiere, sul pallone vagante si avventa di testa
Dubickas che corregge in porta per il suo primo gol italiano in campionato. Il Lecce conquista tre punti importanti al culmine di una
prestazione non trascendentale.
CATANIA-SIRACUSA 1-0 -70' Curiale.
FIDELIS ANDRIA-REGGINA 0-0 -
JUVE STABIA-SICULA LEONZIO 3-0 -45', 63' e 73' Canotto.
MATERA-CATANZARO 2-1 -14' e 30' Dugandžić, 53' Infantino (CA).
MONOPOLI-CASERTANA 1-1 -15' Ferrara, 74' Turchetta (CA).
RENDE-BISCEGLIE 1-1 -40' Hovanovic (BI), 80' Gigliotti.
TRAPANI-RACING FONDI 3-1 -49' Silvestri, 57' Scarsella, 58' Evacuo, 87' Ghinassi (RA).
VIRTUS FRANCAVILLA-PAGANESE 0-0 -
RIPOSA COSENZA
11-3-2018 - VENTINOVESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
BISCEGLIE-COSAENZA 0-0 -
CATANZARO-TRAPANI 1-2 -40' Polidori (TR), 52' (rig.) Infantino, 57' Evacuo (TR).
JUVE STABIA-AKRAGAS 7-0 -21' Mastalli, 29' Paponi, 39' Strefezza, 42' Canotto, 54' 57' e 76' Simeri.
LECCE-MATERA 0-0 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza,Marino, Di Matteo (82’ Legittimo); Armellino, Arrigoni, Selasi (58’ Tabanelli); Mancosu; Dubickas
(65’ T orromino), Saraniti (58’ DiPiazza6). A disposizione: Chironi, Costa Ferreira, Valeri, Megelaitis, Tsonev, Ciancio, Gambardella e  Persano). Allenatpre: Liverani.
Matera: Tonti; Angelo, Di Sabatino, De Franco, Sernicola; Urso, Casoli 6; Tiscione (89’ Giovinco), Strambelli (66’ Sartore), Di Livio (78’ Maimone); Dugandzic (78’ Salandria). A disposizione: Mittica,
Scogniamillo, Battista, Taccogna e Gigli. Allematore: Auteri, in panchina Cassia.
Arbitro: Massimi di Termoli.
Note: ammoniti Di Matteo, Armellino, DiSabatino e De Franco.. Angoli: 7-7.
Commento: il Lecce non va oltre il pareggio a reti inviolate col Matera ma conserva sette punti di vantaggio sulle inseguitrici che sono collocate a 7 punti dai salentini; sono Catania e Trapani le antagoniste del Lecce, quelle che cercheranno di rendere impervio il percorso da seguire verso il ritorno in serie B. Nel primo tempo, il Lecce esercita una pressione sterile ed è il Matera a cercare con il fischiatissimo Strambelli la via della rete. Non è una gara semplice per i giallorossi che coizzano contro l'organizzatissima compagine lucana ma anche contro il direttore di gara reo di aver negato almeno un calcio di rigore netto. Sono stati due igli episodi da moviola. fallo di Angelo su Di Piazza e nel finale un'uscita di spericolata del portiere ospite sempre sul lanciatissimo Di Piazza. Il Lecce, nella ripresa, è apparso più volenteroso e determinato nel cercare l'intera posta in palio ma la rete non è arrivata. Bisogna adesso continuare ad allenarsi con scrupolosità e tornare alla vittoria già nella prossima delicata trasferta di Cosenza.
PAGANESE-RENDE 3-0 -41′ Cuppone,  51′(rig.) e 70′ Scarpa.
RACING FONDI-FIDELIS ANDRIA 1-0 -25' Mastropietro.
REGGINA-MONOPOLI 1-2 -16' Bianchimano, 33' Genchi (MO), 76' Mangni (MO).
SICULA LEONZIO-CATANIA 0-0 -
SIRACUSA-CASERTTANA 0-1 -31' Turchetta.
RIPOSA VIRTUS FRANCAVILLA
18-3-2018 -  TRENTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-SICULA LEONZIO 0-2 -35' Bollino, 76' Camilleri.
CASERTANA-RACIN FONDI 1-0 -Giocata il 19-3-18: 72' Alfageme.
CATANIA-REGGINA 2-1 -3' e 51' Curiale, 81' Laezza (RE).
COSENZA-LECCE 0-1 -Giocata il 19-3-18.
Cosenza: Saracco; Idda, Pascali, Camigliano (75' Baclet); Corsi, Bruccini, Calamai (90' Mungo), D'Orazio; Perez, Okereke (63' Trovato), Tutino.  A disposizione: Quintiero, Palmiero, Ramos, Pasqualoni, Boniotti, Braglia. Allenatore: Braglia, in panchina Occhiuzzi.
Lecce: Perucchini; Ciancio (81' Lepore), Cosenza, Marino, Legittimo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Tsonev (58' Tabanelli) ; Saraniti (81' Di Matteo), Torromino (63' Di Piazza). A disposizione: Chironi, Centonze, Costa Ferreira, Valeri, Caturano, Gambardella, Persano e Selasi. Allenatore: Liverani.
Arbitro: Annibale di Vicenza.
Marcatore:
73' Saraniti.
Note: ammonito Armellino. Angoli: 4-7.
Commento: il Lecce espugna Cosenza al culmine di una prestazione gagliarda ed utilitaristica. Il terreno di gioco ridotto ad un acquitrino rende impervie ed otremodo complicate le giocate in velocità, palla a terra; si gioca con i lanci lunghi e spesso si cerca la via della rete con conclusioni da lontano. Lo spettacolo non può essere dei migliori. Il Lecce ci prova al 12' con Torromino e con i cross dalle corsie esterne per le spizzate di Saraniti. Proprio su un traversone dalla sinistra, nel finale di tempo, arriva la prima conclusione nello specchio della porta, con un colpo di testa di Mancosu bloccato senza problemi da Saracco. Il Cosenza ribatte colpo su colpo ma Perucchini resta spettatore non pagate. La ripresa si apre con una grande occasione per il Cosenza, con un destro rasoterra di Calamai sventato in angolo da Perucchini. Liverani decide che è arrivato il momento di correre ai ripari ed inserisce prima Tabanelli, poi Di Piazza. Ma è ancora Saraniti a colpire al 73': il capocannoniere del girone intercetta un diagonale sporco di Mancosu, controlla in area e in girata supera Saracco con un tocco preciso. Poi ci pensa Perucchini a blindare il prezioso vantaggio, con una grande parata su sforbiciata di Tutino. Inutile il forcing finale dei padroni di casa, c'è un ultimo brivido per un colpo di testa di Bruccini su azione nata da una punizione dalla trequarti. Ma il Lecce resiste e porta a casa i tre punti dopo un interminabile (e forse esagerato ) recupero di 6 minuti. Il Lecce vede la B sempre più vicina.
FIDELIS ANDRIA-CATANZARO 2-1 -25' Lattanzio, 28' Gamberetti (CA), 53' Quinto.
MONOPOLI-PAGANESE 1-1 -7' Cuppone (PA), 67' Mangni.
RENDE-JUVE STABIA 1-1 -11' Cuomo, 59' Crialese (JU).
TRAPANI-BISCEGLIE 2-2 -36' D'Ursi (BI), 41' Silvestri, 49' Pollidori, 57' D'Ursi (BI).
VIRTUS FRANCAVILLA-SIRACUSA 0-0 -Giocata a Brindisi.
RIPOSA MATERA
21-3-2018 - TRENTUNESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-TRAPANI 0-1 -69' Pollidori.
BISCEGLIE-CATANIA 1-1 -56' Barisic (CA), 92' Delvino.
CATANZARO-VIRTUS FRANCAVILLA 1-1 -43' Anastasi (VI), 81' Infantino.
JUVE STABIA-MATERA 2-0 -43' Mastalli, 55' L. Viola.
LECCE-FIDELIS ANDRIA 2-2 -Giocata il 22-3-18.
Lecce: Perucchini; Ciancio (87' Lepore), Cosenza, Marino,Legittimo (87' Persano); Selasi (55′ Tsonev), Arrigoni, Mancosu; Tabanelli (57′ Costa Ferreira); Torromino (57′ Caturano), Di Piazza. A disposizione: Chironi,
Centionze, Di Matteo, Valeri, Gambardella ed Armellino. Allenatore: Liverani.
Fidelis Andra: Maurantonio, Longo (74′ Lobosco), Piccinni, Lattanzio (46′ Croce),
Tiritiello, Celli, Di Cosmo (84' Scalera), Abruzzese, Quinto, Taurino (57' Cappiello), Lancini. A disposizione: Celi, Colella, Scaringella,  Liguori, Antonicelli, Camporeale, Zingaro e Turi. Allenatore: Papagni.
Arbitro: Sozza di Seregno.
Marcatori:
 20' Di Piazza, 29' Mancosu, 32' Tiritiello (FI), 52' Taurino (FI).
Note: ammoniti Tiritiello, Maurantonio, Tsonev, Cosenza e Costa Ferreira. Angoli: 7-2.
Commento: il Lecce non va oltre uno scialbo pareggio contro la Fidelis Andria al culmine di una gara condotta in modo scellerato dai dalentini che erano avanti di 2 reti contro una compagine in zona play out ed alla ricerca di
una complicata escalation di risultati utiuli per evitare gli spareggi per la retrocessione. Le novità di giornata proposte da mister Liverani sono l'impiego di Tabanelli nelle vesti di trequartista ed il ritorno in attacco di Di Piazza al posto dell'acciaccato Saraniti. Il Lecce parte forte, deciso a conquistare quel successo che in casa manca da oltre un mese (3-1 al
Catanzaro il 4 febbraio). Di Piazza ci prova di testa al 4’ su cross di Mancosu, ma la palla termina di poco a lato. Poi al quarto d’ora ci
riprova l’attaccante siciliano, che però svirgola una conclusione al volo da posizione interessante su assist di Arrigoni. Il gol è nell'aria e giunge al 21': cross di Torromino, torre di Selasi e Di Piazza di destro
scaraventa in rete. Al 29’ c’è il raddoppio. Su calcio d’angolo, tocco corto di Selasi per Arrigoni che pennella uno splendifo traversone in area, sul quale si avventa Mancosu che in girata non lascia scampo a Maurantonio. Partita che sembra chiusa, ma al 32’ l’Andria la riapre su azione di calcio d’angolo, con un colpo di testa di Tiritiello non trattenuto da Perucchini. La ripresa si apre col pareggio degli ospiti: i salentini dormonoi in difesa sulla sinistra e Taurino ripristina la parità.
Nel finale con un giropalla estenuante il Lecce non trova l'idea giusta, anche perchè il muro della Fidelis Andria arriva a coprire ogni spazio
anche con 6 uomini davanti al portiere. Di Piazza e Mancosu ci provano nel traffico in area, ma sbattono sempre contro i biancoazzurri che in pieno recupero potrebbero vincerla con un contropiede salvato in
maniera prodigiosa da Cosenza. Due punti sicuramente persi che rinviano i sogni di fuga dei giallorossi che proprio non vogliono chiudere il campionato ammesso che sia ancora aperto.Sono sempre sette le lunghezze di vantaggio sul secondo posto occupato adesso da Catania e Trapani.
PAGANESE-SIRACUSA 1-2 -52' Bernardi (SI), 58' Cesaretti, 69' Altovbelli (SI).
RACING FONDI-COSENZA 0-1 -Giocata il 22-3-18: 58' Perez.
REGGINA-CASERTANA 2-1 -Giocata il 22-3-18: 38' Laezza, 47' p. t. De Veba (CA), 64' Bianchimano.
SICULA LEONZIO-RENDE 1-0 -25' Esposito.
RIPOSA MONOPOLI
25-3-2018TRENTADUESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CASERTANA-LECCE 1-0 -Casertana: Forte; Meola, Lorenzini, Polak; D’Anna, Romano (71′ De Marco), De Rose (87′ Rajcic), Carriero, Finizio; Turchetta (78′ Padovan), Alfageme. A disposizione: Gragnaniello, Cardelli, Forte, Santoro, Minale, Rainone, Tiripicchio e De Vena. Allenatore: D'Angelo, in panchina Taddei.atore: Braglia, in panchina Occhiuzzi.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino (80′ Caturano), Di Matteo (53′ Legittimo); Tsonev (46′ Armellino), Arrigoni, Mancosu; Tabanelli (65′ Persano); Saraniti, Torromino (46′ Di Piazza). A disposizione: Chironi, Centonze, Costa Ferreira, Valeri, Ciancio, Gambardella e Selasi. Allenatore: Liverani.
Arbitro: Volpe di Arezzo.
Marcatore:
45' Turchetta.
Note: ammoniti D'Anna, Alfageme, Arrigoni e Cosenza. Angoli: 0-4.
Commento: il Lecce rimedia a Caserta la terza sconfitta stagionale e vede assottigliarsi il margine di vantaggio sulle seconde in classifica che marcano stretto la capolista a 4 punti. Le squadre si danno battaglia. Da registrare le comode parate di Perucchini al 4' su tiro di D'Anna e di Forte al 5' su conclusione di Saraniti. Sugli sviluppi di una punizione al 12', cross per Saraniti che, spalle alla porta, non ha il tempo per concludere tempestivamente come a Cosenza e Tabanelli spreca sugli sviluppi dell'azione. I rit,o sono soporiferi e la gara è disturbata dal vento. Al 23' contropiede giallorosso non fianlizzato da Torromino che calcia a lato. Al 29 turo altissimo di Polak. Al 33', la Casertana reclama la concessione di un calcio di rigore per un intervewnto di Di Matteo su Turchetta. Al 37', c'è un'occasionissima Lecce: Forte, ingannato dal vento, "liscia" completamente il pallone. Per un soffio Tsonev, Saraniti o Torromino non riescono a indirizzare un diagonale a porta vuota. Forte recupera rifugiandosi in fallo laterale, poi sugli sviluppi il Lecce non crea nulla di pericoloso. Al 45', i padroni di casa passano in vantaggio: Turchetta stoppa bene, in contropiede, si aggiusta il pallone sul destro e batte Perucchini con un diagonale perfetto che "gira" sul secondo palo. Il primo tempo termina dopo 2 minuti di recupero. Le emozioni scarseggiano ed il Lecce non riesce a trovare il bandolo della matassa. Al 56, c'è un cross da destra di Lepore per Di Piazza, che tocca di testa debole; per Forte non ci sono problemi. Ci prova Saraniti, al 62' con un pallonetto dal vertice sinistro dell'area. Pallone di un soffio alto sulla traversa. Cross da destra di Lepore al 68', Di Piazza incorna, pallone fuori alla destra del portiere. Cross di Lepore al 72' tra le braccia di Forte, al termine di un'azione che si è sviluppata da un calcio d'angolo per i giallorossi, conquistato al termine di una prolungata azione, con Saraniti e Di Piazza che non sono riusciti a indirizzare in porta in area piccola. Al 76' conclusione di Di Piazza murata dalla difesa locale. Il Lecce cerca di fare la partita ma manca la lucidità e la precisione nell'ultimo passaggio e la Casertana controlla senza eccessivi patemi d'animo. All'81 buona chiusura difensiva di Lorenzon lanciato solo davanti al portiere da Persano. All'85', Di Piazza è strattonato in area ma per l'arbitro non ci sono gli estremi del calcio di rigire. All'89', Legittimo rifilka un pugno nello stomaco a D'Anna ma il folle gesto del difensore passa inosservato e non è sanzionato. Al 92' palo di Alfageme e poi sugli sviluppi pallonetto di Rajcic salvato sulla linea da Arrigoni. La gara si chiude col destro di Persano che, al 93', sfiora la traversa. Il Lecce torna a mani vuote da Caserta al culmine di una prestazione decisamente sconcertante.
CATANIA-PAGANESE 6-0 -10' Biagianti, 22' Barisic, 40' Mazzarani, 62' Barisic, 85' Curiale, 87' Bogdan.
COSENZA-AKRAGAS 0-0 -
FIDELIS ANDRIA-SICULA LEONZIO 2-1 -25' Lescano (SI), 44' Lattanzio, 86' Tiritiello.
MATERA-BISCEGLIE 2-1 - 74' Maimone, 88' D'Ursi (BI), 90' Sernicola.
MONOPOLI-CATANZARO 0-2 -7' De Giorgi, 55' (aut.) Bardini.
RENDE-TRAPANI 0-1 -5' Reginaldo.
SIRACUSA-REGGINA 0-0 -Giocata il 26-3-18.
VIRTUS FRANCAVILLA-JUVE STABIA - -Rinviata per pioggia a data da destinarsi.
RIPOSA RACING FONDI
31-3-2018 - TRENTATREESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-VIRTUS FRANCAVILLA 0-1 -6' Anastasi.
BISCEGLIE-FIDELIS ANDRIA 1-1 -69' D'Ursi, 74' Taurino (FI).
CATANZARO-CATANIA 0-4 -48' Barisic, 53' Curiale, 85' Ripa, 91' Porcino.
JUVE STABIA-COSENZA 0-0 -
LECCE-SIRACUSA 1-1 -Lecce: Perucchini; Lepore (73' Di Matteo), Cosenza, Marino (73' Dubickas), Ciancio; Armellino (28' Tsonev), Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (73' Tabanelli); Saraniti, Di Piazza (60' Caturano). A disposizione.: Chironi, Legittimo, Valeri, Gambardella, Megelaitis, Selasi e Persano. Allenatore: Liverani
Siracusa: Tomei; Daffara, Giordano, Altobelli ; Parisi, Palermo, Mancino, Liotti (25' Bruno); Catania (60' Bernardo), De Silvestro (60' Grillo); Scardina (46' Calil). A disposizione: D’Alessandro, Di Grazia, Vicaroni, Spinelli, Toscano, Mangiacasale, Mazzocchi e Marotta. Allenatore: Bianco.
Arbitro: Cipriani di Empoli.
Marcatori:
4' Marino, 12' De Silvestro (SI)
Note: ammoniti Tiritiello, Maurantonio, Tsonev, Cosenza e Costa Ferreira. Angoli: 7-3.
Commento: il Lecce non va oltre uno scialbo pareggio col Siracusa e vede complicarsi maledettamente la vista in ottica promozione diretta. Al 4', i giallorossi sbloccano il risultato con un colpo di testa di Marino che sfrutta alla perfezione un calcio di punizione di Costa Ferreira. La reazione degli ospiti è immediata ed il pareggio giunge all'11 con una  azione personale di Parisi che sfonda a destra e crossa sul secondo palo, De Silvestro incorna colpendo la testa di Lepore e la palla gonfia la rete, è 1-1. Al 17’ Siracusa vicino al raddoppio: ancora Parisi da destra e cross sul primo palo, Scardina piazza la zampata ma Perucchini è prodigioso a distendersi smanacciando. Sul ribaltamento di fronte, sponda di Saraniti per Armellini, tiro dai 25 metri che Tomei blocca. Al 27’ cross dalla destra di Lepore, Giordano anticipa Di Piazza ma la sfera finisce sul secondo palo a Saraniti che si gira e calcia, palla altissima. È il Lecce a fare la partita, ma gli aretusei si difendono con ordine e provano a rispondere in contropiede. Finisce così la prima frazione, Al 52', Lecce sfortunato con Tsonev che effettua un cross che diventa un tiro che si stampa sulla traversa e Di Piazza a tre metri dalla porta svirgola e calcia clamorosamente alto. Al 55’ ancora Lecce: punizione in area di Arrigoni, Monaco salta in mischia e incorna angolato, Tomei vola a mano aperta e smanaccia in corner. Al 65’ Lepore crossa sul secondo palo, Mancosu tutto solo in tuffo non inquadra lo specchio. Provano il forcing i padroni di casa, ma Giordano e compagni sventano ogni tentativo. Al 76’ altra occasionissima divorata dal Lecce: cross di Ciancio, Caturano tutto solo sul secondo palo calcia sporco e Tomei respinge con il piedone. Forcing asfissiante del Lecce, il Siracusa non riesce a superare la metà campo ma senza rischiare nulla di che. Finisce così tra i fischi del “Via del Mare”.
PAGANESECASERTANA 1-1 -41' (rig.) Scarpa, 95' Pinna (CA).
RENDE-MONOPOLI 0-1 -93' Longo.
SICULA LEONZIO-RACING FONDI 2-0 -52' Bollino, 88' (rig.) D'Angelo.
TRAPANI-MATERA 1-0 -47' Evacuo.
RIPOSA REGGINA
8-4-2018 - TRENTAQUATTRESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CASERTANA-SICULA LEONZIO 1-1 -13' (rig.) Turchetta, 61' Camilleri (SI).
CATANIA-JUVE STABIA 0-0 -Giocata il 9-4-18.
COSENZA-CATANZARO 0-0 -
FIDELIS ANDRIA-AKRAGAS 1-0 -26' Colella.
MATERA-RENDE 0-1 -63' Gigliotti.
MONOPOLI-BISCEGLIE 2-0 -19' Sarao, 38' (aut.) Giron.
RACING FONDI-PAGANESE 4-5 -8' Cernigoi (PA), 30' Nolè, 40' Cesaretti (PA), 45' Nolè49' Cernigoi (PA), 49' Cesaretti (PA), 76' Mastropietro, 870 Vastola, 91' Bensaja (PA).
REGGINA-LECCE 0-1 -Reggina: Cucchietti; Laezza,  Ferrani,  Gatti; Hadziosmanovic (79’ Condemi), Giuffrida (72’ Provenzano), La Came-ra, Mezavilla (72’ Marino), Armeno; Tulissi (63' Sparacello), Bianchimano (79’ Sciamanna). A disposizione: Licastro, Turrin, Fortunato, Auriletto, Bezzicche-ri, Franchi e  Samb. Allenatore: Maurizi.
Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino, Ciancio; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (54' Legittimo); Saraniti (54' Caturano), Di Piazza (54' Dubickas). A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Magelaitis, Tabanelli, Tsonev, Gambardella, Persano e Selasi. Allenatore: Liverani.
Arbitro: Proietti di Terni.
Marcatore:
11' Mancosu.
Note: ammoniti Di Piazza, Mezavilla, Lepore,Hadziosmanovic e Caturano. Angoli: 7-2..
Commento: il Lecce vince senza brillare a Reggio Calabria, stacca il Trapani battuto a Brindisi dalla Virtus Francavilla e resta in attesa dedll'impegno del Catania nel posticipo di domani sera con la Juve Stabia. I giallorossi sfruttano un madornale errore difensivo di Gatti e si portano in vantaggio con Mancosu all'11'. Grande meritovaalportiere Perucchini (prodezza in uscita su Bianchimano), all’exama-ranto Cosenza chehadiretto
bene la difesa e al nuovo entra-to Legittimo, chehasalvato sulla lineasu tirodiCondemi
conl’estremo difensoresupe-rato. La Reggina ha anche in-vocatodue calci di rigore: il
primo per atterramentodi Bianchimano el’altroper unfallo di mano di Cosenza. Il Lecce porta a casa tre punti di vitale importanza; non è stata una bella performance quella offerta dai giallorossi ma a quaesto punto della stagione il fine giustifica i mezzi e conta solo vincere a prescindere dal modo in cui si persegue il risultato
VIRTUS FRANCAVILLA-TRAPANI 2-0 -Giocata a Brindisi: 35' Biason, 93' Madonia.
RIPOSA SIRACUSA
15-4-2018 - TRENTACINQUEESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-CATANIA  1-3 -33' Lodi (CA), 48' Curiale (CA), 50' Mazzarani (CA), 58' Pastore.
BISCEGLIE-REGGINA 1-2 -20' Sciamanna (RE), 31' Risolo, 38' Pasqualoni (RE).
CATANZARO-SIRACUSA 1-0 -23' Riggio.
JUVE STABIA-MONOPOLI 2-1 -34' Simeri, 45' Salvemini (MO), 52' Canotto.
LECCE-RACING FONDI 2-0 -Lecce: Perucchini; Lepore, Cosenza, Legittimo, Ciancio; Armellino, Arrigoni (89' Selasi), Mancosu (89' Pacilli); Costa Ferreira (89' Tabanelli); Caturano (70' Saraniti), Di Piazza (89' Dubickas). A disposizione: Chironi, Valeri, Megelaitis, Marino, T sonev, Gambar-della e Persano. Allenatore: Liverani.
Racing Fondi: Elezaj; Galasso, Polverini, Mangraviti, Paparusso; Addessi (92’  Pezone), Vastola (70’ Corticchia), De Martino, Pompei (70’ Quaini); Mastropie-tro6,Corvia (61’ Ciotola). A disposizione: Cojocaru, Ghinassi, Tommaselli, Maldini, Vasco, Stikas e Sakaj.
Allenatore: Luiso.
Arbitro: Valiante di Salerno.
Marcatori:
 28' Lepore, 86' Di Piazza.
Note: ammonito Cosenza. Angoli: 6-6.
Commento: il Lecce supera con una rete per tempo il volenteroso ma modesto Racin Fondi e conserva 4 punti di vantaggio sul Catania ed allunga sul Trapani battuto a Brindisi dalla Virtus Frabcavilla. Avvio contratto dei giallorossi che erano coscienti dell'importanza della posta in palio. La vittoria tra le mua amiche mancava al Lecce dal 4 febbraio. Gli ospiti appaiono ben disposti in campo e sfiorano kla marcatura con Polverini ma Perucchini fa buona guardia. Al primo vero tiro in porta, il Lecce sblocca il risultato con un violento sinistro a giro di Lepore che è andato a sbattere sulpalo interno e si è poi infilato
in rete.All'86', Tabanelli serve l'assist del 2-0 a Di Piazza che, di testa, supera l'estremo difensore laziale prima di lasciare il terreno di gioco al rispolverato Pacilli tornato nella lista degli ovcer per rimpiazzare l'infortunato Torromino. Il Lecce vede la B sempre più da vicino.
RENDE-CASERTANA 0-1 -68' De Rose.
SICULA LEONZIO-COSENZA 0-1 -35' DOrazio.
TRAPANI-FIDELIS ANDRIA 1-0 -4' Quinto (FI), 22' (aut.) Colella.
VIRTUS FRANCAVILLA-MATERA 2-2 -Giocata a Brindisi: 39' Anastasi, 48' Tiscione (MA), 69' (rig.) De Falco (MA), 84' Madonia.,
RIPOSA PAGANESE
22-4-2018 - TRENTASESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CASERTANA-JUVE STABIA 3-1 -60' Strefezza (JU); 75' De Vena, 94' De Rose, 97' De Vena.
CATANIA-TRAPANI 1-2 -Giocata il 23-4-18: 50' Palumbo (TR), 91' Marras (TR), 85' (RIG.) lODI.
COSENZA-RENDE 0-3 -14′ Actis Goretta, 40′ Viteritti, 74′ Gigliotti.
FIDELIS ANDRIA-MATERA 0-1 -39' Casoli.
MONOPIOLI-VIRTUS FRANCAVILLA 1-1 -69’ (rig.) Genchi, 85’ Partipilo (VI).
PAGANESE-SICULA LEONZIO 1-2 -10' Bollino (SI), 90' Lescano (SI), 92' Cernigoi.
RACING FONDI-CATANZARO 1-1 -22’ Spighi (CA), 56’ Addessi.
REGGINA-AKRAGAS 2-0 -40' Sciamanna, 79' Provenzano.
SIRACUSA-BISCEGLIE 1-1 -54' Liotti, 56' D'Ursi (BI).
RIPOSA LECCE
29-4-2018 - TRENTASETTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
AKRAGAS-RACING FONDI - -
BISCEGLIE-CASERTANA - -
JUVE STABIA-SIRACUSA - -
LECCE-PAGANESE - -
MATERA-CATANIA - -
RENDE-FIDELIS ANDRIA - -
SICULA LEONZIO-REGGINA - -
TRAPANI-MONOPOLI - -
VIRTUS FRANCAVILLA-COSENZA - -
RIPOSA CATANZARO
6-5-2018 - TRENTOTTESIMA GIORNATA
PARTITA RIS. NOTE
CASERTANA-MATERA - -
CATANIA-RENDE - -
COSENZA-TRAPANI - -
FIDELIS ANDRIA-VIRTUS  RANCAVILLA - -
MONOPOLI-LECCE - -
PAGANESE-CATANZARO - -
RACING FONDI-BISCEGLIE - -
REGGINA-JUVE STABIA - -
SIRACUSA-SICULA LEONZIO - -
RIPOSA AKRAGAS

QUADRATO A
K
R
A
G
A
S
B
I
S
C
E
G
L
I
E
C
A
S
E
R
T
A
N
A
C
A
T
A
N
I
A
C
A
T
A
N
Z
A
R
O
C
O
S
E
N
Z
A
F
I
D
E
L
I
S

A
N
D
R
I
A
J
U
V
E

S
T
A
B
I
A
L
E
C
C
E
M
A
T
E
R
A
M
O
N
O
P
O
L
I
P
A
G
A
N
E
S
E
R
A
C
I
N
G

F
O
N
D
I
R
E
G
G
I
N
A
R
E
N
D
E
S
I
C
U
L
A

L
E
O
N
Z
I
O
S
I
R
A
C
U
S
A
T
R
A
O
A
N
I
V
I
R
T
U
S

F
R
A
B
C
A
V
I
L
L
A
AKRAGAS 2-2 1-1 1-3 1-2 0-2 1-5 1-2 0-2 1-1 2-3 2-0 - 1-0 2-3 - 0-3 0-1 0-1
BISCEGLIE 2-1 - 1-1 0-2 0-0 1-1 1-0 1-2 2-1 2-1 3-1 0-2 1-2 0-0 1-1 0-1 0-3 2-1
CASERTANA 0-1 0-1 1-0 2-1 1-0 1-2 3-1 1-0 - 0-3 3-0 1-0 - 0-0 1-1 0-1 0-0 0-2
CATANIA 2-0 4-1 1-2 1-0 2-2 1-0 0-0 3-0 1-1 1-0 6-0 1-1 - - 1-2 1-0 1-2 1-0
CATANZARO 3-1 1-0 2-1 0-4 - 0-0 0-0 1-3 0-2 1-0 1-1 1-0 0-1 0-1 0-3 1-0 1-2 1-1
COSENZA 0-0 2-1 0-3 0-1 0-0 1-1 1-0 0-1 2-1 2-0 0-2 1-1 1-1 0-3 0-0 0-0 - 4-1
FIDELIS ANDRIA 1-0 0-0 1-1 0-2 - - 3-3 1-1 0-1 1-1 0-0 1-3 0-0 3-1 2-1 2-0 0-1 -
JUVE STABIA 7-0 0-2 2-2 0-1 1-1 1-2 3-0 2-3 2-0 2-1 1-1 2-0 2-1 1-0 3-1 - 1-3 1-1
LECCE 0-0 3-1 2-1 1-1 3-1 1-0 2-2 0-1 0-0 2-0 - 2-0 3-2 1-0 3-2 1-1 2-1 4-0
MATERA 1-0 2-2 1-0 - 2-1 0-0 2-1 1-1 0-1 1-1 2-1 1-0 1-1 0-1 2-0 2-0 3-3 2-1
MONOPOLI 0-0 2-0 1-1 5-0 0-2 3-1 2-0 0-2 - 2-0 1-1 1-0 1-1 0-1 1-1 1-1 0-0 1-1
PAGANESE 1-0 0-2 1-1 2-5 - 0-2 0-1 1-2 1-1 1-0 0-1 2-2 1-1 3-0 1-2 1-2 0-0 2-2
RACING FONDI 3-0 - 0-0 1-3 1-1 0-1 1-0 1-2 0-0 0-2 0-1 4-5 0-1 1-1 2-1 1-3 1-0 2-2
REGGINA 2-0 0-0 2-1 2-1 2-1 0-1 2-0 - 0-1 1-1 1-2 1-0 0-0 0-3 0-3 0-2 1-2 0-0
RENDE 2-0 1-1 0-1 0-3 2-1 0-0 - 1-1 0-1 2-0 0 11-0 3-0 1-0 1-0 0-1 0-1 0-1
SICULA LEONZIO 2-0 3-1 1-1 0-0 1-2 0-1 1-1 0-0 0-0 2-1 0-3 0-3 2-0 - - 0-0 1-0 2-2
SIRACUSA 1-0 1-1 0-1 0-1 2-1 4-2 0-0 0-0 1-3 1-2 3-0 2-3 3-0 0-0 0-1 - 2-2 1-0
TRAPANI 1-0 - 2-1 2-0 3-3 1-2 1-1 3-1 1-1 1-0 - 4-1 3-1 3-0 4-0 0-0 01-0 3-1
VIRTUS FRANCAVILLA 2-0 0-0 0-1 0-3 1-0 - 2-1 0-0 1-1 2-2 2-1 0-0 1-0 1-1 0-0 2-1 - 2-0
   
CLASSIFICA PT PARTITE GOL CASA GOL FUORI GOL
G V N P F   S V N P F   S V N P F   S
LECCE71342011351  26115130  1396221  13
CATANIA6734207758  28103329  12103429  16
TRAPANI67341910556  29115135  1485421  15
JUVE STABIA51341312947  3484531  1857416  16
MONOPOLI493413101140  3268321  1272819  20
RENDE49341471329  2873714  1274615  16
COSENZA483412121032  3257514  1675518  16
CASERTAMA473412111133  3074614  1357519  17
SIRACUSA (-4)453413101136  2865621  1775515  11
SICULA LEONZIO453411121136  3567416  1555720  20
VIRTUS FRANCAVILLA45341015933  3777216  1137717  26
MATERA (-9)433414101038  33105223  1345815  20
CATAMZARO 41351181635  4574715  2143920  24
REGGINA39349121327  3664714  1838613  18
BISCEGLIE39349121333  4365617  2037716  23
FIDELIS ANDRIA (-3)36348151134  3858418  1737716  21
PAGANESE32347111636  5536817  2445819  31
RACING FONDI2734691928  4845818  23241110  30
AKRAGAS (-5)635362618  63231215  3313143  30
Akragas e Matera pemalizzati di 9 èimti per irregolarità amministrastive, Siracusa di 5 e Fidelis Andria di 3.

CAMMINO ANDATA PA RITORNO PR PT
AKRAGAS 0 0 1 3 3 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 3 0 R12 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 - - - 12
BISCEGLIE33R01031100031310302331R00030111101001---39
CASERTANA 031R00030011031110015330R1133133031133---47
CATANIA 1033333R30033333013383013310R313133130---67
CATANZARO 30130330011030303R12400130030000130131---41
COSENZA 00110030R30133011332333311110R10313130---48
FIDELIS ANDRIA 111101R10011113003016033100R3103131310---36
JUVE STABIA 1R10330023311003113253R1013033313-0130---51
LECCE 1303333313313331R13413113331031310133R---71
MATERA3011033330R10103313281301103331R030013---50.
MONOPOLI 33133101313R00000102303311330131-03301---49
PAGANESE 031000111003001R31116000313001310013R0---32
RACING FONDI
100000103311R31103321001010000300R0001---27
REGGINA 0311310031310R01000180331111010031R033---39
RENDE 33000R13130303311002533301R33101000303---49
SICULA LEONZIO R31010001330101101119R0313311013303103---45
SIRACUSA 01333301033030R33113110031303001311R01---45
TRAPANI 3013R31301333133310351103R133331333013---67
VIRTUS FRANCAVILLA 103031331R03130030328011011011R1113311---45
 
CANNONIERI DEL LECCE RETI AUT. PRO
DI PIAZZA10-
CATURANO8-
MANCOSU7-
TORROMINO5-
SARANITI4-
COSENZA3-
ARMELLINO2-
LEPORE2-
RICCARDI2-
TSONEV2-
CIANCIO1-
COSTA FERREIRA1-
DUBICKAS1-
MARINO1-
Di Nunzio (Catanzaro)-1