4452
MIKY & GENNY

DETTAGLI SERIE A <--- JUVENTUS - 2016-17 ---> INDICE

JUVENTUS ORIENTATA A VINCERE IN ITALIA ED IN EUROPA

COPPA ITALIA

Ottavi di finale
11-1-2017 Juventus-Atalanta 4-0 - 22' Dybala, 34' Mandzukic, 72' Konko (AT), 75' (rig.) Pjanic, 81' Latte Lath (AT).
Juventus
: Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Asamoah; Rincon, Hernanes, Marchisio (46' Sturaro); Pjanic (82' Bonucci); Dybala (62' Pjaca), Mandzukic. A disposizione: Del Favero, Audero, Semprini, Khedira, Cuadrado e Higuain. Allenatore: Allegri.

Atalanta: Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Grassi (60' Latte Lath), Freuler, Spinazzola; Kurtic (46' Konko); Petagna, D'Alessandro (82' Gomez). A disposizione: Sportiello, Bassi, Gatti, Raimondi, Melegoni, Migliaccio, Pesic e Capone. Allenatore Gasperini.
Arbitro: Giacomelli di Trieste.
Note
: ammoniti Grassi, Toloi e Latte Lath.

Quarti di finale
25-1-2017 Juventus-Milan 2-1 - 10' Dybala, 21' Pjanic, 53' Bacca (MI).
Juventus
: Neto; Barzagli, Bonucci, Rugani, Asamoah; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala (67' Alex Sandro), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Audero, Del Favero, Chiellini, Hernanes, Dani Alves, Lichtsteiner, Mattiello, Pjaca, Sturaro, Rincon e Muratore. Allenatore: Allegri.

Milan: Donnarumma; Abate (64' Pasalic), C. Zapata, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Locatelli, Bertolacci (91' Honda); Suso, Bacca (80' Deulofeu), Bonaventura. A disposizione. Storari, De Sciglio, Gomez, Paletta, Vangioni, Mati Fernandez, Poli, Sosa e Lapadula. Allenatore: Montella.
Arbitro: iIrrati di Pistoia.
Note
: ammoniti Kucka, Pjanic, Mandzukic, Bonucci, Alex Sandro, Antonelli e C. Zapata.

Semifinale Andata
28-2-2017 Juventus-Napoli 3-1 - 36' Callejon (NA), 47' (rig.) Dybala, 64' Higuain, 69' (rig.) Dybala.
Juventus
: Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (46' Cuadrado), Pjanic, Khedira, Asamoah (72' Alex Sandro); Dybala (84' Pjaca), Higuain, Mandzukic. A disposizione: Buffon, Audero, Rugani, Dani Alves, Lemina, Rincon e Mandragora. Allenatore: Allegri.

Napoli: Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Rog (72' Pavoletti), Diawara, Hamsik (57' Zielinski); Callejon, Milik (61' Mertens), Insigne. A dispossizione: Sepe, Rafael, Chiriches, Maksimovic, Ghoulam, Milanese, Jorginho e Giaccherini. Allenatore: Sarri.
Arbitro: Valeri di Roma.
Note
: ammoniti Diawara, Asamoah, Milik, Lichtsteiner, Rog, Reina e Maggio.


Semifinale Ritorno
5-4-2017 Napoli-
Juventus 3-2 - 32' Higuain (JU), 53' Hamsik, 59' Higuain (JU), 61' Mertens, 66' Insigne.
Napoli:  Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (81' Allan), Diawara, Hamsik (75' Pavoletti), Callejon, Milik (60' Mertens), Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Strinic, Jorginho, Maggio, Maksimovic, Rog ed Albiol. Allenatore: Sarri.
Juventus: Neto; Dani Alves, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Rincon (70' Pjanic), Khedira; Cuadrado, Dybala (75' Barzagli), Sturaro (85' Lemina); Higuain. A disposizioen: Buffon, Audero, Chiellini, Marchisio, Lemina, Asamoah, Rugani, Lichtsteiner e Mandragora. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Banti di Livorno.
Note: aammoniti Rincon, Koulibaly, Callejon, Diawara, Insigne, Pjanic e  Dani Alves.

GLI ARTEFICI

Presidente: Andrea Agnelli.
Presidenti onorari: Franzo Grande Stevens e Giampiero Boniperti.
Vicepresidente: Pavel Nedved.
Amministratore delegato: Aldo Mazzia, Giuseppe Marotta.
Consiglio d'amministrazione
Asaia Grazioli-Venier, Camillo Venesio, Caitlin Hughes, Daniela Marilungo, Francesco Roncaglio, Giulia Buongiorno e Paolo Garimberti.
Amministratori indipendemtiEnrico Vellano e Maurizio Arrivabene.
Collegio sindacale: presidente Paolo Piccatti; sindaci effettivi Roberto Longo e Silvia Lirici; sindaci supplenti Nicoletta Parracchini e Roberto Petrignani.
Direttore digital media: Federico Palomba.
Diettore generale: Giuseppe Marotta.
Direttore comunicazione e pubbliche relazioni:
Claudio Albanese,
Direttore controllo interno: Alessandra BorellI.
Direttore finanza, pianificazionee controllo: Marco Re.
Direttore finanziario: Aldo Mazzia.
Direttore risorse umane ed organizzazione: Alessandro Sorbone.
Internal audit senior manager: Luigi Bocchio.
Responsabile gestione e controllo investimenti immobiliari: Riccardo Abrate.
Responsabile information technology
: Claudio Leonardi.
Segreteria sportiva: Francesco Gianello.
Segreterio generale: Maurizio Lombardo,
Responsabile comunicazioni corporate e media operations: Gabriella Ravizzotti,
Addetto stampa sportivo:
Luca Casassa.
Addetto stampa junior:
Cristina Demarie.
Direttore ufficio stampa: Enrica Tarchi.
Responsabile marketing, eventi e museo: Alessandro Sandiano.
Responsabile contabilità: Alberto Mignone.
Responsabile Training Check: Roberto Sassi.,
Collaboratore area tecnica: Federico Cherubini
Responsabile partenariato globale: Nicola Verdun.
Team manager: Matteo Fabris.
Direttore sportivo: Fabio Paratici.
Allenatore: Massimiliano Allegri.
Allenatore in seconda: Marco Landucci.
Allenatore portieri: Claudio Filippi.
Collaboratori tecnici: Aldo Dolcetti, Emilio Doveri, Maurizio Trombetta e Rberto Bosco.
Responsabile preparazione atletica: Simone Folletti.
Rreparazione atletico: Simone Folletti.
Preparatori atletici: Andrea Pertusio, Antonio Gualtieri e Duccio Ferrari Bravo.
Responsabile Sanitario: Andrea Causarano.
Responsabile Settore Medico: Fabrizio Tencone.
Medico sociale Prima squadra: Luca Stefanini.
Medico Sociale Settore Gioivanile: Luca Semperboni e Stefano Suraci.
Nutrizionista: Matteo Pincella.
Rieducatore massofisioterapista: Marco Luison.
Massofisioterapisti: Dario Garbiero, Emanuele Randelli, Francesco Pieralisi, Gianluca Scolaro e Maurizio Delfini.
Chiropratico: Elio Cavedoni.

Team Manager
: Matteo Fabris.

Allenatore Primavera: Fabio Grosso.
Allenatore in seconda settore g iovanile: Giuseppe Zappella.
Allenatore dei portieri settore giovanile: Stefano Raponi.
Dirigente accompagnatore settore giovanilea: Gianluca Pessotto.
Fisioterapisti settore giovanile: Diego Prodoni e Fabiano Bonati.
Preparatori atletici settore giovanile: Enrico Maffei e Stefano Cellio.
Portieri
:
Audero, Buffon, Neto.
Difensori:
Alex Sandro, Barzagli, Benatia, Bonucci, Chiellini, Dani Alves, Evra, Lichtsteiner, Rugani.

Centrocampisti
: Asamoah, Hernanes, 
Khedira, Lemina, Marchisio, Marrone
, Pjanic, Pjaca, Sturaro.
Attaccanti:
Cuadrado, Dybala, Higuain, Mndzukic.

GIO. DATA PARTITA RIS. NOTE
1 20/8/16 JUVENTUS-FIORENTINA 2-1 -37' Khedira, 70' Kalinic (FI), 75' Higuain.
2 27/8/16LAZIO-JUVENTUS0-1-66' Khedira.
3 10/9/16JUVENTUS-SASSUOLO3-1-4' e 10' Higuain, 27' Pjanic, 33' Antei (SA).
4 18/9/16INTER-JUVENTUS2-1-66' Lichtsteiner (JU), 68' Icardi, 77' Perisic.
5 21/9/16JUVENTUS-CAGLIARI4-0-14' Rugani, 33' Higuain, 39' Dani Alves, 83' (aut.) Ceppitelli.
6 24/9/16PALERMO-JUVENTUS0-1-49' (aut.) Goldaniga.
7 2/10/16EMPOLI-JUVENTUS0-3-65' Dybala, 67' e 70' Higauin.
8 15/10/16JUVENTUS-UDINESE2-1-30' Jankto (UD), 43' e 51' (rig.) Dybala.
9 22/10/16MILAN-JUVENTUS1-0-65' Locatelli.
10 26/10/16JUVENTUS-SAMPDORIA4-1-4' Mandzukic, 9' Chiellini, 57' Schick (SA), 65' Pjanic, 87' Chiellini.
11 29/10/16JUVENTUS-NAPOLI2-1-50' Bonucci, 54' Callejon (NA), 70' Higuain.
12 6/11/16CHIEVO-JUVENTUS1-2-53' Mandzukic (JU), 66' (rig.) Pellissier, 75' Pjanic (JU).
13 20/11/16JUVENTUS-PESCARA3-0-36' Khedira, 63' Mandzukic, 69' Hernanes.
14 27/11/16GENOA-JUVENTUS3-1-3' e 13' Simeone, 29' Alex Sandro, 82' Pjanic (JU).
15 3/12/16JUVENTUS-ATALANTA3-1-15' Alex Sandro, 19' Rugani, 64' Mandzukic, 82' Freuler (AT).
16 11/12/16TORINO-JUVENTUS1-3-16' Belotti, 28' ed 82' Higuain (JU), 92' Pjanic (JU).
17 18/15/16JUVENTUS-ROMA1-0-14' Higuain.
18 8/2/17CROTONE-JUVENTUS0-2-60' Mandzukic, 74' Higuain.
19 8/1/17JUVENTUS-BOLOGNA3-0-7' Higuain, 41' (rig.) Dybala, 55' Higuain.
20 15/1/17FIORENTINA-JUVENTUS2-1-37' Kalinic, 54'  Badelj, 58' Higuain (JU).
21 22/1/17JUVENTUS-LAZIO2-0-5' Dybala, 16' Higuain.
22 29/1/17SASSUOLO-JUVENTUS0-2-9' Higuain, 25' Khedira.
23 5/2/17JUVENTUS-INTER1-0-45' Cuadrado.
24 12/2/17CAGLIARI-JUVENTUS0-2-37' e 47' Higuain.
25 17/2/17JUVENTUS-PALERMO4-1-13' Marchisio, 40' Dybala, 63' Higuain, 89' Dybala, 93' Chochev (PA).
26 25/2/17JUVENTUS-EMPOLI2-0-52' (aut.) Skorupski, 65' Alex Sandro.
27 5/3/17UDINESE-JUVENTUS1-1-37' D. Zapata, 60' Bonucci (JU).
28 10/3/17JUVENTUS-MILAN2-1-30' Benatia, 43' Bacca (MI), 97' (rig.) Dybala.
29 19/3/17SAMPDORIA-JUVENTUS1-1-7' Cuadrado.
30 2/4/17NAPOLI-JUVENTUS1-1-7' Khedira (JU), 60' Hamsik.
31 8/4/17JUVENTUS-CHIEVO2-0-23' ed 84' Higuain.
32 15/4/17PESCARA-JUVENTUS0-2-22' e 43' Higuain.
33 23/4/17JUVENTUS-GENOA4-0-17' (aut.) Munoz, 18' Dybala, 41' Mandzukic, 64' Bonucci.
34 28/4/17ATALANTA-JUVENTUS--
35 7/5/17JUVENTUS-TORINO--
36 14/5/17ROMA-JUVENTUS--
37 21/5/17JUVENTUS-CROTONE--
38 28/5/17BOLOGNA-JUVENTUS--
 

20/8/16 - PRIMA GIORNATA
POSITIVO DEBUTTO IN CAMPIONATO PER I CAMPIONI D'ITALIA CONTRO L'OSTICA FIORENTINA. IL PRIMO TEMPO E' CARATTERIZZATO DALLA COSTANTE PRESSIONE BIANCONERA CON LA FIORENTINA PRONTA A CHIUDERE TUTTI GLI SPAZI. IL RISULTATO E' SBLOCCATO AL 37
' CON UN COLPO DI TESTA DI KHEDIRA. DYBALA SFIORA IL RADDOPPIO MA TATARUSANU E' ATTENTO. NELLA SECONDA FRAZIONE DI GIOCO, LA JUVENTUS CONTROLLA E, QUANDO ACCUSA UN EVIDENTE CALO FISICO, I VIOLA PRENDONO CAMNPO ED AGGUANTANO IL PAREGGIO CON KALINIC SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO. I PADRONI DI CASA NON CI STANNO E SI RIPORTANO IN VANTAGGIO COL IL NEOACQUISTO HIGUAIN ABILE A RACCOGLIERE UNA RERSPINTA DEL PORTIERE VIOLA SU CONCLUSIONE DI KHEDIRA. LA FIORENTINA CECA DI RIPRISTINARE LA PARITA' MA E' LA JUVENTUS A SFIORARE IL TRIS CON LENINA QUIALCHE ISTANTE PRIMA DEL TRIPLICE FISCHIO FINALE


JUVENTUS-FIORENTINA 2-1 (1-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira (88’ Hernanes), Lemina, Asamoah, Alex Sandro; Dybala (85' Evra), Mandzukic (66’ Higuain). A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Rugani, Lichtsteiner, Marrone, Pjanic, Zaza e Pjaca. Allenatore: Allegri.
Fiorentina: Tatarusanu; Tomovic, G. Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Vecino, Badelj (65’ C. Sanchez), Alonso; Ilicic (80’ G. Rossi), F. Chiesa (46’ Tello); Kalinic. A disposizione: Lezzerini, Dragowski, De Maio, Zarate, M. Fernandez, Diks, I. Hagi, Babacar e Milic. Allenatore: Sousa.
Arbitro
:
Massa di Imperia.
Marcatori: p. t. 37' Khedira; s. t. 25' Kalinic, 30' Higuain.
Note: ammoniti Kalinic, Vecino, Barzagli e Tomovic.


27/8/16 - SECONDA GIORNATA
LA JUVENTUS ESPUGNA L'OLIMPICO DI ROMA ED E' APUNTEGGIO PIENO DOPO DUE GIORNATE. DOPO UNA BUONA PARTENZA DELLA LAZIO, E' LA JUVENTUS A SFIORARE IL GOL ALL'8' CON DYBALAA IL CUI COLPO DI TESTA ANGOLATO E' RESPINTO DA MARCHETTI. òE SQUADRE SI DANO BATTAGLIA MA IL GIOCO RISTAGNA A CENTROCAMPO. MANCANO VERE E PROPRIE OCCASIONI DA GOL UN PO' PER L'IMPRECISIONE DEI RISPETTIVI ATTACCHI, UN PO' PER L'ABILITA' DEI RISPETTIVI DIFENSORI. DYBALA E' VIVACE MA IMPRECISO IN FASE DI COSTRUZIONE DELLA MANOVRA. PORTIERI SOSTANZIALMENTE INOPEROSI NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO CHIUSA A RETI INVIOLATE ANCHE PER MERITO DELLA LAZIO CHE HA CONCESSO POCO AL PIU' QUOTATO AVVERSARIO. LA RIPRESA SI APRE CON DUE PERFETTE CHIUSURE DIFENSIVE DI CHIELLINI. AL 50', DE VRIJ, DI TESTA, ANTICIPA MANDZUKIC. KHEDIRA NON TROVA LO SPECCHIO DELLA PORTA DA FUORI AREA. AL 56', UN TIRO CENTRALE DI MANDZUKIC CHIAMA ALLA PARATA MARCHETTI; IN SEGUITO, SINISTRO DI DYBALA FUORI D'UN SOFFIO. CINQUE MINUTI DOPO, UN TIRO CROSS DI KHEDIRA TERMINA DI POCO FUORI. AL 66', DYBALA REGALA L'ASSIST DEL VANTAGGIO BIANCONERO REALIZZATO DAL TEDESCO KHEDIRA ABILE A TRAFIGGERE MARCHETTI CON UN DIAGONALE SUL PALO LONTANO. E' APPARSO EVIDENTE, NELL'OCCASIONE, LA DISATTENZIONE DI BIGLIA CHE NON E' RIUSCITO AD INTERCETTARE IL PASSAGGIO DI DYBALA. AL 74', SI NOTA IN AVANTI LA LAZIO CON UN TIRO DEVIATO DI PATRIC CHE TEMINA DI POCO ALTO OLTRE IL MONTANTE. ALL'81', DYBALA MPTA MARCHETTI FUORI DAI PALI ED AZZARDA UNA CONCLUSIONE DALLA DISTANZA SENZA FORTUNA. DIFESA BIANCONERA ATTENTA COME BUFFON QUANDO BLOCCA A TERRA UNA CONCLUSIONE DALLA DISTANZA DI PAROLO. AL 91', BELL'AZIONE DEL CROATO PJACA CHE, DOPO AVER SALTATO RADUM LASCIA PARTIRE UN TIRO CENTRALE CHE MARCHETTI NEUTRALIZZA AGEVOLMENTE. E' L'ULTIMA EMOZIONE DI UN INCONTRO COMBATTUTO DECISO NELLA RIPRESA DA KHEDIRA CHE STA TROVANDO SEMPRE PIU' CONFIDENZA CON LA PORTA AVVERSARIA.

LAZIO-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Lazio: Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Basta (71' Djordjevic), Biglia, Parolo, Lukaku (63' Patric), Anderson, Immobile, Lulic (58' Milinkovic). A disposizione: Strakosha, Vargic, Hoedt, Wallace, Leitner, Cataldi, Murgia, Kishna e Lombardi. Allenatore: Inzaghi.
Juventus: Buffon; Benatia, Barzagli, Chiellini; Dani Alves (78' Lichtsteiner), Khedira, Lemina, Asamoah, Alex Sandro; Mandzukic (65' Higuain), Dybala (88' Pjaca). A disposizione: Neto, Audero, Evra, Rugani, Hernanes, Pjanic. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
Marcatore: s. t. 21' Khedira.
Note: ammoniti Radu, Alex Sandro e Lenina.


10/9/16 - TERZA GIORNATA
LA JUVENTUS TRAVOLGE IL SASSUOLO GRAZIE AD UNA PARTENZA CONVINCENTE CONQUISTANDO COSI' LA TERZA VITTORIA CONSECUTIVA. DOPO AVER RISCHIATO DI PASSARE IN SVANTAGGIO IN VIRTU' DELLA CONCLUSIONE DI POLITANO CHE AL 2' HA IMPEGNATO BUFFON, SI SCATENA HIGUAIN CHE, NEL GIRO DI SEI MINUTI, REALIZZA DUE RETI. LA PRIMA, AL 4', E' PROPIZIATA DA DYBALA CHE INNESCA IN RIPARTENZA IL COLLEGA DI REPARTO CHE LASCIA PARTIRE UN DIAGONALE SU CUI CONSIGLI NULLA PUO'. AL 10', RADDOIPPIO BIANCONERO GRIGGATO HIGUAIN CHE, CON UN TITO AL VOLO, TRAFIGGE L'ESTREMO DIFENSORE OSPITE. GLI OSPITI CERCANO DI REAGIRE MA E' LA JUVENTUS A SFIORARE IL TRIS CON
BONUCCI CHE, SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO, NON INQUADRA LO SPECCHIO DELLA PORTA. HIGUAIN SI CONCEDE QUALCHE GIOCATA DI FINO. AL 27', CROSS DI LUCHTSTEINER SULLA TRAVERSA, IRROMPE PJANIC CHE, DI TESTA, FA TRIS. GARA IN GHIACCIO. AL 33', RETE DEL SASSUOLO CON ANTEI; SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO BATTUTO DA POLITANO, BUFFON ESCE A
FARFALLE, LA PALLA CARAMNOLA SUL DIFENSORE CHE INSACCA. AL 37, LA CONCLUSIONE DEL TEDESCO KHEDIRA E' IMPRECISA. LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO SI CHIUDE CON QUALCHE VELLEITARIO ATTACCO BIANCONERO. LA RIPRESA INIZIA CON UNA CONCLUSIONE INSIDIOSA DI KHEDIRA PARATA DA CONSIGLI. JUVENTUS CONTINUA A AFARE LA PARTITA E CREA UNA COPPIA OCCASIONE AL 55' CON PJANIC ED ALEX SANDRO SENZA FORTUNA. ANCORA ATTACCHI BIANCONERI AL 59' CON DYBALA CHE CHIAMA ALLA PARATA CONSIGLI E CON CHIELLINI AL 60' IL CUI COLPO DI TESTA TERMINA NON DISTANTE DAL PALO. LA JUVENTUS GESTISCE IL DOPPIO VANTAGGIO ED IL SASSUOLO FATICA ACREARE GRATTACAPI A BUFFON. AL 67', CONSIGLI SALVA SU LICHTSTEINER. AL 73' PROTESTANO GLI EMILIANI PER UN TOCCO DI MANO IN AREA DI RIGORE DI CHIELLINI LA M'ARBITRO SORVOLA. AL 78', CONSIGLI E' VIGILE SU MANDZUKIC. ALL'82', PJANIC SERVE A DYBALA LA PALLA DEL 4 A 1 MA L'ARGENTINO E' ANTICIPATO DA ACERBI. ALL'87', IL SASSUOLO HA L'OCCASIONE PER RIAPRIRE LA GARA CON POLITANO CHE, DA POSIZIONE LATERALE, CONCLUDE IN PORTA MA LA PALLA NON VARCA LA LINEA IN VIRTU' DEL SALVATAGGIO DI LICHTSTEINER. AL 90', UN COLPO DI TESTA DI MISSIROLI SORVOLA LA TRAVERSA. E' PRATICAMENTE L'ULTIMA EMOZIONE DI UN INCONTRO TERMINATO CON LA VITTORIA MERITATA DEI BIANCONERI E COL SASSUOLO CHE HA COMUNQUE LOTTATO NONOSTANTE LE PESANTI DEFEZIONI DI BERARDI E DEFREL

JUVENTUS-SASSUOLO 3-1(3-0)

Juventus: Buffon; Benatia, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira (73' Hernanes), Lemina, Pjanic, Alex Sandro; Dybala (87' Pjaca), Higuain (70' Mandzukic). A disposizione: Neto, Audero, Dani Alves, Barzagli, Rugani, Evra, Asamoah e Cuadrado. Allenatore: Allegri.
Sassuolo: Consigli; Gazzola, Antei, Acerbi, Peluso; Pellegrini (57' Missiroli), Magnanelli, Duncan; Politano, Matri (57' Iemmello), Ragusa (80' Ricci). A disposizione: Pomini, Pegolo, Cannavaro, Lirola, Terranova, Letschert, Mazzitelli, Biondini ed Adjapong. Allenatore: Di Francesco.
Arbitro: Di Bello di Brindisi.
Marcatori: p. t. 4' e 10' Higuain, 27' Pjanic, 33' Antei..
Note: ammoniti Gazzola e Benatia.

18/9/16 - QUARTA GIORNATA
LA JUVENTUS RIMEDIA LA PRIMA SCONFITTA STAGIONALE IN CASA DELL'INTER E PERDE IL PRIMATO IN CLASSIFICA A SCAPITO DEL NAPOLI VITTORIOSO IERI SERA COL BOLOGNA. I RITMI ALTI IMPOSTI ALLA CONTESA DALL'INTER CONDIZIONANO E SORPRENDONO LA JUVENTUS CHE APPARE INCAPACE DI PROPORRE TRAME DI GIOCO PIACEVOLI ED INSIDIOSE PER L'ATTENTA RETROGUARDIA NERAZZURRA. NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO, LE DUE SQUADRE CERCANO LA VIA DELLA RETE CON CONCLUSIONI DALLA DISTANZA. LE DIFESE PREVALGONO SUI RISPETTIVI ATTACCHI. AL 32', KHEDIRA, DA OTTIMA POSIZIONE, AQPPOGGIA TRA LE BRACCIA DI HANDANOVIC. DUE MINUTI DOPO, E' L'INTER A SFIORARE IL VANTAGGIO COL PALO COLPITO DA ICARDI CHE SI ERA LIBERATO ALLA GRANDE DI BONUCCI. AL 36', OCCASIONE JUVENTUS! DYBALA SI LIBERA SULLA DESTRA ED APPOGGIA PER L'ACCORRENTE PJANIC CHE, DI DESTRO, SFIORA IL PALO LONTANO. AL 37', TRAVERSONE DI CANDREVA DALLA TREQUARTI  E GIRATA DI TESTA DI EDER BLOCCATA DA BUFFON. TERMINA COSI' A RETI INVIOLATE UN PRIMO TEMPO CONTRASSEGNATO DA POCHI TIRI IN PORTA E CON L'INTER ABILE A TENER TESTA AL PIU' QUOTATO AVVERSARIO. LA RIPRRSA SI APRE CON L'AMMONIZIONE COMMINATA A MEDEL PER FALLO SU ALEX SANDRO; IN REALTA', IL FALLO ERA STATO COMMESSO DA D'AMBROSIO. MOMENTO FAVOREVOLE AI PADRONI DI CASA CHE SCHIACCIANO LA JUVENTUS NELLA LORO META' CAMPO. EDER, AL 54', TENTA UNA CONCLUSIONE DAI 25 MINUTI, LA PALLA VIENE DEVIATA DA CHIELLINI, BUFFON E' SORPRESO MA LA SFERA SI PERDE SUL FONDO. AL 62', JOAO MARIO SCARICA PER ICARDI, CAMBIO DI GIOCO PER CANDREVA CHE, AL VOLO DI DESTRO, SFIORA IL PèALO LONTANO. AL 66', BIANCONERI IN VANTAGGIO CON LA RETE DI LICHTSTEINERCHE, CHE, SU CROSS DI ALEX SANDRO, ANTICIPA SANTON E BATTE L'INCOLPEVOLE HANADANOVIC. IL VANTAGGIO JUVENTINO DURA SOLO 2 MINUTI; SU CALCIO D'ANGOLO, ICARDI SVETTA TRA MANDZUKIC E BONUCCI E TRAFIGGE BUFFON. AL 70', UN CONTATTO IN AREA TRA ICARDI E CHIELLINI FA RECLAMARE AI NERAZZURRI IL CALCIO DI RIGORE, L'ARBITRO LASCIA GIOCARE. AL 77', INTER IN RETE CON PERISIC; IL VANTAGGIO INTERISTA NASCE DA UNA PALLA PERSA DA ASAMOAH, CANDREVA SERVE PALLA AD ICARDI CHE SI DECENTRA E CROSSA PER PERISIC (ENTRATO SOL9 MINUTI PRIMA) CHE DI TESTA BATTE PER LA SECONDA VOLTA BUFFON. DUE MINUTI DOPO, L'INTER SFIORA IL TRIS CON PERISIC CHE CHIAMA ALLA RESPINTA DI BUFFON COI PUGNI. ALL'80', HIGUAIN SFIORA IL PAREGGIO CON UN COLPO DI TESTA. L'INTER CONTROLLA IL PREZIOSO VANTAGGIO NON DISDEGNANDO DI GRAFFIARE IN ATTACCO. LE ULTIME DUE EMOZIONI DELL'INCONTRO SONO L'ESPULSIONE COMMINATA A BANEGA PER FALLO TATTICO SU ALEX SANDRO E LA PARATA DI HANDANOVIC CHE SBROGLIA UNA MISCHIA IN AREA NERAZZURRA OPPONENDOSI AD UN COLPO DI TESTA RAVVICINATO DI KHEDIRA. QUELLO ODIERNO E' STATO UNO STOP INATTESO CONSIDERATA LA DIFFERENTE CARATURA TECNICA DELLE DUE SQUADRE; CONTINUA IL MOMENTO NEGATIVO DELLA JUVENTUS DOPO LO SCIALBO PAREGGIO INTERNO IN CHAMPIONS LEAGUE COL SIVIGLIA

INTER-JUVENTUS 2-1 (0-0)

Inter: Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon (79' Miangue); Joao Mario, Medel (74' Felipe Melo); Candreva, Banega, Eder (69' Perisic); Icardi. A disposizione: Carrizo, Kondogbia, Palacio, Jovetic, Biabiany, Ranocchia, Gnoukouri, Nagatomo e Yao. Allenatore: De Boer.
Juventus: Buffon; Benatia (25' Barzagli), Bonucci, Chiellini (80' Pjaca); Lichtsteiner, Khedira, Asamoah, Pjanic, Alex Sandro; Mandzukic (74'  Higuain), Dybala. A disposizione: Neto, Audero, Cuadrado, Hernanes, Lemina, Dani Alves, Rugani ed Evra. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Tagliavento di Terni.
Marcatori: s. t. 21' Lichtsteiner, 23' Icardi, 33' Perisic.
Note: ammoniti Lichtsteiner, Barzagli, Asamoah, Medelo e Handanovic ; espulso Banega.

21/9/16 - QUINTA GIORNATA
AL 2', STORARI DEVIA IN ANGOLO UN DESTRO INSIDIOSO SU PUNIZIOEN DI PJANIC. E' LA JUVENTUS A FARE LA PARTITA ED IL CAGLIARI RIBATTE COLPO SU COLPO. APPARE EVIDENTE IL DISLIVELLO DI FORZE IN CAMPO. AL 14', PADRONI DI CASA IN VANTAGGIO GRAZIE ALLA RETE DI RUGANI ABILE A SFRUTTERE UNA DEVIAZIONE DI STORARI SU CONCLUSIONE DI HIGUAIN. AL 21', BELLA INIZIATIVA DEGLI ISOLANI CON BORRIELLO CHE SUPERA RUGANI ED INNESCA MURRU CHE VIENE STESO IN AREA DA LENINA; L'ARBITRO NON CONCEDE IL PENALTY PERCHE' IL LATERALE ACGLIARITANO ERA IN POSIZIOEN DI FUORIGIOCO. AL 33', LA JUVENTUS REALIZZA LA SECONDA RETE CON HIGUAIN CHE RACCOGLIE LA RESPINTA DI STORARI SU TIRO DI PJANIC. AL 36', STORARI SI OPPONE ALLA GRANDE A PJANIC CHE, AL 39',  SU CALCIO D'ANGOLO PROPIZIA LA TERZA RETE BIANCONERA REALIZZATA DA DANI ALVES. CHIUSA LA PRATICA CAGLIARI GIA' NEL PRIMO TEMPO, GRAZIA AL RASSICURANTE E COSPICUO VANTAGGIO, LA RIPRESA SI TRASFORMA IN UN COMODO ALLENAMENTO ED I RITMI CALANO NOTEVOLMENTE. LA DIFESA BIANCONERA E' ATTENTA. AL 64', UN TIRO DI DYBALA E' DEVIATO IN CORNER DA CEPPITELLI. AL 72' BALZO FELINO DI STORARI SU CALCIO DI PUNIZIOEN DI PJANIC; UN MINUTO DOPO, HERNANES, DALLA LUNGHISSIMA DISTANZA, INDUCE STORARI A DEVIA IN CORNER CON LA PUNTA DELLE DITA. ALL'83', MANDZUKIC RACCOGLIE UN TRAVERSONE DI PJANIC E, DI PRIMA INTENZIONE , LO APPOGGIA DI TESTA PER LENINA. IL TIRO DELL'ARGENTINO TROVA LA RESPINTA DI STORARI CHE NON PUO' NULLA SUL ROCAMBOLESCO TAP-IN DEL NUMERO 18 CHE TIMBRA IL CARTELLINO GRAZIE ALLA DECISIVA DEVIAZIONE DI CEPPITELLI. E' PRATICAMENTE L'ULTIMA EMOZIONE DI UN INCONTRO CHE LA JUVENTUS HA GESTITO NEL MODO MIGLIORE CON UNA CONDOTTA DI GARA INTELLIGENTE. LA VITTORIA ODIERNA CONSENTE AI CAMPIONI D'ITALIA DI RITORNARE IN VETTA ALLA CLASSIFICA GRAZIE AL PAREGGIO ESTERNO DEL NAPOLI CONTRO IL GENOA

JUVENTUS-CAGLIARI 4-0 (3-0)

Juventus: Buffon (46' Neto); Rugani, Barzagli, Chiellini; Dani Alves, Lemina, Hernanes, Pjanic, Alex Sandro; Dybala (73' Pjaca), Higuain (81' Mandzukic). A disposizioen: Audero, Bonucci, Lichtsteiner, Asamoah e Sturaro Allenatore: Allegri.
Cagliari: Storari; Bittante, Ceppitelli, Bruno Alves, Murru; Barella, Di Gennaro, Padoin; João Pedro (46' Tachtsidis); Borriello (46' Giannetti), Sau (67' Munari). A disposizione: Rafael, Salamon, Pisacane, Melchiorri, Colombo e Capuano. Allenatore: Rastelli.
Arbitro: Mariani di Aprilia.
Marcatori: p. t. 14' Rugani, 33' Higuain, 39' Dani Alves; s. t. 38' (aut.) Ceppitelli.
Note: ammoniti Di Gennaro, Bittante, Rugani e Munari.


24/9/16 - SESTA GIORNATA
LA JUVENTUS ESPUGNA PALERMO E RESTA IN VETTA ALLA CLASSIFICA. I BIANCONERI FANNO LA PARTITA MA TROVANO DIFFICOLTA' A SCARDINARE L'ATTENTA RETROGUARDIA ROSANERO. NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO, I BIANCONERI CERCANO LA VIA DELLA RETE CON HIGUAIN AL 1' (TIRO DI DESTRO ALTO), AL 10' )TIRO DEVIATO IN ANGOLO DA GONZALEZ) E CON DANI ALVES CHE AL 18' CALCIA ALLESTELLE. LA PRIMA GRANDE OCCASIONE PER LA JUVENTUS GIUNGE AL 32' CON LENINA CHE CHIAMA ALLA PARATA POSAVEC ED AL SUCCESSIVO SALVATAGGIO IN ANGOLO GOLDANIGA E GONZALEZ. AL 41', CIONEK DEVIA IN CORNER UN TIROCROSS DI KHEDIRA. GRANDE PRIMO TEMPO DEL PALERMO CHE E' RIUSCITO A LIMITARE AL MASSIMO LA CORAZZATA BIANCONERA. LA RIPRESA SI APRE COL FORTUNOSO VANTAGGIO BIANCONERO PROPIZIATO DA KHEDIRA CHE CALCIA IN PORTA E TROVA LA DEVIAZIONE DI GOLDANIGA.  LA JUVENTUS VA VICINO AL RADDOPPIO AL 65' ED AL 70' CON MANDZUKIC SULLE CUI CONCLUSIONI SI OPPONE ALLA GRANDE POSAVEC.  ALL'88', ASAMOAH RIPORTA UN INFORTUNIO LASCIANDO I SUOI IN DIECI UOMINI. GENEROSI ATTACCHI FINALI DEL PALERMO NON PRODUCONO GLI EFFETTI SPERATI. QUELLA VISTA IN TERRA SICILIANA è STATA UNA JUVENTUS ESSENZIALE, PRATICA, CINICA E POCO SPETTACOLARE; DEL RESTO, IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI

PALERMO-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Palermo: Posavec; Cionek, Goldaniga, Gonzalez; Rispoli, Gazzi, Jajalo (68' Bruno Enrique), Aleesami; Diamanti, Chochev (81' Hiljemark); Balogh (60' Nestorovski). A disposizioen: Marson, Fulignati, Vitiello, Andelkovic, Sallai, Bouy, Pezzella e Lo Faso. Allenatore: De Zerbi.
Juventus: Buffon; Rugani (31' Cuadrado), Bonucci, Barzagli; Dani Alves (85' Chiellini), Khedira, Lemina, Pjanic (68' Asamoah) Alex Sandro; Higuain, Mandzukic. A disposizione: Neto, Audero, Lichtsteiner, Evra, Hernanes, Sturaro, Pjaca e Dybala. Allenatore; Allegri.
Arbitro: Valeri di Roma.
Marcatore: s. t. 4' (aut.) Goldaniga.
Note: ammoniti Bonucci, Goldaniga, Mandzukic, Gonzalez, Dani Alves ed  Aleesami.

2/10/16 - SETTIMA GIORNATA
LA JUVENTUS ESPUGNA EMPOLI ED ALLUNGA SUL NAPOLI SCONFITTO A SORPRESA A BERGAMO. NELLA PRIMA FDERAZIONE DI GIOCO, I CAMPIONI D'ITALIA, PUR CREANDO DIVERSE OPPORTRUNITA' PROPUZIE PER FAR GOL, VENGONO BLOCCATI DA UN EMPOLI AGGRESSIVO E FORTUNATO NEL NON CAPITOLARE COME IN OCCASIONE DELLA TRAVERSA COLPITA DA KHEDIRA AL MINUTO NUMERO 8, DEL TIROCROSS DI CUADRADO DEVIATO IN CORNER DAL NUMERO UNO TOSCANO, DEL TIRO DI DYBALA BLOCCATO IN DUE TEMPI DA SKORUPSKI, DELLA CLAMOROSA RETE FALLITA DA CUADRADO CHE, SOLO DAVANTI A SKORUPSKI, SI FA IPNOTIZZARE DAL NUMERO UNO TOSCANO, DEL TIRO DI CUADRADO AL 36' BLOCCATO AGEVOLMENTE DALL'ESTREMO DIFENSORE LOCALE  E DELLA TRIPLICE OCCASIONE AVUTA AL 42' CON UNTIRO DU DTBALA MURATO, UNA CONCLUSIONE DEFILATISSIMA DI HIGUAIN SALVATA SULLA LINEA DA PASQUAL E DALLA CONCLUSIONE ALLE STELLE DI CUADRADO. PER L'EMPOLI, DA ANNOTARE SOLO LA CONCLUSIONE AL 40' DI KRUNIC CHE, DA FUORI AREA, COSTRINGE BUFFON A DEVIARE IN CORNER.  NELLA RIPRESA, LA MUSICA NON CAMBIA: BIANCONERI IN ATTACCO D EMPOLI IN DIFESA PRONTO A RIPARTIRE. AL 48', UN TIRO DI HIGUAIN E' MURATO DALLA DIFESA TOSCANA. AL 53', UN CALCIO DI PUNIZIONE DI PJANIC E' DEVIATO IN CORNER DA BELLUSCI. AL 57', UN TIRO DI KRUNIC COLPISCE BONUCCI PROVOCANDO UN CALCIO D'ANGOLO A FAVORE DELL'EMPOLI. UN MINUTO DOPO, ANNULLATO UN GOL PER FUORIGIOCO A HIGUAIN. CHE AL 63' SI FA IPNOTIZZARE DA SKORUPSKI. DUE MINUTI DOPO, ALEX SANDRO SERVE IN AREA DYBALA CHE CONTROLLA ED ESPLODE UN MANCINO CHE S'INSACCA ALLE SPALLE DI SKORUPSKI. AL 67, GLI OSPITI TROVANO IL COLPO DEL KP CON UN POTENTE MANCINO DI HIGUAIN CHE, SERVITO DA LENINA, LASCIA PARTIRE DA FUORI AREA UN TIRO SU CUI SKORUPSKI NULLA PUO'. PASSANO TRE MINUTI E  LA JUVENTUS TROVA LA RETE DEL 3-0 CON HIGUAIN CHE, APPROFITTANDO DI UN GENTILE OMAGGIOO DI ZAMBELLI, SUPERA SKORUPSKI DEPOSITANDO IL PALLONE IN FONDO AL SACCO. E' UN MONOLOGO BIANCONERO. AL 74', AZIIONE PERSONALE DI LENINA CHE ACLCIA ADDOSSO AL NUMERO UNO DELL'EMPOLI . IL RASSICURANTE VANTAGGIO FA SCEMARE I RITMI DELLA GARA CHE SI TRASFORMA IN UN ALLENAMENTO PER I BIANCONERI CHE VANNO VICINI ALLA QUARTA RETE CON PJACA ALL'85'; PROVVIDENZIALE NELL'ICCASIONE, IL VOLO DI SKORUPSKI AD EVITARE LA PRIMA RETE IN ITALIA DEL CROATO. TERMINA, DOPO DUE MINUTI DI RECUPERO, UNA GARA DOMINATA DALLA JUVENTUS A CUI E' MANCATA NEL PRIMO TEMPO
LA LUCIDITA' ED IL CINISMO CHE HA CONTRASSEGNATO LA PARTE FINALE DELL'INCONTRO

EMPOLI-JUVENTUS 0-3 (0-0)

Empoli: Skorupski; Zambelli, Cosic, Bellusci, Pasqual; Tello (67' Mchedlidze), Mauri, Croce; Krunic (73' Diousse); Pucciarelli, Maccarone (60' Marilungo). A disposizione: Pugliesi, Pelagotti, Dimarco, Veseli, Saponara, Maiello, Pereira, Buchel e Gilardino. Allenatore:
Martusciello.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Khedira (61' Lemina), Hernanes, Pjanic (82' Sturaro), Alex Sandro; Dybala (73' Pjaca), Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Lichtsteiner, Dani Alves, Evra, Pjaca e Mandzukic. Allenatore Allegri.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.
Marcatori: s. t. 20' Dybala, 22' e 25' Higuain.
Note: ammoniti Hernanes, Pasqual e Mauri.


15/10/16 - OTTAVA GIORNATA
I CAMPIONI D'ITALIA SUPERANO, IN RIMONTA, L'UDINESE E PORTANO A CINQUE LE LUBGHEZZE DI VANTAGGIO SILLA ROMA CHE SI TROVA SULLA PIAZZA D'ONORTE DOPO AVER ESPUGNATO NEL POMERIGGIO NAPèOLI. NON E' STATO AFFATTO AGEVOLE PIEGARE LA RESISTENZA DI UNA TENACE E CORIACEA UDINESE RIVITALIZZATA DAL NUOVO TECNICO DELNERI. PRIMO TEMPO EQUILIBRATO CON LA HYVENTUS INTENTA A FARE LA PARTITA E GLI OSPITI DISPOSTI A CONTROLLARE E PUNGERE SENZA ERIGERE ALCUN TIPO DI BARRICATA. I PADRONI DI CASA FATICANO A COSTRUIRE PALLE GOL E GLI OSPITI FANNO COLLEZIONE DI CORNER. AL 25', UNA CONCLUSIONE DELL'ISPIRATO DYBALA TERMINA CON UN RIMPALLO A MANDZUKIC CHE SPRECA BANALMENTE. L'UDINESE, AL 30', PASSA IN VANTAGGIO CON JANKO CHE SFRUTTA UN BANALE ERRORE DI HERNANES E SORPRENDE UN INCERTO BUFFON. LA JUVENTUS CERCA DI RIPRISTINARE SUBITO LA PARITA' E CI RIESCE AL 43' SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO DI PUNIZIONE DI DYBALA. TERMINA COSI' UN PRIMO TEMPO BEN DISPUTATO DAI FRIULIANI CON UNA JUVENTUS POCO BRILLANTE. LA RIPRESA SI APRE CON UN TIRO DI DYBALA CHE CHIAMA ALLA PARATA IN DUE TEMPI KARNEZIS. IL MOMENTO E' FAVOREVOLE ALLA JUVENTUS CHE CERCA IL RADDOPPIO E LO OTTIENER AL 51' SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIIO DI RIGORE DECRETATO DALL'ARBITRO PER FALLO DI DE PAUL SU ALEX SANDRO E TRASFORMATO DA DYBALA. AL 57', C'E' UN CONTRASTO TRA BENATIA E PERICA IN AREA JUVENTINA MA L'ARBITRO LASCIA CONTINUARE. AL 59', UN TRAVERSONE DI LICHTSTEINER PER IL TAGLIO DI ALEX SANDRO  CHE, TUTTO SOLO, SPEDISCE INCREDIBILMENTE FUORI. TRE MINUTI DOPO, UN DESTRO DI FOFANA E' BLOCCATO IN DUE TEMPI DA BUFFON. GENEROSI APPAIONO I TENTATIVI DELL'UDINESE DI RIPRISTINARE LA PARITA'. AL 72', UN'AZIONE POERSONALE DI THEREAU SI CONCLUDE CON LA DEVIAZIONE IN CORNER DI BUFFON. LA JUVENTUS PENSA A CONTENERE ARRETRANDO IL BARICENTRO E FAVORENDO L'INIZIATIVA FRIULIANA. AL 75', EVRA RISCHIA L'AUTORETE. ALL'82' TRAVERSONE DI ADNAN, SPONDA DI DANILO E BUFFON SALVA LO SPECCHIO SULL'INCORNATA DI FELIPE. E' L'ULTIMA EMOZIONE DI UNA GARA CHE, DOPO TRE MINUTI DI RECUPERO, TERMINA CON LA VITTORIA SOFFERTA DEGLI UOMINI DI ALLEGRI ALLA VIGILIA DELL'IMPEGNO EUROPEO IN TERRA FRANCESE IN CASA DEL LIONE

JUVENTUS-UDINESE 2-1 (1-1)

Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Benatia (70' Bonucci), Barzagli, Evra; Cuadrado, Lemina, Hernanes, Alex Sandro; Dybala (81' Sturaro), Mandzukic (66'  Higuain). A disposizione: Neto, Audero, Pjanic, Khedira, Marchisio, Mattiello e Kean. Allenatore: Allegri.
Udinese: Karnezis; Wague, Danilo, Felipe, Samir (46' Ali Adnan); Fofana, Kums, Jankto (75' Heurtaux); De Paul (55' Perica), D. Zapata, Thereau. A disposizione: Scuffet, Perisan, Angella, Armero, Penaranda, Matos, Lucas Evangelista e Balic. Allenatore: Delneri.
Arbitro: Gavillucci di Latina.
Marcatori: p. t. 30' Jankto, 43' Dybala; s. t. 6' (rig.) Dybala.
Note: ammoniti Wague, Perica e Hernanes.

I

22/10/16 - NONA GIORNATA
TERMINA CON LA VITTORIA DEL MILAN L'ATTESO SCONTRO DIRETTO DEL "MEAZZA" DI MILANO ED I ROSSONERI DI MONTELLA SI PORTANO A DUE PUNTI DALLA CAPOLISTA JUVENTUS. PRIUMA FRAZIONE DI GIOCO EQUILIBRATA CON LA JUVENTUS CHIAMATA A FARE LA PARTITA ED IL MILAN DISPOSTO AD AGIRE DI RIMESSA PUR SENZXA ERIGERE ALCUN TIPO DI BARRICATA. I BIANCONERI PARTONO FORTE E TENTANO LA VIA DELLA REETE CON ALEX SANDRO E DYBALA; IL MILAN, DAL CANTO SUO, IMPENSIERISCE, CON SUSO, BUFFON CHE RESPI NGE DI PUGNI. AL 33', L'ARGENTINO DYBALA ACCUSA UN RISENTIMENTO ALLA COSCIA ED E0 COSTRETTO AD ABBANDONARE IL TERRENO DI GIOCO PER FAR POSTO A CUADRADO. AL 35' ANNULLATA UNA RETE A PJANIC PER UNA PRESUNTA POSIZIONE IRREGOLARE DI BONUCCI. LA RETE, IN UN PRIMO MOMENTO, ERA STATA CONVALIDATA DA RIZZOLI MA LA DECISIONE, CHE HA SCATENATO LE PROTESTE BIANCONERE, E' STATA RIVISITATA SU SEGNALAZIONE DELL'ASSISTENTE DELL'ARBITRO A SEGUITO DELLE RIMOSTRANZE ROSSONERE. E' DI FATTO L'ULTIMA GROSSA EMOZIONE DEL PRIMO TEMPO. LA RIPRESA SI APRE CON UNA GIRATA DI HIGUAIN SUL FONDO. GLI OSPITI CERCANO DI SCARDINARE L'ATTENTA DIFESA MILANISTA CON CUADRADO AL 50' DALLA DISTANZA SENZA PERO' TROVARE LO SPECCHIO DELLA PORTA E SEMPRE COL COLOMBAINO AL 54'. MA NON E' SERATA. AL 58', UN TIRO DI HIGUAIN E' MURATO DALLA DIFESA ROSSONERA. IL MILAN CONTIENE AGEVOLMENTE I TIMIDI E POCO CONVINTI ATTACCHI BIANCONERI ED AL 65' TROVA IL GUIZZO VINCENTE COL DICIOTTENNE LOCATELLI  CHE RICEVE PALLA DA SUSO, ENTRA IN AREA E FULMINA BUFFON CON UNA ESECUZIONE DI RARA BELLEZZA SU CUI NULLA PUO' BUFFON. LA JUVENTUS FA COLLEZIONE DI CORNER E FA FATICA A RENDERSI SERIAMENTE PERICOLOSA. ALL'87', BONUCCI MANDA SOPRA LA TRAVERSA YB OAKKIBE OERVENUTOGLI DOPO UN CALCIO DA FERMO DI PJANIC. LA GARA SI CHIUDE CON UN VOLO DI DONNARUMMA CHE RESPINGE UNA CONCLUSIONE VELENOSA DI KHEDIRA. LA JUVENTUS HA FATTO TROPPO POCO PER USCIRE CON UN RISULTATO POSITIVO DA MILANO. PCCORRE ADESSO PENSARE A RECUPERARE GLI INFORTUNATI PER RIPRENDERE A MARCIARE SPEDITI VERSO LKO SCUDETTO

MILAN-JUVENTUS 1-0 (0-0)

Milan: Donnarumma; Abate, Paletta, Al. Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli (81' Gustavo Gomez), Bonaventura; Suso, Bacca (92' Lapadula), Niang (69' Poli). A disposizione: Gabriel, Plizzari, Ely, Sosa, Honda e Luiz Adriano. Allenatore: Montella.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci Benatia (75' Mandzukic); Dani Alves, Khedira, Hernanes (86' Sturaro), Pjanic, Alex Sandro; Dybala (33' Cuadrado), Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Lichtsteiner, Evra, Lemina, Marchisio e Kean. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Marcatore: s. t. 20' Locatelli.
Note: ammoniti Bonucci, Kucka, Dani Alves, Pjanic, Donnarumma e Poli.

26/10/16 - DECIMA GIORNATA
DOPO LA SCONFITTA DI MILANO, LA JUVENTUS TRAVOLGE LA SAMPDORIA CON UN ROBOANTE 4 A 1 E RIPèRENDE AD ESSERE AUTORITARIA CONFERMANDOSI CAPOLISTA SOLITARIA CON DUE PUNTI DI VANTAGGIO SULLA ROMA. PARTENZA A RAZZO DEI BIANCONERI CHE SBLOCCANO AL 4' CON MANDZUKIC (ALLA PRIMA RETE STAGIONALE) CHE SFRUTTA UN ASSIST DI CUADRADO E RADDOPPIANO AL 9' CON UN COLPO DI TESTA DI CHIELLINI SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO. I BLUCERCHIATI APPAIONO FRASTORNATI E RISCHIANO IL TRACOLLO. HIGUAIN NON E' IN SERATA. GLI OSPITI SI FANNO NOTARE A FINE PRIMO TEMPO CON BUDIMIR CHE COLPISCE UN PALO ESTERNO. NELLA RIPRESA, LA JUVENTUS ABBASSA I RITMI E LA SAMPDORIA ACCORCIA LE DISTANZE CON SCHICK CHE SFRUTTA UN ASSIST DI PRAET. I CAMPIONI D'ITALIA RISTABILISCONO LE DISTANZE AL 65' CON PJANIC PRIMA DI RIMPINGUARE IL BOTTINO CON UN COLPO DI TESTA DI CHIELLINI SERVITO DA CUADRADO

JUVENTUS-SAMPDORIA 4-1 (2-0)

Juventus: Neto; Dani Alves, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pjanic, Evra (40' Alex Sandro); Mandzukic, Higuain. A disposizione: Audero, Loria, Benatia, Hernanes, Barzagli, Rugani, Lichtsteiner, Sturaro e Kean. Allenatore: Allegri.
Sampdoria: Puggioni; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto (74' Duricic), Cigarini, Praet; Alvarez; Budimir (61' Muriel), Schick (61' Quagliarella). A disposizione: Tozzo, Amuzie, Krajnc, Pedro Pereira, Eramo, Palombo, Linetty, Fernandes e Torreira. Allenatore: Giampaolo.
Arbitro: Russo di Nola.
Marcatori: p. t. 4' Mandzukic, 9' Chiellini; s. t. 12' Schick, 20' Pjanic, 42' Chiellini.
Note: ammoniti Silvestre, Barreto e Cigarini.


29/10/16 - UNDICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS BATTE DI MISURA IL NAPOLI CONFERMANDOSI INARRESTABILE TRA LE MURA AMICHE. PRIMO TEMPO SOSTANZIALMENTE EQUILIBRATO NEL CORSO DEL QUALE LE DUE COMPAGINI SI SONO ANNULLATE. POCHISSIMI TIRI IN PORTA E PORTIERI PRATICAMENTE INOPEROSI. AD INIZIO RIPRESA, LA JUVENTUS, DOPO AVER RISCHIATO LO SVANTAGGIO AD OPERA DI MERTENS, SBLOCCA IL RISULTATO CON BONUCCI SERVITO DA ALEX SANDRO. IL VANTAGGIO DURA SOLO 4 MINUTI PERCHE' CALLEJON, SERVITO DA L. INSIGNE, TRAFIGGE BUFFON. LA GARA E' EMOZIONANTE, LE SQUADRE VOGLIONO L'INTERA POSTA IN PALIO. AL 70', CI PENSA L'EX HIGUAIN A BATTERE REINA ED A REGALARE AI BIANCONERI TRE PUNTI PESANTI IN ATESA DI CONOSCERE IL RISULTATO DELLA ROMA IMPEGNATA DOMANI AD EMPOLI

JUVENTUS-NAPOLI 2-1 (0-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini (39' Cuadrado); Lichtsteiner, Khedira, Hernanes (76' Sturaro), Pjanic (67' Marchisio), Alex Sandro; Higuain, Mandzukic. A disposizione: Neto, Audero, Dani Alves, Rugani, Evra, Benatia, Asamoah, Lemina e Kean. Allenatore: Allegri.
Napoli: Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Allan (76' Zielinski), Diawara, Hamsik (82' El Kaddouri); Callejon, Mertens, L.Insigne (61'  Giaccherini). (Rafael, Sepe, Maksimovic, Tonelli, Maggio, Strinic, Rog, Jorginho e R. Insigne. Allenatore: Sarri.
Arbitro: Rocchi di Firenze.
Marcatori: s. t. 5 Bonucci, 9' Callejon 25' Higuain.
Note: ammoniti Chiellini, Alex Sandro, L.Insigne, Hernanes e Mandzukic.


6/11/16 - DODICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS SUPERA VITTORIOSAMENTE L'INSIDIOSA E DELICATA TRASFERTA DI VERONA E RIPRENDE A MARCIARE SPEDITA RECITANDO UN RUOLO DA ASSOLUTO PROTAGONISTA. IL PRIMO TEMPO E' ALLA CAMOMILLA. DOPO UNA BUONA PARTENZA DEL CHIEVO E L'INFORTUNIO OCCORSO A BARZAGLI RIMPIAZZATO DA BONUCCI, LA JUVENTUS COSTRUISCE TRE PALLE GOL (DUE CON MANDZUKIC ED UNA CON HIGUAIN) MA NON RUESCE A SCARDINARE LA DIFESA GIALLOBLU'. IL SECONDO TEMPO E' PIU' VIVACE E SI APRE CON LA RETE DI MANDZUKIC PROPIZIATA DA CUADRADO E CON LA POSSIBILITA' DEL RADDOPPIO CAPITATA AD HIGUAIN CHE S'E' FATTO ANTICIPARE DA DAINELLI. IL CHIEVO NON CI STA E, DOPO AVER SFIORATO CON CASTRO IL PAREGGIO (BRAVO NELLA CIRCOSTANZA BUFFON), RIPRISTINA LA PARITA SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO DI RIGORE PROCURATO E TRASFORMATO DA PELLISSIER (FALLO DI LICHTSTEINER). I BIANCONERI VOGLIONO I TRE PUNTI E RIESCONO A PASSARE IN VANTAGGIO AL 75' CON UN MAGISTRALE CALCIO DI PUNIZIONE DI PJANIC. IL CHIEVO ACCUSA IL COLPO E RISCHIA DI SUBIRE LA TERZA RETE IN VIRTU' DELLE OCCASIONI CAPITATE A STURARO, CUADRADO ED ALLA PUNZIIONE DI PJANIC RESPINTA DA SORRENTINO IN CALCIO D'ANGOLO

CHIEVO-JUVENTUS 1-2 (0-0)

Chievo: Sorrentino; Izco (61' Pellissier), Spolli, Dainelli, Gobbi, Cacciatore; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (74' De Guzman); Floro Flores (84' Inglese). A disposizione: Seculin, Confente, Gamberini, Cesar, Sardo, Frey, Parigini, Bastien e Costa. Allenatore: Maran.
Juventus: Buffon; Lichtsteiner (dal 39' s.t. Dani Alves), Benatia, Barzagli (5' Bonucci), Alex Sandro; Pjanic, Hernanes, Sturaro; Cuadrado, Higuain (79' Evra), Mandzukic. A disposizione: Neto, Audero, Khedira, Marchisio, Lemina, Rugani e Kean. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Valeri di Roma.
Marcatori: s. t. 8' Mandzukic, 21' (rig.) Pellissier, 30' Pjanic.
Note: ammoniti Dainelli, Gobbi, Alex Sandro, Radovanovic, Cuadrado, Sturaro, De Guzman e Cacciatore.


20/11/16 - TREDICESIMA GIORNATA
COME DA PRONOSTICO, LA JUVENTUS SUPERA AGEVOLMENTE IL PESCAA E CONSOLIDA IL PRIMATO IN CLASSIFICA. ALLEGRI LASCIA A RIPOSO PER L'OCCASIONE ALCUNI BIG IN VISTA DELL'IMPEGNO DI MARTEDIì PROSSIMO A SIVIGLIA. AD INIZIO GARA, GLI OSPITI SONO INTRAPRENDENTI MA LA DIFESA BIANCONERA FA BUONA GUARDIA.  AL 16', UN COLPO DI TESTA DIHIGUAIN, SU CROSS DI ALEX SANDRO, SI PERDE SUL FONDO. AL 19, CI PROVA DALLA DISTANZA HERNANES SENZA PERO' CEBTRRARE LO SPECCHIO DELLA PORTA. AL 23', PESCARA PERICOLOSO CON CAPRARI CHE, LANCIATO DA CAMPAGNARO E PRESSATO DA RUGANI, SPARA ALTO. IL PESCARA, IN QUESTA FASE DI GIOCO, IMBRIGLIA I BIANCONERI CHE FATICANO A TROVARE IL GUIZZO VINCENTE. AL 36, SCAMBIO IN AREA ABRUZZESE TRA MANDZUKIC E KHEDIRA FAVORISCE IL TEDESCO CHE, D'ESTERNO, PRENDE IL TEMPO A BIZZARRI, PORTANDO IN VANTAGGIO I CAMPIONI D'ITALIA. AL 41', UN DESTRO DALLA DISTANZA DI MEMUSHAJ P' PARATO IN DUE TEMPI DA NETO. JUVENTUS, CINICA E SPIETATA, CHIUDE IN VANTAGGIO CON L'UNICO TIRO IN PORTA DI UN PRIMO TEMPO, TERMINATO DOPO UN MINUTO DI RECUPERO, DISPUTATO IN MANIERA EGREGIA DAL PESCARA. UN ERRORE DI CUADRADO FAVORISCE IL CONTROPIEDE OSPITE MA E' LO STESO COLOMBIANO A RECUPERARE. I RITMI BLANDI FAVORISCONO LE OPERAZIONI  DI CONTROLLO DEI BIANCONERI CHE AL 52' COLPISCONO UN PALO CON HIGUAIN CHE, AL 60', SI VEDE NEGATA LA GIOIA DELLA RETE DA BIZZARRI. IL RADDOPPIO E' SOLO RIMANDATODI DUE MINUTI. TRAVERSONE DI ASAMOAH, GIRATA DI TESTA DI KHEDIRA E DEVIAZIONE SOTTO POORTA DA MANDZUKIC. AL 69', HERNANES MANDA IN ARCHIVIO LA PRATICA PESCARA CON UN DESTRO POTENTE E PRECISO DA FUORI AREA. AL 77', ALTRA OCCASIONE BIANCONERA: CROSS DALLA SINISTRA DI ASAMOAH PER CUADRADO CHE CONTROLLA PER STURARO IL CUI TIRO E' RESPINTO COI PUGNI DA BIZZARRI. ALL'83', MANDZUKIC LASCIA IL CAMPO PER FAR SPAZOP AL PROMETTENTISSIMO KEAN CHE E' IL PRIMO ATLETA CLASSE 2000 AD ESORDIRE IN SERIE A. AL 90', NETO RESPINGE UNA CONCLUSIONE DELL'EX PEPE, ZUPARIC SUL RIMPALLO SUPERA IL PORTIERE MA CI PENSA EVRA A SALVARE SULLA LINEA DI PORTA NEGANDO AL PESCARA LA RETE DELLA BANDIERA CHE AVREBBE MERITATO PER L'IMPEGNO PROFISO

JUVENTUS-PESCARA 3-0 (1-0)

Juventus: Neto; Rugani, Bonucci, Evra; Lichtsteiner (25' Cuadrado), Khedira (70' Sturaro), Hernanes, Asamoah, Alex Sandro; Higuain, Mandzukic (83' Kean). A disposizione: Buffon, Audero, Chiellini, Pjanic, Marchisio e Lemina. Allenatore: Allegri.
Pescara: Bizzarri; Zampano, Zuparic, Campagnaro (46' Vitturini), Biraghi, Crescenzi; Cristante (75' Bruno), Brugman, Memushaj; Pettinari, Caprari (65' Pepe). A disposizioen: Fiorillo, Manaj, Benali, Aquilani e Muric. Allenatoire: Oddo.
Arbitro: Fabbri di Ravenna.
Marcatori: p- t. 36' Khedira; s. t. 18' Mandzukic, 24' Hernanes.
Note: ammoniti Crescenzi e Bruno.

27/11/16 - QUATTORDICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS PERDE NETTAMENTE E MERITATAMNTE IN CASA DEL GENOA E VEDE RIDURSI A QUATTRO LE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SU ROMA E MILAN. PARTENZA ALLUCINANTE DEI BIANCONERI SCESI IN CAMPO CON UNA FORMAZIONE LARGAMENTE RIMANEGGIATA A CAUSA DEI NUMEROSI INFORTUNI.IL GENOA SEMBRA INDEMONIATO E STODISCE I BIANCONERI CON UNA PARTENZA A RAZZO. LA DOPPIETTA DI SIMONE E LA TERZA RETE MATURATA IA SEGUITO DI UNA DEVIAZIONE DI ALEX SANDRO GIUNGONO NEI PRIMI 29 MINUTI. LA JUVENTUS AVREBBE TUTTO IL TEMPO DI RIMEDIARE O QUANTOMENO DI RENDERE LA VITA DURA AI GRIFONI CHE CONTROLLANO AGEVOLMEMTE SFIORANDO ANCHE LA QUARTA RETE CON SIMEONE. I BIANCONERI REALIZZANO, NEL FINALE, LA RETE DELLA BANDIERA CON UN MAGISTRALE CALCIO DI PUNIZIOONE DI PJANIC. UNA JUVE COSI' BRUTTA NON SI VEDEVA DA TANTO TEMPO. OCCORRE ADESSO LAVORARE CON UMILTA', METABOLIZZARE SENZA ECCESSIVI DRAMNMI ED ISTERISMI QUESTA BATOSTA E SPERARE NEL RECUPERO DI DYBALA E HIGUAIN CHE RAPPRESENTANO IL VALORE AGGIUNTO DEI CAMPIONI D'ITALIA

GENOA-JUVENTUS 3-1 (3-0)

Genoa: Perin; Izzo, Burdisso, Muñoz; Lazovic (67’ Edenilson), Cofie, Rincon, Laxalt; Rigoni (86’ Gakpé); Simeone, Ocampos (88’ Biraschi). A disposizione: Lamanna, Zima, Fiamozzi, Gentiletti, Ninkovic, Ntcham e Pandev. Allenatore: Juric.
Juventus: Buffon; Dani Alves, Bonucci (33’ Rugani), Benatia; Liechtsteiner (53’  Higuain), Khedira (70’ Sturaro), Hernanes, Pjanic, Alex Sandro; Cuadrado, Mandzukic. A disposizione: Audero, Neto, Chiellini, Evra,Marchisio, Asamoah e Kean. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.
Marcatori: p. t. 3' e 13' Simeone, 29' (aut.) Alex Sandro; s. t. 38' Pjanic.
Note: ammoniti Rincon, Cuadrado, Cofie, Sturaro e Biraschi.

3/12/16 - QUINDICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS INTERROMPE L'INCREDIBILE SERIE OISITIVA DELL'ATALANTA RISCATTANDO LA DEBACLE DI GENOVA E CONFERMANDOSI CAPOLISTA ED INARRESTABILE TRA LE MURA AMICHE. I PADRONI DI CASA SONO AGRESSIVI, SIN DALLE PRIME BATTUTE DI GIOCO, FANNO POSSESSO PALLA COSTRINGENDO GLI OROBICI ALLA DIFENSIVA. I BIANCONERI SBLOCCANO IL RISULTATO AL 15' CON UN' AZIONE PERSONALE DI ALEX SANDRO CHE SI ACCENTRA E DAL LIMITE PIAZZA UN SINISTRO CHE BEFFA SPORTIELLO SUL SUO PALO.LA JUVENRTUS NON E' PAGA E REALIZZA LA SECONDA RETE AL 19' CON UN COLPO DI TESTA DI RUGANI SUGLI SVILUPPIO DI UN CALCIO D'ANGOLO. AL 26', SPORTIELLO ALZA SOPRA LA TRAVERSA UNA PUNIZIONE DI PJANIC. L'ATALANTA CERCA DI RIAPRIRE LA GARA MA CHIELLINI E MANDZUKIC RIBATTONO LE CONCLUSIONI DEGLI AVANTI NERAZZURRI. TERMINA COSI', DOPO UN MINUTO DI RECUPERO,  UNA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO BEN DISPUTATA DAI BIANCONERI E CHIUSA CON UN RASSICURANTE DOPPIO VANTAGGIO.LA JUVENTUS ATTACAC AD INIZIO RIPRESA E L'ATALANTA NON CONCRETIZZA LE POTENZIALI OCCASIONI DA RETE. AL 61' LA JUVENTUS VA VICINA LLA TEERZA RETE CON MARCHISIO CHE SPARA UN DESTRO DI PRIMA INTENZIONE DAI 25 METRI, SPORTIELLO SI ALLUNGA E LA TOCCA IN ANGOLO.LA RETE DEI PADRONI DI CASA E' RIMANDATA SOLO DI TRE MINUTI ED E' REALIZZATA SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO CON UN COLPO DI TESTA DI MANDZUKIC. IL RISULTATO E' MESSO IN GHIACCIO ED IL TEMPO SCORRE CON LE SOSTITUZIONI OPERATE DAI RISPETTIVI TECNICI. GLI OSPITI RIESCONO A REALIZZARE LA RETE DELLA BANDIERA ALL'82': CROSS TESO DALLA DESTRA DI D'ALESSANDRO, FREULER CON IL PIATTO DESTRO AL VOLO NON LASCIA SCAMPO A BUFFON. L'ULTIMA OCCASIONE DELLA GARA E' DI MARCA BIANCOINERA E GIUNGE ALL'87': ALEX SANDRO CENTRA DAL FONDO, DESTRO AL VOLO DI CUADRADO, DEVIATO DA MASIELLO, SPORTIELLO RISCHIA CERCANDO DI EVITARE
L'ANGOLO MA RIESCE A CHIUDERE LO SPECCHIO SUL TAP-IN DI LEMINA.

JUVENTUS-ATALANTA 3-1 (2-0)

Juventus: Buffon; Lichststeiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (60' Lemina), Marchisio, Sturaro; Pjanic (77' Evra); Higuain, Mandzukic (74' Cuadrado). A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Asamoah, Kean e  Hernanes. Allenatore: Allegri.
Atalanta: Sportiello; Toloi, Masiello, Caldara; Conti (54' Grassi), Kessie', Spinazzola, Freuler; Kurtic (74' D'Alessandro), Petagna (54' Pesic), Gomez. A disposizione: Bassi, Mazzini, Tolói, Drame', Migliaccio, Raimondi, Bastoni e Capone. Allenatore: Gasperini.
Arbitro: Irrati di Pistoia.
Marcatori: p- t. 15' Alex Sandro, 19' Rugani; 19' Mandzukic, 37' Freuler.
Note: ammoniti Freuler, Kessie, Lichststeiner, Rugani e Sturaro.


11/12/16 - SEDICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS SEMBRA AVER IMBOCCATO LA STRADA GIUSTA SUPERANDO, IN RIMONTA, NEL DERBY IL TEMIBILE TORINO. I BIANCONERI, DOPO AVER SFIORATO IL VANTAGGIO CON MANDZUKIC A CUI DI E' OPPOSTO ALLA GRANDE HART, HANNO SUBITO LA RETE DEI GRANATA DALL'OTTIMO BELOTTI CHE HA SFRUTTATO ALLA PERFEZIONE UN ASSIST DI MASIELLO. PRONTA LA RISPOSTA BIANCONERA COL PAREGGIO REALIZZATO DA HIGUAIN SU SERVIZIO DI MANDZUKIC. LA GARA E' EQUILIBRATA, LE SQUADRE VOGLIONO SUPERARSI NELL'INTENTO DI CONSEGUIRE I TRE PUNTI. IL TORINO E' PERICOLOSO NELLA RIPRESA CON LJAJIC; INVECEM LA JUVENTUS E' CONCRETA NEL FINALE CON LE RETI DI HIGUAIN E PJANIC. UN ALTRO PASSO IN AVANTI VERSO LA CONQUISTA DEL TITOLO DI CAMPIONE D'INVERNO CHE POTREBBE ESSERE RAGGIUNTO GIA' SABATO PROSSIMO SUPERANDO NELLO SCONTRO DIRETTO LA ROMA ADESSO DISTANTE DAI BIANCONERI QUATTRO PUNTI

TORINO-JUVENTUS 1-3 (1-1)

Torino: Hart; Zappacosta, Rossettini, Castan, Barreca; Benassi (81' Boye), Valdifiori, Baselli (81' Acquah); Iago Falque (81' Martinez), Belotti, Ljajic. A disposizione: Padelli, Cucchietti, Bovo, Maxi Lopez, Gustafson, Vives, Moretti, De Silvestri ed Ajeti. Allenatore: Mihajlovic.
Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Marchisio, Sturaro (67' Lemina); Cuadrado (81' Pjanic), Higuain, Mandzukic (71' Dybala). A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Evra, Hernanes ed Asamoah. Alenatore:. Allegri.
Arbitro: Rocchi di Firenze.
Marcatori: p. t. 16' Belotti, 28' Higuain; s. t. 37' Higuain, 47' Pjanic.
Note: ammoniti Castan, Manduzkic e Rugani.


18/12/16 - DICIASSETTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS BATTE DI MISURA LA ROMA E PORTA A SETTE LE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SUI CAPITOLINI. PADRONI DI CASA ESTETICAMENTE NON BELLI A VEDERSI MA PRATICI E CONCRETI. NONA VITTORIA TRA LE NURA AMICHE GRAZIE AD UNA CONDOTTA DI GARA INTELLIGENTE. I CAMPIONI D'ITALIA, DOPO AVER SFIORATO IL VANTAGGIO CON HIGUAIN SERVITO DA MANDZUKIC, SBLOCCANO LA GARA GRAZIE AD UNA PERCUSSIONE CENTRALE NELLA DIFESA GIALLOROISSA DI HIGUAIN. GLI OSPITI CERCANO INVANO DI RIPRISTINARE LA PARITA' E VANNO VICINI AL PAREGGIO CON MANOLAS AL 41' SENZA PERO' IMPENSIERIRE BUFFON. NELLA RIPRESA, STURARO SFIORA IN DUE CIRCOSTANZE IL RADDOPPIO. KA ROMA SBATTE CONTRO IL MURO DIFENSIVO BIANCONERO E NON
 RIESCE AD EVITARE LA SCONFITTA

JUVENTUS-ROMA 1-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Lichtsteiner (68’ Barzagli), Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Marchisio, Sturaro; Pjanic (51’ Cuadrado); Mandzukic, Higuain (82’ Dybala). A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Evra, Hernanes,Lemina, Asamoah e Pjaca. Allenatore: Allegri.
Romta: Szczesny; Rudiger, Manolas (85’ Bruno Peres), Fazio, Emerson
Palmieri; De Rossi (72’ El Shaarawy), Strootman; Gerson (46’ Salah), Nainggolan, Perotti, Dzeko. A disposizione: Alisson, A. Romagnoli, Juan Jesus, Seck, Vermaelen, Mario Rui ed Iturbe. Allenatore: Spalletti.
Arbitro: Orsato di Schio.
Marcatore: p- t. 14' Higuain.
Note: ammoniti De Rossi, Dzeko, Rugani, Gerson, Alex Sandro, Nainggolan, Rudiger e Sturaro.


8/22/17 - DICIOTTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS ESPUGNA CROTONE E PORTA A SETTE LE LUNGHEZZE DI VANTAGGIIO SULLA ROMA. COME DA PRONOSTICO, SONO GLI OSPITI A FARE LA PARTITA ED IL CROTONE A CONTENERE. I RITMI BASSI ED IL TURN OVER IN VISTA DEI DIVERSI IMPEGNI RAVVICINATI IN CAMPIONATO E COPPA, AGEVOLANO LE OPERAZIONI DI CONTROLLLO DEI CALABRESI CHE HANNO IMBRIGLIATO, PER UN'ORA, LA MANOVRA BIANCONERA SENZA ERIGERE BARRICATE. I CAMPIONI D'ITALIA, NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO, ATTACCANO AL PICCOLO TROTTO E CERCANO LA VIA DELLA RETE CON DYBALA E HIGUAIN SENZA PERO' IMPENSIERIRE SERIAMENTE CORDAZ. L'OCCASIONE MIGLIORE PER LA JUVENTUS CAPITA ALLA FINE DEL PRIMO TEMPO A PJACA CHE IMPEGNA CORDAZ PRIMA DELLA CONCLUSIONE DI DYBALA RESAPNTA SULLA LINEA DALLA DIFESA LOCALE. PRIMO TEMPO CHIUSO COL MERITATO PAREGGIO CROTONESE. NELLA RIPRESA, LA JUVENTUS APPARE PIU' DETERMINATA E SBLOCCA IL RISULTATO AL 60' CON MANDZUKIC BRAVO A RACCOGLIERE UNA CORTA RESPINTA DI CORDAZ SULLA CONCLUSIONE DI ASAMOAH. PRONTA LA REAZIONE DEL CROTONE CHE VA AL TIRO CON FALCINELLI CHE CHIAMA ALLA COMODA PARATA BUFFON. LA JUVENTUS VUOLE CHIUDERE I CONTI E CI RIESCE AL 74' CON HIGUAIN CHE RACCOGLIE UN INVITANMTE ASSIST DI RINCON TRAFIGGENDO SENZA ALCUN TIPO DI PROBLEMA CORDAZ. NEL FINALE, PJANIC SFIORA IL TRIS

CROTONEJUVENTUS 0-2 (0-0)

Crotone: Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah; Capezzi, Barberis; Sampirisi (70' Acosty), Tonev (78'Trotta), Stoian; Falcinelli (84' Suljic). A disposizione: Festa, Viscovo, Dos Santos, Martella, Dussenne, Kotnik, Nalini e Simy. Allenatore: Nicola.
Juventus: uffon; Dani Alves (78' Barzagli), Rugani, Bonucci, Asamoah; Rincon, Khedira (70' Pjanic); Pjaca (89' Sturaro), Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Lichtsteiner, Benatia, Alex Sandro,Mattiello e Cuadrado. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Valeri di Roma.
Marcatori: s. t. 15' Mandzukic, 29' Higuain.
Note: ammonito Bonucci.


8/1/17 - DICIANNOVESIMA GIORNATA
MONOLOGO BIANCONERO E PRATICA BOLOGNA SBRIGATA GIA' NEL PRIMO TEMPO. AL PRIMO AFFONDO, I CAMPIONI D'ITALIA SBLOCCANO IL RISULTATO CON HIGUAIN SERVITO DA PJANIC. I BIANCONERI NON SONO PAGFHI E CONTINUANO AD ATTACCARE COSTRUENDO CON LICHTSTEINER E HIGUAIN ALTRE DUE AZIONI PER IL RADDOPPIO. IL BOLOGNA SI NOTA PER LA PRIMA VOLTA NELL'AREA BIANCONERA AL 22' CON DI FRANCESCO CHE CALCIA CENTRALE CHIAMANDO ALLA PARATA COMODA NETO. CI PROVA DOPO MARCHISIO MA MIRANTE ALZA SULLA TRAVERSA. AL 41', ASAMOAH SI PROCURA UN CALCIO DI RIGORE CHE VIENE TRASFORMATO DA DYBALA. IL RISULTATO E' IN GHIACCIO. IL BOTTINO VIENE RIMPINGUATO NELLA RIPRESA AL 55' DA HIGUAIN CHE CAPITALIZZA AL MEGLIO DI TESTA UN CROSS DI LICHTSTEINER. IL BOLOGNA E' STORDITO, NON RIESCE A CREARE GRATTACAPI ALLA DIFESA BIANCONERA. ANZI, SONO I PADRONI DI CASA A SFIORARE IL POJER IN ALTRE DUE OCCASIONI. DECIMA VITTORIA TRA LE MURA AMICHE E PRIMATO CONSOLIDATO; I BIANCONERI, CON UNA GARA IN MENO, VANTANO UN VANTAGGIO DI QUATRO PUNTI SULLA ROMA

JUVENTUS-BOLOGNA 3-0 (2-0)

Juventus: Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Asamoah; Khedira (80' Rincon),Marchisio, Sturaro; Pjanic (70' Cuadrado); Higuain (73' Mandzukic, Dybala. A disposizione: Audero, Del Favero, Semprini, Rugani, Hernanes e Pjaca. Allenatore Allegri.
Bologna: Mirante; Torosidis, Oikonomou, Maietta, Masina; Donsah, Viviani, Dzemaili (71' Pulgar); Krejci (71' Rizzo), Destro, Di Francesco ' (89' Mounier). A disposizione: Da Costa, Sarr, Kraft, Mbaye, Nagy, Ferrari, Floccari, Gastaldello ed Okwonkwo.  Allenatore: Donadoni.
Arbitro: Mariani di Aprilia.
Marcatori: p- t. 15' Alex Sandro, 19' Rugani; 19' Mandzukic, 37' Freuler.
Note: ammoniti Freuler, Kessie, Lichststeiner, Rugani e Sturaro.

15/1/17 - VENTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS RIMERDIA A FIRENZE LA QUARTA SCONFITTA STAGIONALE E VEDE RIDURSI AD UNO IL VANTAGGIO SULLA ROMA; I BIANCONERI DEVONO RECUPERARE, TRA 24 GIORNI, LA GARA DI CROTONE. PRIMO TEMPO STRADOMINATO DAI PADRONI DI CASA CHE, DOPO AVER SFIORATO IN DUE CIRCOSTANZE LA RETE DEL VANTAGGIO CON VECINO, SBLOCCANO IL RISULTATO AL 37' CON KALINIC SERVITO DA BERNARDESCHI.  I BIANCONERI RECLAMANO LA CONCESSIONE DI UN CALCIO DI RIGORE PER UN TOCCO TRA COSCIA E SPALLA DI MAXI OLIVERA CHE RESPINGE UN TIRO A COLPO SICURO DI HIGUAIN. AD INIZIO RIPRESA, I VIOLA CERCANO IL RADDOPPIO E LO OTTENGONO AL 54' CON UNA CONCLUSIONE BEFFARDA DI BADELJ INDIRIZZATA A CHIESA MA CHE SI SPEGNE ALLE SPALLE DI UN ESTERREFATTO BUFFON. I CAMPIONI D'ITALIA ACCORCIANO SUBITO LE DISTANZE CON UNA RETE DEL SOLITO HIGIAIN. GLI OSPITI HANNO DUE OCCASIUONI PER PAREGGIARE CON HIGUAIN E DYBALA CHE PECCANO DI FREDDEZZA IN FASE  REALIZZATIVA. C'E' UN ALTRO EPISODIO DUBBIO IN AREA FIORENTINA SU CUI BANTI SORVOLA: CROSS DI PJACA E TOCCO SOSPETTO DI RODRIGUEZ CON ENTAMBE LA BRACCIA MA LA POSIZIONE DELLE STESSE E LA DISTANZA RAVVICINATA FANNO PROPENDERE IL DIRETTORE DI GARA PER L'INVOLONTARIETA'. NEL FINALE, ILICIC FALLISCE LA REETE DEL 3-1.

FIORENTINA-JUVENTUS 2-1 (1-0)

Fiorentina: Tatarusanu; Sanchez, Rodriguez, Astori; Chiesa (81'Tello), Vecino, Badelj, Borja Valero (85' Ilicic), Maxi Olivera; Bernardeschi (76' Cristoforo); Kalinic. A disposizione: Lezzerini, Sportiello, De Maio, Zarate, Salcedo, Hagi, Babacar, Milic e Tomovic. Allenatore:  Paulo Sousa.
Juventus: Buffon; Barzagli (80' Mandzukic), Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Khedira, Marchisio (77' Rincon), Sturaro (60' Pjaca), Alex Sandro; Dybala, Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Pjanic, Hernanes, Asamoah e Rugani. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Banti di Livorno.
Marcatori: p. t. 37' Kalinic; s. t. 9' Badelj, 13' Higuain.
Note: ammoniti Sturaro, Vecino, Chiellini, Chiesa, Alex Sandro, Bonucci, Kalinic e Dybala.
'

22/1/17 - VENTUNESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS, ARCHIVIATA L'INCOLORE PROVA DI FIRENZE, TORNA AL SUCCESSO TRA LE MURA AMICHE CONTRO LA TEMIBILE LAZIO E CONSERVA IL PRIMATO IN CLASSIFICA. AVVIO DI GARA FULMINANTE DEI BIANCONERI CHE REALIZZANO DUE RETI IN 16 MINUTI CON DYBALA CHE E' ABILE A SFRUTTARE UNA SPONDA DI MANDZUKIC E COL SOLITO HIGUAIN CHE SFRUTTA ALLA PERFEZIOINE UN ASSIST FI CUADRADO. LA REAZIONE DEGLI OSPITI E' STERILE E STA TUTTO IN UNA CONCLUSIONE DI PATRIC TERMINATA FUORI. SONO I BIANCONERI A SFIORARE LA TERZA RETE CON BONUCCI NEL PRIMO TEMPO E NELLA RIPRESA  CON DYBALA IN DUE VIRCOSTANZE (L'ARGENTINO HA COLPITO IL PALO IN UN'OCCASIONE) E CON UN COLPO DI TESTA DI PJACA. LA JUVENTUS PORTA COSI' A CXASA UNA VITTORIA PREZIOSA CONTRO UNA LAZIO, MAI IN PARTITA, CHE NON HA MAI IMPENSIERITO BUFFON


JUVENTUS-LAZIO 2-0 (2-0)

Juventus: Buffon; Lichtsteiner (75' Barzagli), Bonucci, Chiellini, Asamoah; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala (81' Rincon), Mandzukic; Higuain (87' Pjaca). A disposizione: Neto, Audero, Hernanes, Dani Alves e Rugani. Allenatore: Allegri.
Lazio: Marchetti; Patric, De Vrij, Wallace, Radu (60' Lukaku); Parolo, Biglia (60' Djordjevic), Milinkovic; Lombardi (66' Murgia), Imobile, Anderson. A disposizione: Strakosha, Vargic, Hoedt, Bastos, Luis Alberto, Leitner e Vinicius. Allenatore: Inzaghi.
Arbitro: Massa di Imperia.
Marcatori: p- t. 5' Dybala, 16' Higuain.
Note: ammoniti Radu, Immobile e Parolo.


29/1/17 - VENTIDUESIMA GIORNATA
GIOCATA A REGGIO EMILIA
I CAMPIONI D'ITALIA SBRIGANO LA PRATICA SASSUOLO NEL PRIMO TEMPO ED PORTANO A QUATTROI LE LUNGHEZZE DI VAMNTAGGIO SULLA ROMA SCONFITTA IN CASA DELLA SAMPDORIA. AVVIO FULMINEO DEI BIANCONERI CHE REALIZZANO DUE RETI IN MENO DI MEZZORA CON HIGUAIN SERVITO DA ALEX SANDRO E CON KHEDIRA SERVITO DA DYBALA. LA JUVENTUS GESTISCE BENE IL DOPPIO VANTAGGIO CONCEDENDO POCHISSIMO AGLI EMILIANI CHE FATICANO A COSTRUIRE PALE GOL DI UNA CERTA PERICOLOSITA'. NELLA RIPRESA, I BIANCONERI SFIORANO LA TERZA RETE CON BONUCCI, DYBALA E HIGUAIN. PER IL SASSUOLO SOLO UNA DOPIA OCCASIONE OCCORSA A POLITANO E MATRI NELLE STESSA AZIONE

SASSUOLOJUVENTUS 0-2 (0-2)

Sassuolo: Consigli; Antei, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Pellegrini (58' Duncan), Aquilani, Mazzitelli (59' Defrel); Berardi, Matri (75' Ragusa), Politano. A disposizione: Pomini, Pegolo, Iemmello, Sensi, Gazzola, Terranova, Ricci, Dell'Orco e Letschert Allenatore: Di Francesco.
Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (83' Rincon), Dybala (78' Pjaca), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Dani Alves, Rugani, Barzagli, Asamoah, Marchisio, Hernanes, Sturaro e Mattiello. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Doveri di Roma.
Marcatori: p. t. 9' Higuain, 25' Khedira.
Note: ammoniti Politano, Mazzitelli e Pjanic.


5/2/17 - VENTITREESIMA GIORNATA
AVVIO DI GARA CONTRASSEGNATO DA UN'OCCASIONE PER I PADRONI DI CASA: CROSS DAL FOINDO DI LICHTSTEINER, SPONDA DI MANDZUKIC PER DYBALA CHE CHIAMA HANDANOVIC ALLA RESPINTA COI PUGNI. C'E' UNA LIEVE SUPREMAZIA TERRITORIALE BAINCONERA MA L'INTER NON STA A GUARDARE E NON SI FA SCHIACCIARE. ALL'11', UN SINISTRO A GIRO DI DYBALA SI STAMPA SULLA TRAVERSA. LE SQUADRE SBAGLIANO MOLTI PASSAGGI E LO SPETTACOLO NE RISENTE; SI VIAGGIA SUL SORTTILE FILO DELL'EQUILIBRIO. AL 21', L'INTER PROVA A FARE MALE CON ICARDI CHE CONTROLLA PER JOAO MARIO CHE LASCIA PARTIRE UN RASOTERRA DAL LIMITE CHE TERMINA A FIL DI PALO. AL 27', UN CROSS DALLA SINISTRA DI PERISIC PER GAGLIARDINI E' NEUTRALIZZATO SENZA PROBLEMI DA BUFFON. AL 36', SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO BATTUTO DA JOAO MARIO, PERISIC DI TESTA IMPEGNA BUFFON. UN MINUTO DOPO, UN TRAVERSONE DI CUADRADO NON TROVA PRONTO MANDZUKIC ALLA BATTUTA A RETE. AL 38', ANCORA INTER PERICOLOSA CON ICARDI CHE TOCCA D'ESTERNO MA LA PALLA FINISCE DI POCO A LATO. AL 43', UNA PUNIZIONE DI PJANIC E' DEVIATA SULLA TRAVERSA DA HANDANOVIC. AL 45', LA JUVENTUS SBLOCCA IL RISULTATO CON UNA GRAN BELLA CONCLUSIONE DALLA DISTANZA DI CUADRADO ALLA SUA PRIMA RETE STAGIONALE. AL 52', GRAN FILTRANTE DI HIGUAIN PER PJANIC MA HANDANOVI RIESCE A SALVCARE LO SPECCHIO. E' L'INTER A FARE LA PARTITA MA LA DIFESA BIANCONERA E0 GRANITICA E CONCEDE SOLO QUALCHE TIRO DALLA DISTANZA AGLI AVANTI NERAZZURRI; BUFFON SI LIMITA ALL'ORDINARIA AMMINISTRAZIONE. AL 76', I BIANCONERI SFIORANO IL VANTAGGIIO CON HIGUAIN CHE,  SERVITO DA DYBALA, LASCIA PARTIRE UN DESTRO RESPINTO DA HANDANOVIC CHE ALL'86' S'OPPONE AD UN COLPO DI TESTA DI MANDZUKIC. UN MINUTO DOPO, KONDOGBIA ALLARGA PER PERISIC IL CUI CROSS BASSO E' AGGUANTATO DA BUFFON. L'ULTIMA EMOZIONE DELL'IONCONTRO LA REGALA PERISIC AL 94' CHE SIU FA ESPELLERE PER QUALCHE PAROLA DI TROPPO ALL'ARBITRO. LA JUVENTUS SI CONFERMA INARRESTABILE TRA LE MURA AMICHE.

JUVENTUS-INTER 1-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Lichtsteiner (80’ Dani Alves), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (71’ Marchisio), Dybala(84’ Rugani) Mandzukic. A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Asamoah, Sturaro, Rincon, Mandragora e Pjaca. Allenatore: Allegri.
Inter: Handanovic; Murillo, Medel, Miranda; Candreva (58’ Eder), Gagliardini, Brozovic (58’ Kondogbia), D’Ambrosio; Joao Mario (69’ Palacio), Perisic; Icardi. A disposizione: Carrizo, Andreolli, Ansaldi, Santon, Nagatomo, Biabiany, Banega, Gabigol e Pinamonti. Allenatore: Pioli.
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Marcatore: p- t. 45' Cuadrado.
Note: ammoniti Candreva, Pjanic, Medel, Mandzukic, Cuadrado, Khedira, Chiellini e Handanovic; espulso Perisic.


12/2/17 - VENTIQUATTRESIMA GIORNATA
GRAZIE AD UNA DOPPIETTA DEL SOLITO HIGUAIN, LA JUVENTUS ESPUGNA CAGLIARI E RIPRISTINA LE SETTE LUNGHEZZE DI VANTAGGIOO SULLA ROMA. IL CAGLIARI FA LA SUA ONESTA GARA AGGREDENDO I BIANCONERI CHE, DOPO AVER CERCATO LA VIA DELLA RETE CON MABDZUKIC E DYBALA, LA OTTENGONO AL 37' CON HIGUAIN CHE SCATTA SUL FILO DEL FUORIGIOCO RACCOGLIENDO E CAPITALIZZANDO AL MEGLIUO UN FILTRANTE DI MARCHISIO. KA RIPRESA SI APRE COL RADDOPPIO DEI BIANCONERI: ASSIST DI DYBALA PER HIGUAIN CHE NON PERDONA. IL CAGLIARI, NONOSTANTE L'ESPULSIONE DI BARELLA VA VICINO ALLA RETE AL 72' CON UN TIRO DAI 25 METRI DI PISACANE CHE IMPEGNA SEVERAMENTE BUFFON. I BIANCONERI SFIORANO LA TERZA RETE CON DYBALA AL 72', AL 77', UN CALCIO DI PUNIZIONE DI BRUNO ALVES SI SPEGNE DI POCO A LATO CON BUFFON IMMOBILE. AL 91', MANDZUKIC COLPISCE LA TRAVERSA E, SULLA RIBATTUTA, RAFAEL E' STREPITOSO SU DYBALA

CAGLIARI-JUVENTUS 0-2 (0-1)

Cagliari: Rafael; Pisacane (82' Padoin sv), Bruno Alves, Capuano, Murru; Isla, Di Gennaro, Dessena (62' Ionita); Barella; Borriello (75' Ibarbo), Sau. A disposizione: Colombo, Crosta, Gabriel, Miangue, Salamon, Deiola e Tachtsidis. Allenatore: Rastelli.
Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini (38' Rugani), Alex Sandro; Khedira, Marchisio (67' Pjanic); Cuadrado, Dybala (92' Lemina), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Dani Alves, Benatia, Asamoah, Sturaro, Rincon e Pjaca. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Calvarese di Teramo.
Marcatori: p. t. 37' Higuain; s. t. 2' Higuain.
Note: ammoniti Lichtsteiner, Chiellini, Marchisio, Cuadrado, Isla, Di Gennaro e MandzukicM espulso Barella..


17/2/17 - VENTICINQUESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS SI CONFERMA INARRESTABILE TRALE MURA AMICHE, TRAVOLGE IL MODESTO PALERMO CON DUE RETI PER TEMPO E RESTA PRIMA IN CLASSIFICA CON SETTE PUNTI DI VANTAGGIO SULLA ROMA. TRASCINATA DALLA FANTASIA E DALL'ESTRO DI DYBALA, DALLA CONCRETEZZA SOTTO PORTA DI HIGUAIN E DALLA SOLIDITA' DIFENSIVA, PER LA JUVENTUS E' STATO UN GIOCO DA RAGAZZI PIEGARE I ROSANERO DI LOPEZ. IL PALO ESTERNO COLPITO SU CALCIO DI PUNIZIONE DA DYBALA AL 4' PRECEDE IL VANTAGGIO BIANCONERO AL 13' PROPIZIATO DA HIGUAIN CHIUSO DA POSAVEC CHE NULLA PUO' SULLA RIBATTUTA A COLPO SICURO DI MARCHISIO. LA REAZIONE DEGLI OSPITI NON SI FA ATTENDERE E GIUNGE AL 15' CON UNA CONCLUSIONE DA POSIZIONE DEFILATA DI NESTOROVSKI CHE CHIAMA BUFFON ALLA RESPINTA CON UNA NON FACILE PARATA A TERRA. DUE MINUTI DOPO, I CAMPIONI D'ITALIA SFIORANO IL RADDOPPIO CON KHEDIRA CHE SUPERA POSAVEC MA ALEESAMI SPAZZA VIA. LA JUVENTUS CONTINUA AD ATTACCARE E TROVA IL RADDOIPPIO AL 40' CON UN MAGISTRALE CALCIO DI PUNIZIONE DELL'EX DI GIORNATA DYBALA CHE NON ESULTA. E' UN MONOLOGO BIANCONERO. DYBALA SERVE UNA PALLA FILTRANTE PER HIGUAIN AL 63' E PER POSAVEC NON C'E' SCAMPO. CUADRADO SFIORA IL POKER CHE E' SOLO RINVIATO ALL'89' GRAZIE A DYBALA CHE SFRUTTA UN ASSIST DEL COLLEGA DI REPARTO HIGUAIN. LA GARA SI CHIUDE CON LA RETE DELLA BANDIERA REALIZZATA, SUGLI SVILUPPI DEL CALCIO D'ANGOLO DI DIAMANTI,  DA CHOCHEV. SI E' TRATTATO DI UN BUON ALLENAMENTO IN VISTA DELL'IMPEGNATIVA TRASFERTA IN PROGRAMMA MERCOLEDI' PROSSIMO AD OPORTO

JUVENTUS-PALERMO 4-1 (2-0)

Juventus: Buffon; Dani Alves, Benatia, Bonucci, Asamoah; Khedira (46' Lemina), Marchisio (75' Rincon); Pjaca, Dybala, Sturaro (70' Cuadrado); Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Pjanic, Alex Sandro, Rugani, Lichtsteiner e Kean. Allenatore: Allegri.
Palermo: Posavec; Rispoli, Goldaniga, Andelkovic, Aleesami; Jajalo (51' Sunjic), Bruno Henrique, Chochev; Sallai (71' Embalo) , Nestorovski, Balogh (82'Diamanti). A disposizione: Marson, Breza, Vitiello, Trajkovski, Gonzalez, Gazzi, Cionek r Morganella. Allenatore: Lopez.
Arbitro: Di Bello di Brindisi.
Marcatori: p- t. 13' Marchisio, 40' Dybala; s. t. 18' Higuain, 44' Dybala, 48' Chochev.
Note: ammoniti Gioldaniga e Marchisio.

25/2/17 - VENTISEIESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS SUPERA, NELLA RIPRESA, L'EMPOLI E SI CONFERMA IANRRESTABILE TRA LE MURA AMICHE. NEL PRIMO TEMPOI, I CAMPIONI D'ITALIA FATICANO A TROVARE IL GUIZZO VINCENTE GRAZIE ALLA SOLIDITA' DIFENSIVA DEI TOSCANI CHE, PUR CONCEDENDO CINQUE OPPORTUNITA' PROPIZIE AI BIANCONERI, VANNO AL RIPOSO SULLO 0-0. CI PROVANO HIGUAIN, MANDZUKIC (IN TRE CIRCOSTAMZE) E PJANIC SENZA PERO' TROVARE LA PORTA. CLAMOROSA E' STATA UNA DELLE TRE OCCASIONI OCCORSE A MANDZUKIC. NELLA RIPRESA, NETO PARA UNA CONCLUSIONE DI MAURI. POI, LA JUVENTUS E' CONCRETA E CAPITALIZZA LA SUA INDISCUTIBILE SUPERIORITA' CON REALIZZANDO DUE RETI. LA PRIMA GIUNGE AL 52' ED E' PROPIZIATA DA CUADRADO CHE PENNELLA UN CROSS OER LA TESTA DI MANDZUKIC CHE INSACCA CON LA COMPLICITA' DEL PORTIERE TOSCANO CHE DEVIA LA SFERA IN PORTA. AL 65', LA JUVENTUS PERVIENE AL RADDOPPIO CON UNA GIRATA AL VOLO DI ALEX SANDRO BRAVO A SRUTTARE UN ASSIST DI DANI ALVES. L'EMPOLI ACCUSA IL COLPO E RISCHIA, NEL FINALE, DI SUBIRA LA TERZA RETE AD OOPERA DI DYBALA

JUVENTUS-EMPOLI 2-0 (0-0)

Juventus: Neto; Dani Alves, Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado (85' Pjaca), Marchisio (79' Rincon), Pjanic, Sturaro (74' Dybala); Higuain, Mandzukic. A disposizione: Buffon, Audero, Lichtsteiner, Benatia, Barzagli, Chiellini, Asamoah e Lemina. Allenatore: Allegri.
Empoli: Skorupski; Laurini (70' Veseli), Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Diousse, Mauri (77' Buchel); El Kaddouri; Pucciarelli, Marilungo (70' Thiam). A disposizione: Pelagotti; Zambelli, Dimarco, Maccarone, Croce, Zajc, Barba, Cosic e Tello. Allenatore: Martusciello.
Arbitro: Mariani di Aprilia.
Marcatoris. t. 7' (aut.) Skorupski, 20' Alex Sandro.
Note: ammonito Bellusci.


5/3/17 - VENTISETTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS PORTA AD OTTO LE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA E GUARDA CON MODERATA FIDUCIA ALL'IMMEDIATO FUTURO. I BIANCONERI TOERNANO A PAREGGIARE DOPO UN ANNO E LO FANNO AL CULMINE DI UNA PRESTAZIONE SCADENTE ED INDUBBIAMENTE A L DI SOTTO DEI LORO STANDARD ABITUALI. E' L'UDINESE A FARE LA PARTITA E AD  IMPORRE L'AGGRESSIVITA' E L'INTRAPRENDENZA NECESSARI AD UNA SQUADRA DI CARATURA INFERIORE. IL VANTAGGIO FRIULIANO, MATURATO GRAZIE AD UNA BELLA SGROPPATA SULLA FASCIA DI D. ZAPATA ABILE A SALTRARE BONUCCIU E CONCLUDERE A RETE, E' LA NATUREALE CONSEGUENZA DELLA PRESSIONE ESERCITATA DAI PADRONI DI CASA. LA JUVENTUYS CERCA, NELLA RIPRESA, DI SALVARE LA FACCIA E RICORDA DI ESSERE CAPOLISTA ED IN POSSESSO DI UN POTENZIALE DI PRIMISASIMA FASCIA. AL 60', I CAMPIONI D'ITALIA PEWRVENGONO AL PAREGGIO GRAZIE AD UN COLPO DI TESTA DI BONUCCI ABILE A SFRUTTARE UN CALCIO D'ANGOLO DI DYBALA. IL PAREGGIO NON SCUOTE PIU' DI TANTO LA JUVENTUS CHE CONTINUA A SOFFRIRE L'ORGANIZZAZIONE FRIULIANA PUR CON CONCEDENDO PALLE GOL CLAMORISE

UDINESE-JUVENTUS 1-1 (1-0)

Udinese: Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; De Paul (74' Angella), Fofana (39' Badu), Hallfredsson, Jankto; Zapata, Perica (84' Matos). A disposiziibe Scuffet, Perisan, Ali Adnan, G. Silva, Heurtaux, Kums, Balic e Ewandro. Allenatore: Delneri.
Juventus: Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini (55' Benatia), Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (72' Pjaca.), Dybala (86' Rincon), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Barzagli, Rugani, Lichtsteiner, Marchisio ed Asamoah. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Damato di Barletta.
Marcatori: p. t. 37' D. Zapata; s. t. 15' Bonucci.
Note: ammoniti Jankto, Hallfredsson, Cuadrado e Pjaca. 
L
10/3/17 - VENTOTTESIMA GIORNATA
KA JUVENTUS SBATTE CONTRO DONNARUMMA E RIESCE A SUPERARE IL MILAN SOLO AL 97' CON UN CALCIO DI RIGORE GENEROSO DECRETATO DAL DIRETTORE DI GARA PER FALLO DI MANO DI DE SCIGLIO. PRIMA OCCASIONE PER I BIANCONERI AL 2': TRAVERSONE DI DANI ALVES, ROMAGNOLI LA SFIORA DI TESTA, PJACA CONTROLLA IN AREA E DI DESTRO IMPEGNA DONNARUMMA, POI ZAPATA DEVIA SOPRA LA TRAVERSA IL TAP-IN DI KHEDIRA. I PADRONI DI CASA ATTACCANO SENZA SOLUZIONE DICONTINUITA' E, DOPO UNA PERCUSSIONE CENTRALE DI DYBALA, VANNO ALLA CONCLUSIONE CON PJACA CHE SFIORA IL PALO LONTANO. DUE MINUTI DOPO, DONNARUMMA DEVIA IN ANGOLO UNA CONCLUSIONE AL VOLO DI SINISTRO DI DYBALA. AL 23', DONNARUMMA SI OPPONE ALLA GRANDE AD UNA CONCLUSIONE DI HIGUAIN. AL 30', JUVENTUS IN VANTAGGIO: DANI ALVES SCODELLA IN AREA PER BENATIA CHE, SCATTATO SUL FILO DEL FUORIGIOCO, CONTROLLA DI PETTO E CON UN DESTRO POTENTE INFILA DONNARUMMA. I RITMI SONO MENO FRENBETICI E LA JUVENTUS CONTROLLA SENZA PROBLEMI. AL 43', A SORPRESA, IL MILAN RAGGIUNGE IL PAREGGIO: ACCELERAZIONE DI DEULOFEU, PALLA IN AREA A BACCA CHE CON UN TOCCO D'ESTERNO LA METTE ALLE SPALLE DI BUFFON. TERMINA IN PARITA', DOPO UN MINUTO DI RECUPERO UN PRIMO TEMPO DOMINATO DAI BIANCONERI CHE HANNO SPRECATO TROPPO E SUBITO LA RETE DEL PAREGGIO DA UN MILAN SORNIONE E CINICO. AL 49', PUNIZIONE DI PJANIC, DONNARUMMA, IN TUFFO, SALVA LO SPECCHIO. AL 51, PJACA PORTA SCOMPIGLIO IN AREA ROSSONERA, DONNARUMMA SALVA SU KHEDIRA, DE SCIGLIO ALLONTANA IL PERICOLO. AL 57', DE SCIGLIO MANCA L'INTERVENTO, PJACA LIBERO IN AREA SPEDISCE A LATO DA OTTIMA POSIZIONE. AL 60', DONNARUMMA SALVATO DALLA TRAVERSA SU PJANIC. AL 71', DOPPIO INTERVENTO DI DONNARUMMA CHE CHIUDE LO SPECCHIO A KHEDIRA E NEGA IL GOL ANCHE SULLA SUCCESSIVA CONCLUSIONE DI HIGUAIN.
I RITMI DELLA JUVENTUS SONO MENO FRENETICI ED IL MILAN CERCA DI GRAFFIARE IN ATTACCO MA NON SI VERIFICA L'EPISODIO ATTESO NE DALL'UNA NE DALL'ALTRA PARTE. AL 92', IL MILAN RESTA IN DIECI UOMINI A CAUSA DELL'ESPULSIONE COMMINATA A SOSA. OER SOMMA DI AMMONIZIONI. AL 94', DONNARUMMA SI OPPONE ALLA GRANDE AD UN COLPO DI TESTA DI HIGUAIN. AL 97', LA JUVENTUS REALIZZA DAL DISCHETTO LA RETE DELLA VITTORIA CONFERMANDO DI ESSERE SPIETATA TRA LE MURA AMICHE

JUVENTUS-MILAN 2-1 (1-1)

Juventus: Buffon; Barzagli (46' Lichtsteiner), Bonucci, Benatia (78' Rugani), Asamoah; Khedira, Pjanic; Dani Alves, Dybala, Pjaca (89' Kean); Higuain. A disposizioneNeto, Audero, Alex Sandro, Marchisio, Lemina e Rincon. Allenatore Allegri.
Milan: Donnarumma; C. Zapata, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Pasalic (70'  Poli), Sosa, Bertolacci; Deulofeu, Bacca (54' Kucka), Ocampos (90' Vangioni). A disposizione: Storari, Plizzari, Antonelli, Calabria, Gomez, Mati Fernandez, Lapadula e Suso. Allenatore: Montella.
Arbitro: Massa di Imperia.
Marcatori- p. t. 30' Benatia, 43' Bacca; s. t. 52' (rig.) Dybala.
Note: ammoniti Pasalic, Benatia, Ocampos, Pjanic, Khedira, Deulofeu e Romagnoili; espulso Sosa


19/3/17 - VENTINOVESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS VINCE DI MISURA IN CASA DELL'OSTICA SAMPDORIA E NABTIEBE LE OTTO LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA.  LA SAMPDORIA VA ALLA CONCLUSIONE AL 5' CON QUAGLIARELLA MA LA SUA CONCLUSIONE TERMINA DI POCO A LATO. DUE MINUTI DOPO, CROSS DI ASAMOAH PER CUADRADO CHE ANTICIPA REGINI E BATTE PUGGIONI. I BIANCONERI CONTINUANO AD ATTACCARE ED HANNO TRE OCCASIONI PER RADDOPPIARE MA LA SAMPDORIA NON CROLLA. AL 15', PUGGIONI EVITA L'AUTORETE DI TORREIRA E POI HIGUAIN NEGA LA GIUOIA DELLA RETE AL COLLEGA DI REPARTO MANDZUJIC RESPINGENDO A POCHI PASSI DALLA LINEA DI PORTA IL TIRO A BOTTA SICURA DEL CROATO. E' SEMPRE HIGUAIN AD IMPEGNARE PUGGIONI AL 18' ED AL 44'. DA SEGNALARE, òìINFORETUNIO OCCORSO A DYBALA COSTRETTO AD ABBANDONARE ANZITEMPO IL TERRENO DI GIOCO PER FAR POSTO A PJACA. NEL SECONDO TEMPO, LA SAMPDORIA APPARE PIU' DETERMINATA E LA JUVENTUSA BADA A CONTROLLARE NON RIUSCEBDO AD ARRIVARE NAI ALLA CONCLUSIONE. GLI ATTACCHI DEI BLUCERCHIATI SONO POCO INCISIVI E NON RIESCONO A RAGGIUNGEREE IL PAREGGIO

SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1 (0-1)

Samodoria: Puggioni; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira (63' Prate dal), Linetty; Fernandes (53' Schick, 75' Djuricic); Quagliarella, Muriel A disposizione: Krapikas, Falcone, Simic, Dodò, Alvarez, Palombo, Pavlovic, Bereszynsku e Budimir Allenatore: Giampaolo.
Juventus: Buffon; Dani Alves, Rugani, Barzagli, Asamoah; Khedira, Pjanic; Cuadrado (73' Lemina), Dybala (28' Pjaça), Mandzukic; Higuain (85' Lichtsteiner). A disposizione: Neto, Audero, Chiellini, Marchisio, Sandro, Bonucci, Sturaro, Rincon e Kean. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Tagliavento di Terni.
Marcatore: p. t. 7' Cuadrado.
Note: ammoniti Regini e Dani Alves.


2/4/17 - TRENTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS ESCE INDENNE DAL "SAN PAOLO" DI NAPOLI AL CULMINE DI UNA GARA SOFFERTA. I BIANCONERI HANNO IL MERITO E LA FORTUNA DI PASSARE IN VANTAGGIO AL 7' CON KHEDIRA BRAVO A CHIUDERE UNO SCAMBIO CON PJANIC. DA QUEL MOMENTO, E' IL NAPOLI A FARE LA PARTITA E SFIIORA IL APREGGIO IN DIVERSE CIRCOSTANZE CON HASIK ED INSIGNE. NELLA RIPRESA, I PARTENOPEI OTTENGONO IL MERITATO GOL CHE RIPRISTINA LA PARITA' GRAZIE A HAMSIK CHE SFRUTTA UN PASSAGGIO DI MERTENS. E' QUEST'ULTIMO A SFIORARE  LA RETE DEL SUCCESSO. A SORRIDERE E' LA ROMA CHE ALLUNGA SUI PARTENOPEI E RIDUCE A SEI LE LUNGHEZZE DI SVANTAGGIO DALLA JUVENTUS

NAPOLI-JUVENTUS 1-1 (0-1)

Napoli: Rafael; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic (79' Ghoulam), Allan (68' Zielinski), Jorginho, Hamsik (75' Rog); Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Sepe, Reina, Giaccherini, Maggio, Maksimovic, Chiriches, Pavoletti, Diawara e Milik. Allenatore: Sarri.
Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Marchisio (79' Dybala), Khedira; Lemina (60' Cuadrado), Pjanic (86' Rincon), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Alex Sandro, Barzagli, Dani Alves, Rugani, Sturaro e Mandragora. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Orsato di Schio.
Marcatori: p. t. 7' Khedira; s. t. 15' Hamsik.
Note: ammonito Insigne.


8/4/17 - TRENTUNESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS NON CONOSCE OSTACOLI IN CA E PORTA MOMENTANEAMENTE A NOVE LE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA IMPEGNATA DOMANI POMERIGGIO A BOLOGNA. IL PRIMO TEMPO E' CONTRASSEGNATO DA UN MARCATO DOMINIO BIANCONERO E DAS GIOCATE D'ALTA SCUOLA DI DYBALA CHE DELIZIANO LA PLATEA. I TENTATIVI DI KHEDIRA E DYBALA NEUTRALIZZATI SENZA PROBLEMI DA SECURIN SONO DA PRELUSIO AL VANTAGGIO BIANCONERO PROPIZIATO DA DYBALA E TIMBRATO HIGUAIN. BUFFON E' SPETTATORE NON PAGFANTE NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO. NELLA RIPRESA, IL CHIEVO E' PIU' PRESENTE E VA VICINO AL PAREGGIO CON PELLISSIER CHE IMPEGNA BUFFON. LA JUVENTUSA FA AFFIDAMENTO ALLA SERATA DI GRAZIA DI DYBALA CHE PROPIZIA LA SECONDA RETE REALIZZATA ASEMPRE DALL'ARGENTINO HIGUAIN. GLI OSPITI CERCANO DI RENDERE MENO AMARA LA SCONFITTA CON BIRSA D INGLESE MA BUFFON E' VIGILE E NON CORRE PERICOLI. TRATTASI SICURAMENTE DI UN BUON VIATICO IN VISTA DELL'IMPEGNATIVA SFIDA EUROPEA DI MARTEDI' PROSSIMO COL BARCELLONA

JUVENTUS-CHIEVO 2-0 (1-0)

Juventus: Buffon, Lichtsteiner (65' Dani Alves), Barzagli, Rugani, Alex Sandro, Cuadrado (66' Lemina), Khedira, Marchisio, Sturaro (72' Bonucci), Dybala, Higuain. A disposizione:Neto, Audero, Chiellini, Benatia, Mattiello, Asamoah, Pjanic, Rincon e Mandragora. Allenatore Allegri.
Chievo: Seculin; Cacciatore, Spolli, Cesar, Gobbi (46' Izco); Castro, Radovanovic, Hetemaj (75' De Guzman); Birsa; Meggiorini (66' Inglese), Pellissier. A disposizione:Sorrentino, Confente, Frey, Dainelli, Kiyine, Depaoli e Gakpe. Allenatore: Maran.
Arbitro: Fabbri di Ravenna.
Marcatorip. t. 23' Higuain s. t. 39' Dybala.
Note: ammoniti Cacciatore, Spolli e Bonucci.


15/4/17 - TRENTADUESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS VINCE IN CASA DEL FANALINO DI CODA PESCARA E PORTA AD OTTO LE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA BLOCCATA IN CASA SUL PAREGGIO DALL'ATALANTA. AD INIZIO GARA, GLI ABRUZZESI CERCANO DI SORPRENDERE NETO CON UNA CONCLUSIONE DI BRUGMANN BLOCCATA IN DUE TEMPI DA NETO. L'AVVIO DEGLI ABRUZZESI E' INCORAGGIANTE MA E' LA JUVENTUS AD ANDARE VICINISSIMA AL VANTAGGIO CON MANDZUKIC LA CUI CONCLUSIONE CENTRALE E'RESPINTA DA FIORILLO, LA PALLA TERMINA A HIGUAIN CHE CALCIA ALTO. IL PESCARA E'SEMPRE PROPOSITIVO E LA JUVENTUS HA UN INIZIO GARA BALBETTANTE. AL 22', I BIANCONERI PASSANO IN VANTAGGIO GRAZIE ALLA RETE DI HIGUAIN SERVITO DA CUADRADO. IL PESCARA ACCUSA IL COLPO E NON RIESCE A RENDERSI PERICOLOSO. AL 35', FIORILLO NEGA LA GIOIA DELLA RETE A HIGUAIN. AL 43', LA JUVENTUS METTE IN HJIACCIO LA PARTITA CON LA RETE REALIZZATA DA HIGUAIN SERVITO DA MANDZUKIC. DYBALA SFIORA SUBITO DOPO LA TERZA RETE. NELLA RIPRESA, I RITMI SI ABBASSANO NOTEVOLMENTE. I CAMPIONI DITALIA GESTISCONO IL RASSICURANTE DOPPIO VANTAGGIO SFIORANDO LA TERZA RETE AL 59' CON STURARO IMBECCATO DA CUADRADO; E' PROVVIDENZIALE FIORILLO CHE RESPINGE COI PIEDI. IL PESCARA SBATTE CONTRO LA DIGA DIFENSIVA BIANCONERA, TIENE IN MANO IL PALLINO DEL GIOCO ANCHE SE NETO NON DEVE DI CERTO SVENARSI PER EVITARE LA CAPITOLAZIONE

PESCARA-JUVENTUS 0-2 (0-2)

Pescara: Fiorillo; Zampano, Coda, Campagnaro, Biraghi; Coulibaly, Muntari (57' Benali), Bruno (73' Bahebeck); Memushaj, Brugman (78' Verre), Caprari. A disposizione: Bizzarri, Kastanos, Cerri, Mitrita, Muric, Cubas, Fornasier e Milicevic. Allenatore: Zeman.
Juventus: Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Asamoah; Pjanic (46' Ricon), Marchisio; Cuadrado (87' Lemina), Dybala (54' Sturaro), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Audero, Del Favero, Chiellini, Benatia, AlexSandro, Mattiello, Dani Alves e Mandragora. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Di Bello di Brindisi.
Marcatori: p. t. 22' e 43' Higuain.
Note: ammoniti Muntari, Pjanic, Coulibaly, Caprari e Coda.


23/4/17 - TRENTATREESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS BATTE CON IRRISORIA FACILITA' IL MODESTO GENOA E CONTINUA A MARCIARE SPEDITA VERSO LA CONQUISTA DEL QUINTO SCUDETTO CONSECUTIVO. I TENTATIVI INFRUTTUOSI DI SIMEONE E DYBALA PRECEDONO IL VANTAGGIO BIANCONERO PROPIZIATO DA MARCHISIO MA DECISO DA UN'AUTORETE DI MUNOZ. I BIANCONERI TROVANO UN MINUTO DOPO LA RETE DEL RADDOPPIO CON DYBALA. A FINE PRIMO TEMPO, C'E' GLORIA PER MANDZUKIC CHE RITROVA LA RETE DOPO DUE MESI. IL SECONDO TEMPO E' PURA ACCADEMIA PER I BIANCONERI CHE RIESCONO A TROVARE TEMPO E SPAZIO PER RIMPINGUARE IL BOTTINO CON UNA BELLA ESECUZIONE DI BONUCCI. DA SEGNALARE I LEGNI COLPITI NELLA STESSA AZIONE DA MARCHISIO E HIGUAIN. METO E' PRATICAMENTE INOPEROSO A CONFERMA DELLA SOLIDITA' DELLA DIFESA BIANCONERA

JUVENTUS-GENOA 4-0 (3-0)

Juventus: Neto; Barzagli, Bonucci, Benatia, Asamoah; Khedira (69' Rincon), Marchisio (86' Mandragora); Lichtsteiner, Dybala, Mandzukic (82' Sturaro); Higuain. A disposizione: Audero, Del Favero, Dani Alves, Rugani, Chiellini, Alex Sandro, Lemina, Mattiello e Cuadrado. Allenatore: Allegri.
Genoa: Lamanna; Munoz, Burdisso (67' Biraschi), Gentiletti; Lazovic (86' Hiljemark), Veloso, Cataldi, Laxalt (48' Beghetto); Ntcham, Simeone, Palladino. A disposizione: Faccioli, Pandev, Pellegri, Zima, Orban, Cofie, Brivio e Ninkovic. Allenatore: Juric.
Arbitro: Calvarese di Teramo.
Marcatori: p- t. 17' (aut.) Munoz, 18' Dybala, 41' Mandzukic; s. t. 19' Bonucci.
Note: ammonito Burdisso.


28/4/17 - TRENTAQUATTRESIMA GIORNATA

ATALANTA-JUVENTUS


7/5/17 - TRENTACINQUESIMA GIORNATA

JUVENTUS-TORINO


14/5/17 - TRENTASEIESIMA GIORNATA

ROMA-JUVENTUS


21/5/17 - TRENTASETTESIMA GIORNATA

JUVENTUS-CROTONE


28/5/17 - TRENTOTTESIMA GIORNATA

BOLOGNA-JUVENTUS


I CANNONIERI DELLA JUVENTUS GOL SEGNATI AUT. PRO
HIGUAIN23-
DYBALA9-
MANDZUKIC6-
KHEDIRA5-
PJANIC5-
BONUCCI3-
ALEX SANDRO2-
CHIELLINI2-
CUADRADO2-
RUGANI2-
BENATIA1-
DANI ALVES1-
HERNANES1-
LICHTSTEINER1-
MARCHISIO1-
Ceppitelli (Cagliari)-1
Goldaniga (Palermo)-1
Skorupski (Empoli)-1
Munoz (Genoa)-1


SUPERCOPPA ITALIANA AL MILAN

Abu Dhabi
, 23/12/2016

JUVENTUS-MILAN 1-1 (1-1) - 1-1 d. t. s. - 4-5 d. c. r.

Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro ( 33’ Evra); Khedira, Marchisio, Sturaro (79’ Lemina); Pjanic (67’ Dybala); Higuain, Mandzukic. A disposizione: Neto, Audero, Barzagli, Benatia, Coccolo, Cuadrado, Hernanes, Asamoah e Pjaca. Allenatore: Allegri.
Milan
:
Donnarumma; Abate (102’ Antonelli), Paletta, Al. Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli (74’ Pasalic), Bertolacci; Suso, Bacca (102’ Lapadula), Bonaventura. A disposizione: Gabriel, C. Zapata, Gustavo Gomez, Poli, Sosa, M. Fernandez, Honda, Luiz Adriano, Niang). Allenatore: Montella.
Arbitro: Damato di Barletta.
Marcatori: p. t. 18' Chiellini, 38' Bonaventura.
Note: ammoniti Khedira, Al. Romagnoli, Kucka, De Sciglio e Higuain.
Sequenza rigori: Marchisio (gol), Lapadula (parato); Mandzukic (traversa), Bonaventura (gol); Higuain (gol), Kucka (gol); Khedira (gol), Suso (gol); Dybala (parato), Pasalic (gol).

OPPA DEI CAMPIONI
TORINO, 14/9/16
LA JUVENTUS NON VA AL DI LA' DI UNO SCIALBO PAREGGIO CONTRO IL SIVIGLIA. I PADRONI DI CASA ESERCITANO UNA STERILE QUANTO INFRUTTUOSA SUPREMAZIA TEWRRITORIALE. GLI OSPITI SI LIMITANO A CONTENERE LE TIMIDE E POCO CONVINTE INCURSIONI OFENSIVE DEI BIANCONERI. BUFFON INOPEROSO GRAZIE ANCHE AD UNA DIFESA GRANITICA ED ATTENTA.  KHEDIRA SFIORA LA RETE IN DUE OCCASIONI NEL PRIMO TEMPO. SPAGNOLI SALVATI DALLA TRAVERSA COLPITA DA HIGUAIN E DA RICO CHE, NEL FINALE, SI OPPONE AD ALEX SANDRO. TROPPO POCO PER SUPERARE L'OSTICA MA ABBORDABILE FORMAZIONE SPAGNOLA


JUVENTUS-SIVIGLIA 0-0

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Lemina, Asamoah (68' Pjanic), Evra (68' Alex Sandro); Dybala (86' Pjaca), Higuain. A disposizione: Neto, Benatia, Cuadrado e Mandzukic. Allenatore: Allegri.
Siviglia: Rico; Mercado, Rami, Pareja, Escudero; N'Zonzi; Sarabia (63' Correa), Kranevitter (78' Mariano), Iborra, Vitolo; Vazquez (91' Carriço). A disposizione: Sirigu, Vietto, Kiyotake e Ganso. Allenatore: Sampaoli.
Arbitro
:
Aytekin, Germania.
Note: spettatori 33.261; ammoniti N'Zonzi, Iborra e Rami.

ZAGABRIA, 27/9/16
DOPO LO SCIALBO PAREGGIO INTERNO COL SIVIGLIA, LA JUVENTUS S'IMPONE IMPERIOSAMENTE A ZAGABRIA E COMANDA LA CLASSIFICA CON 4 PUNTI IN COABITAZIONE COL SIVIGLIA. E' STATO UN MONOLOGO BIANCONERO. DOPO AVER LAVORATO AI FIANCHI L'AVVERSARIO CON HIGUAIN E COMPAGNI CHE HANNO FATTO LA PROVA DEL GOL, SENZA COMUNQUE IMPENSIERIRE IL PORTIERE DI CASA, AL 14', E' HERNANES A COSTRINGERE IL NUMERO UNO CROATO AD EVITARE LA RETE CON UN PRODIGIOSO COLPO DI RENI,  IL VANTAGGIO BIANCONERO GIUNGE AL 24' GRAZIE A PJANIC CHE SFRUTA UN PASTICCIO DIFENSIVO CROATO E PORTA I SUOI AVANTI. I PADRONI DI CASA CERCANO DI REAGIRE E VANNO VICINISSIMI AL PAREGGIO CON SCHILDENFELD CHE SVETTA IN MODO IMPERIOSO SUL CALCIO DI PUNIZIONE DI ANTOLIC SCHEGGIANDO LA TRAVERSA. SCAMPATO IL PERICOLO, LA JUVENTUS COMINCIA A MACIANRE GIOCO E SIGLA LA SECONDA RETE AL 31': HIGUAIN, LANCIATO DA PJABUC, SCATTA SUL FILO DEL FUORIGIOCO, CONTROLLA DI PETTO E SUPERA SEMPER CON UN SINISTRO PIAZZATO. I BIANCONERI NON SONO PAGHI NONOSTANTE IL DOPPIO RASSICURANTE VANTAGGIO E VANNO VICINI ALLA TERZA RETE CON KHEDIRA CHE, DI TESTA, SCAVALCA SEMPER MA IL MIRACOLOSO SALVATAGGIO DI SIGALI EVITA LA CAPITOLAZIONE. TERMINA COSIì UNA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO DOMINATA DALLA JUVENTUS. I BIANCONERI, NELLA RIPRESA, CONTINUANO AD ATTACCARE E PROVANO NUOVE SOLUZIONI OFFENSIVE CON CUADRADO CHE RIMPIAZZA PJANIC. AL 57', TERZA RETE BIANCONERA CON DYBALA CHE DYBALA RICEVE PALLA SULLA TREQUARTI E, APPROFITTANDO DELLO SPAZIO CONCESSOGLI, SCAGLIA UN VIOLENTO SINISTRO DA PIÙ DI VENTI METRI. ŠEMPER SI TUFFA SULLA PROPRIA SINISTRA, MA NON HA SCAMPO.  GRAN BELLA ESECUZIONE PER L'ARGENTINO ALLA PRIMA RETE STAGIONALE. ENCOMIABILE E' L'ATTEGGIAMENTO DEL PUBBLICO DELLA DINAMO CHE CONTINUA A CANTARE E SOSTENERE LA LORO SQUADRA NONOSTANTE IL PESANTE PASSIVO. AL 74' PJACA, UNO DEGLI EX DI TURNO ASSIEME A MANDZUKIC, SFIORA LA QUARTA RETE; L0ESTROSO CENTROCAMPISTA PARTE DA SINISTRA, CONVERGE E VA AL TIRO SUL PALO PIÙ LONTANO. IL TUFFO DI ŠEMPER È INCERTO, MA EFFICACE. UN MINUTO DOPO, CI PROVA ANCHE CUADRADO MA IL SUO PALLONETTO E' PRESA SICURA DEL PORTIERE CROATO. ALl'85', LA JUVENTUS FA POKER CON DANI ALVES CHE BATTE UNA PUNIZIONE DAL LIMITE DELL'AREA, TROVANDO LA DEVIAZIONE IN BARRIERA DI SCHILDENFELD, CHE SPIAZZA ŠEMPER. IL PORTIERE CROATO PROVA A SALVARSI CON UN COLPO DI RENI, MA RIESCE SOLO A TOCCARE LA PALLA, SENZA IMPEDIRE CHE LA STESSA ENTRI IN RETE. ARCHIVIATA , COME DA PRONOSTICO, LA PRATICA DINAMO ZAGABRIA, LA JUVENTUS E' ADESSO ATTESA DALLA TRASFERTA A LIONE IN PROGRAMMA TRA TRE SETTIMENE

DINAMO ZAGABRUA-JUVENTUS 0-4 (0-2)

Dinamo Zagabria: Semper; Situm, Sigali, Schildenfeld, Pivaric; Antolic (72' Machado),
Benkovic, Jonas (48' Fiolic); Pavicic, Soudani, Fernandes (58' Hodzic). A disposizione: Peric, Henriquez, Livakovic e Gojak Allenatore: Sopic.

Juventus: Buffon; Barzagli (68' Pjaca), Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Hernanes, Pjanic (46' Cuadrado), Evra; Higuain (71' Mandzukic), Dybala. A disposizione: Neto, Alex Sandro, Lemina e Sturaro.Allenatore: Allegri.
Arbitro
:
De Sousa, Portogallo.
Marcatori: p. t. 24' Pjanic, 31' Higuain; s. t. 12' Dybala, 40' Dani Alves.
Note: spettatori 25.000 circa.

LIONE, 18/10/16
PRIMO TEMPO DOMINATO DALLA JUVENTUS CHE, PUR CREANDO ALMENO TRE PALLE GOL, NON RIESCE A SCARDINARE LA DIFESA FRANCESE; ANZI, L'OCCASIONE MIGLIORE CAPITA PROPRIO AL LIONE CHE FALLISCE UN CALCIO DI RIGORE. NELKLA RIPRESA, BUFFON E' STREPITOSO IN DUE OCCASIONI SU TOLISSO PRIMA DEL LIETO EVENTO GRIFFATO CUADRADO CHE REGALA AI BIANCONERI TRE PUNTI DI PALATINO. AL 7', RESPINTA IN MISCHIA UNA CONCLUSIONE DI BONUCCI, AL 22' LOPES DEVIA IN ANGOLO UN DESTRO DI HIGUAIN.  AL 34', PER UNA TRATTENUTA DI BONUCCI SU DIAKHABY, L'ARBITRO CONCEDE AL LIONE UN CALCIO DI RIGORE. ALLA BATTUTA SI PRESENTA LACAZETTE CHE SI VEDE RESPINGERE LA CONCLUSIONE DA UN SUPER BUFFON. AL 41', ALTRA OCCASIONE PER I BIANCONERI CON HIGUAIN CHE DI TESTA IMPEGNA LOPES. AL 45', BONUCCI, SU ASSIST DI DANI ALVES, SFIORA LA MARCATURA CON UN COLPO DI TESTA. LA RIPRESA SI APRE CON UN ALTRO MIRACOLO DI BUFFON SU TOLISSO; IL PORTIERONE BIANCONERO DEVIA IN CALCIO D'ANGOLO. AL 51', LEMINA RIMEDIA IL SECONDO CARTELLINO GIALLO E LASCIA I SUOI IN DIECI UOMINI. AL 69', ALTRO PARATONE DI BUFFON SU TOLISSO. LA JUVENTUS TIENE, NON CROLLA ANZI SFERRA IL COLPO DEL KO CON UN SADICO CINISMO. GIUSTIZIERE DEI FRANCESI E' CUADRADO CHE, DOPO AVER PUNTATO MOREL, LASCIA PARTIRE UNA CONCLUSIONE SUL PRIMO PALO CHE SORPRENDE LOPES. ALL'85', BUFFON RESPINGE COI PUGNI UNA CONCLUSIONE DI GONALONS. IL LIONE PREME ALLA RICERCA DEL PAREGGIO CHE SFIORA AL 92' CONGHEZZAL. TERMINA, DOPO TRE MINUTI DI RECUPERO, UNA GARA SOFFERTA CHIUSA CON UNA VITTORIA BIANCONERA; GLI OTTAVI DI FINALE SONO DAVVERO VICINI.

LIONE-JVENTUS 0-1 (0-0)

Lione: Lopes; Yanga-Mbiwa (82' Ghezzal), Nkolou, Diakhaby; Rafael, Darder (64'  Ferri), Gonalons, Tolisso, Morel; Lacazette (71' Cornet), Fekir. A disposizione: Gorgelin, Gaspar, Valbuena e Tousart. Allenatore: Genesio.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Evra; Dani Alves (83' Benatia), Khedira (75'  Sturaro), Lemina, Pjanic, Alex Sandro; Higuain, Dybala (69' Cuadrado). A disposizione: Neto, Hernanes, Mattiello e Kean. Allenatore: Allegri.
Arbitro
:
Marciniak, Polonia.
Marcatore s. t. 31' Cuadrado.
Note: spettatori 53.907; ammoniti Bonucci, Rafael, Darder, Lacazette, Diakhaby e Ferri; espulso Lemina.


TORINO, 2/11/16
LA JUVENTUS PAREGGIA IN CASA COL LIONE, SCIVOLA AL SECONDO POSTO IN CLASSIFICA ED E' COSTRETTA A RIMANDARE IL DISCORSO QUALIFICAZIONE AGLI OTTAVI DI FINALE DI QUALCHE SETTIMANA. AL 1', DANI ALVES INNESCA PJANIC PESCATO IN POSIZIONE DI FUORIGIOCO ED AL 5' TENTA UNA CONCLUSIONE RISULTATA LARGAMENTE IMPRECISA. PRONTA LA RISPOSTA DEI TRANSALèINI AL 7': RAPIDO SCAMBIO TRA LACAZETTE E RYBUS, CHE INCROCIA COL MANCINO DA OTTIMA POSIZIONE: BUFFON METTE IN CORNER DEVIANDO COL PIEDE. IL TIRO DI MANDZUKIC BLOCCATO DA LOPES E' DA PRELUDIO AL VANTAGGIO BIANCONERO REALIZZATO SU CALCIO DI RIGORE DA HIGUAIN SU INGENUITÀ DI DIAKHABY, CHE STENDE STURARO SULLA CORSA. AL 23', CI PROVA MARCHISIO CON UN RASOTERRA DAL LIMITE DELL'AREA CHE TERMINA A LATO DI POCO. AL 31', C'E' UN LANCIO IN PROFONDITÀ DI TOLISSO VERSO LACAZETTE: OTTIMO INTERVENTO IN ANTICIPO DA PARTE DI BONUCCI, CHE FA RIPARTIRE LA JUVE. LO STESSO TOLISSO CI PROVA AL 33' CON UNA VELLEITARIA CONCLUSIONE DAI 30 METRI. AL 38', CI PROVA FEKIR SU PUNIZIONE DAI 30 METRI SEBZA PERO' CENTRARE LO SPECCHIO DELLA PORTA. AL 39', HIGUAIN FALLISCE BANALMENTE L'OCCASIONE DEL RADDOPPIO SOLO DAVANTI A LOPES. AL 44', GHEZZAL SFIORA IL PALO. AL 45' C'E' UN COLPO DI TESTA A CENTRO AREA DA PARTE DI GONALONS: BUFFON LASCIA SFILARE SUL FONDO. E' PRATICAMENTE L'ULTIMA EMOZIONE DI UN PRIMO TEMPO CHE TERMINA DOPO UN MINUTO DI RECUPERO. LA RIPRESA SI APRE AL 49' CON UN'OCCASIONE JUVENTUS. PERFETTO LANCIO DI BONUCCI, SPONDA DI PJANIC E DESTRO DA BUONA POSIZIONE DI MANDZUKIC: PALLA SUL FONDO. AL 52' ED AL 55' OTTIME CHIUSURE DIFENSIVE DI BONUCCI E BARZAGLI.  NEL FINALE, LA JUVENTUS ACCUSA UN CALO EVIDENTE CHE FAVORISCE IL RITORNO DEGLI SPAGNOLI CHE RAGFGIUNGONO AL PAREGGIO ALL'85' CON TOLISSO CHE COLPISCE DI TESTA INDISTURBATO SU PUNIZIONE DI GHEZZAL E SFIORANO IL CLAMOROSO SORPASSO AL 93' CON LACAZETTE CHE, DAVANTI A BUFFON,  SI FA ANTICIPARE DA BARZAGLI. LA JUVENTUS, ANCORA UNA VOLTA POCO BRILLANTE, HA BISOGNO DEL TALENTO DI DYBALA E DEGLI ALTRI ATLETI INFORTUNATI O CON UNA CONDIZIONE FISICA NON OTTIMALE PER POTER ESPRIMERE AL MEGLIO IL POTENZIALE DI CUI DISPONE

JUVENTUS-LIONE 1-1 (1-0)

Juventus: Buffon; Dani Alves, Barzagli, Bonucci (68' Benatia), Evra; Khedira, Marchisio, Sturaro; Pjanic (68' Alex Sandro); Higuain (83'  Cuadrado), Mandzukic. A disposizione: Neto, Rugani, Hernanes e Kean. Allenatore: Allegri.
Lione: Lopes; Rafael, Diakhaby, Mammana, Morel; Gonalons, Tolisso; Ghezzal, Fekir (78' Darder), Rybus (71' Cornet); Lacazette. A disposizione: Gorgelin, Yanga-Mbiwa, Grenier, Ferri e Tousart. Allenatore: Genesio.
Arbitro
:
Kuipers, Olanda.
Marcatori: p. t. 13' (rig.) Higuain; s. t. 40' Tolisso.
Note: spettatori 40.356; ammoniti Pjanic, Barzagli, Marchisio, Sturaro, Darder e Ghezzal.

SIVIGLIA, 22/11/16
LA JUVENTUS, NONOSTANTE ALCUNE PESANTI DEFEZIONI, ESPUGNA SIVIGLIA SCAVALCANDO IN CLASSIFICA GLI SPAGNOLI E GUADAGNANDO IL PASS PER GLI OTTAVI DI FINALE. LA PRIMA NOTA DI CRONACA DELLA GARA E' LA RETE DEI PADRONI DI CASA REALIZZATA AL 9: SUGLI SVILUPPI DI UN CORNER CORTA RESPINTA DI RUGANI, PAREJA AL VOLO DAL LIMITE DELL'AREA INFILA BUFFON CON UN TIRO VELENOSO A FIL DI PALO. IL SIVIGLIA ATTACCA MA LA JUVENTUS NON CORRE RISCHI. AL 16' SOAGNOLI ANCORA IN ATTACCO CON ESCUDERO CHE, SERVITO DA VAZQUEZ, DAL LIMITE DELL'AREA NON TROVA LO SPECCHIO DELLA PORTA: PALLONE ALTO NON DI MOLTO OLTRE LA TRAVERSA. DUE MINUTI DOPO, TIROCROSS DI CUADRADO DEVIATO IN CORNER DA SERGIIO RICO. AL 27', CI PROVA MANDZUKIC CON UN DESTRO A GIRO RISULTATO IMPRECISO. AL 33', CI PROVA CUADRADO DAL LIMITE MA IL TIRO VIENE DEVIATO IN CORNER. UN MINUTO DOPO, JUVENTUS PERICOLOSA CON UN CROSS BASSO E ARRETRATO DI CUADRADO, DESTRO DI PRIMA INTENZIONE DI KHEDIRA DAL LIMITE A LATO NON DI MOLTO. AL 35', SIVIGLIA IN DIECI UOMINI IN VIRTU' DELL'ESPULSIONE COMMPINATA PERRRR DOPPIA AMMONIZIONE A VAZQUEZ. AL 44', CROSS DI EVRA, IBORRA RISCHIA L'AUTORETE CON UNA MALDESTRA DEVIAZIONE. NEL SECONDO MINUTO DI RECUPERO, LA JUVENTUS RAGGIUNGE IL PAREGGIO GRAZIE AD UN CALCIO DI RIGORE TRASFORNATO DA MARCHISIO E DECRETATO DALL'ARBITRO PER UNA TRATTENUTA SU BONUCCI DI MERCADO. TERMINA COSI' LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO NEL CORSO DELLA QUALE LE SUQDRE SI SONO EQUIVALSE.
AL 53' SU ANGOLO CALCIATO DA SARABIA, IBORRA DI TESTA NON RIESCE A INDIRIZZARE IL PALLONE VERSO LA PORTA. UN MINUTO DOPO, ANCORA UN CORNER BATTUTO DA SARABIA, RAMI ANTICIPA TUTTI SUL PRIMO PALO MA DI TESTA SPEDISCE IL PALLONE SUL FONDO.  AL 55', IL SIVIGLIA PERDE IL SUO ALLENATORE COSTRETTO AD ABBANDONARE LA PANCHINA PER PROTESTE. AL 60' SI RIVEDE LA HYVENTUS NELL'AREA OSPITE CON PJANIC CHE TROVA UN VARCO E CONCLUDE DAL LIMITE DELL'AREA MA SERGIO RICO RISOLVE IN DUE TEMPI. AL 68', SERGIO RICO INTERVIENE IN PRESA SICURA SUL TRAVERSONE DALLA TREQUARTI DI RUGANI. LE SQUADRE CERCANO DI SUPERARSI MA I PORTIERI SI LIMITANO A SVOLGERE COMPITI D'ORDINARIA AMMINISTRAZIONE. ALL'84', LA JUVENTUS TROVA LA RETE DEL VANTAGGIO: CROSS DI DANI ALVES, CORTA RESPINTA DI MERCADO: SI FIONDA SUL PALLONE VAGANTE BONUCCI CHE TRAFIGGE SERGIO RICO CON UN TIRO SCOCCATO DAL LIMITE DELL'AREA. IL SIVIGLIA, NONOSTANTE L'INFERIORITÀ NUMERICA, NON RINUNCIA AD ATTACCARE PER AGGUANTARE IL PAREGGIO. AL 94', IL CROATO MANDZUKIC, RACCOGLIENDO UN INVITO DI MARCHISIO, ENTRA IN AREA E CON UN PRECISO TIRO IN DIAGONALE,  REALIZZA LA TERZA RETE PUNENDO OLTREMISURA UN SIVIGLIA GENEROSO CHE HA PAGATO A CARO PREZZO L'INGENUITA' DI VAZQUEZ.

SIVIGLIA-JUVENTUS 1-3 (1-1)

Siviglia: Sergio Rico; Mercado, Pareja, Rami; Mariano (77' Kranevitter), Iborra, Nzonzi, Vitolo, Escudero; Vazquez, Vietto (46' Sarabia). A disposizione: Sirigu, Carriço, Ben Yedder, Kiyotake e Ganso. Allenatore: Sampaoli.
Juventus: Buffon; Dani Alves, Rugani, Bonucci, Evra (72' Sturaro); Khedira, Marchisio, Pjanic (84' Kean); Cuadrado (87' Chiellini), Mandzukic, Alex Sandro. A disposizione: Neto, Asamoah, Lemina e Hernanes. Allenatore: Allegri.
Arbitro
: Clattenburg
, Inghilterra.
Marcatori: p. t. 9 Pareja, 47' (rig.) Marchisio; s. t. 39' Boncci, 49' Mandzukic.
Note: spettatori 38.942; ammoniti Mandzukic, Pjanic, Evra, Cuadrado ed Iborra; espulsi Vazquez ed il tecnico del Siviglia Sanpaoli.

TORINO, 7/12/16
LA JUVENTUS, DOPO UN PRIMO TEMPO SOPORIFERO CONTRASSEGNATO DA UNA MARCATA QUANTO STERILE ED IMPRODUTTIVA SUPREMAZIA TERRITORIALE, REALIZZA NELLA RIPRESA DUE RETI ALLA MODESTA DINAMO ZAGABRIA. AL 5', PJANIC TOCCA PER HIGUAIN, IL TIRO DA POSIZIONE FAVOREVOLE DELL'ARGENTINO VIENE MURATO IN CORNER DALLA DIFESA OSPITE. AL 31', COLPO DI TESTA DA POSIZIONE RAVVICINATA DI PJANIC SU ASSIST DI MANDZUKIC, BLOCCA A TERRA LIVAKOVIC. AL 43' MANDZUKIC AL TIRO DA POSIZIONE DEFILATA, LIVAKOVIC NON TRATTIENE E RISCHIA GROSSO. AL 52', JUVENTUS IN VANTAGGIO: INIZIATIVA DI LEMINA, IRROMPE HIGUAIN CHE INSACCA CON UN GRAN TIRO DI DESTRO SCOCCATO DA POCO DENTRO L'AREA DI RIGORE. AL 54', ALTRA OCCASIONE PER I BIANCONERI: SINISTRO A INCROCIARE DI PJANIC DA DENTRO L'AREA CONTENUTO DA LIVAKOVIC CHE RESTA CONTUSO DOPO IL SUCCESSIVO CONTRASTO CON MANDZUKIC. AL 71', I BIANCONERI POTREBBERO RADDOPPIARE: CUADRADO IN AREA APPOGGIA PER LEMINA IL CUI TIRO DEVIATO ESCE NON DI MOLTO. PASSABI SOLO DUE MINUTI ED I BIANCONERI METTONO IN GHIACCIO VITTORIA E PRIMATO NEL GIRONE CON LA RETE REALIZZATA DI TESTA DA RUGANI SUGLI SVILUPPI DI UN CORNER BATTUTO DA PJANIC. DA REGISTRARE AL 77' IL RITORNO DI DYBALA DOPO UN PERIODO DI INATTIVITA' A CAUSA DI UN INFORTUNIO. L'ARGENTINO CERCA LA VIA DELLA RETE ALL'81' CON UN SINISTRO A GIRO BLOCCATO AGEVOLMENTE DALL'ESTREMO DIFENSORE CROATO, ALL'82' CON UN MANCINO VELLEITARIO, ALL'87' CON UN TIROCROSS DEVIATO IN TUFFO FAL NUMERO UNO CROATO ED AL 90' CON UN SINISTRO RISULTATO IMPRECISO. SBRIGATA SENZA ECCESSIVI PATEMI D'ANIMO LA PRATICA DINAMO ZAGABRIA, LA JUVENTUS ATTENDE ORA DI CONOSCERE LUNEDI' PROSSIMO L'AVVERSARIO NEGLI OTTAVI DI FINALE.

JUVENTUS-DINAMO ZAGABRIA 2-0 (0-0)

Juventus: Neto; Benatia, Rugani, Evra; Cuadrado, Lemina, Marchisio (74’ Sturaro), Asamoah; Pjanic (80’ Dybala); Higuain, Mandzukic (85’ Hernanes). A disposizione: Buffon, Chiellini, Alex Sandro e Khedira. Allenatore: Allegri.
Dinamo Zagabria: Livakovic; Situm, Sigali, Schildenfeld, Pivaric; Moro (85’ Matel), Knezevic, Gojak (57’ Fiolic); Soudani (74’ Stojanovic), Coric, Junior Fernandes. A disposizione: Semper, Henriquez, Benkovic e Sosa. Allenatore: Petev. .
Arbitro
: Taylor
, Inghilterra.
Marcatori: s. t. 7' Higuain, 28' Rugani.
Note: spettatori 39.380; ammoniti Higuain, Evra e Coric

COPPA DEI CAMPIONI - OTTAVI DI FINALE - ANDATA

OPORTO, 22/2/17
LA JUVENTUS IPOTECA IL PASSAGGIO AI QUARTI DI FINALE VINCENDO IN PORTOGALLO IN CASA DEL PORTO CON UN PENTEGGIO RASSICURANTE. AVVIO DI GARA EQUILIBRATO E ZERO EMOZIONI. LA PRIMA NOTA DI CRONACA E' QUELLA CHE ROMPE GLI EQUILIBRI IN FAVORE DELLA JUVENTUS A CAUSA DELL'ESPULSIONE COMMINATA A TELLES. IL PORTO RISENTE DELL'INFERIORITA' NUMERICA E, NONOSTANTE LA CAPARBIETA' E L'AGGRESSIVITA' DIMOSTRATA, E' SUL PUNTO DI CROLLARE AL 39' IN OCCASIONE DEL DESTRO DI HIGUAIN CHE TROVA DUE DEVIZIONI PRIMA DELL'INTERVENTO DI CASILLAS CHE METTE IN CORNER ED AL 46' QUANDO DYBALA FA TREMARE IL PALO DELLA PORTA PORTOGHESE. LA RIPRESA SI APRE CON LA RETE APPARENTEMENTE REGOLARE INVALIDATA A DYBALA. IL PORTO SI DIFENDE CON ORDINE PUR CONCEDENDO CAMPO AI BIANCONERI. AL 60' HYVENTUS VICINA AL VANTAGGIO CON KHEDIRA CHE CALCIA SUL FONDO. SEI MINUTI CI PROVA HIGUAIN SENZA FORTUNA. AL 72', BIANCONERI IN VANTAGGIO CON LA PRIMA RETE STAGIONALE DI PJACA BRAVO A SFRUTTARE UN ERRATO DISIMPEGNO DI MARCANO E BATTERE CASILLAS SUL PALO PIU' LONTANO. IL CROATO ERA ENTRATO 5 MINUTI PRIMA  RIMPIAZZARE CUADRADO. DUE MINUTI DOPO, LA JUVENTUS SFERRA IL COLPO DEL KO CON DANI ALVES CHE, SERVITO DA ALEX SANDRO, CONTROLLA DI PIATTO E CALCIA COL MANCINO. CASILLAS RESTA IMMONBILE E NON PUO' FARE NELLA PER EVITARE LA CAPITOLAZIONE. LA JUVENTUS, FORTE DEL DOIPPIO VANTAGGIO, GESTISCE SENZA PROBLEMI SFIORANDO IL TRIS ALL'87' CON KHEDIRA

PORTO-JUVENTUS 0-2 (0-0)

Porto: Casillas; Pereira, Felipe, Marcano, Telles; Danilo; Herrera, Neves (61' st Corona), Brahimi (73' Jota); André Silva (30' Layun), Soares. A disposizione: Sà, Boly, Andrè André, Torres. Allenatore: Espirito Santo.
Juventus: Buffon; Lichtsteiner (73' Dani Alves), Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (67' Pjaca), Dybala (85' Marchisio), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Asamoah, Benatia e Rugani. Allenatore Allegri.
Arbitro: Brych, Germania.
Marcatori: s. t. 27' Pjaca, 29' Dani Alves.
Noteammonti Maxi Pereira, Lichtsteiner, Herrera e Marcano; espulso Telles.

COPPA DEI CAMPIONI - OTTAVI DI FINALE - RITORNO

TORINO, 14/3/17
I PADRONI DI CASA ESERCITANO NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO UN ALIEVE SUPREMAZIA TERRITORIALE MENTRE IL PORTO FATICA TROVARE IL GUIZZO VINCENTE. AL 22', CROSS DI CUADRADO PER MANDZUKIC CHE TIRA CENTRALMENTE PER LA COMODA PARATA DI CASILLAS. LE DIFESE HANNO LA MEGLIO SUI RISPETTIVI ATTACCHI. ALLA JUVE, IN FONDO, VA BENE COSI'. AL 42', I BIANCONERI SBLOCCANO IL RISULTATO CON UN CALCIO DI RIGORE DECRETATO DALL'ARBITRO PER UNA PARATA DI MAXI PEREIRA CHE BLOCCA CON LE MANI UNA CONCLUSIONE A BOTTA SICURA DI HIGUAIN. LA CIRCOSTANZA INDUCE L'ARBITRO ANCHE AD ESPELLERE IL PORTOGHESE. DAL DISCHETTO, DYBALA TRASFORMA PORTANDO I SUOI IN VANTAGGIO. LA RIPRESA SI APRE CON UN'OCCASIONE PER PARTE. AL 47',  CROSS DI DANI ALVES, DANILO PEREIRA RISCHIA L'AUTORETE MA SALVA IN TUFFO CASILLAS. AL 49', SIARES SI LIBERA DI BENATIA MA, SOLO DAVANTI A BUFFON, NON INQUADRA LO SPECCHIO DELLA PORTA. IL PORTO CERCA LA RETE DEL PAREGGIO MA LA JUVENTUS CONTROLLA AGEVOLMENTE. AL 59', IL CROATO PJACA SFIORA LA RETE DEL RADDOPPIO. AL 66', UN DESTRO AD INCROCIARE DI HIGUAIN TERMINA A LATO. I RITMI NON SONO PARTICOLARMENTE ELEVATI A CAUSA DEL RASSICURANTE VANTAGGIO BIANCONERO MATURATO NELL'ARCO DELLE DUE GARE. ALL'82', DIOGO JOTA, DA POSIZIONE FABOREVOLE, PROVA A SORPRENDERE BUFFON MA IL PALLONE TERMINA SULL'ESTERNO DELLA RETE. ALL'89', DIOGO JOTA SALTA RINCON E TIRA A RETE MA LA CONCLUSIONE, SMORZATA DA BARZAGLI, VIENE BLOCCATA AGEVOLMENTE DA BUFFON. DOPO TRE MINUTI DI RECUPERO, I BIANCONERI FESTEGGIANO LA QUALIFICAZIONE AI QUARTI DI FINALE. NON ERA IMPORTANTE VINCERE. LA JUVE, COMUNQUE, LO HA FATTO ED ATTENDE DI CONOSCERE IL PROSSIMO AVVERSARIO. L'AVVENTURA EUROPEA CONTINUA

JUVENTUS-PORTO 1-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Dani Alves, Bonucci, Benatia (60’ Barzagli), Alex Sandro; Khedira, Marchisio; Cuadrado (46’ Pjaca), Dybala (78’ Rincon), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Chiellini, Lichtsteiner, Pjanic. Allenatore: Allegri.
Porto: Casillas; Maxi Pereira, Felipe, Marcano, Layun; André André, Oliver Torres (70’ Otavio), Brahimi (66’ Diogo Jota); Tiquinho, André Silva (46' Boly). A disposizione: José Sa, Ruben Neves, Herrera e Depoitre. Allenatore: Espirito Santo
Arbitro: Hategan, Romania.
Marcatore: p. t. 42' (rig.) Dybala.
Note
: spettatori 41.161; ammoniti Cuadrado, Layun e André André; espulso Maxi Pereira.

COPPA DEI CAMPIONI - QUARTI DI FINALE - ANDATA

TORINO, 11/4/17
LA JUVENTUS SGRETOLA IL BARCELLONA CON UN SONANTE 3-0 E GUARDA CON OTTIMISMO ALL'AVVENTURA EUROPEA. I BIANCONERI SONO SUBITO AGGRESSIVI E VANNO ALLA CONCLUSIONE AL 1' CON KHEDIRA CHE CALCIA ALTO ED AL 2' CON UN COLPO SI TESTA DI JIGUAIN SUGLI, SVILUPPI DI UN CALCIO PIAZZATO DI PJANIC, BLOCCATO IN DUE TEMPI DALL'ESTREMO DIFENSORE CATALANO. AL 7', LA JUVENTUS PASSA IN VANTAGGIO: DYBALA RICEVE PALLA DA CUADRADO E LASCIA PARTIRE UN SINISTRO A GIRO SUL PALO LONTANO SU CUI NULLA PUO' TER STEGEN. E' UNA FASE DI GARA FAVOREVOLE AL BARCELLONA CHE TIENE PALLA MA NON RIESCE A TROVARE IL GUIZZO VINCENTE GRAZIA ALLE PERFETTE CHIUSURE DIFENSIVE DI BONUCCI E CHIELLINI. AL 20', GLI OSPITI VANNO VICISSIMI AL PAREGGIO CON INIESTA, SERVITO DA MESSI, CHE SI VEDE ANTICIPARE DA BUFFON CON UNA PRODIGIOSA USCITA. PERICOLO SCAMPATO PER I BIANCONERI CHE TROVANO LA FORZA DI REALIZZARE LA SECONDA RETE CON UN SINISTRO DI DYBALA SUL PRIMO PALO. STAVOLTA, A SERVIRE L'ESTROSO ARGENTINO, E' MANDZUKIC. IL PALLINO DEL GIOCO E' NELLE MANI DEI CATALANI MA LA JUVENTUS DIFENDE CON ORDINE CONCEDENDO POCHI VARCHI AI MOSTRUOSI PALLEGGIATORI E FUORICLASSE SPAGNOLI. AL 43', RESPINTA GOFFA DI TER STEGEN IN TUFFO SUL SINISTRO DI HIGUAIN. TERMINA, DOPO UN MINUTO DI RECUPERO, UNA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO DOMINATA DAI BIANCONERI E COL BARCELLONA SCARSAMENTE EFFICACE NEGLI ULTIMI METRI. AL 46', MESSI CERCA DI BEFFARE BUFFON CON UN TURO A GURO RIVELATOSI IMPRECISO. GLI OSPITI ATTACCANO MA NON SI RENDONO PERICOLOSI. AL 53', TER STEGEN SI OPPONE COL CORPO A HIGUAIN. DUE MINUTI DOPO, LA JUVENTUS FA TRIS CON UN COLPO DI TESTA DI CHIELLINI CHE COLPISCE IL PALO PRIMA DI VARCARE LA LINEA BIANCA. TER STEGEN NON PUO' FAR ALTRO CHE RACCOGLIERE LA SFERA DAL SACCO. AL 66', IMBUCATA DI MESSI PER SUAREZ CHE, SOLO DAVANTI A BUFFONì, NON TROVA LO SPECCHIO DELLA PORTA, C'E' UNA DEVIAZIONE QUASI IMPERCETTIBILE DEL PORTIERE BIANCONERO. AL 68', CHIELLINI RISCHIA IN AREA DI RIGORE PER AVER TOCCATO IL APLLONE COL BRACCIO; L'ARBITRO LASCIA CORRERE. NELL'ULTIMO TRATTO DI GARA, LA JUVENTUS PENSA SOPRATTUTTO A NON PRENDERE GOL PIUTTOSTO CHE A CERCARNE ALTRI. IL BARCELLONA NON IMPENSIERISCE AFFATTO BUFFON E SBATTE CONTRO IL MURO BIANCONERO. TERMINA, SOPO QUATTRO MINUTI DI RECUPERO, UNA GARA CHE HA VISTO TRIONFARE I BIANCONERI DI ALLEGRI AL COSPETTO DI UN BARCELLONA DIMESSO, DISATTENTO IN DIFESA E POCO CATTIVO IN ZONA REALIZZATIVA

Juventus: Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic (89’ Barzagli), Khedira; Cuadrado (72’ Lemina), Dybala (81’ Rincon), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Asamoah, Lichtsteiner e Marchisio. Allenatore: Allegri.
Barcelona: Ter Stegen; Piqué, Umtiti, Mathieu (46’ André Gomes); Sergi Roberto, Mascherano, Rakitic, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar. A disposizione: Cilessen, Denis Suarez, Jordi Alba, Digne, Alena ed Alcacer. Allenatore: Luis Enrique.
Arbitro
: Marciniak
, Polonia.
Marcatori: p. t. 7' e 22' Dyvala; s. t. 10' Chiellini.
Note: spettatori 41.092; ammoniti Dani Alves, Iniesta, Suarez, Mandzukic, Umtiti, Lemina e Khedira.

COPPA DEI CAMPIONI - QUARTI DI FINALE - RITORNO

BARCELLONA, 19/4/17
LA JUVENTUS ESCE UBDENNE DA BARCELLONA ED OTTIENE IL PASS PER LE SEMIFINALI. AVVIO DI GARA PROPOSITIVO DEI BIANCONERI CHE COSTRUISCONO UN'AZIONE DA RETE AL 10' CON HIGUAIN CHE CALCIA DI POTENZA DAL LIMITE DELL'AREA MA LA CONCLUSIONE TERMINA NON LONTANA DALLO SPECCHIO DELLA PORTA. AL 15', IL BARCELLONA PROVA LA VIA DELLA RETE CON RAKITIC CHE FA PARTIRE UN SINISTRO CHE TERMINA SOPRA ALTO SOPRA LA TRANERSA. AL 17' ED  AL 19' BUOINE OCCASIONI PER IL BARCELLONA MA MESSI E NEYMAR NON TROVANO LO SPECCHIO DELLA PORTA. AL 30', UN SINISTRO DALLA DISTANZA DI MESSI IMPEGNA BUFFON CHE RESPINGE COI PUGNI POI E' SEMPRE L'ARGENTINO A CALCIARE SULL'ESTERNO DELLA RETE. AL 36', E' ANCORA HIGUAIN A RENDERSI PERICOLOSO MA TER STEGEN BLOCCA A TERRA. TERMINA, DOPO UN MINUTO DI RECUPERO, UN BUON PRIMO TEMPO BEN DISPUTATO DAI BIANCONERI CHE HANNO CORSO POCHISSIMI PERICOLI CERCANDO CON HIGUAIN LA VIA DELLA RETE. LA RIPRESA SI APRE CON HIGUAIN CHE INNESCA CUADRADO  CHE CALCIA A LATO DELLA PORTA CATALANA. E' SEMPRE IL COLOMBIANO A CERCARE LA VIA DELLA RETE MA TER STEGEN DEVIA IN CALCIO D'ANGOLO AL 52'. AL 53', MESSI DAL LIMITE DELL'AREA CALCIA A RETE MA CHIELLINI DEVIA FACENDO TERMINARE LA PALLA A LATO DI POCHI CENTIMETRI. AL 57, CI PROVA MESSI SU CALCIO PIAZZATO MA IL TENTATIVO RISULTA INNOCUO. IL BARCELLONA FATICA A TROVARE LA PORTA, IL TEMPO PASSA E PER LA JUVE VA BENE COSì. AL 64', MESSI, DA OTTIMA POSIZIONE, METTE A LATO NON SFRUTTANDO UN'USCITA ERRATA DI BUFFON. AL 69, SERGI ROBERTO RICEVE PALLA DA MESSI E SCAGLIA UN MONACINO CHE SFIORA IL PALO E TERMINA SUL FONDO. AL 69', UN SINISTRO A GIRO DI DYBALA NON TROVA LA PORTA. AL 78', BUFFON SMANACCIA SUL TENTATIVO DI MASCHERANO.  SEI MINUTI DOPO, UN SINISTRO DI LEMINA VIENA DEVIATO IN CALCIO D'ANGOLO.  TERMINA COSIì IN PARITA' COL BARCELLONA INCAPACE DI REALIZZARE UNA RETE ALLA JUVENTUS IN 180 MINUTI E CON LA JUVENTUS ABILE A GESTIRE IL RASSICURANTE VANTAGGIO DELL'ANDATA GRAZIE AD UNA DIFESA D'ACCIAIO. L'AVVENTURA EUROPEA CONTINUA

Barcelona: Ter Stegen; Sergi Roberto (78’ Mascherano), Piqué, Umtiti, Jordi Alba; Rakitic (58’ Paco Alcacer), Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar. (Cillessen, Denis Suarez, Digne, Alena, Andre Gomes. Allenatore: Luis Enrique.
Juventus:Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; pjanic, Khedira; Cuadrado (84’ Lemina), Dybala (75’ Barzagli), Mandzukic; Higuain (88’ Asamoah). A disposizione: Neto, Lichtsteiner, Lemina, Rincon e Benatia. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Kuipersm Olanda.
Note: ammoniti Iniesta, Neymar, Chiellini e Khedira.

COPPA DEI CAMPIONI - SEMIFINALE - ANDATA

MONTECARLO, 3/5/17
Monaco
Juventus:
Arbitro:
Marcatori
Note:

COPPA DEI CAMPIONI - SEMIFINALE - RITORNO

TORINO, 9/5/17

Juventus:
Monaco
Arbitro:
Marcatori
Note: