MIKY & GENNY

DETTAGLI SERIE A <--- JUVENTUS - 2013-14 ---> INDICE

JUVENTUS CAMPIONE D'ITALIA

COPPA ITALIA

Ottavi di finale
18-12-2013 Juventus-Avellino 3-0 - 7' Giovinco, 16' Caceres, 34' Quagliarella.
Juventus: Storari; Caceres, Ogbonna, Peluso; Motta (80' Lichtsteiner), Padoin, Marchisio, Asamoah (68' Bouy), De Ceglie; Quagliarella, Giovinco (80' Pepe). A disposizione: Rubinho, Barzagli, Garcia Tena, Isla, Chiellini, Pogba, Tevez e Llorente. Allenatore: Conte.

Avellino: Di Masi; Izzo, Peccarisi, Pisacane; Zappacosta, D'Angelo, Togni (46' Schiavon), Arini (71' Angiulli), Millesi; Castaldo (55' Galabinov), Herrera. A disposizione: Seculin, Fabbro, De Vito, Abero, Bittante, Massimo, Soncin e Biancolino. Allenatore: Rastelli.
Arbitro: Irrati di Pistoia.
Note
: ammonito Bouy.

Quarti di finale
21-1-2014 Roma-Juventus 1-0 - 78' Gervinho.
Roma: De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Torosidis; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Florenzi (74′ Pjanic), Totti (83' Ljajic), Gervinho. A disposizione: Skorupsi, Lobont, Burdisso, Jedvaj, Dodò, Ricci, Taddei, Marquinho, Destro e Borriello. Allenatore: Garcia.
Juventus: Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini (45′ Ogbonna); Isla, Vidal, Pirlo, Marchisio, Peluso (81' Tévez); Quagliarella, Giovinco (77' Llorente). A disposizione: Buffon, Rubinho, Caceres, Padoin, Lichtsteiner, Asamoah, Pogba e Pepe. Allenatore: Conte.
Arbitro: Tagliavento di Terni.
Note
: ammonito Benatia, Florenzi, Giovinco, Peluso e Vidal.

GLI ARTEFICI

Presidente: Andrea Agnelli.
Presidenti onorari: Franzo Grande Stevens e Giampiero Boniperti.

Amministratore delegato
: Aldo Mazzia.

Consiglio d'amministrazione
: Aldo Mazzia,
Andrea Agnelli, Asaia Grazioli Venier, Camillo Venesio, Renrico Vellano, Giulio Buongiorno, Giuseppe Marotta, Maurizio Arrivabene, Paolo Garimberti, Pavel Nedved.
Comitato remunerazioni e nomine:
Camillo Venesio, Carlo Barel di Sant'Albano, Riccardo Montanaro.
Controllo interno: Camillo Venesio, Marzio Saà, Riccardo Montanaro.
Collegio sindacale: presidente Paolo Piccatti, sindaci Roberto Longo e Roberto Petrignani.
Direttore commerciale
: Francesco Calvo.

Direttore generale: Giuseppe Marotta.
Direttore comunicazione
Claudio Albanese.

Direttore pianificazione: Stefano Bertola.
Direttore Juventus channel
: Giuseppe Gattino.

Direttore Juventus center
: Vittorio Ferrino.

Direttore risorse umane: Alessandro Sorbone.
Responsabile investimenti immobiliari
: Riccardo Abrate.

Responsabile informatico
: Claudio Leonardi.

Segreteria sportiva
: Francesco Gianello.

Ufficio stampa
: Enrica Tarchi, Fabio Ellena, Gabriella Ravizzotti, Marco Girotto e Stefano Coscia.

Responsabile marketing
: Alessandro Sandiano.

Team manager: Matteo Fabris.
Direttore sportivo: Fabio Paratici.
Allenatore: Antonio Conte.
Allenatore in seconda: Angelo Alessio.
Allenatore portieri: Claudio Filippi.
Preparatore atletico:
Paolo Bertelli.
Assistente di campo
:
Massimo Carrera.
Coordinatore Area Medica: Fabrizio Tencone.
Responsabile Sanitario Prima Squadra
: Luca Stefanini.
Medico Sociali Settore Gioivanile
: Stefano Suraci.
Responsabile Medico Settore Giovanile
: Marco Luison.
Massofisioterapisti: Alfonso Casano, Aldo Esposito, Dario Garbiero, Emanuele Randelli, Francesco Pieralisi e Gianluca Scolaro.
Chiropratico: Elio Cavedoni.

Team Manager
: Matteo Fabris.

Allenatore Primavera: Andrea Zanchetta.
Responsabile settore giovanile: Stefano Braghin.
Coordinatore settore giovanile: Gianluca Pessotto.
Responsabile osservatori: Robertro Marta.

Responsabile osservatori
estero: Javier Ribalta.

Responsabile tecnico settore giovanile Mauro Sandreani.
Responsabile Juventus Soccer Schools: Marco Marchi.
Portieri
:
 Buffon, Rubinho, Storari.
Difensori:
Barzagli, Bonucci, Caceres, Chiellini, De Ceglie, Lichtsteiner, Motta, Ogbonna, Peluso.
Centrocampisti
: Asamoah, Bouy, 
Isla, Marchisio, Padoin, Pepe, Pirlo, Pogba, Vidal.
Attaccanti:
Giovinco, Llorente, Osvaldo, Quagliarella, Tevez, Vucinic.

GIO. DATA PARTITA RIS. NOTE
1 24/8/13 SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1 -58' Tevez.
2 31/8/13 JUVENTUS-LAZIO 4-1 -14' e 26' Vidal, 28' Klose (LA), 49' Vucinic, 80' Tevez.
3 14/9/13 INTER-JUVENTUS 1-1 -73' Icardi, 75' Vidal (JU).
4 22/9/13 JUVENTUS-VERONA 2-1 -37' Cacciatore, 40' Tevez, 48' p. t. Llorente.
5 25/9/13 CHIEVO-JUVENTUS 1-2 -28' Thereau, 47' Quagliarella (JU), 65' (aut.) Bernardini.
6 29/9/13 TORINO-JUVENTUS 0-1 -54' Pogba.
7 6/10/13 JUVENTUS-MILAN 3-2 -1' Muntari (MI), 15' Pirlo, 69' Giovinco, 76' Chiellini, 90' Muntari (MI).
8 20/10/13 FIORENTINA-JUVENTUS 4-2 -37' (rig.) Tevez (JU), 40' Pogba (JU), 66' (rig.) e 76' G. Rossi, 78' Joaquin, 81' G. Rossi.
9 27/10/13 JUVENTUS-GENOA 2-0 -23' (rig.) Vidal, 36' Tevez.
10 30/10/13 JUVENTUS-CATANIA 4-0 -26' Vidal, 34' Pirlo, 66' Tevez, 31' Bonucci.
11 2/11/13 PARMA-JUVENTUS 0-1 -77' Pogba.
12 10/11/13 JUVENTUS-NAPOLI 3-0 -2' Llorente, 74' Pirlo, 80' Pogba.
13 24/11/13 LIVORNO-JUVENTUS 0-2 -63' Llorente, 75' Tevez.
14 1/12/13 JUVENTUS-UDINESE 1-0 -91' Llorente.
15 6/12/13 BOLOGNA-JUVENTUS 0-2 -13' Vidal, 90' Chiellini.
16 14/12/13 JUVENTUS-SASSUOLO 4-0 -15' Tevez, 28' Peluso, 45' e 68' Tevez.
17 22/12/13 ATALANTA-JUVENTUS 1-4 -6' Tevez (JU), 15' Moralez, 46' Pogba (JU), 75' Llorente (JU), 79' Vidal (JU).
18 5/1/14 JUVENTUS-ROMA 3-0 -17' Vidal, 49 Bonucci, 76' (rig.) Vucinic.
19 12/1/14 CAGLIARI-JUVENTUS 1-4 -21' Pinilla, 31' Llorente (JU), 73' Marchisio (JU), 76' Llorente (JU), 80' Lichtsteiner (JU).
20 18/1/14 JUVENTUS-SAMPDORIA 4-2 -18' Vidal, 24' Llorente, 38' (aut.) Barzagli, 41' (rig.) Vidal, 69' Gabbiadini (SA), 78' Pogba.
21 25/1/14 LAZIO-JUVENTUS 1-1 -27' (rig.) Candreva, 60' Llorente (JU).
22 2/2/14 JUVENTUS-INTER 3-1 -15' Lichtsteiner, 47' Chiellini, 56' Vidal, 71' Rolando (IN) .
23 9/2/14 VERONA-JUVENTUS 2-2 -5' e 21' Tevez (JU), 52' Toni, 94' Gomez.
24 16/2/14 JUVENTUS-CHIEVO 3-1 -17' Asamoah, 29' Marchisio, 51' (aut.) Caceres, 58' Llorente.
25 23/2/14 JUVENTUS-TORINO 1-0 -30' Tevez.
26 2/3/14 MILAN-JUVENTUS 0-2 -44' Llorente, 68' Tevez.
27 9/3/14 JUVENTUS-FIORENTINA 1-0 -42' Asamoah.
28 16/3/14 GENOA-JUVENTUS 0-1 -89' Pirlo.
29 23/3/14 CATANIA-JUVENTUS 0-1 -59' Tevez.
30 26/3/14 JUVENTUS-PARMA 2-1 -25' e 32' Tevez, 62' Molinaro (PA).
31 30/3/14 NAPOLI-JUVENTUS 2-0 -37' Callejon, 81' Mertens.
32 6/4/14 JUVENTUS-LIVORNO 2-0 -32' e 35' Lloremte.
33 13/4/14 UDINESE-JUVENTUS 0-2 -16' Giovinco, 26' Llorente.
34 20/4/14 JUVENTUS-BOLOGNA 1-0 -64' Pogba.
35 27/4/14 SASSUOLO-JUVENTUS 1-3 -9' Zaza, 34' Tevez (JU), 57' Marchisio (JU), 75' Llorente (JU).
36 5/5/14 JUVENTUS-ATALANTA 1-0 -72' Padoin.
37 11/5/14 ROMA-JUVENTUS 0-1 -94' Osvaldo.
38 18/5/14 JUVENTUS-CAGLIARI 3-0 -8' Pirlo, 15' Llorente, 40' Marchisio
 

24/8/13 PRIMA GIORNATA
NELLA DELICATA TRASFERTA IN TERRA LIGURE, LA JUVENTUS NON E' ESTETICAMENTE BELLA MA ESSENZIALE, CINICA E SPIETATA. I PADRONI DI CASA, DISPOSTI OTTIMAMENTE IN CAMPO DA DELIO ROSSI, LIMITANO LE FONTI DI GIOCO DEGLI AVVERSARI E CONCEDONO POCHE OCCASIONI DA RETE AL PIU' QUOTATO AVVERSARIO. LA GARA E' EQUILIBRATA E, QUANDO LE SQUADRE SI ALLUNGANO PER CERCARE DI SBLOCCARE IL RISULTATO, NE TRAE GIOVAMENTO LA JUVENTUS CHE CAPITALIZZA CON TEVEZ UN'OTTIMA INCURSIONE OFFENSIVA DI POGBA CHE E' STATO, ANCHE NELLA SERATA ODIERNA, UNO DEI MIGLIORI IN CAMPO. LA SAMPDORIA NON STA A GUARDARE E VA VICINO ALLA RETE DEL PAREGGIO. LA DIFESA BIANCONERA E' INVULNERABILE. IN TAL MODO, I BIANCONERI DI CONTE RIESCONO A VINCERE A GENOVA

SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Sampdoria: Da Costa; Gastaldello (72' Mustafi), Palombo, Costa; De Silvestri, Eramo (72’ Soriano), Krsticic, Obiang, Berardi (83’ Castellini); Gabbiadini, Eder. A disposizione: Tozzo, Salamon, Rodriguez, Pozzi, Sansone, Wszolek, Gentsoglou, Fornasier e Gavazzi. Allenatore: Rossi.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez (89' Llorente), Vucinic (89’ Giovinco). A disposizione: Storari, Caceres, Ogbonna, De Ceglie, Peluso, Marrone, Padoin, Quagliarella, Matri ed Isla. Allenatore: Conte.
Arbitro: Banti di Livorno.
Marcatore: s. t. 13' Tevez.
Note: ammoniti Eramo, Gastaldello, Vidal, Lichtsteiner e Vucinic; espulso Castellini.

31/8/13 SECONDA GIORNATA
LA JUVENTUS BATTE SENZA PARTICOLARI PROBLEMI LA LAZIO E RAGGIUNGE IN VETTA ALLA CLASSIFICA IL NAPOLI VITTORIOSO IN CASA DEL CHIEVO. LA GARA SI METTE SUBITO BENE PER I BIANCONERI CHE, DOPO UNA BREVE FASE DI STUDIO, SBLOCCANO IL RISULTATO CON VIDAL E DOPO POCO PIU' DI DIECI MINUTI TROVANO LA RETE DEL RADDOPPIO SEMPRE COL CILENO. LA LAZIO TROVA LA FORZA DI REAGIRE ED ACCORCIA LE DISTANZE CON KLOSE ALLA SUA PRIMA MARCATURA STAGIONALE. I BIANCONERI RIPRENDONO A MACINARE GIOCO E COLPISCONO NELLA RIPRESA ALTRE DUE VOLTE IN UNA DIFESA LAZIALE SCONCERTANTE. HERNANES PERDE LA LUCIDITA' E SI FA ESPELLERE. L'EX DI TURNO CANDREVA E' UNO DEI POCHI, TRA GLI OSPITI, A NON MOLLARE. SERATA NEGATIVA DI BUFFON

JUVENTUS-LAZIO 4-1 (2-1)

Juventus: Buffon; Barzagli (81' Ogbonna), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (79’ Isla), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Vucinic (81’ Quagliarella), Tevez. A disposizione: Storari, Caceres, Motta, Peluso, De Ceglie, Padoin, Pepe e Llorente. Allenatore: Conte.
Lazio: Marchetti, Cavanda (72' Floccari), Novaretti, Cana, Radu; Gonzalez, Biglia (65' Ledesma), Hernanes, Lulic; Candreva; Klose (81' Ederson). A disposizione: Bizzarri, Strakosha, Dias, Biava, Onazi, Keita, Pereirinha, Vinicius e Rozzi. Allenatore: Petkovic.
Arbitro: Tagliavento di Terni.
Marcatorip. t. 14' e 26' Vidal, 28' Klose; s. t. 4' Vucinic, 35' Tevez.
Note: ammonito Bonucci; espulso Hernanes.

14/9/13 TERZA GIORNATA
TERMINA IN PARITA' L'ATTESO BIG MATCH DELLA TERZA GIORNATA DISPUTATOSI A MILANO TRA L'INTER RIVITALIZZATA DALLA CURA MAZZARRI E LA JUVENTUS CAMPIONE D'ITALIA. GARA AGONISTICAMENTE VALIDA E PADRONI DI CASA BRAVI AD ARGINARE LE FONTI DI GIOCO AVVERSARIE. NONOSTANTE IL DISCRETO PRIMO TEMPO DEGLI OSPITI, SONO PROPRIO DEI NERAZZURRI LE DUE OCCASIONI MIGLIORI PER SBLOCCARE IL RISULTATO; BUFFON EVITA LA CAPITOLAZIONE. LA MANOVRA DEI BIANCONERI DI CONTE NON E' SEMPRE FLUIDA E S'ILLUMINA GRAZIE AGLI SPUNTI DI POGBA E DI TEVEZ. NELLA RIPRESA, LE SQUADRE CERCANO DI DARSI BATTAGLIA E DI SUPERARSI E AD UN CERTO PUNTO S'ALLUNGANO. INTORNO ALLA MEZZ'ORA, C'E' IL BOTTA E RISPOSTA. ICARDI ENTRA E PUNISCE ANCORA UNA VOLTA LA JUVENTUS DOPO LE RETI REALIZZATA NELLA SCORSA STAGIONE QUANDO INDOSSAVA LA MAGLIA DELLA SAMPDORIA. IL SOLITO VIDAL RIPORTA IL RISULTATO SUI BINARI DEL PERFETTO EQUILIBRIO. ISLA, NEL FINALE, SPRECA BANALMENTE UNA GHIOTTA OCCASIONE PER CENTRARE L'INTERA POSTA IN PALIO. RISULTATO GIUSTO

INTER-JUVENTUS 1-1 (0-0)

Inter: Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Cambiasso, Taider (68' Icardi), Nagatomo; Alvarez (80’ Kovacic); Palacio. A disposizione: Castellazzi, Carrizo, Andreolli, Belfodil, Kuzmanovic, Wallace, Milito, Samuel, Pereira e Rolando. Allenatore: Mazzarri.
Juventus: Buffon; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Lichsteiner (46’ Isla), Vidal, Pirlo (42’ Padoin), Pogba, Asamoah; Vucinic (72’ Quagliarella), Tevez. A disposizione: Storari, Citti, Ogbonna, De Ceglie, Giovinco, Peluso, Llorente e Motta. Allenatore: Conte.
Arbitro: Orsato di Schio.
MarcatorI: s. t. 28' Icardi, 30' Vidal.
Note: ammoniti Campagnaro, Lichtsteiner, Vidal e Ranocchia.

22/9/13 QUARTA GIORNATA
IN VISTA DEI DIVERSI IMPEGNI RAVVICINATI, CONTE ADOTTA UN AMPIO TURN OVER. I RITMI SONO BLANDI E LA GARA E' EQUILIBRATA. GLI OSPITI PASSANO INASPETTATAMENTE IN VANTAGGIO CON CACCIATORE MA LA JUVENTUS NON CI STA E REAGISCE RIBALTANDO IN POCO PIU' DI DIECI MINUTI GRAZIE ALLE RETI DEGLI ATTACCANTI ACQUISTATI IN ESTATE. PRIMA RETE STAGIONALE REALIZZATA DA LLORENTE CHE SEMBRAVA ESSERE UN OGGETTO MISTERIOSO. GLI OSPITI, NONOSTANTE I GENEROSI ATTACCHI, NON RIESCONO A RISTABILIRE IL RISULTATO DI PARITA'

JUVENTUS-VERONA 2-1 (2-1)

Juventus: Storari; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal, Pirlo (65' Marchisio), Pogba, Asamoah; Tevez (79' Giovinco), Llorente (68' Vucinic) A disposizione: Buffon, Citti, Chiellini, De Ceglie, Peluso, Motta Padoin, Lichtsteiner e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Verona: Rafael; Cacciatore, Gonzalez, Moras, Bianchetti, Agostini (67' Iturbe); Romulo, Donati (58' Gomez), Hallfredsson (77' Donadel); Jorginho; Cacia. A disposizione: Nicolas, Mihaylov, Laner, Longo, Jankovic, Cirigliano, Rubin, Marques e Sala. Allenatore: Mandorlini.
Arbitro: Bergonzi di Vicenza.
Marcatorip. t. 37' Cacciatore, 40' Tevez, 48' Llorente.
Note: ammonito Asamoah, Ogbonna, Vucinic, Marchisio e Donadel.

25/9/13 - QUINTA GIORNATA
IL RETTANGOLO DI GIOCO CONFERMA LE PREVISIONI DELLA VIGILIA. GARA OSTICA E JUVENTUS CORSARA CON FATICA A VERONA. TURN OVER PER I BIANCONERI E RITMI BLANDI NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO. I BIANCONERI CERCANO DI FARE LA GARA MA SONO I VENETI A PASSARE IN VANTAGGIO CON UNA CONCLUSIONE CHIRURGICA DI THEREAU. RIPRESA PIU' MOVIMENTATA. LA JUVENTUS RAGGIUNGE SUBITO IL PAREGGIO CON QUAGLIARELLA CHE SI FA TROVARE PRONTO SOTTO PORTA. MARCHISIO E CHIELLINI CI PROVANO CON CONCLUSIONI DALLA DISTANZA MA PUGGIONI NON SI LASCIA SORPRENDERE. ANNULLATO DALL'ASSISTENTE DEL DIRETTORE DI GARA UN GOL REGOLARE AL CHIEVO REALIZZATO DA PALOSCHI. GARA DECISA DA UNA SFORTUNATA AUTORETE DEL VENETO BERNARDINI. LA JUVENTUS SUPERA INDENNE UNA TRASFERTA INSIDIOSA IN ATTESA DI TROVARE LA MIGLIORE CONDIZIONE FISICA

CHIEVO-JUVENTUS 1-2 (1-0)

Chievo: Puggioni; Sardo, Bernardini, Claiton, Cesar, Dramè; Bentivoglio, Rigoni, Estigarribia (66' Radovanovic); Paloschi (69' Ardemagni), Thereau (87’ Pellissier). A disposizione: Squizzi, Silvestri, Sestu, Calello, Pamic, Improta, Frey, Acosty e Papp. Allenatore: Sannino.
Juventus: Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Isla (64’ Lichtsteiner), Pogba, Pirlo, Marchisio, Peluso; Quagliarella (75’ Tevez), Llorente (87’ Vidal). A disposizione: Storari, Vannucchi, Bonucci, Asamoah, De Ceglie, Motta, Padoin, Giovinco e Vucinic. Allenatore: Conte.
Arbitro: De Marco di Chiavari.
Marcatori: p. t. 28' Thereau; s. t. 2' Quagliarella, 20' (aut.) Bernardini.
Note: ammoniti Dramè, Sardo e Bentivoglio.

29/9/13 SESTA GIORNATA
GRAZIE AD UNA RETE DEL FRANCESE POGBA, LA JUVENTUS REGOLA DI MISURA IL TORINO E RAGGIUNGE MOMENTANEAMENTE IN VETTA ALLA CLASSIFICA IL NAPOLI. GARA AGONISTICAMENTE VALIDA. PORTIERI INOPEROSI NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO. NELLA RIPRESA, I BIANCONERI APPAIONO PIU' CONVINTI E VANNO VICINI ALLA RETE CON GIOVINCO LA CUI CONCLUSIONE E' NEUTRALIZZATA DA PADELLI. RETE CHE ARRIVA QUALCHE ISTANTE DOPO SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO; TEVEZ, IN EVIDENTE POSIZIONE DI FUORIGIOCO, COLPISCE LA TRAVERSA  E SULLA RIBATTUTA POGBA DI TESTA TRAFIGGE PADELLI. GLI ATTACCHI DEL TORINO SONO GENEROSI MA NON PRODICONO GLI EFFETTI SPERATI

TORINO-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Torino: Padelli; Glik, Rodriguez (46' S. Masiello), Moretti; Darmian, Brighi, Vives (86' Farnerud), El Kaddouri (67' Meggiorini), D'Ambrosio; Cerci, Immobile. A disposizione: Gomis, Berni, Bovo, Pasquale, Maksimovic, Basha, Bellomo. Allenatore: Ventura.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Marchisio, Asamoah (74' Padoin); Giovinco (77' Vucinic), Tevez (92' Quagliarella). A disposizione: Storari, Citti, Ogbonna, Peluso, De Ceglie, Isla, Motta, Pirlo, Llorente. Allenatore: Conte.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.
Marcatore: s. t. 9' Pogba.
Note: ammoniti Marchisio, Pogba, Immobile, Asamoah, Vives e Moretti.

6/10/13 SETTIMA GIORNATA
GARA DENSA DI EMOZIONI E DI RETI . PARTENZA IN SALITA DEI BIANCONERI CHE PASSANO SUBITO IN SVANTAGGIO IN VIRTU' DELLA RETE REALIZZATA DA MUNTARI. LA REAZIONE DEI PADRONI DI CASA E VEEMENTE ED ABBIATI RISPONDE EGREGIAMENTE AI TENTATIVI DALLA DISTANZA DEGLI AVANTI BIANCOANERI. NULLA PUO' L'ESTREMO DIFENSORE ROSSONERO SUL CALCIO DI PUNIZIONE MAGISTRALMENTE ESEGUITO DA PIRLO ALLA SUA PRIMA RETE STAGIONALE. LA GARA SI FA PIU' EQUILIBRATA E LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO TERMINA IN PARITA'. NELLA RIPRESA, LA JUVENTUS SPINGE SULL'ACCELERATORE; MEXES APPARE INSPIEGABILMENTE NERVOSO E RISCHIA L'ESPULSIONE CHE POI GUADAGNERA' PIU' TARDI. GIOVINCO PORTA LA JUVENTUS IN VANTAGGIO; IL MILAN E' FRASTORNATO E SUBISCE LA TERZA RETE DA CHIELLINI CHE RIBADISCE IN RETE UNA CONCLUSIONE DI PIRLO TERMINATA SULLA TRAVERSA. MUNTARI SEMBRA AVERE UN CONTO IN SOSPESO COI BIANCONERI E REALIZZA LA RETE CHE ACCENDE IL FINALE. ALL'ULTIMO MINUTO DI RECUPERO, ZAPATA HA L'OCCASIONE DEL CLAMOROSO PAREGGIO. APPREZZABILE LA CAPACITA' DI REAZIONE DEI BIANCONERI; DA RIVEDERE, ANCORA UNA VOLTA, LA DIFESA

JUVENTUS-MILAN 3-2 (1-1)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin (55' Pogba), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (85' Llorente), Quagliarella (67' Giovinco). A disposizione: Storari, Rubinho, Ogbonna, Peluso, Motta, De Ceglie ed Isla. Allenatore: Conte.
Milan: Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Nocerino, De Jong (86' Poli), Muntari; Montolivo; Matri, Robinho (78' Zaccardo). A disposizione: Amelia, Gabriel, Emanuelson, Mastalli e Niang. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Rocchi di Firenze.
Marcatorip. t. 1' Muntari, 15' Pirlo; s. t. 24' Giovinco, 30' Chiellini, 45' Muntari.
Note: ammonito De Jong, Costant, Muntari e Bonucci; espulso Mexes.


20/10/13 OTTAVA GIORNATA
LA JUVENTUS RIMEDIA A FIRENZE LA PRIMA SCONFITTA STAGIONALE AL TERMINE DI UNA GARA COMBATTUTA E CARATTERIZZATA DA SEI RETI E DOVE GLI ATTACCHI HANNO AVUTO LA MEGLIO SULLE RISPETTIVE DIFESE. SQUADRE RIMANEGGIATE MA DETERMINATE E DISPOSTE A DARSI BATTAGLIA PER CENTRARE IL GUSTO DOLCE DELLA VITTORIA. NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO, I PADRONI DI CASA APPAIONO SPUNTATI IN ATTACCO E SUBISCONO DUE RETI NELL'ARCO DI QUATTRO MINUTI. I GIUSTIZIERI DEI VIOLA SONO TEVEZ DAL DISCHETTO E POGBA. LA FIORENTINA SEMBRA STORDITA E LA GARA SEMBRA ESSERE TERMINATA PREMATURAMENTE. NELLA RIPRESA, NONOSTANTE IL PESANTE PASSIVO DA RECUPERARE, LA FIORENTINA ACCENNA UNA REAZIONE; UN DUBBIO RIGORE TRASFORMATO DA ROSSI ACCRESCE L'AUTOSTIMA DEI VIOLA CHE COMINCIANO A CREDERE NELLA RIMONTA. LA JUVENTUS E' DISORIENTATA IN DIFESA E STENTA A CONTENERE GLI ATTACCHI DEI PADRONI DICASA CHE PERVENGONO AL RISULTATO DI PARITA' GRAZIE A ROSSI. LA JUVENTUS CONTINUA A BARCOLLARE E RIESCE A SUBIRE ALTRE DUE RETI NEL GIRO DI QUATTRO MINUTI. E' UN VERO E PROPRIO TRACOLLO CHE NON PUO' ESSERE GIUSTIFICATO DALLE INDUBBIE PESANTI ASSENZE

FIORENTINA-JUVENTUS 4-2 (0-2)

Fiorentina: Neto; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Ambrosini (23' Mati Fernandez), Pizarro, Borja Valero, Pasqual; Aquilani (56’ Joaquin); Rossi (85' Matos). A disposizione: Munua, Compper, Tomovic, Vecino, Bakic, Alonso, Wolski, Vargas e Iakovenko. Allenatore: Montella.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin (83'  Motta), Pogba, Pirlo, Marchisio (77’ Vidal), Asamoah (80’ Giovinco); Tevez, Llorente. A disposizione: Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, De Ceglie, Peluso, Bouy ed Isla. Allenatore: Conte.
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Marcatori: p. t. 37' (rig.) Tevez, 40' Pogba; s. t. 21' (rig.) e 31' G. Rossi, 33' Joaquin, 36' G. Rossi.
Note: ammoniti Tevez, Aquilani, Barzagli, Cuadrado, Savic, Pirlo, Motta e Bonucci.


27/10/13 NONA GIORNATA
RITORNO AL SUCCESSO PER LA JUVENTUS DOPO LE DUE SCONFIITTE DI FIRENZE E MADRID CHE AVEVANO CREATO MALUMORI E SUSCITATO POLEMICHE IN CASA BIANCONERA. GARA GIA' DECISA NELLA PRIMA FRAZIOANE DI GIOCO CHIUSA AVANTI DI DUE RETI. IL GENOA HA FATTO CIO' CHE POTEVA MA NON E' STATO IN GRADO DI RIAPRIRE LA CONTESA

JUVENTUS-GENOA 2-0 (2-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal (87’ Padoin), Pirlo, Pogba, Asamoah (72' De Ceglie); Tevez, Llorente (75’ Giovinco). A disposizione: Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, Peluso, Motta e Marchisio. Allenatore: Conte.
Genoa: Perin; Vrsaljko, Antonini, Portanova, Manfredini, Marchese; Kucka, Bertolacci (79' Centurion), Biondini; Antonelli (46' Fetfatzidis); Gilardino (46’ Konate). A disposizione: Donnarumma, Bizzarri, De Maio, Gamberini, Cofie, Sampirisi, Sturaro, Lodi e Stoian. Allenatore: Gasperini.
Arbitro: Doveri di Roma.
Marcatorip. t. 23' (rig.) Vidal, 36' Tevez.
Note: ammoniti Tevez e Fetfatzidis.

30/10/13 DECIMA GIORNATA
LA JUVENTUS LIQUIDA CON IRRISORIA FACILITA' UN MODESTO CATANIA E SI CONFERMA INARRESTABILE TRA LE MURA AMICHE. DOPO UNA BREVE FASE DI STUDIO, I PADRONI DI CASA SBLOCCANO IL RISULTATO COL CILENO VIDAL  A CUI FA SEGUITO IL RADDOPPIO DI PIRLO. NON C'E' PARTITA; GLI OSPITI APPAIONO SFIDUCIATI E PRIVI DELLA GRINTA E DELLA DETERMINAZIONE NECECESSARI PER RIAPRIRE L'INCONTRO. LA SECONDA FRAZIONE DI GIOCO SI TRASFORMA IN UN COMODO ALLENAMENTO PER I BIANCONERI CHE RIMPINGUANO IL BOTTINO GRAZIE A TEVEZ E BONUCCI

JUVENTUS-CATANIA 4-0 (2-0)

Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal (61' Pogba), Pirlo, Marchisio, De Ceglie; Tevez (67' Giovinco), Llorente (74' Motta). A disposizione: Storari, Rubinho, Barzagli, Ogbonna, Peluso, Padoin ed Asamoah. Allenatore: Conte.
Catania: Andujar; Rolin (68' Capuano), Legrottaglie, Gyomber; Alvarez, Almiron, Guarente, Biraghi (46' Castro); Keko; Petkovic (65' Maxi Lopez), Bergessio. A disposizione: Frison, Ficara, Leto, Izco, Freire e Tachtsidis. Allenatore: De Canio.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
Marcatorip. t. 26' Vidal, 34' Pirlo; s. t. 21' Tevez, 26' Bonucci.
Note: ammoniti Pirlo e Chiellini; espulso Guarente.

2/11/13 UNDICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS VIOLA NEL FINALE IL TARDINI DI PARMA E SI PORTA A DUE PUNTI DALL'INARRESTABILE ROMA IMPEGNATA DOMANI SERA A TORINO. GARA EQUILIBRATA. LE OCCASIONI DA RETE LATITANO NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO; GOBBI E VIDAL NON SONO LUCIDI SOTTO PORTA. RIPRESA PIU' FRIZZANTE CON LE DUE SQUADRE DISPOSTA A DARSI BATTAGLIA CON MAGGIOR ANIMOSITA' RISPETTO AI PRIMI DELUDENTI 45 MINUTI. LA GARA CONTINUA AD ESSERE EQUILIBRATA CON UNA LEGGERA SUPREMAZIA TERRITORIALE BIANCONERA (ALMENO IN TERMINI DI POSSESSO PALLA. L'INGRESSO DI QUAGLIARELLA E' DECISIVO; UNA SUA CONCLUSIONE SBATTE SULLA TRAVERSA E POGBA E' LESTO A RACCOGLIERE LA RESPINTA ED INSACCARE NELLA PORTA DIFESA DA MIRANTE. GLI ATTACCHI DEL PARMA NON SORTISCONO GLI EFFETTI SPERATI E COSI' I BIANCONERI PORTANO A CASA TRE PUNTI PREZIOSI IN ATTESA DELLA PARTITISSIMA COL NAPOLI IN PROGRAMMA IL PROSSIMO 10 NOVEMBRE

PARMA-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Parma: Mirante; Cassani, Lucarelli, Mendes (69’ Felipe); Biabiany, Gargano (82’ Sansone), Marchionni (87’ Obi), Parolo, Gobbi; Cassano, Amauri. A disposizione: Bajza, Rossetto, Mesbah, Valdes, Palladino, Munari, Benalouane, Acquah e Rosi. Allenatore: Donadoni.
Juventus: Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Padoin, Vidal, Pogba, Marchisio (62' Pirlo), Asamoah; Tevez (75’ Quagliarella), Giovinco (75’ Llorente). A disposizione: Storari, Rubinho, Caceres, De Ceglie, Peluso, Motta ed Isla. Allenatore: Conte.
Arbitro: Celi di Bari.
Marcatore: s. t. 32' Pogba.
Note: ammoniti Mendes, Marchisio, Padoin, Gobbi e Llorente.

10/11/13 DODICESIMA GIORNATA
PARTITA PERFETTA DEI BIANCONERI CHE TRAVOLGONO IL NAPOLI CON UN PERENTORIO 3-0 E SI PORTANO AD UN SOLO PUNTO DALLA ROMA BLOCCATA INOPINATAMENTE IN CASA DAL CHIEVO. RITMI ALTI E NAPOLI STORDITO. I PADRONI DI CASA PASSANO SUBITO IN VANTAGGIO CON UNA RETE DI LLORENTE E SFIORANO SUBITO IL RADDOPPIO. I PARTENOPEI, DOPO UN AVVIO DI GARA LACUNOSO, SI ORGANIZZANO E COMINCIANO A MACINARE GIOCO MA NON SONO LUCIDI IN FASE REALIZZATIVA. I BIANCONERI CONTROLLANO SENZA PARTICOLARI PROBLEMI LE VELLEITARIE INCURSIONI OFFENSIVE DEI CAMPANI E TROVANO ALTRE DUE RETI GRAZIE AD UNA MAGISTRALE PUNIZIONE DI PIRLO E AD UNA SASSATA DI POGBA. IL NAPOLI SBATTE CONTRO L'ORGANIZZAZIONE IMPECCABILE DELLA JUVENTUS E CONTRO BUFFON CHE NEGA IN DUE CIRCOSTANZE LA RETE DELLA BANDIERA. BONUCCI ED OGBONNA SALTERANNO PER SQUALIFICA IL PROSSIMO TURNO

JUVENTUS-NAPOLI 3-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal (86' Marchisio), Pirlo, Pogba, Asamoah; Llorente (88’ Quagliarella), Tevez (85' Peluso). A disposizione. Storari, Rubinho, De Ceglie, Motta, Padoin e Giovinco. Allenatore: Conte.
Napoli: Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Inler (79' Zapata), Behrami; Callejon (71’ Mertens), Hamsik, Insigne; Higuain. A disposizione. Rafael, Colombo, Uvini, Britos, Cannavaro, Dzemaili, Radosevic e Pandev. Allenatore: Benitez.
Arbitro: Rocchi di Firenze.
Marcatorip. t. 2' Llorente; s. t. 29' Pirlo, 35' Pogba.
Note: ammoniti Bonucci, Hamsik e Vidal; espulso Ogbonna.

24/11/13 TREDICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS VINCE A LIVORNO E RAGGIUNGE MOMENTANEAMENTE LA VETTA DELLA CLASSIFICA IN ATTESA DELL'IMPEGNO DELLA ROMA COL CAGLIARI NEL POISTICIPO DI DOMANI SERA. IL LIVORNO CHIUDE TUTTI GLI SPAZI E NON E' FACILE SBLOCCARE IL RISULTATO. LE OCCASIONI DA RETE SCARSEGGIANO NEL PRIMO TEMPO. NELLA RIPRESA, LA JUVENTUS FA SUL SERIO, SBLOCCA IL RISULTATO CON LLORENTE E RADDOPPIA CON TEVEZ CHE SFRUTTA UN ASSIST DELLO SPAGNOLO. NON C'E' PIU' PARTITA; I BIANCONERI SFIORANO ANCHE LA TERZA RETE. LA VITTORIA ODIERNA RAPPRESENTA UN BUON VIATICO IN VISTA DELL'IMPEGNO EUROPEO CON L'FC COPENAGHEN

LIVORNO-JUVENTUS 0-2 (0-0)

Livorno: Bardi; Schiattarella, Coda, Rinaudo, Ceccherini (86’ Gemiti), Mbaye (80' Piccini); Luci, Emerson, Greco; Siligardi, Emeghara (73’ Borja). A disposizione: Anania, Aldegani, Valentini, Decarli, Lambrughi, Benassi, Mosquera, Biagianti e Belingheri. Allenatore: Nicola.
Juventus: Buffon; Caceres, Vidal, Chiellini; Padoin, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah (87' Peluso); Tevez (80’ Quagliarella), Llorente (80’ Vucinic). A disposizione: Storari, Rubinho, Motta, De Ceglie. Allenatore: Conte.
Arbitro: Massa di Imperia.
Marcatori: s. t. 18' Llorente, 30' Tevez.
Note: ammoniti Mbaye, Siligardi, Greco, Asamoah e Luci.

1/12/13 QUATTORDICESIMA GIORNATA
GARA EQUILIBRATA DECISA NEL FINALE DA UNA RETE DI TESTA DELLO SPAGNOLO LLORENTE. LA MANOVRA DEI PADRONI DI CASA NON E' FLUIDA E FORSE RISENTE DELLA PREMATURA USCITA DAL TERRENO DI GIOCO DI PIRLO. GLI OSPITI SONO ORDINATI, RISCHIANO DI VACILLARE IN OCCASIONE DELL'OPPORTUNITA' DA RETE CAPITATA A REVEZ E PUNGONO IN CONTROPIEDE CON DI NATALE. AD INIZIO RIPRESA, BUFFON SALVA IL RISULTATO

JUVENTUS-UDINESE 1-0 (0-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin (58' Lichtsteiner), Vidal, Pirlo (14' Pogba), Marchisio, De Ceglie (76' Quagliarella); Tevez, Llorente. A disposizione: Storari, Rubinho, Motta, Caceres, Ogbonna, Peluso e Vucinic. Allenatore: Conte.
Udinese: Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Allan, Lazzari, Pereyra (88' Maicosuel), Gabriel Silva; Fernandes (61' Badu); Di Natale. A disposizione: Kelava, Bubnjic, Douglas, Naldo, Widmer, Jadson, Mlinar, Pinzi, Nico Lopez e Zielinski. Allenatore: Guidolin.
Arbitro: Calvarese di Teramo.
Marcatore: s. t. 46' Llorente.
Note: ammoniti Heurtaux, Llorente e Quagliarella.

6/12/13 QUINDICESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS CENTRA LA SETTIMA VITTORIA CONSECUTIVA AL CULMINE DI UNA GARA COMBATTUTA. IL BOLOGNA DISPUTA LA SUA ONESTA GARA MA NON RIESCE A SUPERARE LA DIFESA BIANCONERA CHE SEMBRA AVER TROVATO, DOPO LA MAZZATA DI FIRENZE, LA QUADRATURA DEL CERCHIO. GLI OSPITI PARTONO FORTE E SBLOCCANO SUBITO IL RISULTATO CON VIDAL. LA REAZIONE DEI PADRONI DI CASA NON SI FA ATTENDERE E BUFFON NON SI LASCIA COGLIERE IMPREPARATO SULLE CONCLUSIONI DI DIAMANTI. LA GARA E' RICCA DI CAPOVOLGIMENTI DI FRONTE E NON MANCANO LE OCCASIONI PER RADDOPPIARE DA PARTE DEI BIANCONERI. NELLA RIPRESA, I RITMI SONO PIU' BASSI CON LE SQUADRE CHE CERCANO RISPETTIVAMENTE DI RISTABILIRE IL RISULTATO DI PARITA' E DI RADDOPPIARE. JUVENTUS POCO CINICA E BOLOGNA SFORTUNATO IN OCCASIONE DEL PALO. NEL FINALE, CHIELLINI CHIUDE LA CONTESA SPEGNENDO DEFINITIVAMENTE LE SPERANZE DI RIMONTA DEI FELSINEI

BOLOGNA-JUVENTUS 0-2 (0-1)

Bologna: Curci; Antonsson, Natali, Mantovani; Garics (65’ Cristaldo), Perez (46’ Laxalt), Krhin, Morleo; Kone, Diamanti; Bianchi (89’ Alibec). A disposizione: Agliardi, Stojanovic, Crespo, Radakovic, Cech, Pazienza, Della Rocca, Christodoulopoulos ed Acquafresca. Allenatore: Pioli.
Juventus: Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Isla, Vidal, Pogba, Marchisio, Peluso (66' Asamoah); Vucinic (39’ Llorente), Quagliarella (70’ Tevez). A disposizione: Storari, Vannucchi, Motta, Bonucci, Lichtsteiner, Caceres, Padoin e De Ceglie. Allenatore: Conte.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.
Marcatori: p. t. 12' Vidal; s. t. 45' Chiellini.
Note: ammoniti Peluso, Mantovani, Isla, Chiellini e Marchisio.

14/12/13 SEDICESIMA GIORNATA
DOPO L'INOPINATA ED IMPREVISTA ELIMINAZIONE DALLA CHAMPIONS LEAGUE, LA JUVENTUS SBRIGA LA PRATICA SASSUOLO CON IRRISORIA FACILITA'. GARA SENZA STORIA CHIUSA GIA' NEL PRIMO TEMPO CHIUSO CON UN PERENTORIO ED INDISCUTIBILE 3-0. IL SASSUOLO, FRAGILE IN DIFESA E SCONCLUSIONATO IN ATTACCO, SI CONSEGNA ALL'AVVERSARIO E NON RIESCE A LEGGERE LA PARTITA. MATTATORE DELLA SERATA TEVEZ AUTORE DI UNA TRIPLETTA. PRIMA RETE STAGIONALE PER IL DIFENSORE PELUSO A CUI E' TOCCATO IL COMPITO DI SIGLARE IL GOL DEL 2-0

JUVENTUS-SASSUOLO 4-0 (3-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal (75' Padoin), Pogba, Asamoah, Peluso (55' De Ceglie); Tevez (70' Quagliarella), Llorente. A disposizione:  Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, Giovinco, Motta e Lichtsteiner. Allenatore: Conte.
Sassuolo: Pegolo; Gazzola, Antei, Bianco, Marzorati, Longhi; Marrone, Magnanelli (71' Chibsah), Kurtic (51' Zaza); Missiroli; Floro Flores (75' Masucci). A disposizione: Pomini, Pucino, Alexe, Valeri, Laribi, Rossini, Schelotto, Farias e Ziegler. Allenatore: Di Francesco.
Arbitro: Bergonzi di Genova.
Marcatori: p. t. 15' Tavez, 28' Peluso, 45' Tevez; s. t. 23' Tevez.
Note: ammoniti Peluso e Magnanelli.

22/12/13 DICIASSETTESIMA GIORNATA
ULTIMA GARA DELL'ANNO SOLARE ED ULTIMA VITTORIA DI UNA JUVENTUS CHE NON FINISCE MAI DI STUPIRE. TEVEZ SBLOCCA SUBITO IL RISULTATO. I PADRONI DI CASA REAGISCONO E RISTABILISCONO, DOPO NOVE MINUTI, LA PARITA' CON MORALEZ. I BIANCONERI ESERCITANO UNA MARCATA SUPREMAZIA TERRITORIALE CHE VIENE FUORI ALLA DISTANZA ALLORQUANDO PARTECIPANO TUTTI AL FESTIVAL DEL GOL. UN RISULTATO CHE NON AMMETTE RECRIMINAZIONI DI SORTA E CHE CONSENTE AI BIANCONERI CONSERVARE CINQUE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA ATTESA A TORINO IL 5 GENNAIO NEL MATCH VERITA'

ATALANTA-JUVENTUS 1-4 (1-1)

Atalanta: Consigli; Raimondi (88' Konè), Migliaccio, Stendardo, Del Grosso (68' Cazzola); Bonaventura (68' Livaja), Cigarini, Carmona, Brivio; Moralez; Denis. A disposizione: Sportiello, Scaloni, Giorgi, Canini, Baselli, Brienza, Gagliardini, Marilungo e De Luca. Allenatore: Colantuono.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal (81' Padoin), Pogba 82' Pogba), Marchisio, Asamoah, Tevez (81' Quagliarella), Llorente. A disposizione: Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, De Ceglie, Giovinco, Motta ed Isla. Allenatore: Conte.
Arbitro: Celi di Campobasso.
Marcatori: p. t. 6' Tevez, 15' Moralez; s. t. 1' Pogba, 30' Llorente, 34' Vidal.
Note: ammoniti Pogba, Barzagli e Migliaccio.

5/1/14 DICIOTTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS DISTRUGGE NELLO SCONTRO DIRETTO LA ROMA E SI AVVIA ALLA CONQUISTA DEL TERZO TRICOLORE CONSECUTIVO. BIANCONERI GIA' CAMPIONI D'INVERNO, OTTO PUNTI DI VANTAGGIO PROPRIO SULLA ROMA, DECIMA VITTORIA DI FILA, SOLO UN PAREGGIO ED UNA SCONFITTA. NUMERI DA GRANDE E SI RISCHIA DI FRANTUMARE TUTTI I RECORD. INIZIO GARA FAVOREVOLE AI GIALLOROSSI E I BIANCONERI AGISCONO DI RIMESSA. DOPO QUESTA FASE DI GIOCO, LA JUVENTUS PRENDE IL SOPRAVVENTO E SBLOCCA IL RISULTATO CON VIDAL SERVITO DA TEVEZ. LA ROMA CERCA DI ABBOZZARE UNA REAZIONE MA GLI ATTACCHI SONO FUMOSI E PRIVI DELLA PERICOLOSITA' SUFFICIENTE PER IMPENSIERIRE LA GRANITICA DIFESA BIANCONERA. NEL SECONDO TEMPO, CI SI ATTENDE UNA ROMA PIU' PROPOSITIVA E PIU' CONVINTA. GLI INGRESSI DI DESTRO E FLORENZI NON PRODUCONO GLI EFFETTI SPERATI. ANZI, SONO I BIANCONERI AD ANDARE ALTRE DUE VOLTE IN RETE CON BONUCCI E SU CALCIO DI RIGORE TRASFORMATO DALL'EX VUCINIC. LA ROMA, NEL FINALE, PERDE LA TESTA E TERMINA L'INCONTRO IN NOVE UOMINI A CAUSA DELLE ESPULSIONI DI DE ROSSI E CASTAN

JUVENTUS-ROMA 3-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal (75' Padoin), Pogba, Asamoah, Peluso (55' De Ceglie); Tevez (70' Quagliarella), Llorente. A disposizione:  Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, Giovinco, Motta e Lichtsteiner. Allenatore: Conte.
Roma: De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Dodò (54′ Torosidis); Pjanic (54′ Destro), De Rossi, Strootman; Ljajic, Totti (71′ Florenzi), Gervinho. A disposizione: Skorupski, Lobont, Jedvaj, Burdisso, Bradley, Marquinho, Taddei, Caprari e Borriello. Allenatore: Garcia.
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Marcatori: p. t. 17' Vidal; s. t. 4' Bonucci, 31' (rig.) Vucinic.
Note: ammoniti Tevez, Chiellini, Barzagli, Gervinho e Ljajic; espulsi De Rossi e Castan.

12/1/14 DICIANNOVESIMA GIORNATA
UNDICESIMA VITTORIA CONSECUTIVA DELLA JUVENTUS CHE DILAGA A CAGLIARI DOPO UN AVVIO DIFFICILE. PADRONI DI CASA IN VANTAGGIO CON PINILLA. BIANCONERI SORPRESI E FORSE APPAGATI DAL COSPICUO VANTAGGIO SULLA ROMA. LA REAZIONE DEGLI OSPITI NON SI FA ATTENDERE E LLORENTE REALIZZA LA RETE DEL PAREGGIO. CHIUSA LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO IN PARITA', LA JUVENTUS SPINGE SULL'ACCELERATORE E PASSA IN VANTAGGIO CON MARCHISIO. DOPO AVER OPERATO IL SORPASSO, NON C'E' PIU' PARTITA. LLORENTE E LIECHTSTEINER RENDONO PIU' PESANTE E ROBOANTE LA SCONFITTA CAGLIARITANA. E' UNA JUVENTUS INARRESTABILE CHE MANTIENE OTTO LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA SECONDA E CHE NON SEMBRA AVERE ALCUN TIPO DI CEDIMENTO

CAGLIARI-JUVENTUS 1-4 (1-1)

Cagliari: Adan; Pisano (77' Cabrera), Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Ekdal (82' Perico); Cossu; Pinilla, Sau (65' Ibarbo). A disposizione: Avramov, Del Fabro, Avelar, Masia ed Ibraimi. Allenatore: Lopez.
Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo (65' Marchisio), Vidal (83' Padoin), Asamoah, Tevez (37' Giovinco), Llorente. A disposizione: Storari, Rubinho, Ogbonna, Peluso, Pepe, Quagliarella e Vucinic. Allenatore: Conte.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
Marcatori: p. t. 21' Pinilla, 31' Llorente; s. t. 28' Marchisio, 31' Llorente, 35' Lichtsteiner.
Note: ammoniti Caceres, Cossu e Dessena; espulso Pinilla.

18/1/14 VENTESIMA GIORNATA
JUVENTUS INARRESTABILE, CONQUISTA LA DODICESIMA VITTORIA CONSECUTIVA E CONSERVA LE OTTO LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA VITTORIOSA NEL POMERIGGIO COL LIVORNO. I BIANCONERI PARTONO BENE E CREANO DIVERSE OPPORTUNITA' PROPIZIE PER SBLOCCARE IL RISULTATO. LA SUPERIORITA' BIANCONERA E' EVIDENTE E LA SAMPDORIA NON RIESCE A RIPARTIRE. COSI' IL VANTAGGIO DEI PADRONI DI CASA E' INEVITABILE E MATURA GRAZIE A VIDAL. I BLUCERCHIATI SONO STORDITI E SUBISCONO SUBITO LA SECONDA RETE DA LLORENTE. QUANDO LA JUVENTUS ABBASSA I RITMI, LA SAMPDORIA ESCE ALLO SCOPERTO E RIESCE AD ACCORCIARE LE DISTANZE IN VIRTU' DI UN'AUTORETE DI BARZAGLI. I PADRONI DI CASA NON CI STANNO E RIESCONO A RISTABILIRE LE DUE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO GRAZIE AD UN CALCIO DI RIGORE TRASFORMATO DA VIDAL ALLA DECIMA REALIZZAZIONE STAGIONALE. CHIUSA LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO CON UN VANTAGGIO RASSICURANTE, I BIANCONERI PENSANO AD AMMINISTRARE E GLI OSPITI ATTACCANO ESPONENDOSI ALLE RIPARTENZE BIANCONERE. LA GARA E' SPETTACOLARE. GABBIADINI RENDE INCERTO L'ESITO DELLA CONTESA REALIZZANDO LA RETE DELLA SPERANZA. DOPO NOVE MINUTI LA RETE DEGLI OSPITI, IL FRANCESE POGBA CHIUDE I CONTI CON UNA CONCLUSIONE DALLA DISTANZA.  I BIANCONERI NON CONOSCONO OSTACOLI E VIAGGIANO SPEDITI VERSO IL TERZO SCUDETTO CONSECUTIVO

JUVENTUS-SAMPDORIA 4-2 (3-1)

Juventus: Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Marchisio, Pogba, Asamoah (80′ Peluso); Tévez (86′ Giovinco), Llorente (86′ Quagliarella). A disposizione: Storari, Rubinho, Cáceres, Bonucci, Isla, Padoin, Pirlo, Pepe e Vučinić. Allenatore: Conte.
Sampdoria: Da Costa; De Silvestri, Mustafi (52′ Costa), Gastaldello, Regini; Palombo, Obiang; Gabbiadini, Wszołek (70′ Sansone), Bjarnason (46′ Renan); Éder. A disposizione: Fiorillo, Tozzo, Salamon, Berardi, Castellini, Rodríguez, Gavazzi e Pozzi. Allenatore: Mihajlović.
Arbitro: Gervasoni di Mantova.
Marcatori: p. t. 18' Vidal, 24' Llorente, 38' (aut.) Barzagli, 41' (rig.) Vidal; s. t. 24' Gabbiadini, 33' Pogba.
Note: ammoniti Chiellini, Regini, Wszołek e Gastaldello.

25/1/14 VENTUNESIMA GIORNATA
S'INTERROMPE NELLA CAPITALE LA LUNGA STRISCIA DI VITTORIE CONSECUTIVE DELLA JUVENTUS. LA LAZIO, RIVITALIZZATA DALLA CURA REJA, RENDE LA VITA DURA AI CAMPIONI D'ITALIA. NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO, DOPO UN AVVIO DI GARA SOPORIFERO, LA LAZIO SBLOCCA IL RISULTATO GRAZIE AD UN CALCIO DI RIGORE DECRETATO DALL'ARBITRO PER FALLO DI BUFFON SU KLOSE E  BRILLANTEMENTE TRASFORMATO DA CANDREVA. UNA DOPPIA MAZZATA PER LA JUVENTUS COSTRETTA A CERCARE IL PAREGGIO IN INFERIORITA' NUMERICA A CAUSA DELL'ESPULSIONE RIMEDIATA DA BUFFON. LLORENTE PROVA A RADDRIZZARE L'INCONTRO MA BERISHA NON SI FA TROVARE IMPREPARATO. SECONDA FRAZIONE DI GIOCO DAI RITMI ELEVATI E DA CONTINUI CAPOVOLGIMENTI DI FRONTE. I BIANCONERI RAGGIUNGONO IL PAREGGIO CON LLORENTE E SFIORANO ANCHE IL CLAMOROSO SORPASSO. LE SQUADRE SI DANNO BATTAGLIA E VOGLIONO L'INTERA POSTA IN PALIO. I PADRONI DI CASA SONO SFORTUNATI IN OCCASIONE DEI DUE PALI COLPITI DA KLOSE. POSITIVA LA PRESTAZIONE DI STORARI E LA PROVA DI CARATTERE DEI BIANCONERI BRAVI A NON PERDERE LA TESTA

LAZIO-JUVENTUS 1-1 (1-0)

Lazio: Berisha; Biava, Cana, Dias; Cavanda (65' Gonzalez), Ledesma, Biglia, Konko; Candreva (83' Keita), Hernanes; Klose. A disposizione: Marchetti, Strakosha, Pereirinha, Novaretti, Ciani, Crecco, Vinìcius, Felipe Anderson, Floccari e Perea. Allenatore: Reja.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Lichtsteiner, Vidal, Marchisio, Pogba, Asamoah (25' Storari); Tevez, Llorente. A disposizione: Rubinho, Caceres, Peluso, Pepe, Pirlo, Padoin, Isla, Giovinco e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Arbitro: Massa di Imperia.
Marcatori: p. t. 27' (rig.) Candreva; s. t. 15' Llorente.
Note: ammoniti Biava e Bonucci; espulso Buffon.

2/2/14 VENTIDUESIMA GIORNATA
JUVENTUS TRAVOLGENTE E SPIETATA, SUPERA SENZA DIFFICOLTA' L'INTER E SI PORTA A NOVE LE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA COSTRETTA A CAUSA DELLE PROIBITIVE CONDIZIONI DEL TERRENO DI GIOCO, AL RINVIO DELLA GARA COL PARMA. GARA PRATICAMENTE SENZA STORIE CON LA JUVENTUS COSTANTEMENTE ALL'ATTACCO E GLI OSPITI COSTRETTI A SUBIRE E INCAPACI DI GRAFFIARE IN ATTACCO. DOPO UN SALVATAGGIO MIRACOLOSO DI HANDANOVIC, I BIANCONERI SBLOCCANO IL RISULTATO CON LICHTSTEINER E CREANO DIVERSE OPPORTUNITA' PER RADDOPPIARE. LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO TERMINA COL VANTAGGIO RISICATO DELLA JUVENTUS A CAUSA DELL'IMPRECISIONE DEGLI AVANTI BIANCONERI E PER MERITO DI HANDANOVIC. NELLA RIPRESA, LA JUVENTUS FA SUL SERIO E CHIUDE L'INCONTRO CON LE REALIZZAZIONI DI CHIELLINI E DI VIDAL. IL VANTAGGIO RASSICURANTE INDUCE I PADRONI DI CASA AD ABBASSARE I RITMI E NE TRAE GIOVAMENTO L'INTER CHE ACCORCIA LE DISTANZE CON ROLANDO ED IMPENSIERISCE PIU' PSICOLOGICAMENTE CHE EFFETTIVAMENTE LA JUVENTUS CHE, NEL FINALE, COLPISCE UN PALO CON VUCINIC. DOPO IL PAREGGIO DI OTTO GIORNI FA A ROMA, LA JUVENTUS RIPRENDE A MARCIARE SPEDITA SENZA ALCUN CONTRACCOLPO

JUVENTUS-INTER 3-1 (1-0)

Juventus: Storari, Barzagli (63' Cáceres), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (82' Isla), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente (86' Vucinic). A disposizione: Rubinho, Vannucchi, Ogbonna, Peluso, Padoin, Marchisio, Pepe e Giovinco. Allenatore: Conte.
Inter: Handanovic; Campagnaro, Rolando, Juan Jesus; Jonathan (58' D'Ambrosio), Kovacic (66' Botta), Kuzmanovic (55' Milito), Taider, Nagatomo; Alvarez; Palacio. A disposizione: Castellazzi, Carrizo, Zanetti, Andreolli, Icardi, Mudingayi, Ranocchia e Samuel. Allenatore: Mazzarri.
Arbitro: Rocchi di Firenze.
Marcatori: p. t. 15' Lichtsteiner; s. t. 2' Chiellini, 11' Vidal, 26' Rolando.
Note: ammoniti Kuzmanovic e Pogba.

9/2/14 VENTITREESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS PARTE FORTE E COSTRINGE SUBITO IL VERONA ALLA DIFENSIVA. LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO E' CONTRASSEGNATA DA UN NETTO PREDOMINO BIANCONERO E DAL DOPPIO VANTAGGIO DEI CAMPIONI D'ITALIA GRAZIE AD UNA DOPPIETTA DEL SEMPRE PIU' DECISIVO TEVEZ. LA GARA SEMBRA ESSERE TERMINATA ANCHE PERCHE' IL VERONA APPARE PRIVO DELLA GIUSTA CATTIVERIA AGONISTICA PER RIAPRIRE L'INCONTRO. MA COSI' NON E'. INFATTI, NELLA RIPRESA GLI UOMINI DI MANDORLINI SEMBRANO RIVITALIZZATI ED ACCORCIANO SUBITO LE DISTANZE GRAZIE A TONI CHE PUNISCE UNA DISATTENTA DIFESA BIANCONERA SULLE PALLE ALTE. LA GARA E' BELLA; GLI OSPITI SFIORANO IL TRIS CON OSVALDO CHE RISCHIA DI BAGNARE IL SUO ESORDIO CON UN GOL MA LA SUA CONCLUSIONE TERMINA SUL PALO. I PADRONI DI CASA CREDONO NEL PAREGGIO E, DOPO AVER RECLAMATO LA CONCESSIONE DI UN CALCIO DI RIGORE, RIESCONO A COMPLETARE LA RIMONTA PROPRIO A TEMPO SCADUTO CON GOMEZ CHE DI TESTA TRAFIGGE BUFFON. DIFESA BIANCONERA ANCORA UNA VOLTA DISATTENTA SULLE PALLE INATTIVE. IL PAREGGIO COMUNQUE CONSENTE AI BIANCONERI DI MANTENERE INALTERATO IL VANTAGGIO SULA ROMA BLOCCATA ANCH'ESSA SUL PAREGGIO NEL DERBY CAPITOLINO

VERONA-JUVENTUS 2-2 (0-2)

Verona: Rafael; Cacciatore (86' Gomez), Marques, Moras, Albertazzi; Romulo, Donadel (69' Cirigliano), Hallfredsson; Iturbe, Toni, Jankovic (62' Martinho). A disposizione: Nicolas, Borra, Pillud, Donati, Marquinho, Cacia, Gonzalez, Sala ed Agostini. Allenatore: Mandorlini.
Juventus: Buffon; Chiellini (75' Ogbonna), Bonucci, Caceres; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah (80' Peluso); Tevez, Llorente (65' Osvaldo). A disposizione: Storari, Rubinho, Isla, Padoin, Pepe, Marchisio, Vucinic e Giovinco. Allenatore: Conte.
Arbitro: Doveri di Roma.
Marcatori: p. t. 5' e 21' Tevez; s. t. 7' Toni, 49' Gomez.
Note: ammoniti Marques e Hallfredsson.

16/2/14 VENTIQUATTRESIMA GIORNATA
DODICI GARE INTERNE E DODICI VITTORIE PER LA CAPOLISTA CHE NON CONOSCE OSTACOLI. PARTITA DOMINATA DAI BIANCONERI CHE CHIUDONO IL PRIMO TEMPO IN VANTAGGIO DI DUE RETI REALIZZATE DA ASAMOAH E DA MARCHISIO E NON SOFFRONO MAI GLI ATTACCHI VENETI. GLI OSPITI, AD INIZIO RIPRESA, RIAPRONO LA GARA CON UN GOLLONZO OVVEROSIA CON UN'AUTORETE DI CACERES. LA JUVENTUS CERCA DI RISTABILIRE LE GIUSTE DISTANZE E CI RIESCE CON LLORENTE CHE DI TESTA TRAFIGGE AGAZZI. HETEMAJ, NEL FINALE, SFIORA LA RETE CHE AVREBBE RESO MENO AMARA LA SCONFITTA DEL CHIEVO

JUVENTUS-CHIEVO 3-1 (2-0)

Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Ogbonna; Lichsteiner, Marchisio, Pirlo, Vidal (85' Padoin), Asamoah; Giovinco (71' Tevez), Llorente (71' Osvaldo). A disposizione: Storari, Rubinho, Peluso, Isla, Pogba e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Chievo: Agazzi; Frey, Canini, Bernardini; Sardo, Guana, Radovanovic, Hetemaj, Dramè (63' Rubin); Stoian (46' Pellissier), Thereau (78' Obinna). A disposizione: Puggioni, Claiton, Squizzi, Mbaye, Bentivoglio, Guarente, Kupisz, Lazarevic e Paloschi. Allenatore: Corini.
Arbitro: Valeri di Roma.
Marcatori: p. t. 17' Asamoah, 29' Marchisio; s. t. 6' (aut.) Caceres, 13' Llorente.
Note: ammoniti Guana, Frey, Pirlo, Llorente e Giovinco.

23/2/14 VENTICINQUESIMA GIORNATA
DERBY TIRATO, AGONISTICAMENTE VALIDOANCHE SE CARATTERIZZATO DA POCHI TIRI IN PORTA. IL PRIMO TEMPO E' CONTRASSEGNATO DA UNA LEGGERA SUPREMAZIA TERRITORIALE BIANCONERA CAPITALIZZATA IN RETE DA TEVEZ. IL VANTAGGIO TRANQUILIZZA LA JUVENTUS CHE FATICA A CREARE GIOCO E PALLE GOL; LA GARA, SOPRATTUTTO NELLA RIPRESA,  E' EQUILIBRATA ED IL TORINO ESCE ALLA DISTANZA CREANDO QUALCHE GRATTACAPO ALLA DIFESA BIANCONERA E RECLAMANDO LA CONCESSIONE DI UN CALCIO DI RIGORE. VITTORIA SOFFERTA QUELLA CONQUISTATA DAI BIANCONERI CHE RIPRISTINANO LE NOVE LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA

JUVENTUS-TORINO 1-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Cáceres; Lichtsteiner, Vidal (74′ Marchisio), Pirlo, Pogba, Asamoah; Llorente (88′ Padoin), Tevez (91′ Osvaldo). A disposizione: Storari, Rubinho, Ogbonna, Peluso, Isla, Giovinco e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Torino: Padelli; Bovo (81′ Meggiorini), Glik, Moretti; Darmian, Kurtić (93′ Basha), Vives, El Kaddouri (85′ Farnerud), Pasquale; Immobile, Cerci. A disposizione: Gomis, Berni, Rodríguez, Gazzi, Larrondo, Maksimović, Masiello, Vesovic e Tachtsidis. Allenatore: Ventura
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Marcatori: p. t. 30' Tevez.
Note: ammoniti Vidal, Bonucci, Pasquale ed El Kaddouri.

2/3/14 VENTISEIESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS ESPUGNA MILANO ED ALLUNGA SULLA ROMA BLOCCATA IERI SERA SUL PAREGGIO DALL'INTER. NON E' STATO AFFATTO AGEVOLE IMPORSI SUL MILAN CHE, SEBBENE PRIVO DELL'APPORTO DI BALOTELLI, HA DOMINATO I BIANCONERI IN LUNGO ED IN LARGO PER TUTTO IL PRIMO TEMPO. AL 44' ARRIVA LA DOCCIA FREDDA PER I ROSSONERI CHE AVEVANO SFIORATO IN DIVERSE CIRCOSTANZE IL VANTAGGIO (NEGATO DA BUFFON E DA UN TEMPESTIVO INTERVENTO DI BONUCCI ABILE A SALVARE UN GOL SULLA LINEA DI PORTA). UNA TESTATA DI LLORENTE PUNISCE IL MILAN SINO A QUEL MOMENTO ESEMPLARE. NELLA RIPRESA, I BIANCONERI LEGITTIMANO IL VANTAGGIO CON LA RETE DEL SOLITO TEVEZ. I BIANCONERI SFIORANO ANCHE LA TERZA RETE; IL MILAN COLPISCE UNA TRAVERSA, NEL FINALE, CON ROBINHO. JUVENTUS SPARAGNINA ED UTILITARISTICA SI AVVIA SEMPRE DI PIU' ALLA CONQUISTA DEL TERZO SCUDETTO CONSECUTIVO

MILAN-JUVENTUS 0-2 (0-1)

Milan: Abbiati; Abate, Rami, Bonera, Emanuelson; De Jong, Montolivo (71' Honda); Taarabt (75' Robinho), Poli (53' Saponara), Kakà; Pazzini. A disposizione: Amelia, Gabriel, Mexes, Zapata, De Sciglio, Zaccardo, Constant, Essien, Birsa e Petagna. Allenatore: Seedorf.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner (83' Padoin), Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (92' Giovinco), Lllorente (90' Osvaldo). A disposizione: Storari, Rubinho, Peluso, Chiellini, Ogbonna, Isla e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
Marcatori: p. t. 44' Llorente; 23' Tevez.
Note: ammoniti Marchisio, Pirlo e Bonera.

9/3/14 VENTISETTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS PIEGA DI MISURA UN'OSTICA MA SCONCLUSIONATA FIORENTINA E CONTINUA A MARCIARE SPEDITA VERSO IL TRICOLORE. I BIANCONERI SANNO SOLO VINCERE IN CASA; QUATTORDICI GARE INTERNE CHIUSE COL SEGNO 1. GARA COMUNQUE DIFFICILE RISOLTA CON UNA CONCLUSIONE DI ASAMOAH VERSO LA FINE DEL PRIMO TEMPO. PRIMA FRAZIONE DI GIOCO DI MARCA BIANCONERA CHE, ANCHE SENZA CREARE TANTE PALLE GOL, AGGREDISCE I TOSCANI COSTRINGENDOLI NELLA LORO META' CAMPO. IL SECONDO TEMPO E' MENO EFFERVESCENTE. LA FIORENTINA ESCE ALLA DISTANZA E, AD UNDICI MINUTI DAL TERMINE, HA L'OCCASIONISSIMA PER RISTABILIRE LA PARITA' CON MATOS CHE COLPISCE LA TRAVERSA. LA JUVENTUS, A CORTO DI FIATO, PENSA PIU' A CONTROLLARE CHE A RADDOPPIARE.

JUVENTUS-FIORENTINA 1-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Lichtsteiner (78' Caceres), Vidal, Marchisio (88' Padoin), Pogba, Asamoah; Tevez (82' Isla), Llorente. A disposizione: Storari, Rubinho, Bonucci, Giovinco, Peluso e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Fiorentina: Neto; Diakitè, Rodriguez, Savic, Pasqual; Anderson (57' Mati Fernandez), Pizarro (65' Wolski), Aquilani; Cuadrado, Gomez (77' Matos), Vargas. A disposizione: Rosati, Lupatelli, Roncaglia, Compper, Ambrosini, Bakic, Ilicic, Joaquin e Matri. Allenatore: Montella.
Arbitro: Orsato di Schio.
Marcatore: p. t. 42' Asamoah.
Note: ammoniti Vidal, Asamoah, Savic, Aquilani e Rodriguez.

16/3/14 VENTOTTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS VINCE IN CASA DEL GENOA ED ALLUNGA ULTERIORMENTE SULLA ROMA. IL GENOA IMPONE RITMI ALTI ALLA CONTESA E, NEL PRIMO TEMPO, PUR NON CREANDO VERE E PROPRIE PALLE GOL, SOFFOCA COL PRESSING ASFISSIOSO LE INIZIATIVE BIANCONERE. RECRIMINAZIONI DA AMBO LE PARTI NEL PRIMO TEMPO. NEGATO AI PADRONI DI CASA UN CALCIO DI RIGORE; ANNULLATO UN GOL REGOLARE AD OSVALDO. POGBA SFIORA IL GOL A FINE PRIMO TEMPO.  LA RIPRESA E' CONTRASSEGNATA DA UNA EVIDENTE SUPREMAZIA TERRITORIALE GENOANA. CALAIO' FALLISCE UN CALCIO DI RIGORE. NEL FINALE, PIRLO TRASFORMA MAGISTRALMENTE UN CALCIO DI PUNIZIONE CHE PUNISCE OLTREMISURA UN GENOA AGGRESSIVO, GENEROSO ED INGENUO

GENOA-JUVENTUS 0-1 (0-1)

Genoa: Perin; Burdisso, De Maio, Marchese; Motta, Sturaro, Bertolacci, Matuzalem, Antonelli; Gilardino (63' Calaiò), Sculli. A disposizione: Bizzarri, Albertoni, De Ceglie, Portanova, Centurion, Konaté, Cabral e Fetfatzidis. Allenatore: Gasperini.
Juventus: Buffon; Chiellini, Bonucci, Caceres: Lichtsteiner (83' Isla), Vidal (83' Padoin), Pirlo, Pogba, Asamoah; Llorente, Osvaldo (78' Quagliarella). A disposizione: Storari, Rubinho, Ogbonna, Barzagli, Slivka e Marzouk. Allenatore: Conte.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.
Marcatore: s. t. 44' Pirlo.
Note: ammoniti De Maio, Sturaro, Sculli, Gilardino, Vidal e Pogba.

23/3/14 VENTINOVESIMA GIORNATA
GARA TIRATA, A TRATTI SPIGOLOSA E NERVOSA QUELLA DISPUTATA A CATANIA TRA I SICILIANI ULTIMI IN CLASSIFICA E LA JUVENTUS CAPOLISTA INCONTRASTATA DEL TORNEO. TROPPO ALTA ED IMPORTANTE LA POSTA IN PALIO SOPRATTUTTO PER I PADRONI DI CASA ALLA RICERCA DISPERATA DI MUOVERE L'ASFITTICA CLASSIFICA. IL PRIMO TEMPO E' EQUILIBRATO ED E' DA RICORDARE PIU' PER LE ESPULSIONI COMMINATE AI DUE ALLENATORI CHE PER VERE E PROPRIE PALLE GOL. LA JUVENTUS ESCE ALLA DISTANZA E, NELLA RIPRESA, SBLOCCA IL RISULTATO CON TEVEZ CHE RAGGIUNGE IN VETTA ALLA CLASSIFICA DEI CAPOCANNONIERI IMMOBILE. L'ESPULSIONE DI BERGESSIO SPIANA LA STRADA DEL SUCCESSO AI BIANCONERI CHE HANNO CON TEVEZ E LLORENTE LE OCCASIONI PER RIMPINGUARE IL BOTTINO. LA JUVENTUS VINCE COL MINIMO SFORZO E S'AVVICINA SEMPRE DI PIU' A BATTERE TUTTI I RECORD

CATANIA-JUVENTUS 0-1 (0-1)

Catania: Andujar; Gyomber, Rolin, Bellusci (66' Leto); Izco, Plasil (82' Peruzzi), Lodi, Rinaudo, Monzon; Barrientos (84' Keko), Bergessio. A disposizione: Ficara, Legrottaglie, Alvarez, Capuano, Biraghi, Petkovic, Fedato e Boateng. Allenatore: Maran.
Juventus: Storari; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Padoin, Isla (66' Asamoah); Osvaldo (64' Llorente), Tevez (87' Giovinco). A disposizione: Buffon, Rubinho, Quagliarella, Romagna e Gerbaudo. Allenatore: Conte.
Arbitro: Damato di Barletta.
Marcatore: s. t. 14' Tevez.
Note: ammoniti Gyomber, Rolin ed Osvaldo; espulso Bergessio.

26/3/14 TRENTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS, TRASCINATA DA TEVEZ E SUPPORTATA DA ALCUNE DECISIONI ARBITRALI FAVOREVOLI, PIEGA DI MISURA UN OTTIMO PARMA CHE HA DISPUTATO UNA GARA PROPOSITIVA, METTENDO IN APPRENSIONE IL PIU' QUOTATO AVVERSARIO ANCHE IN INFERIORITA' NUMERICA. INIZIO GARA EQIUILIBRATO. LA JUVENTUS SI RITROVA, QUASI SENZA SAPERE COME, IN VANTAGGIO DI DUE RETI DOPO POCO PIU' DI MEZZ'ORA GRAZIE AD UNA DOPPIETTA DEL CAPOCANNONIERE DEL CAMPIONATO, CON LA COMPLICITA' DI MIRANTE NEL PRIMO GOL. IL PARMA E' BRAVO A RIAPRIRE L'INCONTRO CON MOLINARO E TIENE INCERTO L'ESITO DELLA CONTESA NONOSTANTE L'ESPULSIONE DI AMAURI. GRAZIATI ASAMOAH E TEVEZ CHE AVREBBERO MERITATO IL CARTELLINO ROSSO. E, NEL FINALE, POTEVA ESSERE CONCESSO UN CALCIO DI RIGORE AGLI OSPITI PER FALLO SU PAROLO.  LA JUVENTUS, CON LA VITTORIA ODIERNA, STABILISCE IL RECORD DI SUCCESSI CONSECUTIVI INTERNI E RIPRISTINA I QUATTORDICI PUNTI DI VANTAGGIO SULLA ROMA

JUVENTUS-PARMA 2-1 (2-0)

Juventus:  Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (70' Isla), Vidal, Pirlo (66' Marchisio), Pogba, Asamoah; Llorente (73' Quagliarella), Tevez. A disposizione: Storari, Rubinho, Mattiello, Penna, Padoin, Vucinic ed Osvaldo. Allenatore: Conte.
Parma: Mirante; Paletta, Lucarelli (60' Cassani), Felipe; Molinaro, Obi (60' Acquah), Marchionni (79' Schelotto), Parolo, Biabiany; Cassano, Amauri. A disposizione: Bajza, Pavarini, Obi, Galloppa, Gobbi, Sall, Palladino, Mauri, Cerri e Jankovic. Allenatore: Donadoni.
Arbitro: Banti di Livorno.
Marcatori: p. t. 25' e 32' Tevez; s. t. 17' Molinaro.
Note: ammoniti Obi, Cassani, Acquah, Asamoah, Vidal e Tevez; espulso Amauri.

30/3/14 TRENTUNESIMA GIORNATA
UNA JUVENTUS STANCA E FORSE APPAGATA DAL COSPICUO QUANTO RASSICURANTE VANTAGGIO SULLA ROMA SUBISCE A NAPOLI LA SECONDA SCONFITTA IN CAMPIONATO. PADRONI DI CASA PIU' MOTIVATI E DESIDEROSI DI OTTENERE UN RISULTATO DI PRESTIGIO CONTRO I CAMPIONI D'ITALIA. L'AVVIO E' TUTTO NAPOLETANO E GLI OSPITI STANNO IN DIFESA A PROTEZIONE DEL PAREGGIO. BIANCONERI SALVATI IN TRE CIRCOSTANZE DA BUFFON CHE NEGA DUE VOLTE A CALLEJON ED UNA AD HAMSIK LA GIOIA DELLA RETE. L'UNICO TIRO IN PORTA DEGLI OSPITI GIUNGE AL 25' ED E' SCOCCATO DA LICHTSTEINER. LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO SI CHIUDE COL MERITATO VANTAGGIO PARTENOPEO PROPIZIATO DA INSIGNE E MATERIALIZZATO DA CALLEJON. NELLA RIPRESA, LA JUVENTUS CERCA DI RIPRISTINARE IL RISULTATO DI PARITA' MA GLI ATTACCHI SONO EVANESCENTI E PRIVI DELLA CONVINZIONE NECESSARIA PER IMPENSIERIRE I PADRONI DI CASA. LA DIFESA LOCALE TIENE BENE E, IN AVANTI, PANDEV SERVE L'ASSIST A MERTENS CHE REALIZZA LA RETE DELLA TRANQUILLITA'. LA JUVENTUS HA CONFERMATO ANCORA UNA VOLTA DI ATTRAVERSARE UN PERIODO DI SPOSSATEZZA E DI LOGORIO FISICO MASCHERATI NELLE ULTIME ESIBIZIONI DAL COLPO DEI SINGOLI O DA QUALCHE DECISIONE ARBITRALE FAVOREVOLE

NAPOLI-JUVENTUS 2-0 (1-0)

Napoli: Reina; Henrique, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon (89' Dzemaili), Hamsik (79' Mertens), Insigne; Higuain (73' Pandev). A disposizione: Doblas, Colombo, Britos, Mesto, Reveillere, Radosevic, Bariti e Zapata. Allenatore: Benitez.
Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba (61' Marchisio), Asamoah (53' Isla); Llorente, Osvaldo (69' Vucinic). A disposizione: Storari, Rubinho, Padoin, Mattiello, Penna e Giovinco. Allenatore: Conte.
Arbitro: Orsato di Schio.
Marcatori: p. t. 37' Callejon; s. t. 36' Mertens.
Note: ammoniti Inler, Henrique, Lichtsteiner, Bonucci e Vidal.

6/4/14 TRENTADUESIMA GIORNATA
CON UNA DOPPIETTA DI LLORENTE, REALIZZATA DOPO LA MEZZ'ORA DEL PRIMO TEMPO, LA JUVENTUS SBRIGA LA PRATICA LIVORNO, CONQUISTA LA SEDICESIMA VITTORIA INTERNA SU SEDICI GARE E RIPRISTINA LE OTTO LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA. INIZIO GARA DAI RITMI BLANDI E CIO' FACILITA LE OPERAZIONI DI CONTROLLO DEL PAREGGIO DEI TOSCANI. ACQUISITO IL DOPPIO VANTAGGIO, LA RIPRESA SI TRASFORMA IN UN COMODO ALLENAMENTO PER I BIANCONERI ANCHE SE SONO DA APPREZZARE I TENTATIVI DEGLI OSPITI DI REALIZZARE IL GOL DELLA BANDIERA NEGATO IN DUE CIRCOSTANZE DA BUFFON

JUVENTUS-LIVORNO 2-0 (2-0)

Juventus:  Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba (83' Padoin), Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (66' Giovinco), Llorente (77' Vucinic). A disposizione: Storari, Rubinho, Isla, Ogbonna, Peluso, Osvaldo e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Livorno: Bardi; Ceccherini (60' Piccini), Valentini, Coda, Castellini; Benassi, Biagianti (74' Mosquera), Duncan, Mesbah; Emeghara (64' Belfodil), Siligardi. A disposizione: Anania, Aldegani, Gemiti, Tiritiello, Bartolini, Greco, Borja e Paulinho. Allenatore: Di Carlo.
Arbitro: Gervasoni di Mantova.
Marcatori: p. t. 32' e 35' Llorente.
Note: ammonito Chiellini.


13/4/14 TRENTATREESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS SUPERA AGEVOLMENTE LO SCOGLIO UDINESE E VEDE SEMPRE PIU' DA VICINO LO SCUDETTO. GLI UOMINI DI CONTE REALIZZANO DUE RETI IN MENO DI MEZZ'ORA, SFIORANDO ANCHE IN QUALCHE CIRCOSTANZA LA TERZA RETE COME NEL CASO DI GIOVINCO CHE HA COLPITO IL PALO.  I BIANCONERI FRIULANI CERCANO IN TUTTI I MODI DI RIAPRIRE L'INCONTRO MA LA DIFESA OSPITE E' SEMPRE ABILE E PRECISA NELLE CHIUSURE ED E' SALVATA A TEMPO SCADUTO DAL PALO CHE HA RESPINTO UNA CONCLUSIONE DI MURIEL

UDINESE-JUVENTUS 0-2 (0-2)

Udinese: Scuffet; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Pereyra, Allan, Yebda (70' Muriel), Gabriel Silva; Fernandes; Di Natale (79' N. Lopez). A disposizione: Brkic, Widmer, Jadson, Pinzi, Zielinski e Maicosuel. Allenatore: Guidolin.
Juventus: Buffon; Caceres, Ogbonna, Chiellini; Lichtsteiner (75' Isla), Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Llorente (85' Osvaldo), Giovinco (82' Vucinic). A disposizione: Storari, Rubinho, Bonucci, Peluso, Padoin, Vidal, Tevez e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Marcatori: p. t. 16' Giovinco, 26' Llorente.
Note: ammoniti Heurtaux, Bonucci, Ogbonna e Lichtsteiner.

20/4/14 TRENTAQUATTRESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS PIEGA DI MISURA IL BOLOGNA E MANTIENE LE OTTO LUNGHEZZE DI VANTAGGIO SULLA ROMA VITTORIOSA NEL POSTICIPO DI FIRENZE. SUCCESSO SOFFERTO QUELLO OTTENUTO DAI BIANCONERI AL COSPETTO DI UN BOLOGNA ORDINATO, BEN DISPOSTO IN CAMPO E DISPOSTO A TUTTO PUR DI PORTARE PUNTI A CASA. PRIMO TEMPO AVARO DI EMOZIONI. PIRLO ILLUMINA POCO; LA MANOVRA BIANCONERA E' FARRAGINOSA E CURCI E' PRATICAMENTE INOPEROSO. NELLA RIPRESA, I PADRONI DI CASA SCENDONO IN CAMPO PIU' CONVINTI E TROVANO L'ACUTO VINCENTE CON UNA CONCLUSIONE DALLA DISTANZA DI POGBA. E' L'EPISODIO CHE FINALMENTE ROMPE L'EQUILIBRIO. GLI OSPITI NON SI DANNO PER VINTI E SFIORANO IL PAREGGIO CON CHRISTODOULOPOULOS LA CUI CONCLUSIONE E' NEUTRALIZZATA DA BUFFON. JUVENTUS POCO BRILLANTE MA VITTORIOSA PER LA DICIASSETTESIMA VOLTA TRA LE MURA AMICHE

JUVENTUS-BOLOGNA 1-0 (0-0)

Juventus:  Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Isla (81' Padoin), Marchisio, Pirlo, Pogba, Asamoah; Llorente, Giovinco (89' Vidal). A disposizione: Storari, Rubinho, Caceres, Peluso, Pepe, Quagliarella, Vucinic, Tevez ed Osvaldo. Allenatore: Conte.
Bologna: Curci; Antonsson (80' Laxalt), Sorensen, Cherubin; Garics, Ibson (70' Paponi), Pazienza (89' Acquafresca), Christodoulopoulos, Morleo; Friberg; Cristaldo. A disposizione.: Stojanovic, Malagoli, Mantovani, Cech, Perez, Moscardelli e Bianchi. Allenatore: Ballardini.
Arbitro: Giacomelli di Trieste.
Marcatore: s. t. 19' Pogba.
Note: ammoniti Antonsson e Friberg.

27/4/14 TRENTACINQUESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS S'IMPONE ANCHE A REGGIO EMILIA COL SASSUOLO AL CULMINE DI UNA GARA COMBATTUTA E BEN DISPUTATA DALLE DUE SQUADRE SOTTO UN AUTENTICO DILUVIO.  PRIMO TEMPO IRTO DI DIFFICOLTA' PER I BIANCONERI CHE PASSANO IN SVANTAGGIO E SUBISCONO SPESSO LA FRESCHEZZA ATLETICA DEGLI EMILIANI DESIDEROSI DI MUOVERE LA CLASSIFICA CONTRO IL PIU' QUOTATO AVVERSARIO. E' SOPRATTUTTO L'EX DI TURNO ZAZA A METTERE IN DIFFICOLTA'  I BIANCONERI ED A REALIZZARE LA RETE DEL PROVVISORIO VANTAGGIO. I BIANCONERI, DOPO UN NATURALE PERIODO DI DISORIENTAMENTO, REAGISCONO E PERVENGONO AL PAREGGIO CON L'ARGENTINO TEVEZ.  I RITMI SONO ALTI E GLI EMILIANI TENGONO TESTA ALLA CAPOLISTA APPARSA NELLA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO SOTTO TONO E FORSE PROIETTATA MENTALMENTE ALLA S EMIFINALE DI RITORNO DI EUROPA LEAGUE COL BENFICA. NELLA RIPRESA, I PADRONI DI CASA CERCANO DI TROVARE IL GUIZZO VINCENTE MA LA DIFESA BIANCONERA E' ATTENTA E NON CONCEDE NULLA. LA DIFFERENTE CARATUTA TECNICA EMERGE ALLA DISTANZA ED I BIANCONERI OPERANO IL SORPASSO CON MARCHISIO. I PADRONI DICASA SONO A TRAZIONE ANTERIORE E SI APRONO DELLE VERE E PROPRIE PRATERIE PER GLI OSPITI CHE METTONO AL SICURO IL RISULTATO CON LLORENTE CHE REALIZZA DI TACCO. ALLA JUVENTUS MANCA ADESSO UN SOLO PUNTP PER CONQUISTARE IL TERZO SCUDETTO CONSECUTIVO

SASSUOLO-JUVENTUS 1-3 (1-1)

Sassuolo: Pegolo; Gazzola, Antei, Cannavaro, Longhi; Chibsah (78' Brighi), Magnanelli, Ziegler (65' Floccari); Zaza, Floro Flores, Sansone (83' Masucci). A disposizione: Pomini, Polito, Ariaudo, Mendes, Terranova, Pucino, Rosi, Marrone e Farias. Allenatore: Di Francesco.
Juventus: Buffon; Barzagli, Ogbonna (73' Bonucci), Chiellini; Isla (61' Lichsteiner), Pogba, Pirlo (80' Vidal), Marchisio, Asamoah; Llorente, Tevez. A disposizione: Storari, Caceres, Padoin, Peluso, Pepe, Giovinco, Osvaldo, Vucinic e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Arbitro: Damato di Barletta.
Marcatori: p. t. 9' Zaza, 34' Tevez; s. t. 13' Marchisio, 28' Llorente.
Note: ammoniti Ogbonna e Zaza.

5/5/14 TRENTASEIESIMA GIORNATA
CONSEGUITA NELLA GIORNATA DI IERI LA CERTEZZA DEL TERZO SCUDETTO CONSECUTIVO, IL POSTICIPO TRA JUVENTUS ED ATALANTA SI TRASFORMA IN UN COMODO ALLENAMENTO TRA LE DUE CONTENDENTI. I RITMI SONO ABBASTANZA BLANDI E CONTE DA' SPAZIO AGLI ATLETI MENO UTILIZZATI NELLA STAGIONE. GLI OROBICI VOGLIONO BEN FIGURARE E DISPUTANO LA LORO ONESTA GARA, ANCHE SE PECANO DI PRECISIONE IN FASE REALIZZATIVA. E' UNA SERATA DI FESTA PER IL POPOLO BIANCONERO. K0EX DI TURNO PADOIN REALIZZA AL 72' LA RETE DELLA DICIOTTESIMA VITTORIA INTERNA DELLA STAGIONE SU DICIOTTO GARE DISPUTATE TRA LE MURA AMICHE. LA JUVENTUS RIESCE A TROVARE GLI STIMOLI PER VINCERE ANCHE A TRAGUARDO ACQUISITO. L'OBIETTIVO DEI BIANCONERI E' ADESSO QUELLO DI SUPERARE IL RECORD DI PUNTI NELLA MASSIMA SERIE

JUVENTUS-ATALANTA 1-0 (0-0)
 
Juventus:  Storari; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Lichtsteiner (84′ Pepe), Padoin, Marchisio, Pogba, Peluso; Osvaldo (65′ Tevez), Giovinco (46′ Quagliarella). A disposizione: Buffon, Rubinho, Isla, Caceres, Bonucci,  Pirlo, Vidal, Asamoah e Llorente Allenatore: Conte.
Atalanta: Consigli; Bellini, Lucchini (46′ Benalouane), Yepes (76′ Nica), Brivio; Raimondi (64′ Estigarribia), Carmona, Baselli, Bonaventura; Maxi Moralez; Denis. A disposizione: Sportiello, Scaloni, Giorgi, Migliaccio, Betancourt, Brienza, Del Grosso, Kone e De Luca Allenatore: Colantuono.
Arbitro: De Marco di Chiavari.
Marcatore: s. t. 27' Padoin.
Note: ammonito Estigarribia.

11/5/14 TRENTASETTESIMA GIORNATA
LA JUVENTUS ESPUGNA ANCHE L'OLIMPICO DI ROMA E CONQUISTA UK RECIRD DI PUNTI NELLA MASSIMA SERIE.  DOPO ALCUNI TIMIDI TENTATIVI DI BASTOS E DI ASAMOAH,  UNA CONCLUSIONE DI TEVEZ E' DEVIATA IN ANGOLO; GERVINHO INSACCA MA L'ARBITRO ANNULLA PER UN EVIDENTE TOCCO DI BRACCIO DELL'ESTROSO LIVORIANO. DESTRO SPRECA BANALMENTE A TU PER TU CON STORARI. LLORENTE SI VEDE NEGATA LA GIOIA DELLA RETE DA SKORUPSKI.  LA PRIMA FRAZIONE DI GIOCO TERMINA A RETI INVIOLATE NONOSTANTE CI SIA STATA UN'OCCASIONE PER PARTE. QUELLA DI GERVINHO, PER I GIALLOROSSI, NON TROVA FORTUNA A CAUDA DEL TEMPESTIVO INTERVENTO IN USCITA DI STORARI; I BIANCONERI, DAL CANTO LORO, COLPISCONO IL PALO CON POGBA. NELLA RIPRESA, L'INIZIATIVA E' DEI GIALLOROSSI CHE TENGONO PALLA ED IMPENSIERISCONO I GIALLOROSSI CON GLI INSERIMENTI DEI CENTROCAMPISTI. GARCIA PERDE DE ROSSI PER INFORTUNIO. GLI OSPITI RISCHIANO DI PASSARE IN VANTAGGIO CON LICHTSTEINER MA E' ANCORA UNA VOLTA BRAVO
SKORUPSKI A MANTENERE INVIOLATA LA PORTA. NAINGGOLAN E FLORENZI SFIORANO IL VANTAGGIO ROMANISTA MA STORARI E' ATTENTO E SVENTA LE INSIDIE DEI PADRONI DI CASA. A TEMPO PRATICAMENTE SCADUTO, SI VERIFICA L'EPISODIO CHE SPEZZA L'EQUILIBRIO, CHE COMPORTA L'ENNESIMA VITTORIA BIANCONERA E LA PRIMA SCONFITTA INTERNA PER LA ROMA. DAL FONDO, LICHTSTEINER PESCA L'EX FISCHIATISSIMO OSVALDO CHE, DI DESTRO AL VOLO, TRAFIGGE L'INCOLPEVOLE SKORUPSKI

ROMA-JUVENTUS 0-.1 (0-0)

Roma: Skorupski; Torosidis, Benatia (71' Toloi), Castan, Bastos; Pjanic, De Rossi (55' Taddei), Nainggolan; Destro (80' Florenzi), Totti, Gervinho. A disposizione: De Sanctis, Lobont, Dodò, Maicon, Florenzi e Ljajic. Allenatore: Garcia.
Juventus: Storari; Chiellini, Barzagli (74' Cac

Juventus: Storari; Chiellini, Barzagli (74' Caceres), Bonucci; Padoin (84' Marchisio), Pogba, Pirlo, Asamoah, Lichtsteiner; Tevez, Llorente (75' Osvaldo).  A disposizione: Buffon, Rubinho, Isla, Ogbonna, Peluso, Pepe, Marchisio, Giovinco e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Arbitro: Russo di Nola.
Marcatori: s. t. 49' Osvaldo.
Note: ammoniti Destro, Pjanic, Totti, Torosidis e Chiellini.


18/5/14 TRENTOTTESIMA GIORNATA
GARA CORRETTA ED ININFLUENTE AI FINI DELLA CLASSIFICA. IL CAGLIARI GIOCA E FA GIOCARE E NE TRAE GIOVAMENTO LA JUVENTUS CHE DISPONE DI ELEMENTI DI CARATURA TECNICA SUPERIORE. I PADRONI DI CASA VOGLIONO ONORARE L'ULTIMO IMPEGNO CASALINGO E LO FANNO NEL MIGLIORE DEI MODI SBRIGANDO LA PRATICA CAGLIARI NEL PRIMO TEMPO NEL CORSO DEL QUALE BUFFON HA DOVUTO GIUSTIFICARE LA SUA PRESENZA CON DUE INTERVENTI PROVVIDENZIALI. UN CALCIO DI PUNIZIONE DI PIRLO E LE RETI DI LLORENTE E MARCHISIO TRAVOLGONO I SARDI DI PULGA. RIPRESA DAI RITMI BLANDI ED UTILE PER CONTINUARE A FESTEGGIARE I CAMPIONI D'ITALIA CHE HANNO CONQUISTATO 102 PUNTI E VINTO SEMPRE INCASA. ALTRI DUE RECORD DA MENZIONARE IN UNA STAGIONE IRRIPETIBILE


JUVENTUS-CAGLIARI 3-0  (3-0)

Juventus:  Buffon (54' Rubinho); Caceres, Bonucci, Ogbonna; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo (80' Pepe), Marchisio, Asamoah; Tevez, Llorente (60' Osvaldo). A disposizione: Storari, Isla, Barzagli, Padoin, Peluso, Quagliarella, Giovinco e Vucinic. Allenatore: Conte.
Cagliari: Silvestri; Perico, Rossettini, Astori (46' Bastrini), Avelar; Dessena, Conti, Tabanelli; Cossu (66' Ibraimi); Pinilla, Ibarbo (86' Loi). A disposizione: Carboni, Oikonomou, Eriksson, Sau ed Adryan. Allenatore: Pulga.
Arbitro: Bergonzi di Vicenza.
Marcatori: p. t. 8' Pirlo, 15' Llorente, 40' Marchisio.
 
I CANNONIERI DELLA JUVENTUS GOL SEGNATI AUT. PRO
Tevez19-
Llorente16-
Vidal11-
Pogba7-
Pirlo5-
Marchisio4-
Chiellini3-
Asamoah2-
Bonucci2-
Giovinco2-
Lichtsteiner2-
Vucinic2-
Osvaldo1-
Padoin1-
Peluso1-
Quagliarella1-
Bernardini (Chievo)-1

LA JUVENTUS VINCE LA SUA SESTA SUPERCOPPA ITALIANA

Roma, 18/8/2013

JUVENTUS-LAZIO 4-0 (1-0)

Juventus
: Buffon; Barzagli (76' Caceres), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (82' Ogbonna), Vidal, Pirlo, Marchisio (21' Pogba), Asamoah; Tevez, Vucinic. A disposizione: Storari, Rubinho, Peluso, Ogbonna, Padoin, Isla, De Ceglie, Giovinco, Llorente, Matri e Quagliarella. Allenatore: Conte.

Lazio
: Marchetti; Cavanda, Biava, Dias, Radu (57' Floccari); Candreva, Biglia, Ledesma (57' Ederson), Hernanes (70' Onazi), Lulic; Klose. A disposizione: Bizzarri, Strakosha, Ciani, Novaretti, Cana, Gonzalez, Kozak e Vinicius. Allenatore: Petkovic.

Arbitro
: Rocchi di Firenze.

Marcatori
: p. t. 23' Pogba; s. t. 7' Chellini, 9' Lichtsteiner, 11' Tevez.

Note
: ammoniti Barzagli, Hernanes e Dias.


COPPA DEI CAMPIONI - GIRONE B - TABELLINI

COPENAGHEN, 17/9/13
TERMINA CON UNO SCIALBO PAREGGIO IL DEBUTTO EUROPEO DELLA JUVENTUS IN CASA DEL VOLENTEROSO MA MODESTO FC COPENAGHEN. GARA GIOCATA SOTTO RITMO DAI BIANCONERI. DANESI INASPETTATAMENTE IN VANTAGGIO E GARA IN SALITA PER GLI OSPITI. SEBBENE SI NOTI IL DISLIVELLO DI FORZE TRA LE DUE SQUADRE, LA JUVENTUS FATICA A PAREGGIARE E A PORTARE LA GARA SUL BINARIO DESIDERATO. AD INIZIO RIPRESA, UNA ZAMPATA DI QUAGLIARELLA RIPRISTINA LA PARITA'. GLI ATTACCHI DELLA JUVENTUS SONO GENEROSI MA MANCA LA LUCIDITA' IN FASE REALIZZATIVA. IL PORTIERE DEI DANESI, ALLA FINE, E' STATO IL MIGLIORE IN CAMPO. CIO' NON PUO' GIUSTIFICARE IL MEZZO PASSO FALSO IN TERRA SCANDINAVA

FC COPENAGHEN-JUVENTUS 1-1 (1-0)

FC Copenaghen
: Wiland; Jacobsen, Sigurdsson, Mellberg, Bengtsson; Bolanos (79' Toutouth), Delaney, Claudemir (86' Margreitter), Braaten; Jorgensen, Adi (70' Gislason). A disposizione: Jensen, Remmer, Kristensen e Santin. Allenatore: Solbakken.
Juventus: Buffon; Bonucci, Ogbonna, Chiellini; Lichtsteiner (86' Isla), Vidal, Pirlo, Pogba, Peluso (73' De Ceglie); Tevez, Quagliarella (76' Giovinco). A disposizione: Storari, Padoin, Asamoah, Llorente. Allenatore: Conte.
Arbitro
: Bebek, Croazia.
Marcatori: p. t. 14' Jorgensen; s. t. 9' Quagliarella.
Note
: spettatori 36.524; ammoniti Mellberg, Bengtsson, Peluso, Lichtsteiner e Vidal.


TORINO, 2/10/13
PRESTAZIONE DIFETTOSA E LACUNOSA DELLA JUVENTUS AL COSPETTO DI UN GALATASARAY RIVITALIZZATO DALLA CURA MANCINI. GLI OSPITI HANNO TENUTO UNA CONDOTTA DI GARA DILIGENTE LIMITANDO AL MASSIMO LE FONTI DI GIOCO AVVERSARIE. PADRONI DI CASA LENTI, MACCHINOSI E PREVEDIBILI. DROGBA CONFERMA, ANCORA UNA VOLTA, LE SUE SPICCATE QUALITA' REALIZZATIVE. JUVENTUS COSTRETTA A RINCORRERE E ALLE PRESE CON GLI INFORTUNI DI VUCINIC E LICHTSTEINER. UNICO ALIBI PER UNA SQUADRA CHE FATICA AD ALZARE I RITMI E SOFFRE INSPIEGABILMENTE IN DIFESA. IL FINALE DI GARA E' PIROTECNICO; LA GARA E' AVVINCENTE E RICCA DI CAPOVOLGIMENTI DI FRONTE CON UNA SUPREMAZIA TERRITORIALE BIANCONERA. UN CALCIO DI RIGORE TRASFORMATO DA VIDAL E IL RADDOPPIO DI QUAGLIARELLA SEMBRA AVER STORDITO I TURCHI. MA NON E' COSI'. DOPO IL VANTAGGIO DI BIANCONERO, IL GALATASARAY PERVIENE AL MERITATO RISULTATO DI PARITA' SFRUTTANDO UNA INGENUITA' DIFENSIVA DEI PADRONI DI CASA

JUVENTUS-
GALATASARAY 2-2 (0-1)

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci (68' Llorente), Chiellini; Lichtsteiner (46’ Isla), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Vucinic (26’ Quagliarella). A disposizione: Storari, Ogbonna, Peluso e Marchisio. Allenatore: Conte.
Galatasaray: Muslera; Eboue, Chedjou, Semih Kaya (25’ Zan), Riera (60' Amrabat); Selçuk Inan, Felipe Melo; Hakan Balta, Sneijder (74’ Bulut), Bruma; Drogba. A disposizione: Ceylan, Sarioglu, Baytar e Yilmaz. Allenatore: Mancini.
Arbitro: Kassai, Ungheria.
Marcatori: p. t. 36' Drogba; s. t. 33' (rig.) Vidal, 42' Quagliarella, 43' Bulut.
Note
: spettatori 36.330; ammoniti Muslera e Zan.


MADRID, 23/10/13
GARA DECISA DAGLI EPISODI. SUCCEDE TUTTO NEI PRIMI 22 MINUTI CON LA DOPPIETTA DI RONALDO INTERVALLATA DAL MONENTANEO PAREGGIO DI Llorente. I PADRONI DI CASA, IN OCCASIONME DELLA RETE DI RONALDO SU CALCIO DI RIGORE, HANNO IL GRANDE VANTAGGIO DISPUTARE IL RESTO DELL'INCONTRO IN SUPERIORITA' NUMERICA A CAUSA DELLA DUBBIA ESPULSIONE COMMINATA A CHIELLINI. I BIANCONERI NON CROLLANO E, PUR RISCHIANDO DI SUBIRE LA TERZA RETE, HANNO IL MERITO DI RENDERE INCERTO L'ESITO DELLA CONTESA SINO ALLA FINE. LA SCONFITTA COMPLICA IL CAMMINO EUROPEO DELLA JUVENTUS COSTRETTA A FARE SETTE/NOVE PUNTI PER ACCEDERE AGLI OTTAVI DI FINALE

REAL MADRID-JUVENTUS 2-1 (2-1)

Real Madrid: Casillas; Arbeloa, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Khedira, Illarramendi (72’ Isco), Modric; Di Maria (79' Morata), Benzema (67’ Bale), Ronaldo. A disposizsione: Diego López, Varane, Fábio Coentrão e Carvajal. Allenatore: Ancelotti.
Juventus: Buffon; Caceres, Barzagli, Chiellini, Ogbonna (69'  Giovinco); Vidal, Pirlo (60' Asamoah), Pogba; Marchisio, Llorente (50’ Bonucci), Tevez. A disposizione: Storari, Isla, Peluso e Padoin. Allenatore: Conte.
Arbitro
: Grafe, Germania.
Marcatori: p. t. 4' Ronaldo, 22' Llorente, 29' (rig.) Ronaldo.
Note
: spettatori 75.000 circa; ammoniti Illarramendi, Vidal, Caceres, Modric e Sergio Ramos; espulso Chiellini.


TORINO, 5/11/13
GARA ALTAMENTE SPETTACOLARE E RICCA DI RETI . LA JUVENTUS NON SFIGURA DINANZI AL PIU' QUOTATO AVVERSARIO. I BIANCONERI IMPRIMONO ALLA CONTESA RITMI ALTI. DOPO L'INIZIO FAVOREVOLE AGLI OSPITI, I PADRONI DI CASA COMINCIANO A MACINARE GIOCO E CREANO DUE PALLE GOL PRIMA DEL RIGORE TRASFORMATO DA VIDAL. I BIANCONERI CHIUDONO LA PRIM,A FRAZIONE DI GIOCO IN VANTAGGIO DI UNA RETE, ANCHE SE GLI SPAGNOLI HANNO DIMOSTRATO DI POTER FAR MALE CON LE LORO FICCANTI RIPARTENZE. INIZIO RIPRESA DI MARCA MADRILENA; LA JUVENTUS SI TROVA INASPETTATAMENTE IN SVANTAGGIO IN VIRTU' DELLE RETI DI UNO STREPITOSO RONALDO E DEL TALENTUOSO BALE. NEL MEZZO, C'E' ANCHE UNA TRAVERSA DEGLI OSPITI E UN SALVATAGGIO SULLA LINEA CHE HA NEGATO LA GIOIA DELLA RETE AI PIEMONTESI. LA GRA E' AVVINCENTE E LA REAZIONE BIANCONERA NON TARDA AD ARRIVARE. Llorente RIPRISTINA IL RISULTATO DI PARITA'. LE SQUADRE NON SI ACCONTENTANO; GLI OSPITI TENGONO BENE PALLA ED IMPENSIERISCONO SPESSO LA DIFESA LOCALE. I PADRONI DI CASA NON TROVANO IL GUIZZO VINCENTE E SI DEVONO ACCONTENTARE DI UN PAREGGIO CHE, COMPLICE LA SCONFITTA DEL GALATASARAY IN DANIMARCA, TIENE ACCESE LE SPERANZE DI QUALIFICAZIONE AGLI OTTAVI DI FINALE

JUVENTUS-REAL MADRID 2-2 (1-0)

Juventus: Buffon; Caceres, Barzagli, Bonucci, Asamoah; Vidal, Pirlo, Pogba; Marchisio, Llorente (88’ Giovinco), Tevez (80’ Quagliarella). A disposizione: Storari, Ogbonna, De Ceglie, Padoin ed Isla. Allenatore: Conte.
Real Madrid: Casillas; Sergio Ramos, Varane, Pepe, Marcelo; Khedira, Xabi Alonso (70' Llarramendi), Modric; Bale (75’ Di Maria), Benzema (80’ Rodriguez), Ronaldo. A disposizione: Lopez, Carvajal, Arbeloa ed Isco. Allenatore: Ancelotti.
Arbitro: Webb, Inghilterra.
Marcatori: p. t. 42' (rig.) Vidal; s. t. 7' Ronaldo, 15' Bale, 20' Llorente.
Note
: spettatori 40.696; ammoniti Modric, Varane, Pirlo e Bonucci.

TORINO, 27/11/13
PRIMA VITTORIA NEL GIRONE DELLA JUVENTUS CONTRO I DANESI DEL FC COPENAGHEN E SECONDO POSTO AGGANCIATO IN VIRTU' DELLA SCONFITTA DEL GALATASARAY A MADRID. SARA' SUFFICIENTE, PER ACCEDERE AGLI OTTAVI, NON PERDERE IN TURCHIA. JUVENTUS VOTATA ALL'ATTACCO E DANESI PROTESI AD UNA GARA DI CONTENIMENTO.  RISULTATO SBLOCCATO SU CALCIO DI RIGORE TRASFORMATO DA VIDAL; GLI OSPITI SEMBRANO RECITARE IL RUOLO DI COMPARSA. INASPETTATAMENTE, NELLA RIPRESA, I DANESI PERVENGONO AL PAREGGIO CON UNA CONCLUSIONE DI MELLBERG. LO STESSO EX JUVENTINO PROCURA IL SECONDO CALCIO DI RIGORE AI PIEMONTESI. VIDAL TRASORMA E REGALA AI SUOI LA RETE DEL VANTAGGIO. IL CILENO E IN SERATA DI GRAZIA E, POCO DOPO, REALIZZA DI TESTA IL GOL DELLA SICUREZZA. SUPERATO SENZA PARTICOLARI PROBLEMI IL MEDIOCRE OSTACOLO DANESE, I BIANCONERI POSSONO GUARDARE AL FUTURO EUROPEO CON MODERATO OTTIMISMO

JUVENTUS-FC COPENAGHEN 3-1 (1-0)

Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Padoin (69' Marchisio), Vidal (83'  Ogbonna), Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez (81' Vucinic), Llorente. A disposizione: Storari, Peluso, De Ceglie e Quagliarella. Allenatore: Conte.
FC Copenaghen: Wiland; Jacobsen, Mellberg, Sigurdsson, Bengtsson; Gislason, Claudemi, Delaney (76' Amankwaa), Bolanos (60' Kristensen); Jorgensen; Toutouh (81' Pourie). A disposizione: Busk Jensen, Margreitter, Remmer e Santin. Allenatore: Solbakken.
Arbitro: Eriksson, Svezia.
Marcatori: p. t. 28' (rig.) Vidal; s. t. 11' Mellberg, 15' (rig.) e 18' Vidal
Note
: spettatori 39.506; ammoniti Jacobsen, Sigurdsson e Mellberg.l.

ISTANBUL, 10/12/13
LE TEMPERATURE POLARI E LE ABBONDANTI PRECIPITAZIONI NEVOSE COSTRINGONO LE DUE SQUADRE AD UN NOTEVOLE DISPENDIO DI ENERGIE FISICHE E MENTALI. GALATASARAY COSTRETTO A VINCERE PER PROSEGUIRE L'AVVENTURA NELLA MAGGIORE COMPETIZIONE EUROPEA E JUVENTUS PRONTA A RIPARTIRE IN CONTROPIEDE E DISPOSTA AD AMMINISTRARE QUALORA LE CIRCOSTANZE DELLA GARA RICHIEDESSERO AI BIANCONERI UNA CONDOTTA DI CONTENIMENTO PROTESA A RINTUZZARE GLI ATTACCHI TURCHI. NEL PRIMO TRATTO DI GARA, I TURCHI ESERCITANO UNA LEGGERA SUPREMAZIA TERRITORIALE ANCHE SE L'OCCASIONE DA RETE MIGLIORE CAPITA A LLORENTE. DOPO 31 MINUTI DI LOTTA SUL MANTO VERDE DEI PADRONI DI CASA, SI CERCA DI FAR RIPRENDERE IL GIOCO MA, QUANDO LE SQUADRE SEMBRAVANO PRONTE PER TORNARE IN CAMPO, UNA FITTA NEVICATA HA VANIFICATO QUALSIASI SFORZO DI RIPRENDERE LE OSTILITA' INDUCENDO IL DIRETTORE DI GARA A SOSPENDERE DEFINITIVAMENTE L'INCONTRO. SI E' DECISO DI PROSEGUIRE A GARA NELLA GIORNATA DI MERCOLEDI' GRAZIE AD UN LEGGERO MIGLIORAMENTO DEL TERRENO DI GIOCO NONOSTANTE LA NEVE CADUTA DURANTE IL TEMPO RESIDUO DA GIOCARE. RIPRESE LE OSTILITA', LA JUVENTUS SEMBRA CONTROLLARE CON FACILITA' LE SFURIATE OFFENSIVE TURCHE NON DISDEGNANDO ANCHE DI GRAFFIARE IN AVANTI. MANCA L'ACUTO E LA FREDDEZZA (UN PARADOSSO A DISPETTO DELLE TEMPERATURE REGISTRATE) SOTTO PORTA. I TURCHI RIESCONO A MANTENERE LA RETE INVIOLATA E SONO IN GRADO DI IMPENSIERIRE BUFFON IN UN'OCCASIONE PRIMA DELLA RETE REALIZZATA DALL'EX INTERISTA SNEIJDER IMBECCATO ALLA PERFEZIONE DA DROGBA. INUTILI SI SONO RIVELATI I TENTATIVI DI CONTE DI IRROBUSTIRE L'ATTACCO CON QUAGLIARELLA E GIOVINCO. ANZI, SONO STATI PROPRIO I TURCHI AD ANDARE VICINI ALLA RETE DEL RADDOPPIO. IN UN GIRONE TUTTO SOMMATO ALLA PORTATA DEI BIANCONERI, LA JUVENTUS HA DIMOSTRATO ANCORA UNA VOLTA DI POSSEDERE POCA ESPERIENZA EUROPEA E TROPPA SUFFICIENZA PERCHE' NON AVREBBE DOVUTO RIDURSI ALL'ULTIMA GIORNATA PER CENTRARE LA QUALIFICAZIONE AGLI OTTAVI, SEBBENE FOSSE STATO SUFFICIENTE ANCHE UN PAREGGIO IN TURCHIA

GALATASARAY-JUVENTUS 1-0 (0-0)

SOSPESA AL 31' PER NEVE SULLO 0-0
Galatasaray: Muslera; Chedjou, G. Zan, Kaya, Riera; S. Inan, Felipe Melo; Eboue, Sneijder, B. Yilmaz; Drogba. A disposizione: Ceylan, Gulselam, Nounkeu, Bulut, Bruma, Kurtulus e Colak. Allenatore: Mancini.
Juventus: Buffon; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Marchisio, Asamoah; Llorente, Tevez. A disposizione: Storari, Caceres, Ogbonna, Giovinco, Padoin, Isla e Quagliarella. Allenatore: Conte.
Arbitro: Proença, Portogallo.
Note: spettatori 50.000 circa; ammonito Marchisio.

RIPRESA L'11-12-13
Galatasaray: Muslera; Chedjou, Zan, Semih Kaya, Riera; Selcuk Inan, Melo; Eboué (80' Bulut), Sneijder (92' Gulselam), Yilmaz; Drogba. A disposizione: Celyan, Nounkeu, Bruma, Kurtulus e Colak. Allenatore: Mancini.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci (90' Giovinco), Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Marchisio (87' Quagliarella), Asamoah; Llorente, Tevez. A disposizione: Storari, Caceres, Ogbonna, Padoin ed Isla. Allenatore: Conte.
Arbitro: Proença, Portogallo.
Marcatore: s. t. 40' Sneijder.
Note: spettatori 18.000 circa; ammoniti Sneijder, Bulut, Muslera e Tevez.


EUROPA LEAGUE - SEDICESIMI DI FINALE -
ANDATA

TORINO, 20/2/14
LA JUVENTUS SUPERA CON UNA RETE PER TEMPO I TURCHI DEL TRABZONSPOR ED IPOTECA IL PASSAGGIO AGLI OTTAVI DI FINALE. CONTE ADOTTA UN LEGGERO TURNOVER IN VISTA DEL DERBY DI DOMENICA PROSSIMA. IL PRIMO TEMPO E' LARGAMENTE DI MARCA BIANCONERA E SI CHIUDE CON UN RISICATO VANTAGGIO CONFEZIONATO DA OSVALDO. I TURCHI, NELLA SECONDA FRAZIONE DI GIOCO, APPAIONO PIU' DETERMINATI E CONVINTI. I PADRONI DI CASA, PUR SFIORANDO IL RADDOPPIO, SI ESPONGONO SPESSO ALLE PERICOLOSE RIPARTENZE DEGLI AVVERSARI CHE FORSE RISENTANO MOLTO L'ASSENZA DI UN VERO TERMINALE OFFENSIVO. LA JUVENTUS APPARE STANCA MA GLI OSPITI NON NE APPROFITTANO. A TEMPO PRATICAMENTE SCADUTO, POGBA REALIZZA LA SECONDA RETE BIANCONERA; IL VIAGGIO IN TURCHIA DOVREBBE ESSERE PUI' AGEVOLE E MENO IRTO DI INSIDIE

JUVENTUS-TRABZONSPOR 2-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Ogbonna; Isla (67' Vidal), Pogba, Pirlo, Marchisio (76' Giovinco), Peluso; Tevez, Osvaldo (66' Llorente). A disposizione: Storari, Lichtsteiner, Padoin e Asamoah. Allenatore: Conte.
Trabzonspor: Kivrak; Bosingwa, Yumlu, Demir, Keles; Bourceanu (67' Erdogan), Zokora; Olcan Adin, Colman, Ozer Hurmaci (81' Mierzejewski); Emre Gural (57' Paulo Henrique). A disposizione: Ayvaz, Yavru, Osmanpasa e Janko. Allenatore: Mandirali.
Arbitro: Kulbakov, Bielorussia.
Marcatori: p. t. 16' Osvaldo; s. t. 49' Pogba.
Note
: spettatori 35.436; ammoniti Zokora e Yumlu.

EUROPA LEAGUE - SEDICESIMI DI FINALE - RITORNO

TREBISONDA, 27/2/14
LA JUVENTUS, PUR ADOTTANDO UN ROBUSTO TURN OVER IN VISTA DEL DELICATO IMPEGNO DI CAMPIONATO IN CASA DEL MILAN, VUOLE CHIUDERE SUBITO I CONTI E, DOPO AVER CREATO NUMEROSE PALLE GOL, REALIZZA DUE RETI IN QUINDICI MINUTI. NON C'E' PRATICAMENTE PARTITA; LA GARA SI TRASFORMA IN UN COMODO ALLENAMENTO INFRASETTIMANALE, BISOGNA ORA RECUPERARE LE ENERGIE FISICHE DOPO AVER AFFRONTATO QUESTA FATICOSA TRASFERTA AL CULMINE DELLA QUALE SI E' RAGGIUNTO L'OBIETTIVO DEGLI OTTAVI DI FINALE CON LA FIORENTINA

TRABZONSPOR-JUVENTUS 0-2 (0-2)

Trabzonspor: Onur Kivrak; Bosingwa (46' Osmanpasa), Yumlu, Aykut Demir, Kadir Keles (35' Zeki); Ozer, Zokora; Alcan Adin, Mierzejewski (71' Bourceanu), Malouda; Janko. A disposizione: Ayvaz, Gural, Paulo Henrique e Colman. Allenatore: Mandirali.
Juventus: Buffon; Caceres (58' Barzagli), Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal, Marchisio (71' Pirlo), Pogba (35' Padoin), Peluso; Osvaldo, Giovinco. A disposizione: Storari, Lichtsteiner, Tevez e Llorente. Allenatore: Conte.
Arbitro: Kralove, Repubblica Ceca.
Marcatori: p. t. 18' Vidal, 33' Osvaldo.
Note: 
spettatori 24.169.

EUROPA LEAGUE - OTTAVI DI FINALE - ANDATA

TORINO, 13/3/14
LA JUVENTUS SBLOCCA SUBITO IL RISULTATO E SFIORA IL RADDOPPIO. LA GARA E' EQUILIBRATA E LA FIORENTINA SI AFFACCIA DALLE PARTI DI BUFFON. CI SONO OCCASIONI DA AMBO LE PARTI. VIDAL, A FINE PRIMO TEMPO, COLPISCE LA TRAVERSA. IL FINALE E' DI MARCA VIOLA CON LA RETE DI GOMEZ CHE RISTABILISCE IL RISULTATO DI PARITA' E CON BUFFON CHE EVITA LA SCONFITTA CASALINGA. LA QUALIFICAZIONE E' QUANTOMAI APERTA ED INCERTA

JUVENTUS-FIORENTINA 1-1 (1-0)

Juventus: Buffon; Cáceres, Ogbonna, Chiellini; Isla (82′ Padoin), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Giovinco (63′ Llorente), Osvaldo (75′ Pogba). A disposizione: Storari, Lichtsteiner, Barzagli e Bonucci. Allenatore: Conte.
Fiorentina: Neto; Roncaglia, Rodríguez, Savić, Tomović; Aquilani (77′ Vargas), Pizarro, Fernández (51′ Ambrosini); Borja Valero; Iličić, Matri (67′ Gomez). A disposizione: Rosati, Pasqual, Cuadrado, Ambrosini, Vargas e Ryder Matos. Allenatore: Montella.
Arbitro: Kuipers, Olanda.
Marcatori: p. t. 3' Vidal; s. t. 34' Gomez.
Note
: spettatori 39.610; ammoniti Rodriguez e Pizarro.

EUROPA LEAGUE - OTTAVI DI FINALE - RITORNO

FIRENZE, 20/3/14
JUVENTUS OBBLIGATA A VINCERE PER PROSEGUIRE L'AVVENTURA EUROPEA. PADRONI DI CASA INTENTI A DIFENDERE LA PREZIOSA RETE ESTERNA E MAGARI DI PIAZZARE LA BOTTA. NE SCATURISCE UN PRIMO TEMPO TUTTO SOMMATO EQUILIBRATO NEL CORSO DEL QUALE I VIOLA HANNO DUE GHIOTTE OCCASIONI CON GOMEZ ED ILICIC ED I BIANCONERI CI PROVANO CON TEVEZ E POGBA. LA RIPRESA E' DI MARCA BIANCONERA. LLORENTE SFIORA IL VANTAGGIO. UN CALCIO DI PUNIZIONE DI PIRLO (IL SECONDO IN QUATTRO GIORNI) REGALA ALLA JUVENTUS VITTORIA E QUALIFICAZIONE AI QUARTI DI FINALE. LA RETE DEL SUCCESSO BIANCONERO E' STATA PRECEDUTA DALL'ESPULSIONE COMMINATA A RODRIGUEZ. EPISODIO DETERMINANTE CHE HA CONSENTITO AGLI OSPITI DI AMMINISTRARE TRANQUILLAMENTE IL VANTAGGIO E DI SFIORARE IL RADDOPPIO CON LICHTSTEINER E VIDAL.

FIORENTINA-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Fiorentina: Neto; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Savic; Cuadrado, Aquilani, Pizarro (48' Ambrosini), Borja Valero, Vargas; Gomez (64' Matri), Ilicic (73' Roncaglia). A disposizione: Rosati, Pasqual, Joaquin e Bakic. Allenatore: Montella.
Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Isla (76' Lichtsteiner), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente (87' Osvaldo). A disposizione: Storari, Padoin, Vucinic, Mattiello e Romagna. Allenatore: Conte.
Arbitro: Webb, Inghilterra.
Marcatore:  s. t. 26' Pirlo.
Note
: spettatori 47.282; ammoniti Cuadrado, Neto, Vidal e Tevez; espulso Rodriguez.

EUROPA LEAGUE - QUARTI DI FINALE - ANDATA

LIONE, 3/4/14
JUVENTUS SORNIONA E CINICA, ESPUGNA LIONE NEL FINALE CON UNA RETE DI BONUCCI ED IPOTECA LA QUALIFICAZIONE ALLE SEMIFINALI. PRIMO TEMPO CONTRASSEGNATO DA UNA LEGGERA SUPREMAZIA TERRITORIALE FRANCESE NON SFRUTTATA A CAUSA DELLA LUCIDITA' DI BUFFON E DELLA SCARSA CATTIVERIA SOTTO PORTA DEGLI ATTACCANTI FRANCESI; GLI OSPITI, DAL CANTO LORO, HANNO DUE OPPORTUNITA' CON TEVEZ CHE NON IMPENSIERISCE AFFATTO L'ESTREEMO DIFENSORE DEI PADRONI DI CASA. LA SECONDA FRAZIONE DI GIOCO.  DOPO UN AVVIO FAVOREVOLE AI FRANCESI, E' PIU' EQUILIBRATA. LA JUVENTUS ESCE ALLA DISTANZA E, NEL FINALE, CAPITALIZZA AL MASSIMO UNA DELLE POCHE PALLE GOL CREATE DOPO LA CLAMOROSA RETE FALITA DA VUCINIC

LIONE-JUVENTUS 0-1 (0-0)

Lione: Lopes; Tolisso, Kone, Umtiti, Bedimo; Ferri, Gonalons, Mvuemba; Malbranque (86’ Fekir); Briand (88’ Njie), Lacazette (75’ Gomis). A disposizione: Vercoutre, Zeffane, Sar e Danic. Allenatore Garde.
Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Isla (77' Lichtsteiner), Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (56’ Vucinic), Osvaldo (62’ Giovinco). A disposizione: Storari, Peluso, Padoin e Llorente. Allenatore: Conte.
Arbitro: Collum, Scozia.
Marcatore:  s. t. 40' Bonucci.
Note
: spettatori 37.084; ammoniti Tolisso, Lopes e Giovinco.

EUROPA LEAGUE - QUARTI DI FINALE - RITORNO

TORINO, 10/4/14
DOPO IL PREZIOSO SUCCESSO OTTENUTO UNA SETTIMANA FA IN FRANCIA, LA JUVENTUS SUPERA, ANCHE NELLO STADIO AMICO, DI MISURA IL LIONE E SI QUALIFICA ALLE SEMIFINALI.  UNA PERLA DI PIRLO SU CALCIO DI PUNIZIONE PERMETTE AI BIANCONERI DI PASSARE IN VANTAGGIO. GLI OSPITI GIOCANO A VISO APERTO E, DOPO AVER RECLAMATO LA CONCESSIONE DI UN CALCIO DI RIGORE PER FALLO DI BONUCCI, RISTABILISCONO IL RISULTATO DI PARITA', RENDENDO INCERO L'ESITO DELL'INCONTRO CHE RESTA AVVINCENTE ED EQUILIBRATO. UNA CONCLUSIONE DI MARCHISIO, LEGGERMENTE DEVIATA DA UN DIFENSORE FRANCESE, SPIANA LA STRADA AI BIANCONERI CHE PROSEGUONO COSI' L'AVVENTURA EUROPEA

JUVENTUS-LIONE 2-1 (1-1)

Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal (75' Pogba), Pirlo, Marchisio, Asamoah; Vucinic (60' Llorente), Tevez (77' Giovinco). A disposizione: Storari, Ogbonna, Lichsteiner, Osvaldo. Allenatore: Conte.
Lione: Lopes; Tolisso, Koé, Umtiti, Bedimo; Ferri, Gonalons, Mvuemba; Malbranque (76' Danic); Briand (70' N'jié), Lacazette (70' Gomis). A disposizione: Vercoutre, Zeffane, Bisevac e Kefir. Allenatore: Garde.
Arbitro: Mallenco, Spagna.
Marcatori: p. t. 4' Pirlo, 18' Btiandl; s. t. 23' Marchisio.
Note
: spettatori 40.710; ammoniti Bonucci, Marchisio ed Umtiti.

EUROPA LEAGUE - SEMIFINALI DI FINALE - ANDATA

LISBONA, 24/4/14
IL BENFICA PIEGA DI MISURA LA JUVENTUS AL CULMINE DI UNA GARA COMBATTUTA. I PADRONI DI CASA, LAUREATISI DOMENICA SCORSA CAMPIONI DI PORTOGALLO, PARTONO FORTE E SBLOCCANO SUBITO IL RISULTATO; SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D'ANGOLO, LA DIFESA BIANCONERA E' DISATTENTA E GARAY TRAFIGGE DI TESTA BUFFON. L'UNICO A PROVARCI, PER I BIANCONERI, E' TEVEZ MA I TENTATIVI DEL'ARGENTINO RISULTANO VELLEITARI E NON IMPENSIERISCONO AFFATTO L'ESTREMO DIFENSORE DEI PADRONI DI CASA. IL BENFICA INTERPRETA NEL MODO CORRETTO LA GARA ED E' INSIDIOSO NELLE RIPARTENZE. IL SECONDO TEMPO E' CONTRASSEGNATO DA UN MAGGIORE EQUILIBRIO. POGBA SFIORA IL PAREGGIO. L'EQUILIBRIO E' RIPRISTINATO  DALL'ARGENTINO TEVEZ CHE TORNA ALLA RETE IN EUROPA DOPO 1241 GIORNI.  IL BENFICA VUOLE LA VITTORIA E LA OTTIENE GRAZIE AD UNA BELLA REALIZZAZIONE DI LIMA. NEL FINALE, NON MANCANO LE EMOZIONI. MARKOVIC SFIORA LA TERZA RETE SFRUTTANDO IL DISORIENTAMENTO OSPITE. MARCHISIO E CHIELLINI HANNO LE OCCASIONI PER IL PAREGGIO. QUASI A TEMPO SCADITO, I PORTOGHESI RICHIANO DI REALIZZARE LA TERZA RETE.  AL RITORNO, OLTRE AL CALOROSO E NUMEROSO DODICESIMO UOMO IN CAMPO RAPPRESENTATO DAL POPOLO TIFOSO BIANCONERO, OCCORRERA' UNA PRESTAZIONE DI SPESSORE PER SUPERARE IL FORTE BENFICA E GUADAGNARSI IL DIRITTO A DISPUTARE IN CASA LA FINALE. NON POTRA' PARTECIPARE ALLA DECISIVA GARA DI RITORNO IL FRANCESE CHE DOVRA' SCONTARE UN TURNO DI SQUALIFICA

BENFICA-JUVENTUS 2-1 (1-0)

Benfica: Artur; Maxi Pereira, Luisao, Garay, Siqueira; André Gomes (82' Cavaleiro); Markovic, Enzo Perez, Sulejmani (61' Almeida); Cardozo (63' Lima), Rodrigo. A disposizione: Oblak, Jardel, Amorim e Djuricic. All. Jesus.
Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (83' Osvaldo), Vucinic (66' Giovinco). A disposizione: Storari, Ogbonna, Barzagli, Padoin e Llorente. Allenatore: Conte.
Arbitro: Cakir, Turchia.
Marcatori:  p. t. 2' Garay, s. t. 28' Tevez, 39' Lima.
Note
: spettatori 65.000 circa; ammoniti André Gomes, Pogba, Artur e Almeida.

EUROPA LEAGUE - SEMIFINALI DI FINALE - RITORNO
SI CHIUDE CON UN RISULTATO DI PARITA' LA SFIDA DI RITORNO TRA JUVENTUS E BENFICA E BIANCONERI ELIMINATI DALL'EUROPA LEAGUE.  SFUMA QUINDI L'OBIETTIVO DELLA JUVENTUS DI GIOCARSI LA FINALE IN CASA. GARA CARATTERIZZATA DA UNA EVIDENTE QUANTO INFRUTTUOSA SUPREMAZIA TERRITORIALE DEI PADRONI DI CASA. DOPO DIVERSI TENTATIVI JUVENTINI DI SBLOCCARE IL RISULTATO, VIDAL SI VEDE SALVATO, A FINE PRIMO TEMPO, SULLA LINEA DA LUISAO IL PALLONE CHE AVREBBE POTUTO SPEZZARE L'EQUILIBRIO.  OSPITI PERICOLOSI, AD INIZIO RIPRESA, CON RODRIGO MA LA CONCLUSIONE DEL PORTOGHESE SORVOLA LA TRAVERSA. LE CATTIVE CONDIZIONI ATMOSFERICHE COMPLICANO I PIANI DEI BIANCONERI.PIRLO SFIORA LA RETE SU CALCIO DI PUNIZIONE.
I PORTOGHESI,  NONOSTANTE L'ESPULSIONE DI PEREZ, NON SOFFRONO PIU' DI TANTOI FOCOSI QUANTO IRRAZIONALI ATTACCHI BIANCONERI CHE POSSONO SOLO LAMENTARSI PER UN COLPO DI MANO DI MARKOVIC IN AREA CHE POTEVA INDURRE L'ARBITRO A CONCEDERE IL CALCIO DI RIGORE. GLI OSPITI HANNO ADDIRITTURA DISPUTATO GLI ULTIMI MINUTI IN NOVE UOMINI; AVENDO ULTIMATO LE SOSTITUZIONI, UN GIOCATORE E' STATO MESSO KA DA UNA PALLONATA RICEVUTA DA POGBA. LA JUVENTUS ESCE A TESATA DALLA COMPETIZIONE EUROPEA ED ADESSO PUO' CONCENTRARSI ALL'IMPEGNO DI CAMPIONATO CON L'ATALANTA CHE DOVREBBE CONSEGNARE LO SCUDETTO AI BIANCONERI

TORINO, 1/5/14

JUVENTUS-BENFICA 0-0

Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci (72’ Giovinco), Chiellini; Lichtsteiner, Vidal (79’ Marchisio), Pirlo, Pogba, Asamoah; Llorente (79’ Osvaldo), Tevez. A disposizione: Storari, Barzagli, Padoin e Vucinic. Allenatore: Conte.
Benfica: Oblak; Maxi Pereira, Luisao, Garay, Siqueira; Markovic (86' Sulejmani), Perez, Amorin, Gaitan (76’ Salvio); Lima, Rodrigo (69’ Almeida). A disposizione: Artur, Jardel, Cardoso e Cavaleiro. Allenatore: Jesus.
Arbitro: Clattenburg, Inghilterra.
Note
: spettatori 40.775; ammoniti Rodrigo, Asamoah, Oblak e Salvio; espulsi Marlovic e Vucinic.